Raffigurare il movimento con la videocamera LEGRIA

Consigli su LEGRIA

La raffigurazione del movimento nelle foto comporta una scelta tra bloccare l'azione OPPURE produrre un mosso per suggerire l'idea del movimento. La direzione che prendi dipende dal significato che intendi comunicare agli spettatori. Immortalare l'emozione fugace sul volto di un giocatore di tennis trasmette un messaggio diverso rispetto a uno scatto che ritrae il movimento sfocato di uno sforzo intenso sul campo. Entrambi gli effetti possono essere molto espressivi.

Indipendentemente dalla fotocamera che utilizzi, esiste una varietà di tecniche per raffigurare efficacemente il movimento, aggiungere creatività alla foto e raccontare una storia. Il Canon Tutor Brian Worley spiega come sfruttare al meglio la tua fotocamera. Offre inoltre consigli utili per riprendere con la tua videocamera LEGRIA.

Movimento-Pattinaggio a rotelle_corpo.jpg

Utilizza un misto di riprese statiche e a seguire il soggetto

Il movimento è una componente fondamentale dei filmati e ci sono vari modi per metterlo in rilievo in un video. Il soggetto che si muove può attraversare l'inquadratura con la telecamera ferma, il che costituisce una ripresa statica; oppure, si può muovere la telecamera per seguire il soggetto o per riprenderlo con un panning.

Per realizzare materiale più interessante, prova a mescolare queste due tipologie di ripresa.

Se stai filmando qualcosa che si ripete in maniera prevedibile, ad esempio, degli atleti che percorrono più giri di pista, puoi pianificare in anticipo la modalità di ripresa della scena.

Per delineare il contesto, una ripresa grandangolare è un buon inizio; quindi, puoi passare a un'inquadratura più stretta, tenendo sempre la telecamera in posizione fissa.

Una volta iniziata la gara, prova a realizzare un mix di riprese sia con la telecamera in movimento che fissa. Naturalmente, non tralasciare la preparazione per le importanti riprese dell'arrivo.

Potrebbe risultare più adatto effettuare una ripresa dell'arrivo più ampia, che mostri tutti i concorrenti in corsa verso il traguardo, ma occorre essere pronti a muovere la telecamera per seguire il vincitore che festeggia dopo la fine della gara.

Muovi la videocamera per rendere più interessanti i tuoi filmati

I filmati risultano più interessanti grazie all'utilizzo del movimento della telecamera. Se il soggetto si muove a sua volta, parti con l'idea di riprendere immagini sia statiche che in panning.

Per le riprese statiche di solito è necessario tenere la telecamera fissa, ma con la pratica, vedrai che è abbastanza semplice realizzare brevi clip anche senza cavalletto. Ricordati che una ripresa grandangolare risulta sempre meno mossa rispetto a un'inquadratura ravvicinata. Per una ripresa statica ben realizzata, l'ideale è un treppiede o un altro tipo di supporto.

In genere le riprese statiche sono ideali in apertura di filmato: consentono di delineare il contesto dell'avvenimento o del soggetto. Attendi che scaturisca l'azione e il soggetto si sposti fuori dall'inquadratura. Quando accade, seguilo muovendo la telecamera alla stessa velocità, in modo da tenerlo sempre nella stessa porzione dell'inquadratura. Quest'ultimo aspetto può risultare complicato, ma non dilungarti troppo con le clip: le brevi sequenze conferiscono un maggiore senso di ritmo al montaggio del filmato.

Cattura i dettagli dinamici con riprese sia a telecamera statica che in movimento. Concentrandoti su un piccolo dettaglio del movimento nella scena, puoi realizzare utili sequenze da inframmezzare alle altre clip per raccontare meglio la tua storia. Se il soggetto è un corridore, ad esempio, puoi catturare sequenze ravvicinate delle scarpe e dei piedi.

Resta informato

Prossimamente: "Guardare il mondo senza mirino"

Iscriviti alla newsletter