ARTICOLO

Acacia Johnson: fotografare i piloti che collegano le varie zone dell'Alaska rurale

I bush plane sono parte integrante dello stile di vita dell'Alaska, assicurando cibo, medicine e trasporto d'emergenza nelle aree più remote. Scopri la vincitrice del Canon Female Photojournalist Grant 2021 che documenterà questo servizio di importanza vitale.
La fotografa Acacia Johnson siede a bordo di un aereo leggero a terra, mentre sorride e guarda fuori dalla porta aperta.

Acacia Johnson (nella foto) è una fotografa, artista e scrittrice dell'Alaska che ha lavorato a lungo nell'Artide e in Antartide. Come vincitrice del Canon Female Photojournalist Grant 2021, tornerà nella sua città natale di Anchorage per realizzare fotografie di bush pilot dell'Alaska in azione, un'occupazione che le sta particolarmente a cuore. © Acacia Johnson

Ghiacciai, montagne, foreste e tundra artica sono gli elementi che compongono la natura selvaggia e inospitale dell'Alaska, abitabile in minima parte, con solo il 20% delle località accessibile via terra. Una rete di piloti di aerei leggeri, noti come bush pilot, viaggia su e giù per queste terre impervie per sostenere le comunità più isolate dello stato.

La vincitrice del Canon Female Photojournalist Grant 2021, Acacia Johnson, è cresciuta in una famiglia di bush pilot di Anchorage, in Alaska. Anchorage è la città con la più grande base di idrovolanti privati del mondo. Eppure Acacia ha capito che molte rappresentazioni dei media sui piloti dell'Alaska sono in conflitto con le sue esperienze personali.

Grazie al premio di 8.000 euro, passerà l'inverno a trovare e fotografare i volti che sfidano gli stereotipi su chi e cosa sia un bush pilot dell'Alaska, concentrandosi sulla creazione di una nuova narrazione della diversità e della sicurezza nell'aviazione. "Meno del 6% dei piloti è donna", rivela. "Penso che, in una certa misura, questo abbia a che fare con gli effetti degli stereotipi a lungo termine". Per Acacia è anche importante documentare il ruolo vitale che i bush pilot ricoprono, fornendo cibo e medicine e garantendo trasporto d'emergenza alle persone nelle zone più remote dello stato.

Acacia ha trascorso la maggior parte dei suoi vent'anni lavorando come guida fotografica sulle navi nell'Artico e nell'Antartico. "Penso che la distanza da casa mi abbia fatto capire cosa amo così tanto dell'essere in Alaska e cosa mi piacerebbe documentare", afferma la scrittrice, artista e fotografa trentunenne.
Una fotografia aerea di ghiacciai azzurri circondati dal ghiaccio, con un bush plane che vola basso sopra di loro.

Rappresentando un quinto delle dimensioni degli Stati Uniti, con ghiacciai grandi come alcuni stati, in Alaska solo il 20% delle comunità è accessibile via terra, mentre il resto del territorio può essere raggiunto solo in barca o in aereo. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark III (ora sostituita da Canon EOS 5D Mark IV) e obiettivo Canon EF 100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM a 214mm, 1/500 sec, f/5.6 e ISO1250. © Acacia Johnson

Un bush plane in Alaska parcheggiato nella nebbia, su asfalto coperto di neve.

Acacia descrive un bush plane come "un piccolo aereo equipaggiato per atterrare su terreni accidentati". Per molte comunità remote dell'Alaska, sono l'unico mezzo per accedere a rifornimenti e risorse vitali. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 50mm f/1.4 USM a 1/1000 sec, f/4 e ISO400. © Acacia Johnson

Atteggiamenti persistenti

Le leggende romanzate dei bush pilot derivano in gran parte da quella che è considerata l'età d'oro del bush flying, dagli anni '20 agli anni '50 del '900. "Nella prima era, c'erano questi uomini temerari che correvano rischi pazzeschi a causa dello stato degli aerei e delle condizioni atmosferiche, sopravvivendo a più di uno schianto o rimanendo bloccati da soli per settimane nella natura selvaggia", spiega Acacia. "Questo ha portato a un certo tipo di atteggiamento da cowboy e questo mito è vivo ancora oggi".

Nonostante i progressi della tecnologia in materia di sicurezza, gli incidenti aerei sono ancora più frequenti in Alaska che in qualsiasi altra parte degli Stati Uniti, un fatto che Acacia pensa sia in parte attribuibile a questa idealizzazione della "spericolata guida degli uomini".

"Il mio obiettivo è quello di onorare e preservare la ricca storia del bush flying in Alaska, guardando allo stesso tempo avanti per spostare l'attenzione sull'aviazione come un servizio essenziale", dice. "È un argomento incredibilmente facile da rendere affascinante, quindi questo sarà parte della sfida". Ma è anche il motivo del suo interesse. "Voglio osservare a fondo quell'immagine romanzata e capire cosa è veramente importante. Quali sono le storie che non vengono ascoltate?".
Acacia sta cercando i bush pilot di oggi, non per la guida spericolata, ma per la loro affinità con l'ambiente e per il fatto che rendono possibile la vita in luoghi remoti. "Le persone che voglio davvero trovare sono quelle che volano dove nessun altro si spinge. Si tratta essenzialmente della loro vita, della loro passione e della loro abilità".

Il progetto inizierà ad Anchorage tramite i contatti già stabiliti da Acacia nella comunità di volo, prima di spostarsi verso le comunità dove spera di trovare piloti specializzati in base alla località, incluso il volo sui ghiacciai. Ha anche in programma di visitare uno dei principali snodi di trasporto per i villaggi nativi dell'Alaska.

"Stabilendomi in una comunità alla volta, sarò in grado di incontrare i piloti che hanno viaggiato in molte aree remote, fornendo i servizi essenziali che permettono alle persone di continuare a vivere in questi luoghi isolati", spiega.
Un tecnico che indossa guanti bianchi sta pulendo il sensore di una fotocamera Canon.

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Fotografia aerea di un bush plane, che appare minuscolo in confronto alle distese verdi e marroni del paesaggio dell'Alaska.

Un bush plane nelle piane di marea lungo la costa della baia di Cook, in Alaska. Oltre ai piloti e alle loro storie, Acacia documenterà anche il "servizio essenziale" del bush flying in Alaska, un'impresa che può essere definita titanica. "Non credo che avrei potuto farlo se non avessi ricevuto il premio", rivela. "Sono in estasi!". Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 24-105mm f/4L IS USM (ora sostituito dal modello successivo Canon EF 24-105mm f/4L IS II USM) a 50mm, 1/1000 sec, f/4 e ISO800. © Acacia Johnson

Il Canon Female Photojournalist Grant

Questo premio è arrivato al momento giusto per Acacia, permettendole di raccontare tante storie che altrimenti sarebbero andate perse. "Gran parte dei piloti che hanno storie incredibili da raccontare sono molto anziani, siamo alla fine di un'era", continua. "Non credo che sarei stata in grado di portare avanti un progetto di questa portata senza finanziamenti".

Si tratta di storie che vuole essere proprio lei a raccontare. "Sono sempre molto entusiasta dei progetti che altri fotografi realizzano nelle proprie comunità di origine. Penso che si aprano altre opportunità e un diverso tipo di narrazione rispetto a quando si arriva da fuori".

È anche un modo di lavorare sempre più ricercato. "Ho parlato con diversi redattori di alcune pubblicazioni influenti in occasione di una revisione del portfolio all'inizio di quest'anno, chiedendo loro di cosa fossero entusiasti. Molti redattori hanno rivelato di essere entusiasti delle storie locali più piccole e vicine alle comunità dei fotografi".
Secondo Acacia, i premi giocano un ruolo fondamentale per i fotografi. "Può essere difficile ottenere sostegno per i progetti più lenti ma più poetici. I premi ti permettono di esprimerti senza l'influenza delle pressioni editoriali". Essendo anche scrittrice, le piace il processo di candidatura, che fa parte dello sviluppo delle sue idee. "Spesso ho in mente una bozza di progetto, poi vado a metterla su carta e sembra una poltiglia". Ma lavorare con una scadenza la aiuta a fare ordine, e candidatura dopo candidatura, migliora sempre più.

"Ho la mia ricetta", afferma. "Una buona candidatura deve essere molto chiara su ciò che rappresenta, perché è importante, come puoi realizzarla nel tempo assegnato… e soprattutto deve spiegare perché devono scegliere proprio te. È il fattore principale. Ci dovrebbe essere una ragione per cui sei il fotografo giusto per quel progetto o perché si tratta del progetto giusto per te".
Dei membri della Chiesa dell'ultimo testamento che indossano vesti bianche davanti ad alberi ricoperti di neve.

Una comunità siberiana isolata vista dall'interno

Il fotografo di Magnum Jonas Bendiksen parla delle difficoltà e delle gratificazioni legate alla documentazione di un lontano gruppo religioso.
Un bush plane in Alaska sull'asfalto coperto di neve, con una schermatura coperta di brina e coperture rosse sul motore e sulle ali.

Nell'inverno dell'Alaska, quando Acacia realizzerà il suo progetto, le temperature possono scendere fino a -34°C. "La luce dell'inverno artico è semplicemente magica", afferma. "Vale la pena sopportare il freddo". Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 50mm f/1.4 USM a 1/1000 s, f/4 e ISO400. © Acacia Johnson

La fotografa Acacia Johnson, che indossa jeans e uno spesso maglione giallo, siede sulla grande ruota di un bush plane dell'Alaska.

