Scatta ritratti ancora più belli

Condizioni di illuminazione difficili

I ritratti notturni possono essere difficili, poiché probabilmente ti servirà un flash per ottenere abbastanza luce. Tuttavia, la luce ambientale intorno al soggetto può spesso risultare molto atmosferica, e potresti volerla mantenere nel tuo ritratto.

Better-Portraits-Woman-Night

Leo Hidalgo – Cold Night
Diritti: https://creativecommons.org/licenses/by-nd/2.0/

La modalità Ritratto notturno semplifica questo processo, cambiando il modo in cui la fotocamera ragiona. La fotocamera utilizzerà il flash incorporato o registrerà lo Speedlite sulla slitta flash in modo da illuminare il soggetto principale e offrire abbastanza tempo per permettere alla luce ambientale di illuminare correttamente la scena. Lo fa utilizzando tempi di esposizione più lenti e regolando automaticamente le impostazioni di durata del flash. Potresti vedere lo sfondo come una serie di punti luminosi, ma sono probabilmente molto meno intensi di quanto pensi. Posiziona il soggetto in modo che risulti illuminato dal flash, piuttosto che dalla luce ambientale e per ottenere i risultati migliori utilizza un treppiede per ridurre le vibrazioni della fotocamera. Conviene sempre ricordare al soggetto di restare fermo durante lo scatto.

Condizioni di illuminazione particolarmente intense potrebbero produrre ritratti con contrasto troppo elevato. Nei casi in cui il soggetto è retroilluminato da una luce solare intensa, un flash può essere d'aiuto. Collega uno Speedlite alla slitta flash della tua fotocamera o imposta il flash incorporato in modo che si attivi per ogni foto. La tua fotocamera cercherà di bilanciare il flash e la luce diurna per ottenere un'immagine ancora più di impatto in cui entrambi gli elementi, il soggetto e lo sfondo, sono bilanciati in maniera ottimale.

Scegli l'obiettivo giusto per far risaltare il soggetto

Quando scatti utilizzando una EOS, usa un obiettivo con un'apertura massima rapida per separare il soggetto dallo sfondo. Gli obiettivi a focale fissa con una lunghezza focale da 50 mm a 100 mm sono ideali per i ritratti. Gli obiettivi macro possono arrivare a raddoppiare la focale per ritratti e per primi piani. Per sfruttare al meglio un'apertura ampia, usa la modalità Priorità apertura (Av) o Manuale (M) e prova a usare l'ISO automatica per mantenere l'esposizione a un livello corretto. Prova a usare un unico punto AF, idealmente non al centro dell'inquadratura: scattare con un'apertura rapida richiede una messa a fuoco precisa. La modalità One-Shot è una buona scelta anche perché consente all'obiettivo il blocco della messa a fuoco, permettendoti di ricomporre leggermente l'inquadratura se necessario.

Scatta all'insaputa del soggetto con il tuo smartphone

Molte fotocamere Canon possono essere controllate a distanza con il tuo smartphone tramite Wi-Fi grazie all'app Canon Camera Connect.

Per alcuni modelli, questo comando a distanza include una Live View di ciò che vede la fotocamera, e la possibilità di scattare foto toccando lo schermo del tuo telefono. Posiziona la fotocamera su una superficie in modo che punti verso il soggetto, quindi usa il tuo smartphone per vedere l'immagine e scatta nel momento giusto. Utilizzare questa tecnica può aiutare il tuo soggetto a rilassarsi, dal momento che non lo guardi direttamente.

Pensa al risultato stampato, prima che al ritratto stesso

I ritratti vengono spesso stampati per essere incorniciati e abituarsi a pensare in anticipo al risultato stampato può essere un ottimo esercizio per migliorare i tuoi ritratti e le tue stampe. Per una stampa che include più immagini, pensa a un filo conduttore che le unisca. Ad esempio, potresti scegliere di realizzare tre scatti separati di una persona: uno in cui guarda a sinistra, uno in cui guarda verso la fotocamera e uno in cui guarda a destra. Dopo aver ottenuto le tre foto separate, stampale: ti aiuterà a mantenere coerente lo stile in ogni stampa. Se scegli una stampa monocromatica, devono essere monocromatiche tutte e tre. Pensa a come potresti disporre le stampe per donare ancora più espressività al ritratto di quella persona.

Better-Portraits-Woman-Series

Max Khokhlov - Just be yourself
Diritti: https://creativecommons.org/licenses/by-nd/2.0/

Sperimenta con un ritratto in movimento

Catturare l'essenza di una persona in un singolo scatto è difficile, ma con il video hai la possibilità di girare un piccolo film ritratto che mostra più sfaccettature del soggetto. Inizia con una storia che vorresti raccontare su quella determinata persona. Fare qualche schizzo o annotarla potrebbe esserti utile. Effettua riprese ampie che mostrino la persona immersa nell'ambiente, come anche primi piani che ne evidenziano i dettagli: il sorriso, gli occhi, le mani, i vestiti, tutti gli elementi che aiutano a raccontare la storia del soggetto. Usa lo schermo orientabile per inquadrature da diverse altezze e per vedere in che modo questo cambio di prospettiva modifica il modo in cui percepisci il soggetto. Se disponibile nella tua videocamera, sperimenta con lo slow motion per enfatizzare il movimento o per dare un tocco onirico al tuo ritratto in movimento.

Suggerimento: in fase di montaggio, mantieni breve ogni clip (2-3 secondi) e cerca di ottenere una lunghezza complessiva inferiore ai 90 secondi. Questo ti permetterà di concentrarti sui dettagli più importanti che illustrano la persona.

Resta informato

Prossimamente: "Guardare il mondo senza mirino"

Iscriviti alla newsletter