Suggerimenti per la fotografia naturalistica

Tecniche di fotografia naturalistica con il Canon Tutor, Brian Worley

Cavallo al mattino

© "Cavallo al mattino" scattata con Canon EOS 30D da Photophilde

Una delle basi per realizzare splendide fotografie naturalistiche consiste nel capire il comportamento degli animali e utilizzare la giusta attrezzatura in base alle situazioni di scatto per ottenere il risultato desiderato.

Puoi ottenere ottimi risultati utilizzando tutte le tipologie di fotocamere Canon e, se utilizzi una reflex digitale, avrai a disposizione una più ampia selezione di obiettivi che ti offriranno più possibilità.

Per trovare la giusta ispirazione, studia il lavoro dei Canon Ambassador ed Explorer specializzati in fotografia naturalistica. Molti di loro hanno vinto il concorso Wildlife Photographer of the Year o hanno ricevuto encomi per le immagini presentate. Tra i nomi da tenere d'occhio vi sono Charlie Hamilton-James, Brent Stirton e Michael "Nick" Nichols.

Brent Stirton e Michael "Nick" Nichols.

Fotografare la natura con la tua EOS

Una reflex digitale EOS offre una grande versatilità per la fotografia di animali, dai vermi agli elefanti. Di seguito, indichiamo alcuni suggerimenti e tecniche utili per aiutarti a realizzare immagini di grande impatto.

Prova un teleobiettivo o un obiettivo zoom

Utilizzare un teleobiettivo o un obiettivo zoom consente di fotografare animali da una distanza di sicurezza ed è particolarmente importante se desideri realizzare immagini d'azione di leoni, orsi o coccodrilli.

Se possiedi una reflex digitale EOS, un teleobiettivo zoom può essere un acquisto utile. Se sei agli inizi, alcune fotocamere Canon sono disponibili con kit obiettivo zoom doppio che include uno zoom standard e un teleobiettivo zoom.

Per immagini nitide, utilizza un'elevata velocità dell'otturatore

Utilizzando un teleobiettivo o un obiettivo zoom dovrai utilizzare velocità dell'otturatore superiori (almeno 1/50) per ottenere immagini nitide e ricche di dettagli. Alcuni animali si muovono rapidamente e dovrai tenere il loro passo!

Utilizzare la modalità Sport disponibile sulle fotocamere EOS entry-level e di fascia media ti aiuterà ad acquisire immagini nitide sia che tu stia fotografando un ghepardo o un bradipo. E infine non dimenticare lo stabilizzatore d'immagine sul teleobiettivo per assicurarti risultati sempre nitidi.

Tecniche avanzate: fotografia macro

La bellezza di un obiettivo macro consiste nella possibilità di creare foto di soggetti ingranditi rispetto a come li vedremmo su uno schermo o una stampa. Pertanto, potrai mostrare piccoli insetti come spettacolari mostri dagli occhi sporgenti oppure rivelare intricati dettagli che normalmente resterebbero nascosti all'occhio umano.

La fotografia macro di soggetti vivi può rappresentare una sfida e avrai bisogno della giusta attrezzatura e molta pazienza per realizzare immagini di grande impatto.

Controllo della profondità di campo

Il controllo della profondità di campo è fondamentale per la fotografia naturalistica macro. Nella fotografia standard, l'utilizzo della modalità di scatto Priorità apertura (AV sulla ghiera della fotocamera) è molto comune. Per gli obiettivi macro è spesso vero l'opposto. A causa di distanze operative ravvicinate, l'apertura viene chiusa a f/16, f/22 o superiori per massimizzare la profondità di campo e garantire che tutta la foto sia a fuoco.

Utilizza lo stabilizzatore d'immagine per il teleobiettivo e la fotografia macro, specialmente quando utilizzi la fotocamera senza treppiede. Se, invece, utilizzi un treppiede, ti consigliamo di disattivare lo stabilizzatore d'immagine.

Parco nazionale Grand Teton

© "Parco nazionale Grand Teton" scattata con Canon EOS 5D Mark II da James Chang

Messa a fuoco perfetta

Non sorprende che gli animali possano essere del tutto imprevedibili. Pertanto è una buona idea imparare come modificare il punto di messa a fuoco attivo sulla fotocamera e come alternare le modalità di messa a fuoco One Shot e AI Servo. In questo modo, non perderai nemmeno un attimo quando sei sul campo. Può essere utile sperimentare utilizzando la messa a fuoco manuale per i soggetti che si muovono lentamente o sono fermi come un ippopotamo che sguazza o un elefante che procede a passo tranquillo.

Leggi altri tutorial per ulteriori suggerimenti utili.

Resta informato

Prossimamente: "Guardare il mondo senza mirino"

Iscriviti alla newsletter