ARTICOLO

Sfrutta la potenza delle LUT 3D con Canon EOS C70

La funzione Look File di EOS C70 ti permette di applicare le LUT 3D ai tuoi video per un controllo creativo di livello superiore. Ecco come impostarla.
Un'immagine di una donna che tiene un libro davanti all'acqua, divisa a metà per mostrare l'effetto dell'applicazione di una LUT 3D al colore dell'immagine.

Le LUT 3D ti permettono di creare un look specifico per il tuo video, da una semplice correzione del colore a qualcosa di più originale e trasformativo. E con Canon EOS C70, hai la libertà di applicare i tuoi file LUT 3D nella videocamera, utilizzando la funzione Look File.

Canon EOS C70 ti permette di creare fino a 20 file Immagine personalizzata che possono essere utilizzati per effettuare diversi trattamenti sui tuoi video.

Si tratta di un modo efficiente per accelerare il tuo flusso di lavoro e dare un aspetto coerente alle clip, poiché una volta che hai impostato parametri come gamma, spazio colore, livello del nero e dettaglio pelle, e li hai registrati in un file Immagine personalizzata, puoi richiamare istantaneamente quella specifica impostazione in qualsiasi momento.

Ma sapevi che puoi anche registrare file LUT (Lookup Table) 3D su EOS C70, per un grado di libertà ancora maggiore in termini di regolazione del colore e del carattere di un'immagine?

Cosa indica la sigla LUT?

La sigla LUT (Lookup Table) indica essenzialmente un insieme di istruzioni matematiche che rimappano i valori di input o registrati per ogni pixel in diversi valori di output RGB. Nel concreto, pensa a due colonne di numeri, dove il numero di input in una colonna ha un numero di output corrispondente nell'altra colonna. Quando si applica una LUT a un video, i numeri vengono convertiti, così come l'aspetto del filmato.

Uno degli svantaggi di una LUT 1D standard è che non permette di mescolare i valori di colore rosso, verde e blu. È una conversione lineare da un'impostazione di valore R, G o B a un'altra. Una LUT 3D invece lo consente, fornendo quindi più controllo su valori di colore specifici e un livello più sofisticato di manipolazione del colore come risultato.
Una ballerina con un abito giallo e uno scialle svolazzanti è in posa in cima a una montagna che si affaccia su una valle. Metà inquadratura mostra la versione Canon Log, l'altra metà quella con grading.

L'elaborazione con un file LUT 3D può migliorare l'aspetto dei filmati Canon Log, che tendono ad apparire sbiaditi e compressi quando vengono registrati.

Il vantaggio della LUT 3D

Come suggerisce il nome, una LUT 3D mappa il rosso, il verde e il blu in una griglia tridimensionale, permettendo trasformazioni di colore più complesse e sfumate. Sono disponibili tre dimensioni di griglia, o "risoluzioni", di LUT 3D: 17 punti, 33 punti e 65 punti. Anche se la versione a 65 punti offre la maggiore accuratezza, l'applicazione a un filmato nel software di editing richiede un computer con maggiore potenza di elaborazione.
Le LUT sono spesso usate come punto di partenza per il grading e per il monitoraggio sul set. Se si sfrutta la più ampia gamma dinamica di Canon Log, ad esempio, le riprese tendono a sembrare sbiadite e compresse direttamente dalla videocamera. Ma l'utilizzo di una LUT consente di monitorare il contenuto in una gamma di colori standard come Rec.709 o BT.2020 durante le riprese. L'aggiunta della funzione Look File su Canon EOS C70 consente di registrare video con una LUT 3D applicata e offre la possibilità di ottenere caratteristiche uniche di colore e contrasto senza la necessità di effettuare il color grading del filmato.

È possibile creare le proprie LUT 3D personalizzate nel software di editing e grading o scaricare file gratuiti o commerciali, che sono facilmente reperibili online. Per la compatibilità con la funzione Look File, questi devono essere file LUT 3D a 17 o 33 punti in formato .cube (le LUT 3D a 33 punti permettono una conversione dell'immagine più accurata). Dovrebbero anche essere progettate per l'input e l'output del segnale Full Range. Anche se è possibile registrare LUT 3D progettate per altre configurazioni di segnale, come risultato non si avrà una conversione corretta.
Disponi di un kit Canon?

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Ci sono una serie di applicazioni diverse per una LUT 3D. Possono essere usate per una semplice correzione del colore, ad esempio, o per emulare uno specifico look o stile cinematografico con l'obiettivo di raccontare una storia in un modo specifico o creare una determinata atmosfera.
Una spiegazione dei Look File accanto all'immagine di una donna di fronte a un muro attraversato da una striscia diagonale, all'interno della quale la foto è stata ricolorata da una LUT 3D.

Mentre i file LUT 3D sono spesso utilizzati per l'anteprima dell'aspetto delle riprese "finite", Canon EOS C70 offre la possibilità di registrare video con la LUT 3D applicata.

Una donna seduta su un balcone con metà dell'immagine regolata da una LUT 3D "Bleach Bypass".

Puoi creare i tuoi file LUT 3D personalizzati in software di editing e grading come DaVinci Resolve 17 di Blackmagic Design.

Come registrare un Look File su Canon EOS C70

Per utilizzare una LUT 3D su Canon EOS C70, è necessario registrarla come Look File attraverso il menu Immagine personalizzata. È anche possibile combinare un Look File con altri parametri del menu Immagine personalizzata. In questo caso il Look File verrà applicato dopo gli altri parametri Immagine personalizzata, ad eccezione della riduzione del rumore e del dettaglio pelle, che vengono elaborati dopo che il Look File è stato applicato.

Proprio come con un file Immagine personalizzata, le regolazioni effettuate utilizzando un Look File vengono applicate a tutte le immagini, comprese le clip MXF e MP4, l'output video HDMI e l'immagine visualizzata sullo schermo LCD.
Il filmmaker Simeon Quarrie riprende con la videocamera Canon EOS C70.

Riprese a costi contenuti con Canon EOS C70

Il filmmaker Simeon Quarrie spiega perché questa compatta videocamera Cinema EOS permette agli operatori di ottenere di più spendendo meno.
Quindi come si fa a trasformare le LUT 3D in opzioni Look File? Ecco una guida dettagliata:
Uno slot per file CP viene selezionato dal menu Immagine personalizzata.

Passaggio 1: salva il file 3D LUT nella directory principale di una scheda SD e inserisci la scheda nello slot per schede SD di tipo B di Canon EOS C70. Quindi seleziona lo slot del file CP desiderato e togli la protezione se necessario.

Una schermata che mostra le scelte di Gamma/Spazio colore all'interno del menu Immagine personalizzata.

Passaggio 2: scegli l'opzione che preferisci per la gamma di base e lo spazio colore nel menu Custom Picture Edit/File. È importante eseguire questa impostazione prima di registrare il Look File. Se questa impostazione è diversa dalla configurazione per cui è stata progettata la LUT 3D, non otterrai l'aspetto desiderato. Inoltre, se l'impostazione della gamma o dello spazio colore del file Immagine personalizzata viene cambiata dopo la registrazione di un Look File, il Look File registrato non può più essere applicato.

Un file 3D LUT (.cube) registrato come Look File all'interno del menu Immagine personalizzata.

Passaggio 3: seleziona Look File Setup > Register. Quando viene visualizzato un elenco dei file 3D LUT salvati sulla scheda SD, seleziona il file 3D LUT (.cube) desiderato per registrarlo come Look File.

Opzione "Conform to Custom Picture" selezionata dall'impostazione Gamma/Spazio colore all'interno del menu Immagine personalizzata.

Passaggio 4: nella schermata successiva, seleziona l'impostazione "Gamma/Spazio colore" da usare quando il Look File viene applicato. Se la LUT 3D che stai registrando include una conversione di configurazione del colore (ad esempio da Canon Log 2 a PQ), seleziona l'output finale a livello di gamma e spazio colore. Altrimenti, seleziona "Conform to Custom Picture" per le LUT 3D senza conversione della configurazione del colore.

Il menu Immagine personalizzata, il quale indica che la funzione Look File è attiva.

Passaggio 5: la LUT 3D sarà quindi registrata come Look File. Quando lo attivi, l'icona cambierà nell'icona "Look". Nelle schermate di stato, puoi confermare che il Look File è applicato alle clip registrate sulla scheda e a tutte le uscite video.

Una videocamera cinematografica Canon EOS C70.

Canon EOS C70 è stata la prima videocamera Cinema EOS a supportare la funzione Look File, ma ora è anche disponibile su EOS C500 Mark II e EOS C300 Mark III tramite un aggiornamento firmware.

Ulteriori miglioramenti

Canon EOS C70 è stata la prima videocamera a incorporare la funzione Look File, ma ora sia Canon EOS C500 Mark II che Canon EOS C300 Mark III supportano la funzionalità tramite un aggiornamento del firmware.

Ulteriori miglioramenti delle prestazioni e opzioni creative sono stati aggiunti a tutte e tre le videocamere nell'ambito della stessa release del firmware Cinema EOS. Ad esempio, il modello aggiornato di EOS C500 Mark II è ora in grado di registrare in formato 4:3 e 6:5 in Cinema RAW Light. Sia EOS C500 Mark II che EOS C300 Mark III ora dispongono anche di un'opzione di de-squeezing 1.8x, che consente l'accesso a una gamma più ampia di obiettivi anamorfici, e le due videocamere possono anche essere controllate in remoto dal telecomando Canon RC-IP100 tramite il protocollo XC originale di Canon basato su IP.

Gli utenti di EOS C70 beneficeranno di capacità di messa a fuoco automatica migliorate, grazie all'aggiunta di "Whole Area/Area intera" alle opzioni esistenti di dimensioni del fotogramma "Small/Piccolo" e "Large/Grande". Le tecnologie di controllo tramite touch e rilevamento del viso possono ora essere usate toccando lo schermo LCD quando si utilizza questa nuova modalità.

L'ultimo firmware aggiunge anche il supporto per altri sette obiettivi zoom all'adattatore Canon EF-EOS R 0.71x. Questi obiettivi supportati consentono la completa correzione ottica, la messa a fuoco automatica e la compatibilità dei metadati con EOS C70, con ulteriori obiettivi che saranno supportati negli aggiornamenti futuri.

Scarica la versione più recente del firmware all'indirizzo https://www.canon.it/support/consumer_products/product_ranges/digital_cinema/cinema_eos/

Scritto da Marcus Hawkins


Articoli correlati

  • A man filming on a mountain in the Swiss Alps with a Canon Cinema EOS camera.

    ARTICOLO

    Scenari mozzafiato, adrenalina… e "uno sport da pazzi"

    Scopri come il regista Regan Hall ha catturato lo sport estremo del BASE jumping con le videocamere Cinema EOS di Canon.

  • ARTICOLO

    Canon EOS C70 e Canon EOS R5: specifiche video a confronto

    Due dispositivi compatti e potenti per i filmmaker. Ma quali sono le differenze fra le loro specifiche video e qual è il modello più adatto alle tue esigenze di produzione?

  • Le prime riprese con Canon EOS C70

    STORIA DI UN SERVIZIO

    Le prime riprese con Canon EOS C70

    Jolade Olusanya parla di come ha utilizzato la videocamera Cinema EOS di Canon con innesto RF per realizzare un bellissimo filmato della poetessa Sophia Thakur.

  • Il cineoperatore Steve Holleran utilizza una videocamera Canon EOS C300 Mark III per riprendere una ballerina sull'ala di un aereo.

    ARTICOLO

    Perché scegliere una videocamera Cinema EOS?

    Le videocamere ibride offrono moltissimi vantaggi. Quindi, perché utilizzare una videocamera cinematografica? Scopri i 6 motivi per cui una videocamera Cinema EOS costituisce l'opzione migliore per i videografi.

  • Leggi la newsletter

    Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro