Adriano Brusaferri

Adriano Brusaferri

Leggerezza, stupore, familiarità ma anche complessità di livelli, stratificazione, caratterizzano la fotografia di Adriano Brusaferri.

Si avvicina a quest'arte in maniera del tutto casuale, per necessità. Ma la passione lo investe presto. Le prime foto comparse su Grazia lo fanno notare in Germania, e a 21 anni produce campagne pubblicitarie per grandi nomi come Furstenberg, Pfanni e Hengstenberg. Questa esperienza gli offre la possibilità di tornare a Milano e iniziare la propria attività da freelance fondando un'agenzia con altri fotografi.

Il Food è la tappa iniziale del viaggio di Adriano nella fotografia, che si sposterà poi negli anni alla moda, al lifestyle, al turismo, all'arredamento, non solo nella produzione di redazionali ma anche di cataloghi. Zanotta, Molteni, Rubelli, Laufen e Kartell sono solo alcuni dei grandi nomi del Design che gli hanno affidato la propria immagine.

Assiste alla nascita di Elle Decor nel 1990, ed accompagna la rivista fino ai giorni nostri.

Frequenta la scuola del Cinema a Milano, realizza due film positivamente accolti dalla critica. L'esperienza cinematografica si palesa nella fotografia di Adriano Brusaferri attraverso l'uso della luce, che si fa leggera, complessa sì, ma anche familiare per certi versi e sempre in grado di stupire; l'approccio all'immagine e al set si fa tridimensionale, cattura la poesia dell'attimo.

Pubblica per Mondadori, Hearst, Rizzoli, Rusconi, Burda, incantando da ormai trent'anni i lettori di Vogue, Casa Vogue, Vogue Sposa, Marie Claire Maison Italia e Francia, Elle Decor Italia e Francia, Viaggi e Sapori, Ville e Giardini, Dove, La Cucina Italiana, Gourmet.

Milano è la città da cui è partito, e a cui ritorna dopo aver fotografato e assaggiato il mondo.

spacer
					image