Uno degli sport invernali più estremi

In passato modo per raggiungere le località remote nei mesi con la neve, lo skijoring è oggi uno degli sport invernali competitivi più estremi. Una persona sugli sci tiene le redini e si fa trascinare da cavalli da corsa appositamente addestrati, senza fantino. I partecipanti gareggiano a velocità mozzafiato fino a 50 km/h.

Lo skijoring è stato uno sport dimostrativo nelle Olimpiadi invernali del 1928 e oggi le gare si tengono in diversi Paesi, tra cui USA, Canada, Francia e alcune zone della Scandinavia. La maggior parte delle gare prevede un percorso da 5 a 20 chilometri. In tutti i casi, i cavalli sono allevati e addestrati per rimanere calmi in condizioni di gara e per sentirsi a proprio agio con le redini e con lo sciatore dietro di loro.

Per avvicinarci al brivido e all'adrenalina dello skijoring, abbiamo seguito il cinquantacinquenne Franco Moro, campione del mondo in carica, patito della velocità e amante della neve, mentre si allenava in Argentina. Coltiva la sua ossessione per lo skijoring da 31 anni e partecipa all'evento White Turf di St Moritz, in Svizzera, da oltre tre decenni. La sua passione per lo sport rivela un modo diverso per sfruttare i periodi più freddi dell'anno: celebrare le attività estreme sulla neve, invece di ibernarsi al chiuso. Come and see.

Immagini © Richard Walch. Canon Ambassador