ARTICOLO

Amore, perdita e sacrificio: la storia di Cynthia Lennon raccontata attraverso gli obiettivi Sumire Prime

La direttrice della fotografia Tania Freimuth spiega come gli obiettivi Sumire Prime di Canon abbiano permesso a Cynthia, la prima moglie di John Lennon, di emergere dall'ombra del marito.
Una videocamera Canon EOS C500 Mark II con un obiettivo Canon Sumire Prime CN-E50mm T1.3 FP X.

Mentre le riprese di "Cyn" si sviluppavano e transitavano a causa delle difficili condizioni del 2020, la direttrice della fotografia Tania Freimuth si è trovata a valutare attentamente la scelta del suo kit. Per adattarsi al meglio ai suoi cambiamenti creativi, ha scelto la videocamera Canon EOS C500 Mark II e gli obiettivi della serie Canon Sumire Prime. © Dave Stevenson

Mentre la Beatlemania prendeva piede in tutto il mondo, una donna stava in disparte. Cynthia Powell, prima moglie di John Lennon, era una giovane donna inglese del Wirral che si innamorò di un musicista, prima che un nuovo tipo di fama colpisse entrambi. Mentre la relazione di John con Yoko Ono è ben documentata, l'amore, la perdita e il sacrificio del suo primo matrimonio sono meno noti.

Il film biografico "Cyn" intende cambiare le cose. Basato sulla sua autobiografia "John", un titolo piuttosto significativo, il cortometraggio sovverte la tradizionale narrazione dominata dagli uomini per raccontare la storia di Cynthia attraverso i suoi stessi occhi. Nella Liverpool degli anni '50, conosciamo i primi inebrianti giorni della sua storia d'amore, il matrimonio e l'arrivo del figlio Julian, nonché il successivo dipanarsi della relazione tra Cynthia e John sullo sfondo del successo stratosferico della band inglese.

Il progetto ha offerto alla direttrice della fotografia Tania Freimuth la possibilità di lavorare di nuovo con il regista e sceneggiatore Ben Desmond (la coppia aveva già collaborato nel 2017 al cortometraggio sulla seconda guerra mondiale "Pitfall") e di dare meritatamente voce a Cynthia nella storia del rock and roll.
Dopo essersi diplomata alla scuola di cinema di Manchester, Tania ha investito alcuni dei suoi premi in denaro nelle riprese di video musicali per MTV, in particolare la hit del 1991 "Can You Dig It?" dei The Mock Turtles. Iniziando come secondo assistente operatore, ha trascorso diversi anni esercitando il suo mestiere nella pubblicità, prima di avere la sua occasione nel mondo del cinema. Membro del BAFTA, ora gira lungometraggi indipendenti e si trova spesso attratta dalle narrazioni incentrate sulle donne.

In "Cyn", era importante presentare la versione dei fatti dal punto di vista di Cynthia. "Comprensibilmente, tutti conoscono John" spiega Tania. "Le donne spesso rimangono nell'ombra. Le cose stanno lentamente cambiando, ma bisogna fare i conti con il nostro pregiudizio inconscio e il modo in cui la società se ne sta occupando. Quindi è una storia del nostro tempo, tanto quanto lo è di quel tempo".

In questo articolo, Tania spiega come gli obiettivi Canon Sumire Prime e la videocamera Canon EOS C500 Mark II hanno contribuito a portare "Cyn" sullo schermo.

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Una donna bionda guarda pensierosa verso il basso.

L'attrice Eloise Smyth interpreta il ruolo di Cynthia Lennon nel cortometraggio "Cyn", basato sulla sua autobiografia "John". "Lei rimane abbastanza in disparte nel libro. Anche se si tratta della sua storia, in modo tipicamente femminile mette in luce la figura maschile. Perciò ritengo che il regista e sceneggiatore Ben Desmond abbia fatto una mossa coraggiosa nel voler raccontare la sua storia" afferma Tania. © Tania Freimuth

Una piccola troupe riprende gli attori Eloise Smyth e Bill Milner sdraiati su un letto durante le riprese del film biografico "Cyn" su Cynthia Lennon.

Le restrizioni dovute al Covid-19 hanno costretto la troupe ad abbandonare le riprese pianificate a Liverpool e a ripensare al modo in cui avrebbero trasmesso il cambiamento di atmosfera in uno studio. © George O'Reilly

Una tela bianca

Di fronte a una tale ricchezza di materiali e a un tema coinvolgente, il primo passo è stato scegliere quali parti della storia raccontare. "In breve, è stato piuttosto difficile dare al film un'atmosfera uniforme, senza lasciare troppo spazio al dramma della relazione" spiega Tania. "Si tratta di scegliere i momenti che catturano il viaggio. Ci sono stati momenti turbolenti, ma anche momenti di gioia".

Quando il film è entrato in produzione, il team si è trovato a fronteggiare le sfide lanciate dal Covid-19 e le riprese a Liverpool erano fuori questione. "Improvvisamente mi sono trovata davanti una tela bianca, in uno studio bianco" racconta Tania. "Era una cosa nuova per me, dato che di solito effettuo le riprese in loco".

L'ambiente bianco dello studio ha anche costretto Tania a ripensare il modo in cui avrebbe girato "Cyn". Inizialmente aveva pianificato di filmare in formato anamorfico, motivo per cui aveva optato per la videocamera full frame Canon EOS C500 Mark II, ma quando la nuova situazione ha reso il tutto meno pratico, ha iniziato a considerare altre opzioni in termini di obiettivi. "Sapevo di voler effettuare riprese full frame, quindi ho valutato gli obiettivi Sumire Prime, con i quali avevo un po' di esperienza" spiega. "Insieme al formato full frame, mi hanno aiutato a legare ciò che volevo realizzare con l'illuminazione, il colore e l'atmosfera".
Una donna bionda seduta che regge un quaderno e una matita.

Gli obiettivi Sumire Prime di Canon sono progettati per garantire un aspetto più soffuso e cinematografico, ma con la stessa tonalità di colore calda e uniforme degli altri obiettivi Canon Cinema EOS e una resa leggermente più calda che esalta l'incarnato. "La qualità è molto morbida" afferma Tania. "Avvicinandoti alla pelle, saresti comunque in grado di vedere pori e rughe, ma il risultato è molto delicato". © Tania Freimuth

Un obiettivo Canon Sumire Prime CN-E50mm T1.3 FP X.

Canon CN-E50mm T1.3 FP X è uno dei tre obiettivi Sumire Prime con cui Tania ha scelto di lavorare. Tania regola le ampie aperture degli obiettivi per ottenere tre diverse atmosfere e definire il cambiamento di tono del film. © Dave Stevenson

Cambiare l'atmosfera con gli obiettivi Sumire Prime

Le riprese in interni, per lo più diurne, hanno comportato l'ideazione di un piano di illuminazione sofisticato, per creare cambiamenti d'atmosfera da una scena all'altra. "Volevo che la temperatura del colore seguisse lo stesso percorso emotivo della storia" spiega Tania. "Si inizia con un bel colore caldo e dalle tonalità pesca, per poi passare a un territorio neutro, che infine si raffredda e diventa più pesante e tendente al blu. Sapevo che questi obiettivi mi avrebbero aiutato a ottenere questo risultato, insieme al piano di illuminazione che ho sviluppato con il tecnico delle luci".

Questi tre look diversi corrispondono alle tre fasi della relazione tra Cynthia e John: i primi giorni d'amore, la stabilità e la rottura finale. Lavorando principalmente con tre obiettivi Sumire Prime, CN-E35mm T1.5 FP X, CN-E50mm T1.3 FP X e CN-E85mm T1.3 FP X, Tania ha giocato delicatamente con le ampie aperture per creare tre distinte atmosfere cinematografiche che ritraggono le mutevoli emozioni della coppia.

"Nella maggior parte dei casi, gli obiettivi Sumire Prime si aprono fino a T1.3 o T1.5 e a quel punto diventano molto morbidi" spiega Tania. "La profondità di campo è assai ridotta, ma sul grande formato dona un effetto fresco e gli incarnati appaiono estremamente delicati. Questo, insieme all'illuminazione che avevo intenzione di usare, offre un'atmosfera romantica e rosea. Ho girato alla massima apertura per ottenere questo effetto nella prima fase del film".

"Man mano che si chiude il diaframma, il taglio dell'obiettivo diventa più nitido e ad alto contrasto. Non è necessario ridurre troppo l'apertura: l'immagine è nitida già a T2.8. Per le riprese in esterna [verso la fine del film], abbiamo girato tra T2.8 e T4 per ottenere quel crudo realismo che desideravo".

