ARTICOLO

Le donne della fotografia: colore e favolosi costumi per Mimi Haddon

Casey è un attore e comico che Mimi si è divertita a vestire con costumi pazzi. Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo EF 50mm f/1.2L USM. © Mimi Haddon

Mimi Haddon emana luce e calore, come il sole della California, sia con la sua personalità che nel suo lavoro: da un piccolo studio domestico a Santa Monica, gioca con lo spettro dei colori creando fotografie fantastiche.

Christian Ziegler’s

Iscriviti alla newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Iniziò a prendere seriamente la fotografia durante un soggiorno post-universitario a Parigi. "Creai una camera oscura nel bagno del mio piccolo appartamento a Parigi e mi innamorai completamente della fotografia. Avevo studiato Man Ray e volevo, in un certo modo, inseguire il suo spirito, nel senso che adoravo il suo mix di fotografia e surrealismo. Passavo ore e ore nella camera oscura, era come il mio tempio personale".

Mimi collega inoltre il fascino di tessuti, tinte e costumi al processo della stampa fotografica. "Nella trasformazione tessile c'è qualcosa di simile alla camera oscura. È un'alchimia".

A woman in an emerald-coloured velvet corset trimmed with tassels and beads holds a fern frond across her eyes.
Per il progetto Cassia di Mimi, l'obiettivo veloce con profondità di campo ridotta ha generato immagini con effetto pittorico. Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo EF 50mm f/1L USM. © Mimi Haddon
A woman in a red-and-white retro-style swimsuit wears an oversized hat on the head, covering her eyes, and stands in front of a red-and-white patterned wall.
Il progetto Cassia di Mimi è una collezione eterea e contemplativa di scatti intimi, in giardino e a bordo piscina, con la modella di nome Cassia vestita con costumi da bagno vintage. Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo EF 50mm f/1L USM. © Mimi Haddon

Come molti fotografi della sua generazione, ha iniziato a lavorare in bianco e nero e ha preso in considerazione il colore solo quando si è imbattuta nei lavori di Sarah Moon. "Ricordo di aver visto una mostra veramente incredibile di sue fotografie quando ero a Parigi, scoprendo come riuscisse a usare il colore in modo pittorico. Capii come potevo fare il salto dal bianco e nero al colore, mantenendo la mia integrità artistica.

“Per natura, il bianco e nero altera immediatamente la realtà, eliminando il colore. Ma quando tenti di realizzare la tua visione di una realtà alternativa nella fotografia a colori, devi renderla tua in un modo che il bianco e nero non richiede".

C'è un filo di trasformazione che corre attraverso i lavori di Mimi, in particolare la sua inclinazione a creare costumi e maschere. "Adoro il contrasto fra il costume e la vita reale. Ho collaborato con una società di West Hollywood chiamata Palace Costume, di proprietà di una donna adorabile di nome Melody: è in attività da 50 anni e ha realizzato una quantità enorme di costumi che noleggia per film, TV, pubblicità… Ho documentato le sue creazioni con la mia Canon EOS 5D e Canon EOS 5D Mark III, e spero di riuscire a realizzare un libro".

A person dressed as a robot stands on the ground outside, with the sun low on the horizon.
Il mix di fotografia e surrealismo dell'artista americano Man Ray ha ispirato il lavoro di Mimi. Scattata con Canon EOS 5D Mark III e obiettivo Canon EF 50mm f/1.2L USM. © Mimi Haddon
Wearing an ornate red and blue satin kimono and red headdress, a woman stands against a background of richly-coloured flowers.
Cassandra, la modella del progetto Regina di Mimi, provvedeva da sola alla propria acconciatura e al trucco e danzava e recitava davanti alla fotocamera. Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo EF 50mm f/1.2L USM. © Mimi Haddon

"La scoperta di Palace Costume fu per me un momento cruciale: la prima cosa che noleggiai fu un magnifico costume da danza e lo fotografai su una modella. Era qualcosa che ti cambia la vita. Era semplice, ma mi fece capire quanto può essere potente un vestito".

Il primo costume che noleggiai era molto semplice, ma mi fece capire quanto può essere potente un vestito.

La prima serie di foto scattate da Mimi in cui il costume è utilizzato in questo modo meditato è chiamata Cassia: lo stesso nome della modella che compare negli scatti. È una collezione gentile e contemplativa di momenti intimi in giardino e a bordo piscina. "Ho iniziato noleggiando costumi da bagno e facendoli indossare a Cassia per fotografarla nel giardino di sua madre, un luogo delizioso e tranquillo".

Per molte delle sue foto, Mimi utilizza una Canon EOS 5D Mark III e un obiettivo Canon EF 50mm f/1.2L USM. "Uso Canon fin dall'epoca buia dell'analogico", afferma. "Ho usato per molti anni un obiettivo da 85 mm, poi decisi che volevo aprire le immagini, perciò, per i successivi cinque anni, utilizzai obiettivi da 50 mm per il 90% delle volte".

È stato con la serie Cassia che Mimi ha fatto la sua prima incursione nello stile pittorico che ammirava: "Ho usato un meraviglioso obiettivo veloce con una profondità di campo veramente ridotta, che mi dava immagini simili a dipinti. Era la prima volta che riuscivo a esprimermi con il colore".

