Canon si impegna a raggiungere l'obiettivo di emissioni di anidride carbonica nette pari a zero entro il 2050

Canon_Carbon Emissions_Infographics
1526_Energy Tree_Sustainability Pavilion_

Contribuire a un futuro a basse emissioni di carbonio

Canon sta lavorando per ridurre le emissioni di CO2 in tutte le sue attività

È sotto gli occhi di tutti il devastante impatto del cambiamento climatico sul nostro pianeta, che si manifesta soprattutto con un aumento globale di disastri naturali ed eventi climatici estremi. È un momento critico per tutti.

Il nostro obiettivo è proteggere l'ambiente a livello globale, riducendo l'impatto dei nostri prodotti. Ci concentriamo sulla riduzione delle emissioni di CO2, dall'approvvigionamento e dall'uso di materie prime e parti di ricambio, fino alle attività operative e alla logistica.

Raggiungere emissioni nette pari a zero

Ci impegniamo a raggiungere l'obiettivo di emissioni nette di anidride carbonica pari a zero entro il 2050.

Il valore "net-zero" si ottiene quando la quantità di carbonio che aggiungiamo all'atmosfera non è superiore alla quantità rimossa.

Per raggiungere questo obiettivo, stiamo riducendo attivamente le emissioni di gas serra (GHG). Quantifichiamo le nostre emissioni durante l'intero ciclo di vita del prodotto, per ridurle in ogni singola fase.

Il nostro obiettivo è ridurre le emissioni di CO2 del ciclo di vita del prodotto del 3%, ogni anno. Mantenendo questo ritmo, la riduzione delle emissioni sarà di circa il 50%, rispetto ai livelli del 2008, entro il 2030.

Attualmente siamo sulla buona strada per raggiungere questo obiettivo, avendo registrato un miglioramento medio del 4,1% tra il 2008 e il 2022. La riduzione complessiva rispetto ai livelli del 2008 è pari al 43%.

GREEN

Riconoscimenti esterni dei nostri obiettivi

Abbiamo fatto progressi importanti in merito a questo e ad altri obiettivi che ci siamo posti a partire dal 2008. Il nostro impegno non è mai venuto meno. Eseguiamo sempre revisioni regolari dei nostri obiettivi a lungo termine per verificare che i nostri contributi siano in linea con il nostro obiettivo di contribuire a una società a basse emissioni di carbonio e di raggiungere l'obiettivo delle emissioni nette zero entro il 2050.

Non basta guardare alle nostre proiezioni e ai nostri contributi, ma è necessario che gli obiettivi siano sviluppati in linea con le più recenti conoscenze scientifiche sul clima e con quanto necessario per raggiungere gli obiettivi dell'accordo di Parigi. Questo è il motivo per cui abbiamo richiesto la convalida tramite SBT (Science Based Targets initiative).

Comprendere le cifre alla base dei nostri obiettivi

Canon applica alla sua attività obiettivi di intensità e obiettivi assoluti.

Il nostro obiettivo di intensità è una riduzione specificamente incentrata sul ciclo di vita del nostro prodotto. Abbiamo stabilito un obiettivo per una riduzione del 50% delle nostre emissioni di CO2 entro il 2030, rispetto ai livelli 2008, per l'intero ciclo di vita del prodotto. Per ciclo di vita del prodotto intendiamo il modo in cui i nostri prodotti vengono progettati, realizzati, spediti e utilizzati dai clienti.

Un obiettivo assoluto considera le emissioni totali di un'azienda, come ad esempio i nostri uffici, i trasporti utilizzati dai nostri dipendenti, il modo in cui alimentiamo e gestiamo i nostri siti produttivi e anche la nostra catena di approvvigionamento.

Per essere presi in considerazione per la convalida SBTi, dobbiamo includere un obiettivo assoluto con un dato di riferimento di emissioni totali dell'organizzazione non anteriore al 2015.

Puntiamo a ridurre le emissioni assolute di gas serra di ambito 1 e 2 del 42% e le emissioni assolute di gas serra di ambito 3 (categoria 1 e 11) del 25% entro il 2030 rispetto all'anno di riferimento 2022, in linea con i criteri SBTi.

Le nostre azioni di riduzione e i nostri obiettivi generali non sono cambiati e siamo ancora impegnati come sempre a ridurre il nostro impatto sull'ambiente e a raggiungere il traguardo delle emissioni nette zero entro il 2050.

CDP

Riconoscimento nella A- list di CDP

Dal 2014 le nostre iniziative ambientali sono state riconosciute dall'organizzazione internazionale no-profit per l'ambiente CDP, nei settori del cambiamento climatico e della sicurezza idrica. Siamo presenti nella A-list di CDP in entrambe le categorie.

CDP valuta le principali aziende di tutto il mondo in merito ai loro sforzi per affrontare il cambiamento climatico.

Passare alle energie rinnovabili

L'82% della nostra energia elettrica in Europa è generata da fonti rinnovabili

Utilizziamo il più possibile energia rinnovabile nelle nostre attività in Europa e continuiamo ad aumentare l'uso di fonti rinnovabili per ridurre le emissioni di CO2.

Nel 2021, il 45% delle esigenze energetiche totali in Europa proviene dall'energia elettrica. E l'82% di questa energia è stato generato da fonti rinnovabili. Il nostro stabilimento di produzione di Poing, in Germania, utilizza energia rinnovabile al 100%.

La nostra nuova sede centrale EMEA e la sede centrale per Regno Unito e Irlanda hanno ottenuto la certificazione BREEAM* Excellent per il design efficiente dal punto di vista energetico e l'utilizzo di energie rinnovabili. Il nuovo sistema BMS e i pannelli FV sul tetto hanno permesso di ridurre il consumo energetico dell'edificio di quasi il 50%.

Il nostro edificio di Venlo, nei Paesi Bassi, utilizza un sistema di pompe di calore, sistemi efficienti per l'accumulo di acqua calda e fredda e illuminazione a LED per ridurre il consumo energetico. Disponiamo anche di pannelli solari e punti di ricarica per veicoli elettrici in entrambe le sedi.

Il nostro obiettivo è quello di sfruttare al massimo le energie rinnovabili e impegnarci al raggiungimento di emissioni nette di CO2 pari a zero entro il 2050.

Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni sui nostri sforzi globali per ridurre il nostro impatto sull'ambiente, visita le nostre pagine globali: