Binocoli ad alta tecnologia

Quali tipi di binocolo esistono?

Che cosa è l'ingrandimento?

Perché l'immagine è più facile da vedere quando è ingrandita?

Perché esistono campi visivi diversi per binocoli diversi?

Perché alcuni binocoli hanno una luminosità maggiore di altri?

Come posso distinguere la differenza nella qualità dell'immagine?

Cosa rende la Serie IS di Canon così speciale?

Quali tipi di binocolo esistono?

Il primo binocolo fu inventato circa 400 anni fa. Oggi esistono centinaia di modelli diversi, prodotti e venduti in tutto il mondo. Sebbene non sia cambiato il concetto di visione con i propri occhi di un'immagine ingrandita, esistono due tipi distinti di binocolo: a prismi e galileiano.

  • Binocoli a prismi
    La maggior parte dei binocoli venduti oggi utilizzano lenti convesse sia per l'obiettivo che per l'oculare. Vengono detti binocoli a prismi, in quanto impiegano dei prismi per "correggere" l'immagine invertita.

    Prismi di Porro
    I prismi di Porro fanno in modo che la luce che li attraversa assuma la forma di una "Z" prima di raggiungere l'occhio.

    Prismi a tetto
    Quando si utilizzano i prismi a forma di tetto, la luce li attraversa in linea retta, rendendo possibile la progettazione di binocoli compatti.
  • Binocoli galileiani
    Nei binocoli di questo tipo viene applicato il concetto utilizzato nei telescopi costruiti da Galileo Galilei nel XVII secolo. Poiché per le lenti dell'oculare vengono impiegate lenti concave, non sono necessari prismi per la correzione delle immagini. Noto anche come binocolo da teatro, questo tipo viene utilizzato per osservare gli oggetti non troppo lontani.

  Inizio pagina

Che cosa è l'ingrandimento?

Il valore dell'ingrandimento è dato dal rapporto tra la dimensione di un soggetto visto a occhio nudo e la dimensione dello stesso soggetto visto attraverso il binocolo. Ad esempio, se un binocolo ha un valore di ingrandimento pari a 10x, il soggetto viene ingrandito 10 volte. In altre parole, osservando con un binocolo qualcosa a 100 metri di distanza appare come se si trovasse a una distanza di 10 metri.

Una focale da 1000mm per fotocamera fornisce un ingrandimento cinque volte maggiore rispetto a un obiettivo da 200mm. Lo stesso principio è applicabile anche ai binocoli, in quanto un soggetto viene ingrandito cinque volte di più con un binocolo a ingrandimento 20x rispetto a uno con un ingrandimento 4x. L'unica differenza è che mentre un teleobiettivo deve essere grande a sufficienza per ingrandire l'immagine per l'apertura abbastanza ampia della fotocamera, un binocolo deve soltanto ingrandire l'immagine per l'iride dell'occhio umano, relativamente più piccola. Ad esempio, se si dispone di un binocolo con ingrandimento 12x, per ottenere la stessa immagine ingrandita usando una fotocamera reflex da 35mm, è necessario utilizzare un teleobiettivo da 700~800mm.

  Inizio pagina

Perché l'immagine è più facile da vedere quando è ingrandita?

Il modo in cui il binocolo consente di distinguere i dettagli viene detto potere risolvente. Poiché l'area unitaria delle cellule della visione conica nella retina dell'occhio umano è bassa, nessun addestramento fisico è in grado di aumentare, fino a un dato punto, il potere risolvente. L'unico modo per aumentarlo è di guardare attraverso un buon binocolo. Se si utilizza un binocolo con ingrandimento 10x, il potere risolvente aumenta di dieci volte rispetto al normale.

Non tutti i binocoli forniscono il rapporto di ingrandimento e il potere risolvente indicati sullo strumento. Quando l'aberrazione è troppo elevata, non c'è potere risolvente a sufficienza . Indipendentemente dalla qualità del binocolo, il potere risolvente diminuisce a causa della vibrazione dell'immagine. Tanto maggiore il rapporto di ingrandimento, tanto più le mani fanno vibrare l'immagine. In generale, i binocoli con un ingrandimento maggiore di 10x non sono consigliati per un utilizzo a mano libera. Per eliminare il problema, Canon ha impiegato le sue innovative tecnologie ottiche maturate nel corso dello sviluppo degli obiettivi per fotocamera. Oltre a utilizzare le lenti doppie per ottenere un campo piatto (doublet field-flattener), le lenti UD e le lenti asferiche per ottenere il potere risolvente ottimale, Canon si è avvalsa della sua tecnologia originale di stabilizzazione dell'immagine (nella serie IS), che consente di controllare le vibrazioni derivate dal tremolio della mano. È grazie a queste tecnologie che con i binocoli Canon, ogni penna sulle ali di un uccello risalta con nitidezza e chiarezza.

  Inizio pagina

Perché esistono campi visivi diversi per binocoli diversi?

La struttura ottica di ogni modello di binocolo è diversa, pertanto anche se il valore di ingrandimento è lo stesso, varia la quantità di visuale che un binocolo è in grado di comprendere. L'ampiezza di visuale che è possibile vedere attraverso il binocolo viene detta campo visivo. Per il bird watching in un grande foresta, risulta maggiormente utile l'uso di un campo visivo più ampio.

  1. Campo visivo reale
    Si tratta della visuale attraverso il binocolo; viene misurata dal centro dell'obiettivo ed espressa in gradi (angolo). Tanto minore è l'ingrandimento offerto dal binocolo, tanto più ampio il campo visivo reale e viceversa. Per questo motivo è difficile mettere a confronto il campo visivo reale di binocoli con valori di ingrandimento diversi.
  2. Campo visivo apparente
    Si tratta del valore del campo visivo reale moltiplicato per l'ingrandimento. Ad esempio, se un binocolo con ingrandimento 10x ha un campo visivo reale di 5x, il campo visivo apparente è pari a 50°. Questo valore rappresenta il campo visivo che si percepisce attraverso il binocolo. Può essere messo a confronto anche tra binocoli con valori di ingrandimento diversi. In generale, viene considerato ampio un campo visivo apparente maggiore di 65°.
    Campo visivo apparente = Ingrandimento x Campo visivo reale

  Inizio pagina

Perché alcuni binocoli hanno una luminosità maggiore di altri?

La luminosità varia da un modello di binocolo all'altro. È in funzione della dimensione e del prezzo del binocolo. Esistono diversi livelli di luminosità, in base alle esigenze individuali.

  1. Pupilla in uscita
    Il cerchio luminoso visibile quando il gruppo di lenti dell'oculare viene posto a circa 25 cm. dagli occhi viene chiamato pupilla in uscita. Il diametro, misurato in millimetri, viene chiamato apertura della pupilla. Tanto maggiore è il valore della pupilla in uscita, tanto più luminosa è l'immagine prodotta dal binocolo e la luminosità viene espressa dal quadrato dell'apertura della pupilla in uscita.

    In condizioni di luminosità esterna, le pupille umane misurano circa 2-3mm al massimo e le pupille in uscita del binocolo dovrebbero misurare 3mm circa. Di notte, le pupille umane si dilatano, pertanto, se si intende utilizzarlo per la visione notturna, è opportuno disporre di un binocolo con valori della pupilla in uscita elevati.
    Tuttavia, lo svantaggio è che un binocolo di questo tipo è solitamente pesante e di grandi dimensioni.
  2. Apertura disponibile dell'obiettivo
    Il diametro dell'obiettivo attraverso il quale passa la luce viene chiamato apertura disponibile. A parità di ingrandimento, tanto maggiore è l'apertura disponibile dell'obiettivo, tanto più luminosa è l'immagine vista attraverso il binocolo. È lo stesso effetto che si produce quando un teleobiettivo dispone di una lente di diametro molto grande. La relazione tra i tre elementi è la seguente:

    Apertura della pupilla in uscita = Apertura disponibile dell'obiettivo xIngrandimento

  Inizio pagina

Come posso distinguere la differenza nella qualità dell'immagine?

Il binocolo ideale è quello che fa dimenticare che si sta guardando attraverso un binocolo. Quando se ne acquista uno con un campo visivo ampio e un'ottima qualità dell'immagine, tale da non presentare una grande differenza dalla visione a occhio nudo, si potranno godere molte ore di utilizzo piacevole. Alcuni hanno maturato la convinzione errata che, poiché la visione si concentra soltanto al centro della lente, non è molto importante anche se la parte vicina ai bordi è sfocata. Normalmente, la retina proietta immagini prive di aberrazioni, pertanto quando si vedono immagini sfocate il cervello tenta di ignorarle. Se si tenta di respingere in modo consapevole le immagini sfocate per un lungo periodo di tempo, si corre il rischio di stancarsi e di avvertire perfino un senso di nausea. È davvero difficile riuscire a stabilire la qualità dell'immagine solamente dal foglio delle specifiche. Il modo più facile e sicuro è di guardare veramente un soggetto con il binocolo. Quando acquistate un binocolo, tenete presente i punti riportati di seguito.

