Shooting a vignette with Nehemias Colindres

Riprendere una clip con Nehemias Colindres

Fotografo e regista, Nehemias Colindres, condivide i suoi principali tre tutorial per le riprese cinematografiche: ripresa di una clip, consigli di regia e il mondo visto attraverso un obiettivo.

La ripresa di una scena, o di una "clip", come si suol dire nell'ambiente, richiede un'attenta pianificazione e un'esperienza che solo la pratica può dare.

Dopo aver creato delle "mood-board" (esempi visivi che rappresentano il risultato che intendi ottenere) e scritto le descrizioni di cosa succede nella clip, riuscirai a visualizzare più chiaramente il risultato finale.

Annota ogni ripresa creando uno storyboard e tenendo presente l'obiettivo che intendi utilizzare. Non preoccuparti se non sai disegnare: persino uno schizzo abbozzato può aiutarti a visualizzare la clip finita.

Come riferimento, puoi utilizzare anche fotogrammi di altri film che ritieni adatti. Non si tratta assolutamente di un furto: siamo tutti influenzati dagli altri. Il tuo scopo non è quello di reinventare l'arte della cinematografia, ma di aggiungere un capitolo alla sua storia.

Prima di iniziare le riprese, è meglio analizzare il movimento della telecamera, prendere dei punti di riferimento e assicurarti che sia il risultato che desideri ottenere nella scena.

Quindi, dovrai esaminare la scena con i tuoi attori. A seconda dell'esperienza degli attori, semplifico il lavoro o li invito a proporre qualche idea. Indipendentemente dal loro livello di esperienza, il tuo compito è quello di dar loro un obiettivo emotivo o mentale.

Devono comprendere lo stato d'animo che dovranno avere durante la ripresa. Quando riprendo, mi piace guidare l'attore nella scena, ma lasciarlo anche libero. Quindi, inizio a passare in rassegna diverse possibili opzioni di ripresa e a volte ne trovo di eccezionali a cui non avevo pensato. 

Dopo aver ripreso la mia scena in una sola sequenza, effettuo delle piccole riprese di dettagli in grado di donare alla scena qualcosa in più. La scelta dipende dal tuo stile e dal tipo di film che stai realizzando. 

Poi di solito riprendo un primo piano. I primi piani possono rendere più vitali le tue riprese, ma dovrai riuscire a mettere l'attore o il soggetto a proprio agio. Prova a dargli qualche indicazione. Di solito dico all'attore di guardare lontano, di fare un respiro, e quindi di voltarsi verso la telecamera ed espirare. Se non riesco a ottenere il risultato sperato in questo modo, cambio la sua posizione e dico di provare espressioni leggermente diverse. Nella maggior parte delle riprese, se dopo qualche tentativo non ottieni l'effetto voluto, meglio rinunciare che perseverare. 

Infine, per avere opzioni sufficienti in fase di montaggio, è necessario che la tua clip sia formata da abbastanza spezzoni. Magari preferisci una singola sequenza, oppure, se te la cavi con il montaggio, puoi dare al tutto uno stile più personale. 

La cosa più importante è tenere sotto controllo ogni aspetto, ma anche sapere quando è il caso di lasciare un po' di libertà alle persone che lavorano insieme a te e magari di saper prendere con filosofia i piccoli incidenti che possono accadere.

Ricorda, ogni filmmaker è valido esattamente quanto le sue idee e la pianificazione dietro i suoi film.