Tutorial sulla fotografia reflex digitale: fotografie divertenti

Il tuo primo time-lapse

Per realizzare il tuo primo filmato time-lapse, scegli un soggetto che puoi riprendere per un massimo di 30 minuti.

Ciò ti consente di provare la procedura in un breve periodo di tempo. Un incrocio affollato è un ottimo soggetto così come un bel tramonto. Se possibile, scegli la modalità Priorità diaframma AE (AV) in modo che solo la velocità dell'otturatore cambi tra le diverse esposizioni. Così facendo puoi mantenere una profondità di campo costante. Eseguire manualmente la messa a fuoco è un'ottima idea, se possibile, in quanto consente di non modificare l'impostazione tra i diversi scatti. Scatta con qualità JPEG lasciando che sia la fotocamera a elaborare i file immagine.

Successivamente, decidi l'intervallo tra ogni scatto. Ogni minuto dei 30 minuti corrisponde a poco più di un secondo di filmato e ciò non è sufficiente. Per realizzare 10 secondi di filmato, ti servono circa 300 immagini, vale a dire uno scatto ogni 6 secondi o 10 scatti al minuto. Intervalli brevi consentono di ottenere filmati più fluidi rispetto a intervalli più lunghi.

Se non vuoi rimanere accanto alla fotocamera con un cronometro per scattare un'immagine ogni volta che trascorre un certo numero di secondi, puoi utilizzare il telecomando timer TC-80N3, compatibile con numerose fotocamere EOS, che esegue scatti a intervalli preimpostati.

Dopo aver realizzato gli scatti necessari, dovrai convertirli in un filmato time-lapse. Carica le immagini sul computer, quindi avvia Movie Maker (PC) o iMovie (Mac) e segui le istruzioni.

1  2  3  4

spacer
					image
Altri tutorial
Fotografia di viaggio
Fotografia Sportiva
Fotografia architettonica
Fotografia macro
Cosa rende eccezionale una foto
Post produzione