  1. Vedete solo una immagine oppure due?
    I binocoli utilizzano due lenti parallele l'una all'altra. Tuttavia, se durante la produzione l'allineamento non è perfetto, oppure se durante il trasporto vengono urtate le lenti, queste possono andare leggermente fuori centro. Se questo accade, vedrete due immagini. Anche se il binocolo viene riparato, le lenti tenderanno sempre a spostarsi leggermente al minimo sobbalzo. Binocoli di questo tipo sono da sconsigliare.
  2. L'immagine è sufficientemente nitida?
    Accertatevi che le lettere su un segnale o anche i rami più sottili degli alberi risultino chiarissimi. Inoltre, accertatevi che le stelle e le luci notturne non siano sfocate e che le forme non risultino distorte. Potrebbe essere difficile rendersi conto se l'immagine è chiara provando un solo binocolo. Tentate di guardare con diversi binocoli, in modo da essere in grado di distinguere la differenza.
  3. Sembra che i colori presentino delle sbavature? Si verifica uno sbiadimento dei colori?
    Quando si guarda un oggetto bianco, appare un alone simile a un arcobaleno. Viene definita aberrazione cromatica quando la qualità dell'immagine solitamente diminuisce. Solitamente si verifica nei binocoli con le aperture più ampie e con valori di ingrandimento più elevati. Inoltre, a causa del rivestimento e delle diverse lenti utilizzate per i binocoli, i colori possono variare. Puntate il binocolo verso un'immagine bianca e verificate il grado di candore dell'immagine. Per evitare lo sbiadimento dei colori, Canon ha adottato la lente UD (15X50 IS e 18X50 IS) della serie di lenti EF, famosa per la tecnologia ottica di qualità superiore. Inoltre, grazie al rivestimento Super Spectra, possiamo garantire immagini luminose e chiare.
  4. L'intera immagine è chiara?
    Sono in commercio vari binocoli con un ampio campo visivo per soddisfare le esigenze dei consumatori. Tuttavia, in alcuni casi i binocoli sono stati "forzati" ad avere un campo visivo più ampio, per cui la qualità dell'immagine intorno ai bordi è diminuita. Nella maggior parte dei casi questo dipende dalla curvatura di campo. Puntate il binocolo su una parete, mettendo a fuoco un oggetto semplice e verificate di poter vedere chiaramente tutto ciò che circonda l'oggetto. Se la curvatura del campo è elevata, i contorni saranno sfocati. Non è consigliabile acquistare un binocolo di questo tipo. Per diminuire notevolmente la curvatura di campo, Canon impiega una lente field-flattener e una lente asferica. Un binocolo Canon assicura una magnifica qualità dell'immagine in ogni occasione.
  5. L'immagine è distorta?
    Quando si osserva con un binocolo, a volte le linee perpendicolari delle finestre di un edificio o dei mattoni sembrano deformate verso i bordi della lente. Questo fenomeno viene detto distorsione. Quando la distorsione è notevole, non solo l'intero oggetto appare deformato ma, quando si sposta il binocolo, sembra che l'oggetto galleggi, diventando difficile da vedere. Per correggere la distorsione, Canon si avvale di lenti asferiche di alta precisione.

  Inizio pagina

Cosa rende la Serie IS di Canon così speciale?

È stata eliminata l'"oscillazione dell'immagine", che rappresentava uno dei problemi principali dei binocoli. La serie utilizza la tecnologia più avanzata di stabilizzazione dell'immagine.
Chiunque abbia mai usato un binocolo durante i concerti o gli eventi sportivi ha potuto sperimentare di persona la quantità di oscillazioni a cui sono sottoposte le immagini, tanto da essere portati a pensare che il binocolo sia inutile. L'oscillazione dell'immagine è stata la principale lamentela da parte degli utenti. Tanto maggiore il rapporto di ingrandimento, tanto più le immagini oscillano. In generale, i binocoli con un ingrandimento maggiore di 10x non dovrebbero essere utilizzati per lunghi periodi di tempo. In passato, la migliore soluzione era costituita dall'uso di un treppiede. Tuttavia, si tratta di una soluzione ingombrante e che non può essere utilizzata ovunque. Anche se si necessita di un binocolo con ingrandimento maggiore di 10x per il bird watching, il rapporto di ingrandimento più elevato che probabilmente si potrà utilizzare è circa 7x o 8x, poiché si cammina molto.

Canon è il primo produttore mondiale a utilizzare uno stabilizzatore ottico di immagine attivo per la Serie IS. Poiché i due prismi ad angolazione variabile vengono controllati da un microprocessore, il tremolio della mano viene eliminato. Di conseguenza, anche con un ingrandimento maggiore di 10x, l'uso del treppiede non è necessario. Pertanto, il binocolo può essere utilizzato anche per l'osservazione da un treno o un'automobile in movimento. Oltre alla leggerezza, l'assenza di sforzo per gli occhi consente di usare questo tipo di binocolo per lunghi periodi di tempo.

Ampio campo visivo, con un'immagine di qualità superiore. Utilizza lenti doppie per ottenere un campo piatto (field-flattener doublet).
Quando si sceglie un binocolo, un elemento molto importante da considerare è la qualità dell'immagine intorno ai bordi. Se si usa un binocolo con una qualità dell'immagine inferiore per un periodo di tempo prolungato, l'utente si stancherà facilmente e potrà perfino avvertire una sensazione di nausea. La Serie IS è la prima la mondo ad avvalersi di una lente doppia per ottenere un campo piatto (doublet field-flattener). Si tratta di un progetto ottico esclusivo di Canon, composto da due lenti con field-flattener, lenti che sono normalmente destinate ai binocoli con ottica di tipo high-grade. Utilizzando due lenti, Canon ha raggiunto un'ampiezza di campo visivo di 67° (12x36 IS, 15x50 IS ALL WEATHER, 18x50 IS ALL WEATHER), con una nitidezza senza confronti.

Leggero e resistente all'acqua: ideale per l'uso all'aperto.
L'uccello che stavate seguendo da lontano si è improvvisamente avvicinato. Un problema da risolvere rapidamente è la distanza di messa a fuoco minima. In generale, tanto maggiore è il rapporto di ingrandimento del binocolo, più è lunga la distanza di messa a fuoco. Sono tantissime le volte in cui non avete potuto fare altro che osservare a occhio nudo, perché non siete riusciti a mettere a fuoco in tempo. Inoltre, durante il bird watching, si cammina continuamente con un binocolo a tracolla. Per questo motivo, sarebbe utile poter trasportare un oggetto che fosse anche leggero.

Nonostante lo stabilizzatore di immagine e le dimensioni regolari, il modello 10x30 IS di Canon pesa soltanto 600 gr. Dal momento che un treppiede peserebbe circa mezzo chilo, il carico viene notevolmente alleggerito. I modelli 15x50 IS e 18x50 IS sono progettati con un involucro esterno sigillato che li rende particolarmente adatti per un uso all'esterno, anche nelle condizioni di pioggia più estreme. Sono costruiti per azioni "ALL WEATHER". Ancora meglio, poiché il modello 12x36 IS è resistente all'acqua, è possibile usarlo sotto la pioggia più leggera. Anche se si bagna, continua ad essere facile da maneggiare perché è ricoperto di un materiale gommoso.

  Inizio pagina

Binocoli ad alta tecnologia

Varie tipologie e caratteristiche della tecnologia di stabilizzazione dell'immagine

Attualmente, sul mercato sono tre i produttori, inclusi Canon, che vendono binocoli con una tecnologia per la stabilizzazione dell'immagine.
  1. Tipo con prismi ad angolazione variabile
    Due sensori rilevano rispettivamente le vibrazioni orizzontali e verticali, . I due prismi ad angolazione variabile, posti sia nel telescopio di destra che in quello di sinistra, sono controllati da un microprocessore per la regolazione immediata dell'angolo di rifrazione della luce in entrata. Questo è il sistema utilizzato nei binocoli della Serie IS di Canon.

    Vantaggi:compattezza, leggerezza; risposta immediata dopo l'attivazione dello stabilizzatore di immagine (il sistema viene attivato non appena si preme l'apposito pulsante); immagine stabile anche mentre si effettua una panoramica.
    Svantaggio:   richiede l'uso di batterie.
  2. Tipo a giroscopico
    Al prisma è collegato un motore a giroscopio ad alta velocità. Indipendentemente dalla quantità di vibrazioni a cui è soggetto il binocolo, l'immagine rimane stabile. Questo è il sistema utilizzato nei binocoli girostabilizzati Fujinon S1240 ed S1640.

    Vantaggio:   estremamente resistente anche alle vibrazioni o ai movimenti più bruschi.
    Svantaggi:  ritardo di un minuto mentre si avvia il motore a 12.000 giri; tendenzialmente pesante; sistema che non è in grado di distinguere tra vibrazione e panoramica, richiede l'uso di batterie.
  3. Tipo meccanico
    Il sistema di prismi è collegato al sistema di sospensione cardanica, che impedisce il movimento dei prismi indipendentemente dalle vibrazioni a cui è soggetto il binocolo. Questo è il sistema utilizzato nel modello 20x60S Professional di Zeiss.

    Vantaggi:non richiede l'uso di batterie in quanto il sistema è meccanico; risposta immediata dopo l'attivazione dello stabilizzatore di immagine (il sistema viene attivato non appena si preme l'apposito pulsante).
    Svantaggi: tendenzialmente pesante; sistema che non è in grado di distinguere tra vibrazione e panoramica.

spacer
					image
Modelli
Binocoli Compatti
Binocoli Stabilizzati
Informazioni utili
Binocoli ad alta tecnologia
Glossario sui binocoli
Supporto & Drivers