Per riflettere l'energia delle fasi iniziali della relazione, le prime scene sono state girate a mano, prima di spostare la videocamere su un treppiede a metà e introdurre alcuni effetti di scorrimento. "I cambiamenti erano repentini" afferma Tania. "Alla fine c'è molto più movimento, non stanno mai fermi".
La direttrice della fotografia Tania Freimuth mentre riprende con una videocamera Canon EOS C500 Mark II e un obiettivo Canon Sumire Prime CN-E50mm T1.3 FP X.

Il lavoro di Tania tocca spesso aspetti della sua vita. "Un regista con cui ho lavorato mi disse: 'Sai che ogni film che giri ha qualcosa a che fare con la tua storia personale?' Lo trovo molto interessante, perché si sviluppano sceneggiature e idee e ci si chiede perché si fanno le scelte che si fanno". © Dave Stevenson

Il campo visivo full frame di EOS C500 Mark II

Fin dall'inizio, Tania sapeva di voler girare in full frame, un formato che predilige da quando era fotografa. "Ho realizzato un progetto personale con un obiettivo da 35 mm per la prima volta dopo molto tempo in ambito fotografico ed è stato un momento di illuminazione" ricorda. "La mia comprensione dell'inquadratura, del mio rapporto con gli obiettivi e della distanza dal soggetto era nettamente ampliata. Mi sentivo a mio agio, quindi volevo provarci di nuovo".

Il sensore full frame di Canon EOS C500 Mark II ha offerto a Tania il campo, la visione e la distanza che le ama nelle sue immagini. "Puoi ingrandire o avvicinarti e per me diventa tutto più intimo" spiega. "Dato che si trattava di un'opera peculiare e ci trovavamo in un piccolo studio, non volevo utilizzare solo obiettivi ampi. Volevo obiettivi da 50 mm in su per giocare con la profondità di campo. Il grande formato mi ha anche fornito più spazio: avevamo un ottimo set e uno splendido cast, e non volevo che la profondità di campo fosse talmente ridotta da non mostrare nulla di tutto ciò".

Sumire Prime: splendido e delicato effetto bokeh

La serie di obiettivi cinematografici a focale fissa che conferisce un aspetto più organico alle nuove videocamere digitali ad alta risoluzione della gamma Cinema EOS.
La direttrice della fotografia Tania Freimuth fotografata da dietro mentre riprende l'attrice Eloise Smyth che guarda fuori da una finestra.

Girare "Cyn" all'interno di uno studio, anziché in loco, ha costretto Tania a cambiare la sua visione cinematografica. "Lo studio era una tela bianca, quindi abbiamo dovuto ideare il percorso emotivo in termini di immagine: l'illuminazione, la videocamera e la scelta degli obiettivi" afferma Tania. © Karen Stirgwolt

La regista Tania Freimuth mentre effettua le riprese del cortometraggio "Cyn" con una videocamera Canon EOS C500 Mark II. © Karen Stirgwolt

Girare "Cyn" in formato Cinema RAW Light ha permesso a Tania di ottenere lo spazio colore più esteso della videocamera. "Canon EOS C500 Mark II produce splendide immagini in 4K a 4:2:2, ma volevo di più e quindi ho scelto di girare in formato Cinema RAW Light" spiega.

La videocamera Canon EOS C500 Mark II ha permesso a Tania di girare in formato Cinema RAW Light in Canon Log 2. "In questo modo, potevo ottenere lo spazio colore più ampio dalla videocamera, con il bitrate che mi serviva" afferma. "I file non sono pesanti quanto quelli in formato RAW, il che era ideale per gestire il flusso di lavoro con le persone che lavorano da casa. Le riprese in Log 2 ci hanno fornito una maggiore quantità di informazioni dell'immagine con cui lavorare dal punto di vista del grading".

Con "Cyn", il team spera di aver dato a Cynthia il giusto ruolo nella storia dei Beatles. "In un certo senso, è una persona molto ordinaria" afferma Tania. "Per lei deve essere stato difficile passare da una vita tranquilla e di provincia alla fama". Era una cosa nuova in quel periodo storico. Probabilmente, la sua vita ha preso una piega del tutto imprevista".

Scritto da Lucy Fulford


Articoli correlati

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro