Scattare dai tetti con i City Climbers

Il punto di vista della crew

A spasso sui tetti i City Climbers - On the Roofs. Vadim e Vitaliy sono due amici russi che si dedicano a scalare gli edifici più alti del mondo e a fotografare ciò che vedono da lassù. Le loro immagini mozzafiato hanno conquistato i titoli dei giornali di tutto il mondo, mentre loro continuano a cercare nuovi luoghi da esplorare.

Abbiamo invitato Vitaliy e Vadim a Dubai a prendere parte alla nostra serie di cortometraggi "Come and See". Il duo ha scalato l'albergo più alto del mondo, il JW Marriott Marquis di Dubai. Dopo le riprese, gli abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa in più sulla loro arte e la loro motivazione.

Perché avete iniziato ad arrampicarvi?

"Lo facciamo perché desideriamo mostrare un punto di vista diverso sul mondo. Volevamo fare qualcosa di più interessante che scattare semplicemente foto di persone dalla terra ferma, ed è così che abbiamo iniziato ad arrampicarci sui tetti.

La prima volta, lo abbiamo fatto semplicemente per il gusto di farlo, ma ora l'aspetto artistico inizia a interessare di più: ci arrampichiamo per catturare immagini e video mozzafiato."

Perché volete catturare queste immagini?

"Ci elettrizza l'idea di svelare luoghi che sono stati visitati solo da una decina di persone. Vogliamo che tutti possano provare le nostre stesse emozioni e vedere ciò che abbiamo visto noi.

Di solito le persone hanno paura dell'altezza e noi invece proviamo a esaltarne la bellezza. Se non volessimo condividere le nostre immagini con la gente, non saremmo in quei luoghi."

La scelta degli scatti

"Nella fase di editing dei nostri scatti, scegliamo prospettive insolite che pensiamo possano piacere agli altri. Come prima scelta, cerchiamo le immagini nelle quali uno di noi due è sul ciglio di una veduta assolutamente spaventosa! E poi cerchiamo i panorami più belli. Infine, cerchiamo una splendida foto con una luce particolare, magari al crepuscolo, quando il giorno lascia lentamente il posto alla notte."

Seguite la loro storia e guardate il video