Trykkpartner sfrutta pienamente il suo potenziale in campo digitale

trykkpartner
trykkpartner

  • Azienda: Trykkpartner
  • Anno di fondazione: 1992
  • Sede: Trondheim (Norvegia)
  • Servizi: applicazioni di stampa commerciale, come opuscoli informativi personalizzati per il mercato immobiliare, materiale pubblicitario e promozionale, cancelleria, grande formato
  • Sito Internet: http://www.trykkpartner.no/

Panoramica

Il centro stampa commerciale Trykkpartner, con sede a Trondheim in Norvegia, nasce nel 1992 con la produzione di applicazioni per diari e agende personali al centro della propria attività. L'azienda vanta una lunga tradizione nel settore della stampa offset, ma è stata anche una delle prime aziende ad adottare la stampa digitale, con una propria divisione, Digital Partner, creata nel 2000.

Nonostante questo, in due decenni Trykkpartner non ha ancora trovato un partner che possa fornire la giusta combinazione di tecnologia, assistenza e servizi. Mentre i profitti della stampa digitale sono cresciuti dal 2% nel 1992 al 15% del 2011, l'azienda voleva effettuare un investimento più importante per consentire una notevole crescita relativa al settore digitale. 

Nel 2011, l'azienda ha trovato in Canon il partner che cercava. Le due aziende hanno collaborato allo sviluppo di una nuova strategia indirizzata al mercato delle brochure personalizzate per agenzie immobiliari di fascia alta, come anche ad altre applicazioni promozionali nel settore della stampa a colori. Ciò è stato reso possibile grazie al primo investimento dell'azienda in una stampante digitale a colori Canon. Dopo aver constatato le straordinarie prestazioni offerte da questa macchina, l'azienda ha investito in altre quattro stampanti e ha eseguito la piena integrazione della sua linea di produzione offset e di quella digitale. 

Grazie alla consulenza del programma Essential Business Builder di Canon e ai workshop "Vendita delle soluzioni di stampa digitale" , gli investimenti hanno portato, in tre anni, ad un aumento del 100% dei ricavi nel digitale, aumentando quelli totali del 5%. Con un fatturato compreso tra i 12 e i 18 milioni di Euro, Trykkpartner, con il supporto di Canon, è diventato il centro stampa commerciale più importante della regione di Trøndelag in Norvegia.

La sfida

Inizialmente, la maggior parte dei profitti di Trykkpartner era generata dalle applicazioni per estese tirature di diari e agende personali, oltre che dal mercato della stampa transazionale, con la maggior parte dell'output stampata utilizzando le linee di produzione offset dell'azienda. 

L'azienda ha investito subito nella tecnologia di stampa digitale, con l'acquisto di una serie di dispositivi, tra cui i due sistemi Océ VarioPrint per la stampa monocromatica di documenti transazionali. Tuttavia, nonostante i profitti nel digitale fossero aumentati gradualmente (dal 2% dei ricavi totali nel 1992 al 10-15% nel 2000), gli imprenditori Ivar Moe e Stig Pedersen, entrati a far parte dell'azienda rispettivamente nel 1997 e nel 2000 come amministratore delegato e presidente, continuavano a cercare il partner giusto in grado di fornire il pacchetto completo che potesse consentire la crescita delle operazioni di stampa digitale.

"Ci siamo resi conto di aver raggiunto un momento importante nella vita della nostra azienda" dice Ivar Moe di Trykkpartner. "Ci trovavamo di fronte a una diminuzione dei volumi di pagine, a una richiesta di mercato per tirature più brevi e tempi di esecuzione ridotti. Inoltre, dovevamo diversificare la nostra offerta di servizi con applicazioni di valore aggiunto per acquisire nuovi spazi di business. Tutto faceva pensare alla stampa digitale a colori, che conoscevamo già, ma con la quale avevamo avuto alcuni problemi iniziali ed era necessario un aiuto."

L'azienda ha subito diverse battute d'arresto nei tentativi iniziali di produzione digitale a colori. Moe spiega: "Abbiamo investito in una varietà di differenti tecnologie di stampa digitale a colori, le quali ci hanno tutte deluso in termini di qualità, affidabilità e flessibilità. Per vendere stampe digitali per applicazioni commerciali, la qualità dell'immagine è importante in quanto i clienti sono abituati agli standard elevati dell'offset. Purtroppo, le macchine in questione non erano all'altezza."

Uno dei problemi tecnici principali era l'allineamento non preciso della carta che provocava frequenti inceppamenti. Moe prosegue: "Se la divisione stampa digitale voleva avere successo, doveva essere in grado di integrarsi con la nostra linea di produzione offset e di completarla in modo da poter passare da un lavoro all'altro senza problemi, eseguendoli contemporaneamente. Spettava a noi poter alimentare la stessa qualità di carta in entrambe le linee. Ma le macchine su cui avevamo investito precedentemente non avevano questa funzionalità, e i fornitori con i quali avevamo collaborato non ci offrivano l'assistenza di cui avevamo disperatamente bisogno."

La soluzione

Grazie alla relazione esistente di Trykkpartner con Canon, dovuta al precedente investimento dell'azienda in apparecchiature Océ, il fornitore di servizi di stampa (PSP, Print Service Provider) si è rivolto all'organizzazione affinché l'aiutasse a realizzare un progetto nel settore digitale a salvaguardia del proprio futuro. "Le prestazioni dei nostri sistemi Océ VarioPrint nonché la relativa assistenza e il servizio che abbiamo ricevuto ci hanno sempre fatto sperare nella stampa digitale, quindi abbiamo fissato un incontro con Canon."

Discutendo una nuova strategia aziendale con Trykkpartner, Canon ha identificato diverse opportunità di crescita. C'era un'effettiva domanda di applicazioni di stampa a colori di alta qualità, come ad esempio le tirature brevi di brochure personalizzate per agenzie immobiliari. C'erano anche, con la giusta capacità e l'affidabilità della produzione, volumi di pagine offset che potevano essere assorbiti, sia all'interno dell'azienda che esternamente. 

"Canon ci ha mostrato come ottenere il massimo da queste opportunità con imagePRESS C7010VP. Oltre alla necessaria qualità dell'immagine e alle velocità competitive, il modello ha potuto gestire lo stesso materiale cartaceo delle nostre apparecchiature offset", spiega Moe evidentemente impressionato. "Dobbiamo inoltre riconoscere che le funzionalità di finitura offerte dalla macchina ci consentono di ottenere un prodotto finale di qualità superiore che cattura l'immaginazione dei nostri clienti. Si tratta di un sistema ad alta produttività e allo stesso tempo economico, con un costo per pagina competitivo, che può diventare un catalizzatore nella crescita della nostra azienda."

Traguardi 

In seguito all'investimento di Trykkpartner in un modello imagePRESS C7010VP nel 2011, l'azienda è stata talmente incoraggiata dalla perfetta integrazione della macchina nelle linee di produzione offset e dalla capacità di raggiungere gli obiettivi prefissati con la sua nuova strategia, che ha acquistato altri quattro sistemi imagePRESS C6010. Attualmente, tutto il lavoro di stampa digitale di Trykkpartner è stato spostato sulla flotta di dispositivi Canon. Tutti insieme producono circa 10 milioni di pagine A4 all'anno, che rappresentano un aumento del 110% del volume di pagine complessivo. 

Come previsto, l'azienda realizza entrate positive derivanti dalle brochure per le agenzie immobiliari e continua ad acquisire ulteriori volumi di stampa dal mercato della stampa offset commerciale. Inoltre ha aggiornato, tramite upgrade, un'esistente sistema Océ VarioPrint ad un modello 6160 per ottenere prestazioni migliori nelle applicazioni transazionali per banche e compagnie assicurative, mentre più recentemente ha investito in una stampante per grandi formati Canon imagePROGRAF iPF9400 per una produzione aggiuntiva di materiali pubblicitari e promozionali.

Moe approfondisce:

La stampa digitale ci ha donato nuova linfa vitale. Non solo abbiamo ottenuto un risultato a livello qualitativo ( i nostri attuali clienti non riescono a distinguere la stampa digitale da quella offset ), bensì siamo riusciti a crescere e a stabilire la nostra presenza in una serie di nuovi mercati. Nell’arco di 3 anni, questi investimenti hanno raddoppiato il fatturato in ambito digitale, un segmento che ora vale il 30% del nostro business, e ci hanno permesso di ridurre il costo per pagina del 10%. Grazie alle tecnologie di Canon siamo stati in grado di proiettare l'azienda verso un futuro redditizio. Inoltre, siamo stati in grado di ridurre le ore lavorative del 25%, liberando risorse affinché venissero impiegate in maniera più efficiente in altri ambiti del business.


Moe sottolinea prontamente anche l'importanza di lavorare con un fornitore che opera come un partner in grado di offrire consulenza:

Canon è stata fondamentale in questo risultato, poiché è stata disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con la consulenza, l'ispirazione e la formazione necessarie per sfruttare al meglio il potenziale di queste tecnologie. I workshop "Vendita delle soluzioni di stampa digitale" ai quali abbiamo partecipato ci hanno fornito una comprensione inestimabile della produzione, della commercializzazione e del marketing della stampa digitale, e delle strategie di mantenimento della crescita aziendale; siamo certi che, insieme a Canon, la nostra azienda si svilupperà ulteriormente.


Ottieni la tua copia!

Iscriviti qui per ricevere la tua copia di Think Digital nell'edizione e-mail o stampata.