BUSINESS BYTES

Visualizzazione dei dati: l'arte di comunicare senza parole

  • Pubblicato 1 anno fa
  • 3 min per lettura

La visualizzazione dei dati potrebbe offrire ai professionisti uno strumento di grande impatto per comunicare in modo efficace? L'utilizzo di informazioni in ambito lavorativo per migliorare l'efficienza della comunicazione è una pratica diffusa e i dirigenti aziendali hanno generalmente molta familiarità con diagrammi e grafici. Nessun annual report sarebbe completo senza il classico grafico che mostri l'aumento dei profitti. Purtroppo molte aziende si fermano a questo tipo di visualizzazione, mentre potrebbero decisamente fare di meglio, consentendo a tutti i reparti aziendali di trarre vantaggio da una presentazione dei dati ben strutturata. 

Diventa fondamentale incoraggiare i team dirigenziali a ritagliarsi tempo per l'apprendimento di nuove competenze relative alla visualizzazione dei dati. L'avvento dell'approccio "Big Data" e la quantità crescente di informazioni hanno reso sempre più lunghi alcuni documenti aziendali, come ad esempio le relazioni annuali, che spesso contengono termini e numeri troppo complessi. E' necessario che i professionisti gestiscano le informazioni in modo più efficace,  presentandole in modo più accattivante e facile da comprendere, ma soprattutto utili. 

Ad esempio, una delle sfide che i CFO si trovano costantemente ad affrontare consiste nel dimostrare le relazioni tra i diversi aspetti del business. Qual è l'impatto dell'investimento dell'azienda in tecnologie ecosostenibili sulle comunità in cui opera? Qual è l'impatto dei cambiamenti nella spesa destinata a ricerca e sviluppo per la creazione di nuovi prodotti? Qual è il rapporto tra l'approvvigionamento degli acquisti e la generazione di profitti nei diversi territori in cui opera l'azienda? Per rispondere a domande di tale complessità, è preferibile utilizzare rappresentazioni grafiche di impatto piuttosto che risposte complicate e poco esaustive.  

Inoltre, non è soltanto la comunicazione con l'esterno che rende l'arte della visualizzazione dei dati una competenza così importante.  Sempre più aziende stanno adottando un approccio integrato per i loro processi di gestione delle informazioni. Di conseguenza, molte informazioni devono essere comunicate anche internamente. Se il personale interno non comprende i dati che gli vengono presentati, non sarà mai in grado di supportare le proposte su cui si basano.  

Qual è quindi il punto di partenza per il professionista finanziario che vuole migliorare le proprie capacità di visualizzazione dei dati? 

Il primo passo consiste nel riconoscere che le immagini sono un mezzo di comunicazione importante tanto quanto le parole o i numeri. Gli utenti con ottime competenze di visualizzazione le utilizzano come forma di comunicazione alternativa.

In secondo luogo, come per le parole o per i numeri, la scelta di elementi da utilizzare per la visualizzazione è molto vasta.

I dati rivestono un'importanza cruciale per qualsiasi ruolo dirigenziale e capire come presentarli è fondamentale per comunicarli in modo efficace agli stakeholder aziendali, sia interni che esterni.  I professionisti più abili in questo ambito sanno che l'obiettivo della visualizzazione dei dati è "raccontare una storia". Cercano quindi di mettersi nei panni del loro pubblico e lasciare che le informazioni parlino da sole, per rendere tutto più chiaro. Non aggiungono complicazioni superflue, come statistiche o citazioni non rilevanti, che potrebbero oscurare il messaggio chiave. Se presentati in modo appropriato, i dati rappresentano uno strumento dalle incredibili potenzialità, e sono in grado di comunicare qualcosa senza l'utilizzo delle parole.