A woman in a rainbow-coloured, stripy, retro-style swimsuit stands against a matching wall, holding a matching sun hat to her head.
Le fotografie di Cassia sono state scattate nel giardino della madre di Cassia, che Mimi definisce un posto "delizioso e tranquillo". Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo EF 50mm f/1L USM. © Mimi Haddon
A model wears a vintage-style red-and-white swimsuit and a white swimming cap. She holds a black blindfold on her face.
Per molti dei suoi scatti, Mimi ha utilizzato costumi di Palace Costume, un negozio di Hollywood che noleggia costumi per film e spettacoli TV. Scatto realizzato con Canon EOS 5D. © Mimi Haddon

Cassia diventò un calendario, che convinse Melody di Palace Costume a permettere a Mimi di noleggiare e fotografare i costumi gratuitamente. Nacque così la serie Palace Costume, che mostra una collezione di costumi a righe tipo arcobaleno, lustrini, stivali luccicanti e appariscenti papillon, insieme a mani di licantropo in plastica e parrucche in fase di realizzazione.

Questo, a sua volta, portò al progetto Regina, un sontuoso e allegro gruppo di ritratti di personaggi in collaborazione con un'artista e modella di nome Cassandra, molti dei quali appropriatamente regali. "L'esperienza fatta con il calendario Cassia è stata così positiva che pensai –Facciamone un altro–, ed ebbi l'idea di fare un calendario di regine.

“Al momento avevo ingaggiato Cassandra per alcuni scatti per Getty e avevo avuto modo di vedere la sua incredibile creatività. È stata un'altra esperienza magnifica in cui decidevo lo stile di ogni cosa e mettevo insieme i concept, e nel mio studio c'eravamo solo noi due. Cassandra è un'artista fenomenale: riusciva a far vivere questi personaggi. Recitava, danzava, provvedeva persino a trucco e acconciatura".

A model is dressed as a Japanese woman in an ornate red-and-white kimono and black headdress, standing before a richly patterned wall, the predominant colours of which are red, gold and black.
Per il progetto Regina, la modella di Mimi era Cassandra, che Mimi vestiva con tessuti sontuosi e riccamente decorati. Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo EF 50mm f/1.2L USM. © Mimi Haddon
A model is dressed like a matador with ornate satin clothing and hat, standing before a red and gold brocade background.
Le fotografie scattate per il progetto Regina di Mimi sono diventate un calendario. Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo EF 50mm f/1.2L USM. © Mimi Haddon

Il più recente progetto di Mimi con un attore è Casey, una serie di immagini, per lo più bizzarre, in cui i due hanno creato, insieme, scenari inconsueti e meravigliosi. "Stavo cercando un modello per un lavoro per Getty e Casey comparve in uno di quei siti di modelli. È un artista e un attore, ma soprattutto è un comico pazzesco: posso dargli qualsiasi cosa da indossare e lui sta al gioco, la fa vivere. L'unica cosa di cui devo preoccuparmi mentre lo fotografo è evitare di farmela addosso dal ridere! Gli basta fare una mossa delle sue o lanciarmi uno sguardo dei suoi e lo scatto è fatto".

Di recente, il lavoro di Mimi ha preso una direzione diversa: riportare la fotografia agli elementi essenziali del colore e della luce. "Volevo rivolgermi a ciò che l'immaginazione può vedere oltre il corpo umano e l'esistenza umana: cercavo qualcosa di una natura superiore”.

Per il suo lavoro attuale usa un obiettivo Canon EF 28-70mm f/2.8L USM, ma "Voglio passare a un'ampiezza ancora maggiore, perciò investirò presto in un nuovo obiettivo".

A close-up of a mysterious, brightly-coloured object with circles and sharp edges casting shadows. The colours are mainly rich blue with red and yellow circles.
Nei suoi studi sul colore, Mimi esplora l'interazione fra luce e colore. Scattata con Canon EOS 5D Mark III e obiettivo Canon EF 50mm f/1.2L USM. © Mimi Haddon
Against a background a splashes of bright colour, a man, dressed in black, sits on a chair. He wears sunglasses and a handkerchief across his nose and mouth, and holds a light source.
Casey ha posato molto volentieri per le fotografie di Mimi. Della sua collaborazione con lui, Mimi dice: "Bastava che facesse una delle sue mosse o mi lanciasse uno dei suoi sguardi e lo scatto era fatto". Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo Canon EF 50mm f/1.2L USM. © Mimi Haddon

Seguire corsi di tessile in una scuola di specializzazione ha aiutato Mimi a realizzare questa visione artistica. "Stavo seguendo la lezione di tintura e osservavo i colori delle tinte: quando le misceli per la prima volta, c'è un getto d'acqua che colpisce la polvere, ed è come vedere piccoli fuochi d'artificio che esplodono in fondo alla vaschetta. Sono stata rapita da questa visione e ho pensato: –Devo scoprire come fotografarlo, e questo ha ispirato la serie Il colore da vicino.

"Volevo solo osservare la luce: spingere da parte tutto il resto e guardare solo cosa fa la luce. Ho iniziato a giocare con i prismi, osservando come la luce può piegarsi. Penso che il soggetto principale sia la luce e le altre cose entrano in gioco danzando con la luce. È questa l'alchimia, la magia".

Scritto da Lottie Davies


Il kit di Mimi Haddon

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare le loro foto

Mimi Haddon

Videocamera

Canon EOS 5D Mark III

Questa reflex digitale full-frame da 22.3 megapixel con messa a fuoco automatica a 61 punti e scatto continuo a 6 fps offre il controllo manuale di tutte le funzioni e anche la modalità HDR integrata.

Obiettivo

Accessorio

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora