hero-header.jpg

Il mondo attraverso un obiettivo con Nehemias Colindres

Fotografo e regista, Nehemias Colindres, condivide i suoi principali tre tutorial per le riprese cinematografiche: ripresa di una clip, consigli di regia e il mondo visto attraverso un obiettivo.

Questo progetto mi ha emozionato da quando era ancora solo un'idea nella mia testa. 24 ore a Berlino per immortalare il cuore e l'anima della città attraverso l'obiettivo di una telecamera.

Non vedevo l'ora di mettere le mani su Canon EOS C300 di cui avevo così tanto sentito parlare. Era pubblicizzata come l'evoluzione di Canon EOS 5D Mark III ed ero intenzionato a scoprirlo da me e non da un tutorial su Vimeo. Volevo vedere se era compatibile con il mio stile di ripresa.

Quindi abbiamo utilizzato Canon EOS C300 e Canon EOS 5D Mark III, e impiegato una vecchia serie di obiettivi a focale fissa Canon K-35. Mi piace utilizzare obiettivi di qualche anno fa. Siamo rimasti colpiti dalla qualità delle immagini che siamo stati in grado di realizzare.

Per la scena del concerto non sapevamo come sarebbero andate le cose, quindi eravamo pronti a qualsiasi cosa. Siamo riusciti a riprendere alcuni ritratti importanti, che hanno dato al film una forte spinta emotiva.

Nelle riprese della ballerina, abbiamo dovuto prestare molta attenzione, poiché il suo ballo era più interpretativo che coreografato. Volevo inquadrarla in maniera non convenzionale per ottenere alcune precise riprese e movimenti, e non facevo altro che correrle attorno, cercando di seguirla: la telecamera si è dimostrata all'altezza della situazione.

In questa scena, ci ha aiutato molto l'aver ripreso tutto a 50 frame al secondo, dal momento che alcuni dei suoi movimenti sono così rapidi che il pubblico avrebbe potuto non percepirli altrimenti. La scelta si addice molto al suo stile e in fase di montaggio siamo riusciti a far risaltare ancora di più l'aspetto emozionale.

Abbiamo girato l'intero film in un giorno. All'inizio mi sono seduto a parlare con Steve Ellery, l'uomo d'affari della scena finale, e gli ho proposto una sfida. Non gli ho detto come sarebbe dovuto finire il film.

Mi piace sempre lasciare spazio per quei piccoli errori in grado di far fare a un film un vero salto di qualità. I ragazzini punk sono tutti stati presi dalla strada e ho fatto semplicemente fare loro le cose che fanno normalmente. Sono soliti tagliarsi i capelli l'un l'altro, quindi ho deciso di riprenderli mentre lo facevano. Volevo immortalare il loro stile di vita senza dirigerli in maniera rigida e credo che si siano comportati egregiamente.

Credo che Canon EOS C300 sia un netto miglioramento, ma se ti serve flessibilità, ti consiglio di riprendere anche con Canon EOS 5D Mark III, molto adattabile in condizioni di scarsa illuminazione.