Young gypsy child stands in a shaft of light

Paolo Pellegrin

Vita in penombra

Paolo Pellegrin
Paolo Pellegrin

Ambassador


Il noto fotogiornalista Magnum e Canon Ambassador Paolo Pellegrin parla per la prima volta delle sue esperienze con EOS 5D Mark IV e la confronta con le precedenti reflex digitali della serie EOS 5D.

Quando realizza i suoi esclusivi documentari fotografici, Paolo Pellegrin scava nell'anima dei soggetti per svelarne i momenti più intimi. Il suo approccio richiede sia tatto e diplomazia quanto abilità con la fotocamera. In effetti, la capacità di Paolo di creare relazioni con i soggetti è fondamentale affinché questi possano fidarsi e farlo entrare nelle loro vite.

In una delle sue ultime imprese, Paolo ha portato un modello di pre-produzione di EOS 5D Mark IV a Roma dove ha passato del tempo con una famiglia rom che vive in città, documentandone la cultura e le attività quotidiane. Il progetto è un perfetto esempio dei motivi per cui Paolo utilizza da molto tempo e in modo fruttuoso la serie EOS 5D: la combinazione di qualità dell'immagine full-frame, prestazioni reattive e portabilità che queste fotocamere presentano gli consente di immortalare qualsiasi cosa, dai ritratti di strada ai paesaggi con poca luce.

Quando abbiamo parlato con Paolo delle sue esperienze con la nuova fotocamera, stava già documentando eventi in Iraq e lavorava in città come Ramadi e Fallujah. Con una linea telefonica molto disturbata ci ha detto le sue prime impressioni...


"Ho usato EOS 5D sin dall'inizio e ho visto l'evoluzione delle fotocamere e i loro progressi negli anni", dice Paolo. "Nonostante abbia usato EOS 5D Mark IV solo per pochi giorni a Roma, mi ha colpito molto, soprattutto per gli scatti con scarsa illuminazione."

Molte delle foto che Paolo ha realizzato a Roma sono state scattate dopo il tramonto: uno dei motivi per cui preferisce obiettivi a focale fissa rispetto agli zoom. "Una delle cose importanti e che ho notato subito è stata la reattività della messa a fuoco automatica quando scattavo nell'oscurità, questo è molto importante per me", dice. "Inoltre, in tali condizioni anche la qualità dell'immagine è migliore. La mia prima impressione riguardando i file RAW è che c'è meno rumore rispetto a prima e maggiore ricchezza di dettaglio nelle parti in ombra."

Gli scatti di reportage, quindi in movimento, rendono molto importante anche la qualità del display LCD. Con un touch screen ad alta risoluzione da 3,2", EOS 5D Mark IV mostra la qualità dei file registrati da Paolo nei minimi dettagli, consentendogli di rivederli e modificarli mentre viaggia, senza dover aprire un laptop.

Paolo dà enorme valore all'elevata quantità di pixel di EOS 5D Mark IV. "Eseguo grandi stampe per le mostre, quindi maggiori quantità di pixel sono sempre benvenute", commenta.

"La uso praticamente sempre, sia negli interni che negli esterni. Credo che sia una delle migliori funzionalità del sistema di questa fotocamera."

Prediligere la semplicità

Paolo effettua scatti con una serie limitata di obiettivi a focale fissa, preferendo la qualità dell'immagine e l'ampia apertura oltre alla creatività offerta dal limite di una sola lunghezza focale. "Ciò che uso normalmente sono obiettivi a focale fissa da 28 mm, 35 mm e 50 mm", rivela. "Ho i due obiettivi EF35mm f/1.4L II USM e EF50mm f/1.4L II USM e mi piace usare anche EF28mm f/2.8 II USM, che è molto piccolo."

Nella borsa di Paolo troviamo anche l'obiettivo EF24-70mm f/2.8L II USM ("Per quanto io non ami l'idea degli zoom, questo è un obiettivo davvero straordinario!") e l'obiettivo "pancake" EF40mm f/2.8 STM, così denominato per il suo design ridotto.

Guardando il kit nella sua borsa, il ruolo dell'attrezzatura diventa ovvio nello stile discreto del lavoro di Paolo. Ama essere leggero e libero, per essere pronto a reagire senza attirare l'attenzione. Anche le funzionalità della nuova EOS 5D Mark IV sono d'aiuto in questo. Ad esempio la modalità di scatto silenzioso: un'evoluzione della tecnologia presente nelle precedenti fotocamere 5D. "Quando Canon ha presentato la modalità di scatto silenziato per me è stata davvero una rivoluzione", dice Paolo. "La uso praticamente sempre, sia negli interni che negli esterni. Credo che sia una delle migliori funzionalità del sistema di questa fotocamera."

Per Paolo è risultata nuova anche la capacità di trasferire immagini su un tablet grazie alla modalità Wi-Fi/NFC di EOS 5D Mark IV. Oltre a questa innovazione della fotocamera lo ha colpito sapere che, se dovesse essere necessario condividere rapidamente o scattare foto a distanza, potrebbe farlo molto facilmente con l'app Canon Connect.

EOS 5D Mark IV è una fotocamera molto personalizzabile e sebbene Paolo abbia usato il modello pre-produzione solo per pochi giorni, ha potuto provarne i vantaggi tra cui la migliore maneggevolezza. "Sono rimasto piacevolmente sorpreso dal touch screen. Non ne sapevo davvero nulla finché non ho avuto la fotocamera tra le mani", sorride. "Si usa velocemente e mi piace il modo in cui si sfogliano le immagini e si ingrandiscono per vederne i dettagli."

"Non ho avuto molte occasioni di usare il Wi-Fi e il GPS integrati, ma credo che potrei averne in futuro. Il GPS è una funzionalità interessante e potrebbe essere utile per provare a mappare le località, ad esempio quelle nel deserto in Medio Oriente."

"Quando Canon ha presentato la modalità di scatto silenziato per me è stata davvero una rivoluzione."

Paolo Pellegrin photographs gypsy children with EOS 5D Mark IV

Parlando con Paolo, risulta chiaro che non è una sola funzionalità a rendere affascinante la serie EOS 5D per i fotogiornalisti. Si tratta più che altro della sua completezza: una reflex digitale che può fare molto e bene qualsiasi cosa. Inoltre, EOS 5D Mark IV è nella posizione di seguire le orme dei rivoluzionari modelli che l'hanno preceduta.

Aggiunge: "Per me si tratta più che altro delle dimensioni e della qualità dei file, soprattutto con scarsa illuminazione. E di cose come l'AF, che è ogni volta migliore. Non ho la fotocamera con me qui in Iraq, ma mi piacerebbe davvero averla. Non vedo l'ora di usarla ancora in futuro...”

Gli Ambassador e le loro storie

Canon Ambassador Lorenzio Agius uses EOS 5D Mark IV

Ispirazione

Scopri le prestazioni di EOS 5D Mark IV nelle mani dei fotografi professionisti

Scopri di più