NOTIZIE

Da ora sono aperte le candidature per la borsa di studio Ian Parry Scholarship 2018.

Soldati delle forze speciali irachene esaminano le conseguenze di un'autobomba suicida dell'ISIS che ha cercato di raggiungere le loro linee nel quartiere Al Andalus nella parte orientale di Mosul, nel gennaio 2017. Realizzato con Canon EOS 5D Mark III e obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM. © Ivor Prickett/Panos Pictures

Sono aperte le candidature alla borsa di studio Ian Parry Scholarship 2018 per sostenere il talento di giovani fotogiornalisti. Se sei un fotografo di età inferiore ai 24 anni o uno studente di fotografia a tempo pieno, sei invitato a candidarti. Ma attenzione, fai in fretta: la data di scadenza è il 28 luglio 2018.

Giunto alla sua 28a edizione, il libero concorso mette in palio due premi: il premio Ian Parry Award for Achievement e il premio Ian Parry Award for Potential. I partecipanti devono presentare un portfolio e una proposta di progetto. I vincitori di entrambe le categorie riceveranno 3.500 $ e attrezzatura Canon come aiuto a completare i loro progetti. Inoltre le loro immagini saranno esposte come parte di una grande mostra a Londra e verranno pubblicate sul Sunday Times Magazine.

La borsa di studio è stata creata per celebrare la vita e l'opera di Ian Parry, un fotogiornalista scomparso all'età di soli 24 anni mentre era in missione per il Sunday Times durante la rivoluzione rumena del 1989. Nel tempo ha lanciato le carriere di parecchi fotogiornalisti di successo e ha ottenuto il patrocinio di Sir Don McCullin.

"Vincere il premio Ian Parry Award è stato un grande incentivo nel momento in cui stavo iniziando la carriera di fotografo nel 2007", dice Ivor Prickett, fotogiornalista irlandese, neonominato Canon Ambassador, finalista del premio Pulitzer e vincitore di categoria al World Press Photo. "Era il mio primo anno dopo la laurea all'università. Ricevere questo tipo di riconoscimento non mi ha dato solo più fiducia in quello che stavo facendo, ma ha fatto anche conoscere il mio nome e mi ha aiutato a ottenere i primi incarichi a pagamento".

Photojournalist Ivor Prickett stands in a camp at sunset, taking a photo with his Canon camera and lens.
Il precedente vincitore del premio Ian Parry Award Ivor Prickett sul campo con il suo kit Canon. Il riconoscimento e la visibilità ottenuti in seguito al conferimento del premio hanno fatto decollare la sua carriera nel fotogiornalismo, ammette. © Ivor Prickett
Christian Ziegler’s

Iscriviti alla newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

"Il montepremi e la visibilità ricevuti dalla borsa di studio mi hanno permesso di continuare il progetto a lungo termine nei Balcani e di esporre il lavoro a Londra, dove ho incontrato molte persone importanti che mi hanno aiutato. È stato un grande incentivo sapere che il mio progetto era esposto e visto in un momento in cui era molto difficile riuscire a pubblicare i miei lavori. Per non parlare del fatto che i finanziamenti mi hanno concesso la libertà di non preoccuparmi di fare soldi con il mio lavoro e di seguire semplicemente i miei interessi del momento".

Il vincitore dell'Award for Achievement sarà automaticamente selezionato da World Press Photo per la sua Joop Swart Masterclass ad Amsterdam. Il vincitore dell'Award for Potential riceverà un tutorato di un anno presso Marcus Bleasdale, fotogiornalista britannico e vincitore in passato della borsa di studio Ian Parry Scholarship.

"Non posso esagerare quanto sia stato importante vincere il premio Ian Parry per iniziare la mia carriera", afferma Marcus. "È stato l'inizio di tutto. È il premio più importante a cui sono stato ammesso ed è stato gestito e mantenuto nel corso degli anni da persone fantastiche. Sono orgoglioso di essere associato a Ian e alla sua famiglia. Queste amicizie ti sostengono nel corso degli anni ben dopo la candidatura".

Il giudice ospite di quest'anno è Elisabeth Biondi, che è stata 15 anni visuals editor del New Yorker. Ha anche lavorato come direttore della fotografia presso Vanity Fair e Geo Magazine in Germania e ora lavora come curatrice indipendente, scrittrice e insegnante.

Una cerimonia di premiazione speciale si svolgerà in un luogo prestigioso vicino al Tower Bridge di Londra. Inoltre, Incite Project aggiungerà alla sua collezione le immagini premiate, con l'invito a vederle in un tour privato.

La competizione gioca un ruolo importante nel richiamare l'attenzione su questioni che sono spesso ignorate dai media tradizionali. Il premio Award for Achievement dello scorso anno è stato assegnato a Sharafat Ali, le cui fotografie hanno documentato le proteste anti-India in Kashmir, che hanno causato centinaia di vittime. Il premio Award for Potential 2017 è andato a Tafadzwa Ufumeli, che ha immortalato le violente dimostrazioni di Epworth, un sobborgo nella parte orientale di Harare nello Zimbabwe.

"Consiglio vivamente la borsa di studio ai giovani fotografi che stanno iniziando", dice Ivor. "È intrisa di storia e la famiglia di vincitori e mecenati del passato è una comunità affiatata di persone influenti pronte a sostenerti in un settore in cui spesso può essere difficile riuscire solo con i propri mezzi".

La candidatura è gratuita, i fotografi devono presentare un portfolio di 12 immagini e una proposta di progetto entro il 28 luglio 2018. Visita www.ianparry.org per ulteriori informazioni.

Scritto da Tom May


Articoli correlati

Visualizza tutto

Canon Professional Services

I membri possono accedere al supporto prioritario CPS, sia localmente che durante i maggiori eventi, a un servizio di riparazione rapida prioritaria e, a seconda del livello di iscrizione, possono aver diritto gratuitamente a prestiti di equipaggiamento di scorta e alla spedizione di restituzione dopo gli interventi di manutenzione. Possono inoltre usufruire di offerte esclusive riservate agli iscritti.

Scopri i dettagli e invia la richiesta di iscrizione

A CPS member looking pleased with his Canon photography equipment