ARTICOLO

Le donne nella fotografia: Veronique de Viguerie e la documentazione del pericolo

"Non mi piace mostrare le donne come vittime, ma nel caso dei Rohingya non c'è altro modo di metterla; sono vittime delle vittime delle vittime", spiega la fotogiornalista Veronique de Viguerie, autrice di questo stupefacente ritratto di una giovane Rohingya realizzato con Canon EOS 5D Mark III e obiettivo Canon EF 40mm f/2.8 STM. © Veronique de Viguerie/Reportage di Getty Images

Dall'inizio degli anni 2000, lo spirito audace e avventuroso della fotogiornalista francese Veronique de Viguerie e la sua voglia di rivelare la verità umana dietro le notizie internazionali hanno contribuito alla creazione di un'impressionante opera omnia. Nel corso della sua esperienza, è perfino sopravvissuta a un attentato suicida. In questa sede, ha scelto di condividere con noi la storia delle sue fotografie straordinarie e spesso molto intime, scattate in territori instabili con il suo kit Canon.

Veronique è stata mandata in Afghanistan per la prima volta a 21 anni. Stava svolgendo un tirocinio nel Regno Unito e doveva fotografare i militari della Royal Air Force (RAF) britannica per un giornale locale, il Lincolnshire Echo. "Quando sono arrivata in Afghanistan, è stato amore a prima vista", afferma. "Tutto mi lasciava senza fiato. Era come tornare indietro nel tempo, con gli uomini che indossavano turbanti e le donne con i loro burqa. Una vera esplosione di colori. Quando sono tornata nel Regno Unito, ho concluso la mia esperienza lavorativa, radunato tutti i miei risparmi, chiesto un prestito a mia nonna per comprare un portatile e sono tornata indietro".

Con l'intenzione di rimanere per qualche mese, Veronique è rimasta a Kabul per tre anni. Durante questo periodo, è sopravvissuta a un attentato suicida in un cyber café nel 2005 (l'uomo accanto a lei è rimasto ucciso da una granata) e ha vissuto momenti per lei determinanti a contatto con i talebani.

Il kit fondamentale per scattare fotografie in luoghi pericolosi

Somali pirates on a boat with a spear floating on green murky water.
Fotografando alcuni pirati somali, Veronique ha scoperto in che modo questi uomini sono passati dall'essere semplici pescatori a veri e propri fuorilegge. Scatto realizzato con Canon EOS 5D e obiettivo Canon EF 16-35mm f/2.8L USM. © Veronique de Viguerie
Canon Professional Services

Il tuo lavoro in ottime mani

Ricevi consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services (CPS).

Veronique documenta i suoi soggetti, a volte controversi con le fotocamere Canon EOS 5D Mark III e Canon EOS-1D X. La robustezza delle fotocamere è fondamentale nella varietà di situazioni e condizioni in cui si ritrova a lavorare. "Le mie fotocamere hanno attraversato tempeste di sabbia e piogge torrenziali in Birmania", afferma. "Ogni tanto cadono, perfino giù dalle scale, ma funzionano ancora".

Per realizzare gli eloquenti ritratti dei suoi soggetti, a Veronique servono degli obiettivi in grado di adattarsi ai diversi ambienti in cui si trova. Gli obiettivi che utilizza più spesso sono i modelli Canon EF 40mm f/2.8 STM, Canon EF 35mm f/1.4L II USM e Canon EF 85mm f/1.8 IS USM.

"Uso il 40 mm per avvicinarmi il più possibile alle persone e al centro dell'azione", spiega. "È estremamente compatto e affidabile, ideale nel mezzo di una protesta o altri eventi del genere. Il 40 mm è la mia scelta per immagini d'azione di questo tipo".

A group of young girls stare at the camera.
Il governatorato di Ṣa'da, nello Yemen, è di stampo decisamente conservatore – in questo scatto è ritratta la prima generazione di ragazze a frequentare la scuola. Le bambine possono iniziare a indossare il velo all'età di otto anni, "soprattutto se sono di bell'aspetto", ha spiegato a Veronique la direttrice dell'istituto Tohid. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark II e obiettivo Canon EF 85mm f/1.8 USM. © Veronique de Viguerie/Reportage di Getty Images

"L'85 mm ha un'apertura molto ampia, dunque è facile da usare in condizioni di scarsa illuminazione. È perfetto per conferire ai ritratti una profondità di campo ridotta, permettendo di giocare con sfondi sfocati e trovate di questo tipo".

"Il 35 mm è semplicemente perfetto per i reportage fotografici; è estremamente veloce e le immagini hanno un aspetto naturale".

Il sistema di autofocus rapido di Canon, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione, è fondamentale per il lavoro di Veronique. "Con le fotocamere più vecchie ho sempre avuto problemi, perché non ci vedo particolarmente bene e faccio molto affidamento sull'autofocus", prosegue. "Se devo scattare in fretta e con discrezione, un autofocus rapido è davvero comodo".

A woman sits on a pink plastic chair outside, repairing a big fishing net, a baby on her lap.
Presso il campo Bodouba di Sittwe, in Birmania, una famiglia è impegnata nel riciclare reti da pesca. "Il bimbo è gravemente malnutrito, come molti altri piccoli Rohingya", spiega Veronique. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark III e obiettivo Canon EF 40mm f/2.8 STM. © Veronique de Viguerie/Reportage di Getty Images

Veronique realizza molte delle sue storie in collaborazione con la giornalista Manon Querouil, amica e collega conosciuta a Kabul. Il sessismo è una delle molte realtà incresciose che si incontrano nelle parti più instabili del mondo, ma Veronique spiega che a volte essere una donna straniera si è rivelato utile. "Sono convinta che il mio essere donna sia un vantaggio, perché in molti paesi vengo quasi considerata come appartenente a un terzo sesso [rispetto alle donne del posto]. Non sono una delle loro donne e nemmeno un uomo; quanto una sorta di via di mezzo che non rappresenta alcuna minaccia".

"Le persone sono incuriosite da me, come se fossi qualcosa che non capiscono a pieno. È sempre bene stare attenti e tenere le distanze, ma per lavorare in un certo modo e accedere a determinati luoghi, essere una donna è un vantaggio".

Veronique si occupa anche di fotografare donne in situazioni estreme, tra cui le donne Rohingya in Birmania, le poliziotte afghane e le donne curde. "Mi piace l'idea che qualcuno, a un certo punto, si sia ritrovato a dire 'adesso basta' e abbia iniziato a combattere", spiega. "Non apprezzo il modo in cui le donne vengono sempre viste come vittime passive – nella maggior parte dei casi, non è affatto così".

An Afghan police woman looks into the mirror.
Sara Dilamar indossa l'uniforme delle Forze Speciali USA nella sua casa, in Afghanistan. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark III e obiettivo Canon EF 40mm f/2.8 STM. © Veronique de Viguerie/FOCUS-Magazin/Reportage di Getty Images

Fotografare simili soggetti, tuttavia, richiede una serie di attributi che esulano dalle competenze fotografiche, come coraggio, diplomazia e determinazione. "Non si può accettare un no come risposta" afferma Veronique. "Se vuoi fare una cosa, devi provarci. Se non ci provi, ti porterai dietro il rimorso per sempre".

"Prima di tutto bisogna essere umani, la fotografia viene dopo. Stare dietro all'obiettivo può rappresentare una protezione, ma non dovrebbe essere una barriera. Non bisogna trattare le persone in modo diverso solo perché si sta dietro a una fotocamera e, viceversa, non si può consentire agli altri di trattarci diversamente in quanto fotografi. Chiunque sia il soggetto, tra le due parti ci deve essere fiducia. La fiducia è estremamente importante".

Scritto da Lottie Davies and David Clark


Il kit di Veronique de Viguerie

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare le loro foto

Photojournalist Veronique de Viguerie wears a flak jacket and helmet, her Canon camera flung around her neck, and ducks beside a military vehicle. She is with a man in plain clothes who is also wearing a helmet.

Videocamera

Canon EOS 5D Mark III

Questa reflex digitale full-frame da 22.3 megapixel con messa a fuoco automatica a 61 punti e scatto continuo a 6 fps offre il controllo manuale di tutte le funzioni e anche la modalità HDR integrata.

Canon EOS-1D X Mark II

Grazie al sensore CMOS da 20,2MP full-frame ad alta sensibilità, al sistema Dual Pixel AF a 61 punti espanso e all'acquisizione di video in 4K, Canon EOS-1D X Mark II garantisce prestazioni leader della categoria.

Obiettivi

Canon EF 40mm f/2.8

Obiettivo compatto e versatile. Un'ampia apertura consente riprese in condizioni di scarsa illuminazione e il controllo della profondità di campo. La tecnologia STM fornisce una messa a fuoco automatica silenziosa e fluida durante le riprese video con fotocamere compatibili.

Canon EF 70-200 mm f/2.8L IS II USM

Teleobiettivo da battaglia dal design robusto, stabilizzatore d'immagine a quattro stop ideale per scattare senza treppiedi in situazioni poco illuminate, elementi dell'obiettivo UD per assicurare un contrasto alto e colori naturali.

Ghiera di controllo

Canon EF 85 mm f/1,8 USM

Teleobiettivo dalla lunghezza focale corta, dotato di ampia apertura massima e velocità di messa a fuoco automatica elevata, il modello è ideale per qualsiasi fotografo specializzato in ritratti.

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora