A tu per tu con street photographer Erik Witsoe che fotografa il quotidiano, ogni giorno.

Erik Witsoe

@ewitsoe

Il fotografo di strada Erik Witsoe si lascia ispirare dai momenti più disparati nella sua continua ricerca della prossima storia da raccontare. Abbiamo indagato un po' più a fondo per scoprire il modo in cui Erik cattura la magia del quotidiano.

Scopri come il fotografo modifica il proprio stile di scatto con il mutare delle stagioni nelle strade di Varsavia.

Partiamo dall'inizio Erik, come sei diventato fotografo?

Sono cresciuto sempre circondato dalle fotocamere. Mio nonno e i miei genitori avevano delle fotocamere, ma nessuno prendeva la fotografia troppo sul serio. In realtà ho iniziato come artista e quando ho frequentato la scuola d'arte uno dei corsi era sulla fotografia. Allora mia nonna mi regalò la mia prima fotocamera. Perciò ho imparato tutto dalla prospettiva delle belle arti.

Ho sviluppato una vera passione per la fotografia circa 12 anni fa quando ho avuto un blocco creativo, non riuscivo a disegnare né a dipingere. La mia fidanzata è un'appassionata fotografa e mi ha detto soltanto: "dovresti provare la fotografia". Mi ha dato alcuni piccoli consigli su come utilizzare una fotocamera ed è così che ho iniziato a scattare e mi sono innamorato della fotografia.

Ci interessa soprattutto la tua fotografia di strada; puoi dirci qualcosa in più su cosa ti spinge a catturare queste storie?

Non è una cosa che avevo in programma di fare e ancora oggi non mi considero davvero un fotografo di strada. Sono più attratto dai piccoli momenti e dai frammenti di ricordi che ci riportano al passato. Mi piace l'idea che la mia vita sia un film e ne sto semplicemente catturando alcuni brevi fotogrammi.

Di solito fotografavo quello che pensavo le altre persone volessero vedere, ma non era una cosa adatta a me; mi sentivo frustrato nell'ignorare le cose che mi facevano sorridere. Quando esco non ho pregiudizi su cosa scoprirò, mi lascio semplicemente prendere da quello che mi capita davanti.

Sto solo provando a mostrare i frammenti che mi colpiscono. Può trattarsi di un piccolo dettaglio, l'ombra di una persona o la nuca di qualcuno; sono queste fugaci visioni che catturano la mia attenzione.

Donna che attraversa la strada

@ewitsoe

Hai notato se da quando catturi le storie nelle città la moda e gli stili sono cambiati?

L'aspetto migliore di vivere in un paese straniero è l'essere un osservatore; tutto diventa interessante, quindi noto i piccoli cambiamenti.

In Polonia la moda cambia rapidamente, specialmente tra i giovani, ma se esci di casa una domenica mattina e vedi gli anziani che vanno in chiesa i loro vestiti spesso sono molto antiquati. Qui c'è una vera e propria sovrapposizione tra le epoche.

Oltre alla tua fotocamera EOS 6D Mark II, quale altra attrezzatura usi?

Per la fotografia di strada uso un kit molto minimalista. Quando sei sempre in movimento hai la necessità di non portare troppi pesi.

Uso un obiettivo Canon EF 50mm f/1.2L USM e talvolta un treppiede se viaggio e sto cercando immagini nitide.

Abbiamo notato un tocco cinematografico nelle tue storie, è voluto?

Sono cresciuto immerso nel cinema, mio padre mi portava a vedere praticamente tutti i film che uscivano, era il suo modo di creare un legame con me e mio fratello. Di conseguenza, mi sono abituato a guardare le cose in modo dinamico e anche ora penso per fotogrammi. Ecco perché mi piace scattare sopra le spalle delle persone oppure dal punto di vista del protagonista, come la nuca, questi estranei diventano personaggi che inserisco nel mio lavoro.

Nuca di una donna seduta sull'autobus

@ewitsoe

Erik, sei cresciuto in America ma adesso vivi in Polonia, questo cambio di residenza ha avuto un impatto sul modo in cui fotografi le strade?

Il mio stile è decisamente cambiato. Quando sono arrivato in Polonia per la prima volta non mi piaceva fotografare le persone, restavo in strada fino a quando non c'era più nessuno. Mi sono reso conto che mi stavo annoiando; stavo perdendo il personaggio, il protagonista.

La Polonia è un luogo dove si cammina molto, mentre in America sono ossessionati dalle auto e dalla guida. Penso sia per questo che all'inizio mi sentivo a disagio a fotografare le persone che camminavano, semplicemente non ci ero abituato. Questo aspetto è decisamente cambiato man mano che mi sentivo più a mio agio.

Scatti fotografie soprattutto a Varsavia dove vivi ora, e prima a Poznan, come trovi nuove storie da raccontare?

Un aspetto che mi piace della Polonia è che è molto stagionale. Posso scattare fotografie della stessa strada ogni mese e catturare sempre qualcosa di diverso, perché appare come nuova. Inoltre, le persone si vestono anche in modo diverso per riflettere il cambiamento di stagione. Alcune volte ho scattato fotografie degli stessi luoghi più e più volte, e ho una serie di immagini dalla stessa angolatura e ognuna appare diversa.

Di quale storia o raccolta di storie urbane sei più orgoglioso e perché?

Ce n'è una che probabilmente è la mia storia più famosa, si chiama This Morning. L'immagine raffigura un tram che viaggia lungo la strada e sembra un tramonto viola, mentre in realtà è una mattina. L'immagine sembra scattata negli anni '50, invece è stata scattata nel 2012, mi ha fatto capire che la Polonia è un paese decisamente nostalgico. Per me è stato come un punto di svolta nel modo di vedere la mia nuova casa.

Quando fotografi degli estranei ti senti partecipe dei loro momenti privati?

Sono molto sensibile allo spazio personale delle altre persone e ce la metto tutta per lasciare loro lo spazio per respirare. Non mi avvicino troppo alle persone; cerco di essere discreto.

Detto questo, esco per catturare momenti autentici, quotidiani e spesso fugaci. È una linea sottile a fare la differenza.

Donna sull'autobus che guarda dal finestrino

@ewitsoe

Hai qualche consiglio per chi sta iniziando con la Street Photography?

Fotografo qualunque cosa mi faccia sorridere, quindi trovare ciò che si ritiene interessante e lasciarsi guidare. Imparare la composizione e come inquadrare. Imparare come sfruttare al massimo la fotocamera e a conoscere gli obiettivi. In questo modo il proprio stile si svilupperà naturalmente.

In che modo si sta evolvendo la tua fotografia di strada?

Sto iniziando a scattare più immagini basate su un progetto. Dopo aver fotografato sulle strade per oltre un decennio mi piace l'idea di evolvermi in mostre o progetti che siano più lineari, che abbiano una narrativa più forte.

La borsa dell'attrezzatura di Erik

Canon EOS 4000D

Canon EF 50 mm f/1.2L USM

Canon EOS 6D Mark II

Risposte modificate per garantire chiarezza e ritmo.



Autore intervista: Sasha Newbury