BUSINESS BYTES

La tecnologia può cambiare la direzione dell'assistenza sanitaria del XXI secolo?

  • Pubblicato 1 anno fa
  • 4 min per lettura

Il settore dell'assistenza sanitaria è sull'orlo del collasso. La popolazione europea sta invecchiando. In base alle attuali stime della Commissione europea, il numero di persone con un'età superiore ai 65 anni, aumenterà del 72% entro il 2050: questo significa che, fra 35 anni, un terzo della popolazione sarà vicino all'età pensionabile. Secondo IDC Health Insights , nonostante la domanda sia in aumento, le risorse e l'accesso all'assistenza sanitaria sono in diminuzione. Le organizzazioni che si occupano di assistenza sanitaria sono sempre più sotto pressione: devono conseguire risultati ottimali nonostante i budget ridotti e le norme legislative in continua evoluzione.

Integrazione

Molti ritengono che la soluzione ideale per ridurre la pressione del sistema sanitario consista nell'integrare l'assistenza sanitaria e l'assistenza sociale: una proposta senza dubbio logica. Considerando che in Europa quasi un terzo degli anziani soffre di una patologia cronica , qualsiasi iniziativa in grado di arrestare la disgregazione dei servizi, ridurre la duplicazione e assegnare in modo più efficiente risorse sempre più esigue è senz'altro da incoraggiare. Gli ospedali in grado di collaborare con gli operatori sociali avranno a disposizione un quadro molto più chiaro del paziente, senza contare i risparmi in termini di tempo e amministrazione.
Un contatto continuo tra l'assistenza sanitaria e sociale rassicura i pazienti che le loro situazioni vengono comprese e le loro esigenze soddisfatte.  Inoltre, aspetto ancora più importante, la condivisione efficiente di informazioni tra i due tipi di servizi potrà finalmente avviare la trasformazione dell'assistenza sanitaria da sistema terapeutico a sistema preventivo, per affrontare le sfide del XXI secolo.

Personalizzazione

Sta inoltre emergendo un sistema sanitario che mette al centro il cliente e nel quale i pazienti valutano la propria esperienza non solo in base a come viene curata la propria patologia, ma anche in base al trattamento ricevuto. La personalizzazione dell'assistenza sanitaria è evidenziata dal proliferare di oltre 97.000 app per dispositivi mobili dedicate alla salute in tutto il mondo, e da comunità online e peer-to-peer che condividono informazioni sulla salute al di fuori del tradizionale rapporto dottore-paziente. Le persone possono scegliere e utilizzare strumenti e tecnologie online per personalizzare la propria assistenza sanitaria in base ai propri obiettivi e valori.
In un sistema sanitario personalizzato, le cure non vengono più somministrate in base a un modello uguale per tutti e i dati sono resi disponibili ai pazienti per offrire loro maggiori informazioni.  Si ricorre alle tecnologie digitali per connettere meglio i pazienti ai team dell'assistenza sanitaria e per permettere ai consumatori di diventare partner attivi nella gestione della propria salute e del proprio benessere.

Industrializzazione

Oltre all'integrazione e alla personalizzazione, l'erogazione dei servizi sanitari sta subendo da un certo tempo un processo di industrializzazione e sta sperimentando cambiamenti simili a quelli che hanno interessato altri settori un secolo fa. Questo processo è grandemente facilitato dalla tecnologia e da una migliore gestione delle informazioni. Ad esempio, le ricette elettroniche hanno ridotto del 50% gli errori rispetto alle ricette scritte a mano. I medicinali prescritti possono essere controllati elettronicamente per garantire che la quantità di farmaco sia ragionevole, per verificare le interazioni con altri farmaci, le allergie e le condizioni cliniche dei pazienti: tutto questo in pochi istanti, grazie a record elettronici completi e alle informazioni disponibili sul paziente. Ci si sta spingendo sempre di più verso la standardizzazione di ruoli e attività per semplificare i servizi offerti ai pazienti, nonché verso una divisione del lavoro che consenta di bilanciare il budget e i tagli al personale. Questi cambiamenti portano con sé la promessa di un'assistenza sanitaria più efficiente, tuttavia l'industrializzazione deve essere accompagnata dalla personalizzazione dei pazienti e dall'integrazione dei servizi per raggiungere tutto il suo potenziale.

L'importanza dei dati

Le informazioni rappresentano senza dubbio l'elemento che collega tutti questi aspetti. Gli ospedali stanno raccogliendo più dati sui pazienti di quanto non abbiano mai fatto in passato, con la diffusione di tecnologie sofisticate da grandi ospedali a piccole cliniche locali. La condivisione di informazioni basata su web, che comprende documenti, immagini e report, sta diventando sempre più comune.
I sistemi e i software di tracciabilità riducono i tempi di attesa e consentono ai medici di verificare l'esatta ubicazione del paziente in qualsiasi momento. Alcuni ospedali utilizzano tablet wireless portatili per individuare i pazienti, mentre altri ricorrono a sistemi di tracciabilità post-ospedaliera per aiutare i pazienti a presentarsi alle visite di controllo. Sempre più spesso, gli stessi pazienti hanno iniziato a tenere traccia della propria storia medica, per avere sempre un quadro esaustivo dell'assistenza ricevuta. I sistemi per la condivisione dei dati e del flusso di lavoro offrono inoltre ai pazienti un maggiore controllo: ad esempio, rendono più facile ottenere una seconda opinione da uno specialista diverso in caso di dubbi riguardo a un trattamento prescritto.

Il futuro dell'assistenza sanitaria

L'integrazione, la personalizzazione e l'industrializzazione rappresentano i tre fattori chiave per la trasformazione dell'assistenza sanitaria, indispensabili per far fronte alle esigenze del XXI secolo. Tuttavia, nonostante il monitoraggio, l'accumulo di dati, la consumerizzazione e l'automazione dei processi, l'evoluzione dell'assistenza sanitaria non è stata ancora completata, e continuano a verificarsi inefficienze e sovraccarichi di lavoro. La tecnologia comporta sempre delle sfide, tuttavia, nonostante le sue limitazioni, sta giocando un ruolo fondamentale nel coordinare e ridefinire l'assistenza sanitaria in nuovi modi, impensabili anche solo dieci anni fa. L'ospedale del futuro, con meno letti, meno dottori e una maggiore efficienza, sta per arrivare. Tuttavia, il raggiungimento di questo obiettivo richiederà tempo, e porterà con sé enormi cambiamenti