NEOREAL WONDER un mondo di nuove sensibilita al Salone del Mobile 2011

Dal 12 al 17 aprile 2011 Canon Inc. sarà presente al Salone del Mobile di Milano, con un progetto che racchiude una perfetta sintesi di luce, leggerezza e innovazione, filosofia del progetto NEOREAL

NEOREAL WONDER

“NEOREAL – un mondo di nuove sensibilità” è un progetto che Canon ha presentato per la prima volta nel 2008 a Milano in occasione del Salone del Mobile e che, visto il successo e l’interesse riscosso, è diventato un appuntamento fisso di tutte le successive edizioni. Gli incontri e le preziose esperienze maturate in questi anni hanno spinto gli ideatori a proseguire nell’obiettivo di dare un contributo decisivo allo sviluppo della cultura dell’immagine.

Per celebrare il 50esimo anno del Salone del Mobile, Canon si pone l’obiettivo di elevare ulteriormente il progetto invitando il pubblico ad immergersi in “NEOREAL WONDER”, il meraviglioso mondo del digital imaging Canon: combinazione di sintesi di luce, leggerezza ed innovazione.

Canon Inc. ha scelto di costruire uno scenario sorprendente, con la suggestiva ed originale installazione  “NEOREAL WONDER”, all’interno degli ampi spazi del Superstudio Più ART POINT di via Tortona, aderendo così al percorso cittadino itinerante del “Fuorisalone”, ed individuando in particolare la zona normalmente destinata ad un pubblico di utenti più copioso.

Le opere in mostra sono frutto di un lavoro sinergico tra professionalità differenti come quelle dello studio TORAFU ARCHITECTS, composto da un gruppo di giovani architetti molto conosciuti ed apprezzati in Giappone, specializzato in design architettonico di prodotto e di interni, e quelle dei membri di WOW, studio internazionale d’arte visiva con uffici a Firenze e in Giappone, esperto in progetti di design, spot pubblicitari e d’identità visiva, ma anche di installazioni artistiche in aree espositive.

“La forza creativa del genio di alcuni tra i più rinomati designer giapponesi e la solida affidabilità tecnologica dei prodotti Canon interagiscono nel campo visivo e, materializzandosi danno vita ad una creazione in cui l’esperienza fisica è esaltata da un senso di meraviglia e vitalità” afferma Masaaki Sakai, Senior General Manager, Design Centre, Canon Inc.

LIGHT LOOM

Nella sala principale di 320 m2, con il tema "Light Loom” il team TORAFU ARCHITECTS allestirà uno schermo tridimensionale (L 22 x P 15,3 x H 5,5m) sul quale verranno proiettate le immagini. L’ampio spazio consentirà agli spettatori di immergersi in una nuova esperienza visiva, in cui luce e immagini sembreranno fondersi in modo complementare. In questo “schermo di fasci luminosi” la luce viene esplosa in una molteplicità di raggi di luce che avranno la stessa consistenza dell’aria. Gli autori, in occasione di una visita in una filanda sono rimasti affascinati dallo sviluppo a raggiera dei fasci di fili dei telai, traendone così spunto per la realizzazione della loro opera. L’intento dei designers era quello di creare una visione tridimensionale nel quale il visitatore potesse immergersi e andare oltre la consueta visione bidimensionale. Diversamente dai tradizionali schermi piatti, questo schermo tridimensionale utilizza fili di livellamento per raccoglie la luce da innumerevoli punti, consentendo allo spettatore di vivere un’esperienza visiva del tutto nuova. Questo intreccio tra immaginazione e realtà dà forma, con impalpabili fili, a qualcosa di onirico, e che rappresenta la realtà inafferrabile del mondo moderno. Lo “schermo di fasci luminosi” crea sei lettere visibili sin dall’entrata; proprio come un meraviglioso ricamo, il visitatore, potrà notare come le lettere di luce siano intessute da innumerevoli fili.

CIRCLE OF LIGHT

“Circle of light ” è l’installazione visiva creata dallo studio di visual design WOW e situata all’interno dello spazio principale. Proponendo immagini che normalmente non possono essere viste nello stesso momento, quali le sfumature della luce nel suo viaggio giornaliero dall’alba al tramonto e i vari cambiamenti che assume nel corso dell’anno, questa creazione vuole esprimere la ricchezza della luce in un’unica visione e in un singolo spazio. Un tunnel porterà all’area espositiva principale, dove le immagini verranno proiettate su uno schermo gigante composto da due display da 300 pollici con una risoluzione superiore al formato HD. Sempre all’interno dell’area espositiva principale troveranno spazio anche sei schermi di fasci luminosi. Questo spazio offrirà allo sguardo del visitatore una successione di straordinarie immagini reali e virtuali nelle quali la luce dell’alba e del tramonto coesistono nello stesso spazio e nello stesso tempo. In questa opera immagini e spazio si fondono e permettono allo spettatore di sperimentare nuove sensazioni visive.

Per la realizzazione di questo progetto sono state utilizzate una videocamera LEGRIA e una reflex digitale Canon EOS, mentre la proiezione avviene attraverso un uso magistrale degli eccellenti videoproiettori XEED. La creazione WOW risalta e prende vita grazie alle sofisticate caratteristiche tecniche di questi prodotti.