In condizioni di freddo come quelle dell'Alaska in inverno, un'attrezzatura fotografica robusta e affidabile è assolutamente essenziale. Oltre alla sua fotocamera a pellicola di grande formato, Acacia lavorerà con Canon EOS 5D Mark IV e con gli obiettivi Canon EF 100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM, Canon EF 50mm f/1.4 USM e Canon EF 24-105mm f.4 L IS USM. © Acacia Johnson

Aerei d'epoca

Il progetto consisterà in una serie di ritratti di grande formato di piloti e aerei. I bush plane sono spesso monomotori equipaggiati per atterrare senza una pista su ghiaia, acqua, sabbia o neve. "Gli aerei che vengono preferiti ancora oggi sono stati costruiti tra gli anni '40 e '60", spiega Acacia. "Mia zia dice che sembra di volare in una scatola di cartone - sono molto fragili, alcuni sono solo tela tesa su un telaio molto leggero. Sono bellissimi e allo stesso tempo delicati".

I ritratti saranno ambientati in un paesaggio drammatico, con l'oceano invernale, la vasta tundra e il monte Denali in lontananza. "Vedere l'intero paesaggio dell'Alaska dall'alto è semplicemente mozzafiato", sostiene Acacia, che oltre ad una macchina fotografica a pellicola di grande formato, userà la sua amata Canon EOS 5D Mark IV per realizzare il progetto.

Spostandosi di comunità in comunità in giro per l'Alaska con la fotocamera in mano, Acacia prevede di incontrare un discreto numero di parenti, così come persone che hanno un ricordo di suo nonno. Spiega cosa ha significato per lei: "Oltre a essere un bush pilot che è sopravvissuto a diversi incidenti, era anche un artista e mi ha sempre spinto non verso l'eccellenza tecnica, ma a perseguire la mia visione creativa. È bello avere un progetto fotografico legato a questo".

Più degli altri suoi lavori, questo progetto tocca Acacia nell'intimo. È un contributo duraturo alla sua comunità di origine e "potrebbe essere solo il primo capitolo".

Scritto da Emma-Lily Pendleton


Il kit di Acacia Johnson

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare le loro foto

Acacia Johnson mentre sorride con una fotocamera Canon in mano.

Fotocamera

Canon EOS 5D Mark IV

Progettata per lavorare in qualsiasi situazione, EOS 5D Mark IV è una fotocamera completa realizzata in modo eccellente. "Mark IV è il mio cavallo di battaglia", spiega Acacia. "Può sopportare qualsiasi situazione. La uso per le spedizioni con le condizioni più dure e non mi delude mai".

Obiettivi

Canon EF 24-105mm f/4 L IS II USM

Questa versione aggiornata dell'obiettivo EF 24-105mm f/4 L IS USM usato da Acacia offre una qualità d'immagine straordinaria con una stabilizzazione d'immagine avanzata. "Questo è l'obiettivo che uso di più per tutti i giorni", afferma. "Se non sono sicura di cosa mi aspetta nella situazione che sto per fotografare, di solito inizio con questo. È versatile".

Canon EF 50mm f/1.4 USM

Grazie all'ampia apertura e alla rapidità del sistema di messa a fuoco, l'obiettivo standard, compatto EF 50mm f/1.4 USM garantisce prestazioni superbe per qualsiasi tipo di fotografia. "La uso spesso per progetti invernali e con poca luce", dice Acacia. "Con l'apertura al massimo, posso letteralmente usarlo per fotografare al buio, nel qual caso faccio ricorso allo schermo con anteprima live sul retro della fotocamera per aiutarmi con la messa a fuoco manuale".

Canon EF 100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM

Obiettivo zoom 100-400mm, compatto e con prestazioni elevate, ideale per la fotografia sportiva, d'azione e naturalistica. "Questo è un obiettivo che uso spesso per gli scatti aerei, specialmente quando voglio zoomare sulle texture del paesaggio che possono essere visti solo dall'alto", rivela Acacia.

Articoli correlati

  • Anush Babajanyan e Laura Morton, vincitrici del Canon Female Photojournalist Grant, al festival Visa pour l'Image 2019 a Perpignan, in Francia.

    ARTICOLO

    Come il premio Canon Female Photojournalist Grant può cambiare la tua vita

    Sei diverse fotografe documentariste spiegano perché il Canon Female Photojournalist Grant ha rappresentato un momento di svolta nelle loro carriere.

  • Image

    ARTICOLO

    Young Photographer: paesaggi che raccontano una storia

    La giovane fotografa Michaela Nagyidaiová sperimenta la fotografia paesaggistica con una storia ambientale, sotto la guida del professionista Toby Smith.

  • ARTICOLO

    Il fotogiornalismo ha un futuro nell'era digitale?

    Famosi fotogiornalisti discutono del futuro del settore e la prognosi potrebbe non essere quella prevista...

  • ARTICOLO

    Fotografia aerea: alla ricerca dei motivi naturali

    La fotografa aerea Lucia Griggi immortala l'astratto nelle meraviglie naturali della terra, fotografando dall'alto ghiacciai, laghi e fiumi intrecciati.

  • Leggi la newsletter

    Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro