Milko Marchetti

Milko Marchetti, nasce a Ferrara il 10 Giugno 1968. In oltre 25 anni di attività ha costruito un archivio di oltre 600.000 immagini.
Collabora con la Regione Emilia Romagna, la Provincia di Ferrara, il Parco del Delta del Po, Delta2000, ed il mensile FOTOCULT.

Possiede pubblicazioni di foto come copertine e interni su: OASIS, AGRICOLTURA, BELL'ITALIA, MERIDIANI, BELL'EUROPA, GENTEVIAGGI, ASFERICO, FOCUS, DOVE, I Viaggi di REPUBBLICA, ITINERARI TRAVEL, AMICI DI CASA, PESCASPORT, Cataloghi ALPITOUR, PIEMONTE PARCHI, GREENTIME, QUI TOURING.
Socio AIRF (Associazione Italiana Reporter Fotografi), FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), AFNI (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani), FIOF (Fondo Internazionale Orvieto Fotografia), è per la SETTIMA volta consecutiva, vincitore della Coppa del Mondo di Fotografia Naturalistica, nel 1999, 2001, 2003, 2006, 2008, 2010 e 2012 (con la Nazionale di fotografia Naturalistica, 16 fotografi di natura scelti a rappresentanza dell'Italia).

Nel Dicembre 2004 è uscito il suo primo libro fotografico "LE STAGIONI DEL DELTA", edito da Minerva Edizioni, premiato, nel Marzo 2005 ad Orvieto-fotografia, come miglior libro di Reportage Naturalistico.

Il 4 Maggio 2007 ha ricevuto l'Onoreficenza AFI (ARTISTA DELLA FOTOGRAFIA ITALIANA).

Il 4 Aprile 2008 ha ricevuto la Qualifica professionale QIP (QUALIFIED ITALIAN PHOTOGRAPHER), primo fotografo italiano per il settore Natura.

Il 28 Novembre 2010, ha ricevuto la Qualifica professionale QEP (QUALIFIED EUROPEAN PHOTOGRAPHER), primo fotografo italiano per il settore Wildlife.

Dal 2000 organizza Workshop di Fotografia Naturalistica. Delta del Po, Isola di Capraia, Isola di Texel in Olanda, Foresta Boema in Germania, Islanda, Rocky Mountain in Canada, Norvegia, Sud Africa, sono alcune delle mete.

I suoi compagni di avventura sono: un capanno mimetico, ore di appostamenti immobili, le fredde giornate di Gennaio, le afe di Luglio, le innumerevoli zanzare, la nebbia, e la sua inseparabile macchina fotografica. Del resto ama dire: "…il vero fotografo naturalista deve essere prima naturalista, poi fotografo". "Ha il dovere di mettere l'incolumità del soggetto davanti alla buona riuscita della fotografia, ...sempre !…"

spacer
					image