ARTICOLO

Illuminare come un maestro olandese: un'intervista a Carla van de Puttelaar

In uno scatto della serie della fotografa Carla van de Puttelaar, Artfully Dressed, la storica della moda e autrice Amber Butchart è raffigurata in uno stile ispirato ai maestri olandesi del XVII secolo. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS e obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM a 1/60 s, f/7,1 e ISO640. © Carla van de Puttelaar

Ispirandosi ai pittori del XVII secolo universalmente noti come "maestri olandesi", la fotografa olandese contemporanea Carla van de Puttelaar utilizza la risoluzione da 50.6 MP di Canon EOS 5DS per catturare i dettagli più minuti dei suoi soggetti, il tutto sfruttando la sola luce naturale. "Sono sempre stata affascinata dalla pelle e dalla luce. Guardo come la luce cade sulle persone, come il tessuto luccica e si piega. Sono molto affamata di arte", rivela.

La fotografa può facilmente saziare questa fame. Ha conseguito un dottorato di ricerca in ritrattistica scozzese del XVII secolo e ha tenuto conferenze alla Royal Academy of Art dell'Aia. Sostiene che il suo debole per luce, ombra e sfumature sia scaturito da pittori olandesi come Jan Davidszoon de Heem e Rachel Ruysch.

Il lavoro di Carla si concentra normalmente sul corpo femminile, ma nel suo libro, Adornments, osserva i fiori con lo stesso sguardo. Cattura la sensibilità e la sensualità dei petali con un livello di dettaglio tale che sembra che l'osservatore possa toccare i petali con gli occhi.

A pink rose is lit from the right-hand side of the picture, casting the other side in shadow. It’s seen against a black background.
"Devi avere la sensazione che ci sia qualcosa di magico nella fotografia", sostiene Carla. In questa fotografia della sua raccolta, Adornments, il semplice sfondo nero e la luce naturale sono parte di questa "magia". Scatto realizzato con Canon EOS 5DS e obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM a 1/200 s, f/11 e ISO320. © Carla van de Puttelaar
A pink rose with only a few wilted petals left is seen against a black background.
Per i suoi ritratti floreali, Carla ha a disposizione grandi quantità di fiori e segue l'evoluzione di ognuno di essi mentre cambiano e appassiscono. Scatto realizzato con Canon EOS 7D e obiettivo Canon EF-S 15-85mm f/3.5-5.6 IS USM a 1/6 s, f/11 e ISO250. © Carla van de Puttelaar

Alla ricerca del soggetto perfetto

Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

Affinché una fotografia di questo tipo abbia successo, che si tratti di una donna adornata con tessuti elaborati o di un delicato petalo ricco di sfumature, Carla van de Puttelaar insiste sul fatto che debba esserci chimica tra lei e il soggetto. "Il feeling è fondamentale. Devi avere la sensazione che ci sia qualcosa di magico nella fotografia; questa è una delle cose che conta di più", dice.

Per questo motivo, prende sul serio il "casting" del suo soggetto, anche quando si tratta di un fiore. "Mi piace tenere una grande quantità di fiori e guardarli mentre sbocciano, cambiano, appassiscono. È come se fossero modelli per me. Non tutti sono quelli giusti", sostiene. "A volte ho un intero mazzo di fiori e dico: Oh, devo averti. Tu sei il fiore perfetto". Alcuni fiori hanno una forma e una delicatezza che mi si addice.

"A volte cammino per la stanza e mi accorgo di come cambiano con la luce, corro a prendere il mio sfondo nero e lo metto in posizione per catturare al meglio il fiore".

A lady in a pink and white striped dress lounges on a chair with her feet up. She casts an elegant profile in her shadow across the back wall.
Zoe Whitley, curatrice d'arte internazionale presso la Tate Modern di Londra, in Inghilterra, è ritratta con la sola luce naturale in questa foto della serie Artfully Dressed a cura di Carla. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS e obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM a 1/80 s, f/5.0 e ISO400. © Carla van de Puttelaar

Lo stesso vale per la selezione di modelle in carne e ossa. Di solito cerca le sue modelle in occasione di fiere d'arte e mostre, dove è sicura di trovare soggetti con un interesse per l'arte. "Sono per l'incontro personale. La sensazione che si prova, proprio come con i fiori, è: questa è quella perfetta. È una persona che potrei fotografare molto bene".

Altre volte, semplicemente avvista i suoi soggetti per strada. "Una volta, stavo andando al circo in bici con due dei miei figli, uno davanti e uno dietro. Ho visto una persona e ho pensato: "Devo chiederglielo assolutamente". Così ho trasformato la mia bici in un razzo, bambini compresi, e ho pedalato più velocemente possibile per raggiungerla. Siamo comunque riusciti ad arrivare al circo in tempo", ride.

Utilizzo della luce naturale

Per le sue fotografie, Carla utilizza sempre la luce naturale e un allestimento così semplice da poter essere utilizzato sia a casa che sul posto, così come nel suo studio; uno sfondo nero portatile e la luce di una finestra. "Uso spesso la luce fredda di una finestra rivolta a nord, ma ultimamente ho variato un po', sfruttando talvolta anche la luce diretta del sole", rivela.

Spesso, i fiori vengono meglio se fotografati a casa, secondo Carla. "La cosa bella dei fiori è che puoi seguirli mentre cambiano e appassiscono, per catturarli al momento giusto. Mi piace usare la luce che cade sui petali e li attraversa, per far risaltare la magia", dice.

A woman with red hair tied in a plait faces away from the camera. She wears a low-backed dress that shows off her milky white skin.
Un bel ritratto della serie Rembrandt a cura di Carla in cui viene sfruttata la luce naturale. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS e obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM a 1/60 s, f/7,1 e ISO640. © Carla van de Puttelaar
A woman with short blonde hair wears a green dress and scarf and stands against a black background.
Maria Balshaw, direttrice dei musei e delle gallerie d'arte della Tate nel Regno Unito, dalla serie Artfully Dressed a cura di Carla. Carla ha fotografato Maria all'interno della Tate Britain, montando lo sfondo nero in un angolo con forte illuminazione. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS e obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM a 1/100 s, f/2,8 e ISO640. © Carla van de Puttelaar
A woman in a green embellished bodice and glamorous makeup runs a fern frond over her forehead. She stands in front of a green and red floral background.

A sostegno delle donne nella fotografia: Mimi Haddon

La fotografa di Getty, Mimi Haddon, rivela in che modo i suoi eroi, e un negozio di costumi, l'hanno ispirata nella creazione di foto artistiche dai vivacissimi colori.

Per un progetto recente, chiamato Artfully Dressed, Carla ha ritratto donne del mondo dell'arte vestite con abiti di design elaborati e tessuti pregiati. Si è recata a Londra, New York e Parigi per fotografare le donne più influenti del mondo dell'arte, utilizzando il suo particolare metodo. "Anche quando ho fotografato la direttrice della Tate, Maria Balshaw, appena ho trovato un angolo adatto della Tate Britain, ho allestito uno sfondo e l'ho fotografata lì", racconta.

In passato, le immagini molto dettagliate di Carla richiedevano l'uso di una fotocamera di medio formato, ma ora utilizza la fotocamera full-frame Canon EOS 5DS. "Ho aspettato a lungo una fotocamera come 5DS e l'ho presa appena uscita", dice.

"Con l'ampia gamma di sensibilità alla luce e pixel, si può fare qualcosa che prima era impossibile fare. Puoi esplorare e mostrare cose che i tuoi occhi non riescono a percepire, penso che sia davvero affascinante. Proprio come è possibile memorizzare più informazioni di quelle che la testa può contenere utilizzando computer e hard disk, si può espandere la propria visione attraverso una fotocamera".

A woman in a pale silk dress lies on a black floor, flowers trailing over her dress and foliage hanging from above.
Nel ritratto di Lidewij de Koekkoek, direttrice del Rembrandt House Museum di Amsterdam, nei Paesi Bassi, favolosi abiti in seta sono combinati con fiori e fogliame. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS e obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM a 1/60 s, f/8 e ISO640. © Carla van de Puttelaar

L'alta risoluzione di Canon EOS 5DS le ha permesso di lavorare su fotografie di grandi dimensioni, combinando diverse immagini in immagini monumentali, senza perdere la flessibilità di una fotocamera portatile. "Forse non si percepisce dalle mie fotografie perché suscitano una sensazione di immobilità, ma in realtà sono una fotografa molto dinamica, che si muove continuamente avanti e indietro. Canon EOS 5DS mi ha aiutato molto perché posso ottenere qualcosa in più in termini di scala e monumentalità, cosa che prima mi riusciva solo con il medio formato", afferma.

Per lo stesso motivo, Carla tende a scegliere l'obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM. "Essendo una fotografa dinamica, mi piace avere la possibilità di zoomare e cambiare rapidamente prospettiva, si tratta davvero di un ottimo obiettivo. Mi piace anche usare Canon EF 85mm f/1.4L IS USM, è un obiettivo per ritratti davvero ben fatto", continua.

Come prossimo passo, Carla sta pensando di sperimentare con il lume di candela. "Sto pensando di usare il lume di candela nelle mie foto, ma in modo originale", dice. "Sto ancora cercando di capire esattamente come fare, ma so che avrò bisogno di una macchina fotografica come Canon EOS 5D Mark IV per lavorare con le candele nel modo a me più congeniale. Mi piacciono molto le fonti di luce naturale e trovo che sperimentare con esse sia molto stimolante. Aprono a tantissime nuove possibilità".

Scritto da Kathrine Anker


Il kit di Carla Van de Puttelaar

Kit essenziale per i ritratti pittorici

A Canon EOS 5DS camera sits against a black background.

Fotocamera

Canon EOS 5DS

"Canon EOS 5DS mi ha aiutato molto perché posso fare di più in termini di scala e monumentalità", afferma Carla riguardo alla reflex digitale con risoluzione da 50.6 megapixel, in grado di catturare in ogni momento dettagli sorprendenti.

Obiettivi

Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM

"Essendo una fotografa dinamica, mi piace avere la possibilità di zoomare e cambiare rapidamente prospettiva, si tratta davvero di un ottimo obiettivo", commenta Carla sullo zoom della serie L, molto apprezzato per la flessibilità che offre.

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora