BUSINESS BYTES

Sfruttare la Digital Transformation per abbattere le barriere aziendali: linee guida per i CIO

  • Pubblicato 1 anno fa
  • 3 min per lettura

Oggi tutte le aziende sono aziende digitali. Poiché le innovazioni tecnologiche sono fondamentali in ogni aspetto delle attività, tutti i dirigenti devono essere in grado di comprenderle, adottarle e trarne il massimo vantaggio. Per avere successo, la Digital Transformation richiede un alto livello di coordinamento interno.

Chi dovrebbe guidare il processo di cambiamento?

Quando si migliorano le funzionalità digitali, è necessario affrontare nuove sfide che vanno dai rischi per la sicurezza ad un'integrazione efficace dei dati. E' naturale che sia il CIO a guidare tale trasformazione.

Tuttavia, per garantire una governance efficace, gli obiettivi IT e quelli aziendali devono essere strettamente correlati, sebbene ciò comporti il coinvolgimento di più persone nei processi decisionali, l'incremento delle complessità strutturali ed una tempistica rallentata.

Allo stesso tempo, adottando questo approccio, i CIO favoriscono l'introduzione di nuove idee e prospettive approfondite nel processo di trasformazione.

Queste strutture, che potrebbero sembrare problematiche, rappresentano un'opportunità unica per garantire che la trasformazione apporti vantaggi all'intera azienda attraverso un miglioramento del flusso interno di informazioni.

Assicurando il coinvolgimento delle varie business unit nel processo, i progetti IT non rischiano di diventare esperimenti completamente scollegati dalle attività aziendali reali.

Una buona struttura di governance consente di monitorare le prestazioni dell'IT, la conformità e l'impatto sulle diverse business unit per assicurare che il cambiamento stia effettivamente apportando vantaggi all'azienda.  

La Digital Transformation può diventare veramente efficace solo se le sfide che comporta vengono affrontate con uno spirito collaborativo. Con il supporto delle persone giuste, il CIO può trasformare questa visione in realtà.