Articolo

La realtà virtuale dà vita alle storie dei vincitori di World Press Photo

Canon has created a VR exhibition in collaboration with World Press Photo 2017.

In collaborazione con World Press Photo, Canon trasforma il tuo salotto in uno spazio espositivo in cui puoi ammirare le immagini vincitrici del concorso 2017

Per visitare una galleria, sono ora sufficienti delle cuffie VR grazie all'esperienza di realtà virtuale di Canon, che consente di esplorare un'intera mostra fotografica direttamente da casa con l'app World Press Photo.

Con questa applicazione innovativa e coinvolgente puoi immergerti in un ampio spazio espositivo, circondato dalle immagini del sessantesimo concorso World Press Photo. Creata dal team di irista, la piattaforma per la gestione di fotografie di Canon, l'app dà vita attraverso la realtà virtuale alle 45 immagini dei vincitori di World Press Photo, oltre metà delle quali è stata scattata con una fotocamera Canon.

Le immagini che celebrano il meglio della narrazione visiva sono esposte in una galleria virtuale che cambia in base all'interazione di ciascun utente. Concentrandosi su un'immagine, l'utente continua a spostarsi fino a quando non si trova davanti una straordinaria fotografia ad alta risoluzione. Guardandosi intorno o dietro, può ammirare le immagini degli altri vincitori. Le storie dietro alle fotografie sono raccontate da Stuart Franklin, fotografo Magnum e presidente della giuria generale al concorso World Press Photo 2017.

L'esplorazione è deliberatamente lenta. L'app invita a procedere in modo tranquillo, a contemplare in silenzio e a godersi la novità di avere una galleria tutta per sé.

Offriamo la possibilità di visitare la mostra senza spostarti.

"Offriamo la possibilità di visitare la mostra senza recarsi nelle più grandi città del mondo, il che offre un valore aggiunto eccezionale" afferma lo sviluppatore João Gil, responsabile dell'esperienza utente per la realtà virtuale. "Inoltre ritengo che lo spazio che abbiamo creato sia molto diverso da tante altre esperienze di realtà virtuale attuali."

"Abbiamo sviluppato questo progetto per creare un ambiente contemplativo in cui l'utente non è distratto da nulla e può concentrarsi sulla fotografia e in cui l'interazione è estremamente limitata e solo definita dal coinvolgimento di ciascun utente con lo scatto."

A specially-created VR exhibition was created by Canon’s irista team in collaboration with World Press Photo.

Forte del suo background in design industriale, Gil è riuscito ad "analizzare nei dettagli i vantaggi derivanti dalla creazione di una galleria in uno spazio virtuale". Niente più grandi pareti bianche accecanti. Al loro posto vi è uno sfondo scuro, dove le pareti traslucide assumono le sembianze di un velo, facendo solo intravedere le fotografie brillanti che stanno dietro.

Questa mostra di realtà virtuale di World Press Photo fa parte della ricerca continua da parte di Canon di scoprire come le tecnologie possano migliorare la narrazione fotografica tradizionale. Il fotogiornalismo è stato un eccezionale punto di partenza per gli sviluppatori in quanto regala un'abbondanza di storie interessanti e materiale visivo di alta qualità e offre la possibilità di mettere in mostra le immagini 2D in un contesto di realtà virtuale.

Canon presents a VR experience that breaks new boundaries in the presentation of exhibitions.

"Attualmente la maggior parte delle persone che si occupa di realtà virtuale fotografica utilizza foto e video a 360° perché si prestano alla tecnologia in modo naturale" afferma David Haynes, responsabile della tecnologia VR di Canon. "Tuttavia prendere ciò che Canon ha passato decenni a perfezionare, ovvero le immagini 2D, e inserirle in un ambiente 3D ha consentito a noi di creare una soluzione personalizzata."

Secondo questo nuovo approccio, adottato quando Canon e World Press Photo celebrano il venticinquesimo anno di partnership, anche se il contenuto non è nuovo, la presentazione è unica.

"Le foto sono già state visualizzate online e, se desideri scorrerle rapidamente mentre torni a casa, puoi farlo. Ma non era quello il nostro obiettivo" spiega Gil. "VR ha il potere di trasportare l'utente in qualsiasi realtà. Abbiamo creato un ambiente riflessivo in cui le persone possono esplorare e interagire a un livello più intimo e profondo. Abbiamo inoltre voluto creare una realtà a cui gli utenti potessero tornare e, a ogni visita, vivere una nuova esperienza."

Access the World Press Photo exhibition VR experience from the comfort of your home.

Secondo Lars Boering, Managing Director della Fondazione World Press Photo, questo ambiente virtuale "consente di mettere in nuova luce il miglior fotogiornalismo mondiale, portandoci dietro le quinte di queste immagini straordinarie".

Grazie alla richiesta in continua crescita di immagini e notizie internazionali, questo modo di osservare le potenti immagini documentarie potrebbe rappresentare l'inizio di un nuovo metodo coinvolgente di trasmettere le notizie.

L'app World Press Photo app può essere scaricata gratuitamente dallo store Oculus, compreso su GearVR, a cui seguirà una versione Daydream. Trova una mostra di World Press Photo locale o segui il tour su Twitter all'hashtag #CanonVRtour

Scritto da Lucy Fulford