AIR VASE

Altra creazione, realizzata da TORAFU ARCHITECTS appositamente per NEOREAL WONDER, è l’“Air Vase”. Quest’opera è stata realizzata con l’ausilio di una fotocamera digitale e una stampante Canon. Stampando l’immagine scattata con la fotocamera su entrambi i lati del foglio fustellato e, modellandolo a forma di vaso, si otterrà l’“Air vase” in versione NEOREAL WONDER, che al variare del punto di vista, offre una visione magica e sempre diversa.

Anche quest'anno l’acquisizione e la visualizzazione delle immagini dell’intera mostra è stata resa possibile grazie all'utilizzo delle più innovative tecnologie imaging di Canon. Circa 20 videoproiettori Canon tra cui WUX10 Mark II - che incorpora la tecnologia LCOS (Liquid Crystal On Silicon) - proiettano le immagini da diverse posizioni e angolazioni in tutto lo spazio espositivo. Tutte le riprese sono state realizzate utilizzando la fotocamera reflex digitale EOS 5D e la nuova videocamera digitale LEGRIA HF M41, dotata dello stesso sensore CMOS ad alte prestazioni già utilizzato nei modelli professionali Canon.

La collaborazione tra TORAFU ARCHITECTS e WOW e l’ineguagliabile esperienza di Canon nell’imaging creano, dunque, un’esperienza sensoriale attraverso l’immagine e lo spazio, regalando un sogno di colori e tessuti di luci.

NEOREAL: informazioni utili

• Tema: NEOREAL Wonder - Canon Digital Imaging World
• Periodo: 12 (Martedì) - 17 (Domenica) aprile 2011 ore 10:00-21:00
• Anteprima per la Stampa: 11 aprile (Lunedi), ore 15:00-20:00
• Inaugurazione: 12 aprile (Martedì), ore 18:30-21:00
• Location: Superstudio Più ART POINT Via Tortona 27, Milano
• Ingresso: Gratuito
• Area espositiva: 825 m2
• Organizzato da CANON INC. in collaborazione con CANON EUROPE LTD. e CANON ITALIA Spa
• Produttore generale: Toshiki Kiriyama (TRUNK LTD.)
• Supervisor: Hikaru Mori (ZITOMORI)
• Progetto d’allestimento: TORAFU ARCHITECTS
• Designers: TORAFU ARCHITECTS  (team di architetti) e WOW (studio di progettazione visiva) 
• Installazioni: “Light Loom” TORAFU ARCHITECTS e  “Circle of light” WOW 
• Contatto stampa: COMMUNICAZIONE & IMMAGINE
• Carla Onofri - Via F. Ferrucci, 22 - 20145 Milano, Italia
• Tel: +39-02-45481680 - Fax: +39-02-45481684
• carla.onofri@comunicazione-immagine.it

TORAFU ARCHITECTS
Fondata da Koichi Suzuno e Shinya Kamuro nel 2004, TORAFU ha scelto come linea guida delle proprie creazioni “l'architectural thinking”. Il duo, il cui lavoro abbraccia una gamma diversificata di attività, dalla progettazione architettonica al design di interni di spazi commerciali, dalle gallerie espositive al design di prodotto fino a installazioni e creazioni video, è stato insignito con diversi premi, tra cui il Design for Asia Award 2005, il JCD Design Award 2007 Gold Award e il Commercial Space Award 2007 Grand Prize. http://www.torafu.com

WOW
Fondato nel 1997, WOW è uno studio di visual design con sede a Tokyo e Sendai in Giappone, e Firenze che si occupa di una vasta gamma di progetti di design, spot pubblicitari e d’identità visiva, nonché di installazioni artistiche in aree espositive, e di sviluppo d’interfacce utente per brand di spicco. Più recente è lo sviluppo sia in Giappone sia in molti altri paesi, di creazioni d’installazioni artistiche originali ed esposizioni d’opere di grandi dimensioni. Gli artisti e i designer WOW sono costantemente sollecitati a donare al cosiddetto visual design una maggior funzione sociale, e a ricercare nuove espressività grafiche. http://www.w0w.co.jp/

Cos’è il Salone del Mobile di Milano e i numeri
Entrato nel suo 50esimo anno, il Salone del Mobile di Milano si è tenuto ogni anno nel mese di aprile dal 1961, e rappresenta un punto d’incontro unico per designer e aziende dove scoprire e presentare i nuovi prodotti e i progetti più innovativi ad un vasto pubblico, e ai principali media di tutto il mondo. L’edizione del Salone dello scorso anno, cui hanno partecipato 1.326* aziende espositrici, ha fatto registrare un’affluenza di circa 298.000 visitatori. Il Fuorisalone è l'insieme di eventi che, durante la settimana del Salone del Mobile, animano l'intera città di Milano; si tratta di un evento spontaneo dove le aziende decidono liberamente di partecipare realizzando allestimenti in vari punti e location della città.

* Numero di aziende e organizzazioni partecipanti provenienti dall’Italia: 1.044; dall’estero: 282

spacer
					image