FLASH

Flash wireless

Scopri come usare lo Speedlite esterno alla fotocamera e controllarlo in modalità wireless per realizzare scatti creativi con il flash.
Sebbene sia molto comodo sollevare il flash incorporato se è presente nella fotocamera o inserire uno Speedlite nell'attacco a slitta della tua Canon EOS, otterrai risultati decisamente migliori usando un flash esterno. Qui entra in gioco il sistema flash wireless di Canon, che ti permette di attivare contemporaneamente uno o più Speedlite senza bisogno di collegare cavi.

L'uso di più Speedlite ti offre eccellenti possibilità di controllo creativo dell'illuminazione. Ad esempio, se la sorgente luminosa principale è lontana dalla fotocamera, puoi fare in modo che un'avvolgente illuminazione laterale riveli le forme del tuo soggetto mentre le altre unità flash riempiono le ombre, creano retroilluminazione o illuminano lo sfondo.

È stato possibile lavorare con due o più unità flash quasi dal giorno in cui sono state inventate. Tuttavia, il problema è sempre stato quello di trovare l'esposizione corretta. Sincronizzare soltanto i flash non basta. Bisogna anche controllare ogni flash separatamente per dare la giusta quantità di luce al soggetto.

Il sistema flash wireless di Canon può farlo al posto tuo, così potrai creare le immagini che vuoi con facilità. Devi solo impostare le Speedlite e premere il pulsante di scatto dell'otturatore. Si attiverà una serie di pre-flash e il sistema calcolerà automaticamente la potenza richiesta per ogni unità flash. Si attiveranno poi tutte le unità in contemporanea per ottenere un'immagine scattata con il flash bilanciata e con l'esposizione corretta.
In una grotta un fotografo sta immortalando una parete di roccia con motivi vorticosi, illuminato da due unità flash esterne posizionate per terra.

Hai bisogno di più luce di quella che può darti un solo flash? Oppure vuoi che l'illuminazione provenga da più direzioni? Usa uno o più Speedlite esterni alla fotocamera e controllali in modalità wireless.

Il sistema flash wireless di Canon si basa su un rapporto trasmettitore-ricevitore, in cui l'unità di trasmissione controlla le unità riceventi. L'unità di trasmissione può essere un flash integrato, un flash Speedlite esterno o un trasmettitore flash montato o collegato alla fotocamera. Le unità flash riceventi sono posizionate lontano dalla fotocamera e rivolte verso qualsiasi oggetto si voglia illuminare. Puoi usare un trasmettitore e un ricevitore oppure un solo trasmettitore e una serie di gruppi riceventi (fino a cinque, in base al sistema di controllo wireless che usi). Ogni gruppo ricevente può avere una o più unità flash riceventi. Ciò significa che il sistema è molto versatile e permette un controllo e una creatività quasi illimitati.

Sono disponibili due tipi di controllo flash wireless nel sistema Canon. Il più versatile è il sistema Radio Wireless, introdotto con Speedlite 600EX-RT nel 2012. Il sistema originale è un sistema ottico a luce pulsata, presente nei precedenti modelli Speedlite e supportato in tutti i modelli attuali (sebbene con il sistema ottico una coppia di unità di illuminazione macro possa funzionare solo come trasmettitori e non come ricevitori). Il sistema ottico presenta alcuni limiti (ad esempio, minore copertura wireless e problemi di funzionamento con luce solare diretta), ma anche alcuni vantaggi (come la possibilità di usare più unità flash riceventi rispetto al sistema Radio Wireless).
Canon EOS 6D Mark II con obiettivo EF 24-105mm, dotata di Trasmettitore Speedlite ST-E2 nell'attacco a slitta e ricevitore Speedlite a lato.

Il sistema flash wireless di Canon ti permette di controllare due o più Speedlite a distanza senza bisogno di cavi.

Radio Wireless

Al momento esistono cinque Speedlite Canon che utilizzano il sistema Radio Wireless di Canon: Speedlite EL-1, Speedlite 600EX-RT, 600EX II-RT, 430EX III-RT e Flash macro a doppia torcia MT-26EX-RT. La sigla RT sta per "Radio Transmission" (trasmissione radio).

Il sistema Radio Wireless usa la frequenza radio di 2,4 GHz per controllare i flash riceventi. La trasmissione radio elimina due dei potenziali punti deboli della trasmissione ottica: la portata limitata (soprattutto all'esterno) e l'esigenza di mantenere sempre in vista il trasmettitore e il ricevitore. Con il sistema RT, il campo è esteso fino a circa 30 metri e i flash riceventi possono essere nascosti dietro ostacoli o soggetti senza timore di malfunzionamenti. Ciò è utile se vuoi illuminare il soggetto da dietro o illuminare lo sfondo con uno Speedlite nascosto dietro il soggetto.

Il sistema RT permette, inoltre, di usare fino a cinque gruppi di Speedlite riceventi (rispetto ai tre supportati dal sistema ottico), con un massimo di tre flash in ogni gruppo, per un totale di 15 unità flash riceventi.

In modalità radio, gli Speedlite EL-1, 600EX II-RT e 430EX III-RT possono funzionare sia come trasmettitori che come ricevitori radio, mentre il Flash macro a doppia torcia MT-26EX-RT, montato sull'obiettivo, può funzionare solo come trasmettitore. Se gli Speedlite EL-1, 600EX II-RT o 430EX III-RT sono impostati come unità riceventi, possono essere controllati da qualsiasi trasmettitore del sistema RT, compreso il trasmettitore flash radio Trasmettitore Speedlite ST-E3-RT.

Il Trasmettitore Speedlite ST-E3-RT viene montato nell'attacco a slitta della fotocamera e ha le stesse funzioni di trasmettitore radio di Speedlite 600EX II-RT, ma non ha la testa del flash, perciò non può produrre alcuna luce. È perfetto quando non vuoi un flash diretto dall'unità della fotocamera ed è più piccolo di un'unità flash, perciò puoi lavorare senza ulteriore ingombro e peso sulla fotocamera.

Quando utilizzi le impostazioni di trasmissione radio wireless, il display sul retro dell'unità di trasmissione mostra il simbolo "flash pronto", così saprai quando i flash remoti sono pronti a scattare.

Canali di trasmissione

È essenziale che le unità di trasmissione e ricezione siano impostate sugli stessi canale e ID per poter comunicare.

Nel sistema Radio Wireless sono disponibili 15 canali. Puoi impostare un numero specifico compreso tra 1 e 15 oppure usare l'opzione automatica per selezionare e usare il canale con il segnale migliore. L'ID è un numero a quattro cifre compreso tra 0000 e 9999 che imposti in modo che sia uguale per tutte le unità. Una volta stabilita la connessione tra le unità di trasmissione e ricezione, la spia Link diventa verde.

Usare uno specifico canale di trasmissione e ID wireless previene le interferenze di altri fotografi che stanno usando il flash radio.

Gruppi riceventi

Si può pensare a un gruppo ricevente come a uno Speedlite diviso in più unità flash (fino a tre per gruppo con il sistema Radio Wireless di Canon). Tutte le unità riceventi del gruppo attivano il flash alla stessa potenza per un output congiunto. Ad esempio, se sono impostati due Speedlite sul gruppo A, entrambi attivano un pre-flash quando ricevono il segnale dall'unità di trasmissione. I due pre-flash vengono riflessi verso la fotocamera, dove sono misurati e memorizzati. La fotocamera calcola poi la potenza complessiva richiesta al gruppo A. Una volta completata l'esposizione, ognuna delle due unità del gruppo A fornirà metà della potenza totale richiesta. Se il gruppo A comprende tre unità, ognuna di esse fornirà un terzo della potenza totale richiesta. Ciò ti dà la possibilità di ottenere una potenza maggiore di quella che si può ottenere con un singolo flash o semplicemente tempi di ripristino più brevi se non è necessario scattare a piena potenza.

Se usi un flash Speedlite come trasmettitore, anch'esso si attiverà normalmente nel gruppo A. Tuttavia, puoi anche impostarlo in modo tale che non si attivi, così da funzionare come il Trasmettitore Speedlite ST-E3-RT e non contribuire a illuminare il soggetto.

Avere più Speedlite in un gruppo può essere utile quando scatti primi piani con aperture dell'obiettivo molto ridotte. Un solo Speedlite può non essere in grado di fornire illuminazione sufficiente ad aperture ridotte, mentre un gruppo si combinerà per ottenere un flash più potente.

Un altro vantaggio di usare più Speedlite in un gruppo consiste nel fatto che la potenza di ogni flash è ridotta, perciò anche la durata del flash è minore. Ciò può essere molto utile se vuoi fissare un soggetto vicino in movimento, come una goccia di latte che cade su una superficie.

Quando le unità di trasmissione e ricezione sono entrambe impostate su E-TTL (o E-TTL II), funzionano in modalità flash wireless completamente automatica. Tuttavia, puoi controllare la compensazione dell'esposizione del flash ricevente, il bracketing dell'esposizione del flash, il blocco dell'esposizione del flash e la sincronizzazione ad alta velocità, oppure selezionare il flash manuale e il flash stroboscopico dall'unità di trasmissione.
Il display di un Trasmettitore Canon Speedlite ST-E3-RT.

Il Trasmettitore Canon Speedlite ST-E3-RT viene montato nell'attacco a slitta della fotocamera, ma non ha la testa del flash: controlla semplicemente le unità flash esterne alla fotocamera.

Il display sul retro di Canon Speedlite 600EX II-RT in modalità trasmettitore.

Il display sul retro di Canon Speedlite 600EX II-RT in modalità trasmettitore. Si noti che le opzioni di controllo sono quasi identiche a quelle del Trasmettitore Speedlite ST-E3-RT.

Come funziona

Una volta configurate le unità di trasmissione e ricezione, non appena si preme il pulsante di scatto, la fotocamera misura la luce ambientale e la archivia in memoria. L'unità di trasmissione invia poi un segnale all'unità ricevente A (o a tutte le unità riceventi del gruppo A se più di una). Ciò attiva un pre-flash dall'unità (o dalle unità del gruppo). Il flash viene misurato e la lettura archiviata in memoria. Questa sequenza si ripete a sua volta per l'unità o le unità del gruppo B e poi del gruppo C, se presente.

La memoria contiene ora le letture della luce ambientale, più i pre-flash dai gruppi. Con queste informazioni, la fotocamera può calcolare la potenza richiesta a ogni gruppo flash per un'esposizione bilanciata. Le informazioni vengono trasmesse alle unità, che scattano tutte in contemporanea con l'apertura dell'otturatore della fotocamera.

Controllo del rapporto flash

Puoi utilizzare l'unità di trasmissione per preimpostare potenze dei flash diverse per due gruppi riceventi, A e B. Il rapporto flash A:B può essere impostato tra 8:1 e 1:8 (che corrisponde a un intervallo tra 3:1 e 1:3 se convertito in numero di stop dell'esposizione) in incrementi di 0,5 stop, per un totale di 13 impostazioni, in cui 1:1 corrisponde a potenza uguale per i due gruppi. L'incremento può essere impostato a 0,3 stop se preferisci. Se usi anche un terzo gruppo ricevente, puoi impostare il rapporto flash A:B e controllare il gruppo C separatamente utilizzando la compensazione dell'esposizione del flash. Dal momento che il sistema RT supporta fino a cinque gruppi, lo stesso principio vale quando usi un gruppo D o E in aggiunta.

Se usi due gruppi riceventi, la potenza totale del flash dei gruppi A e B è impostata per fornire l'esposizione corretta. Il pre-flash viene attivato dai gruppi riceventi in sequenza, come spiegato sopra. Le letture ottenute vengono usate per impostare la potenza del flash di ogni gruppo ricevente secondo il rapporto flash. Ad esempio, se il rapporto A:B è impostato a 2:1, la potenza del flash del gruppo ricevente B avrà uno stop in meno rispetto al gruppo ricevente A, ma insieme produrranno immagini con un'esposizione perfetta. A differenza di quando usi un flash da studio, non devi allontanare dal soggetto alcune unità flash più di altre per ottenere effetti creativi. Il sistema flash wireless di Canon controlla la potenza del flash al posto tuo.

Se hai tre gruppi flash, a turno ogni gruppo scatta un pre-flash. Puoi impostare un rapporto flash per i gruppi riceventi A e B, come sopra. Il gruppo ricevente C viene impostato per ottenere una corretta esposizione indipendentemente dai gruppi A e B. Ciò significa che lo Speedlite, o gli Speedlite, del gruppo C devono essere usati con attenzione. Se il gruppo C è rivolto verso lo sfondo o posto dietro il soggetto per ottenere una luce d'effetto (rim o accent light), l'esposizione può essere corretta. Tuttavia, se le unità del gruppo C sono rivolte verso il soggetto, la luce aggiuntiva comporterà una sovraesposizione. Ciò si può evitare impostando una compensazione dell'esposizione del flash negativa per il gruppo ricevente C. Potrebbe anche essere necessario utilizzare la compensazione dell'esposizione del flash se l'illuminazione dello sfondo o la luce d'effetto devono essere attenuate.

Controllo flash manuale

Se l'unità di trasmissione e i ricevitori sono impostati su Manuale invece di E-TTL, puoi impostare una potenza del flash diversa per ogni gruppo ricevente, per avere un maggior controllo creativo sulle tue immagini. Dopo aver assegnato ogni ricevitore a un gruppo flash, devi impostare la potenza per ogni gruppo tramite l'unità di trasmissione.

La capacità di controllare la potenza di un ricevitore dall'unità di trasmissione è particolarmente utile quando è difficile accedere agli Speedlite riceventi.

Modalità Gruppo flash

Con il sistema Radio Wireless, la modalità Gruppo flash (Gr) ti permette di impostare una modalità flash diversa per ogni gruppo, fino a cinque gruppi (A, B, C, D, E). Le modalità disponibili sono le modalità Flash automatico E-TTL II/E-TTL (con o senza compensazione dell'esposizione del flash), Manuale o Lettura automatica del flash esterno. Ciò può essere utile se vuoi usare il flash E-TTL II sul volto del soggetto ritratto (gruppo A e B, ad esempio), ma controllare manualmente l'illuminazione dei capelli (gruppo C) e dello sfondo (gruppo D).
Fotocamera Canon EOS 7D con Speedlite 580EX-II, in cui viene mostrato il menù di controllo del flash esterno sulla fotocamera.

Molte fotocamere EOS sono in grado di controllare unità flash esterne.

Menù Impostazioni della funzione flash che mostra la modalità flash di ognuno dei cinque gruppi di flash esterni.

Usando il sistema wireless RT di Canon, la modalità Gruppo flash ti permette di controllare la modalità flash di ogni gruppo di Speedlite esterni.

Il retro di un Trasmettitore Speedlite ST-E2 con i comandi.

Il Trasmettitore Speedlite ST-E2 viene montato nell'attacco a slitta della fotocamera e ti permette di controllare uno o più Speedlite esterni.

Sistema ottico wireless a luce pulsata

Nel sistema ottico wireless di Canon le impostazione del flash e gli impulsi di attivazione sono inviati tramite luce pulsata (di solito a infrarossi) dall'unità di trasmissione alle unità riceventi. Ciò permette una portata di controllo fino a circa 15 metri, ma è necessario mantenere sempre in vista il trasmettitore e le unità riceventi.

Nel sistema flash ottico wireless di Canon, è possibile usare come unità di trasmissione diversi flash Canon e un Trasmettitore Speedlite, ovvero 600EX II-RT, Speedlite EL-1, Speedlite EL-100, Flash macro ad anello MR-14EX II, Flash macro a doppia torcia MT-26EX-RT e Trasmettitore Speedlite ST-E2 (di questo parleremo più avanti). Molte fotocamere EOS con flash incorporato dispongono di un Trasmettitore Speedlite integrato, tra queste EOS 90D, EOS 7D Mark II, EOS 77D, EOS 800D e EOS 850D. Tale caratteristica consente loro di emettere segnali a infrarossi per controllare a distanza gli Speedlite in modo simile al Trasmettitore Speedlite ST-E2, ma senza bisogno di un'unità di trasmissione aggiuntiva.

Come per il sistema Radio Wireless, le unità di trasmissione e ricezione devono essere impostate su un canale specifico per comunicare. Il sistema ottico dispone di quattro canali, pertanto, a patto che ognuno usi un canale diverso, fino a quattro fotografi possono lavorare nello stesso luogo senza che le loro unità flash interferiscano le une con le altre. In alternativa, un fotografo può avere quattro configurazioni che possono essere controllate singolarmente.

Sistema ottico wireless: gruppi controllabili

Speedlite EL-1, 600EX II-RT, EL-100, Flash macro ad anello MR-14EX II e Flash macro a doppia torcia MT-26EX-RT possono controllare fino a tre gruppi di unità riceventi usando il sistema ottico wireless. Lo stesso vale per le fotocamere con un trasmettitore Speedlite integrato. Il Trasmettitore Speedlite ST-E2 controllerà solo due gruppi. Ogni gruppo può contenere un numero qualsiasi di unità riceventi.

Come con il sistema Radio Wireless, l'unità di trasmissione può essere usata con il flash disattivato. Ciò consente di controllare i gruppi riceventi senza aggiungere illuminazione. Il Trasmettitore Speedlite ST-E2 funziona sempre in questa modalità, dal momento che non ha un proprio flash.

Trasmettitore Speedlite ST-E2

Il Trasmettitore Speedlite ST-E2 viene montato nell'attacco a slitta della fotocamera e permette di controllare a 360° uno o più Speedlite, compreso il controllo dei gruppi e del rapporto flash. Può controllare due gruppi flash riceventi diversi.

Al chiuso ST-E2 è in grado di controllare unità flash fino a 15 metri di distanza. All'aperto la distanza si riduce a circa 10 metri a causa della luce ambientale. Essendo a infrarossi, il trasmettitore dovrebbe idealmente avere le unità flash all'interno della propria visuale, anche se al chiuso il rimbalzo dei raggi infrarossi sul soffitto e sui muri potrebbe essere sufficiente per attivare le unità flash anche se non perfettamente in vista.

ST-E2 mantiene tutte le capacità E-TTL con le fotocamere E-TTL e permette anche di utilizzare il flash con sincronizzazione ad alta velocità e il blocco dell'esposizione del flash se la fotocamera dispone di un pulsante FEL.

Se usi il trasmettitore per attivare più di un flash ricevente, puoi impostarli come due gruppi riceventi separati, A e B, e controllare il rapporto tra di essi (come spiegato sopra). Tuttavia, per una semplice illuminazione esterna alla fotocamera, monta ST-E2 nell'attacco a slitta, imposta l'unità o le unità flash in modalità di ricezione e scatta. Non è nemmeno necessario impostare la potenza di emissione. Viene fatto in automatico quando imposti l'unità flash come ricevitore.

Unità riceventi ottiche

L'intera gamma Speedlite attuale può essere utilizzata come ricevitore ottico wireless tranne i modelli Flash macro ad anello MR-14EX II e Flash macro a doppia torcia MT-26EX-RT, che possono fungere solo da unità di trasmissione nel sistema ottico wireless.

Una volta scelta l'unità ricevente, è necessario selezionare altre due impostazioni. Innanzitutto, come evidenziato in precedenza, il numero del canale (1-4) deve coincidere con quello dell'unità di trasmissione, altrimenti il ricevitore non risponde. Poi, devi impostare l'ID del gruppo ricevente (A, B o C). Ciò vale anche nel caso di un "gruppo" contenente un'unica unità ricevente. Tuttavia, nel sistema ottico wireless, impostare l'ID del gruppo è importante solo se il Controllo del rapporto flash sull'unità di trasmissione è attivo. Se il Controllo del rapporto flash è disattivato, tutti gli Speedlite si attiveranno con la stessa potenza, indipendentemente dalle impostazioni del gruppo. Ogni Speedlite contribuirà in egual misura alla potenza totale del flash calcolata come necessaria dalla fotocamera.

Comunicazioni

L'unità flash di trasmissione ottica wireless Speedlite comunica con le unità riceventi usando la luce a infrarossi. Le informazioni che si possono inviare sono le seguenti:

• Canale: 1, 2, 3 o 4

• Modalità flash: numero di gruppi (1, 2 o 3); E-TTL/M/Multi; pre-flash/flash principale; flash FP/normale

• Potenza flash: da 1 a 1/128 di potenza

• Flash stroboscopico: frequenza di scatto e numero di flash

Le informazioni vengono trasmesse come impulso ad alta velocità e il pre-flash e il flash principale si attivano a distanza così ravvicinata che la maggior parte delle persone vedrà un unico flash. Il tempo necessario affinché il flash sincronizzato si attivi dopo aver premuto completamente il pulsante dell'otturatore varia dagli 80 ms ai 130 ms, in base al modello della fotocamera EOS e al numero di unità riceventi.

Easy Wireless

Introdotta con EOS 600D e oggi presente in una serie di modelli come EOS 7D Mark II e EOS 850D, la funzione Easy Wireless rende semplice per i nuovi utenti iniziare a utilizzare il sistema flash wireless di Canon senza bisogno di avere una conoscenza approfondita del flash wireless per ottenere buoni risultati.

Easy Wireless usa il flash incorporato nella fotocamera come trasmettitore. Devi soltanto assicurarti di aver impostato lo Speedlite esterno come unità ricevente sullo stesso canale della fotocamera e di aver selezionato la funzione Easy Wireless nel menù della fotocamera.

La modalità Easy Wireless usa il sistema ottico wireless di Canon, perciò puoi usare fino a tre gruppi di unità flash esterne, ma con la modalità Easy Wireless non hai il controllo del rapporto tra i gruppi. I gruppi flash vengono trattati come un'unica grande fonte di luce, imitando la modalità Gruppo A+B+C disponibile nelle impostazioni wireless personalizzate.

Scritto da Angela Nicholson


Articoli correlati

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro