STUDENTE

Class of 2021: un progetto che esalta la bellezza della stampa

Con la cancellazione delle esposizioni di fine anno dovuta al Covid-19, gli studenti d'arte non sapevano più come promuovere il proprio lavoro. Il progetto Class of 2021 di Canon ha offerto ai neolaureati la possibilità di mettere in mostra le proprie capacità creative.
Una giovane donna tiene in mano una serie di cartoline stampate in formato A5, con il suo profilo personale e alcuni esempi del suo lavoro. Alle sue spalle c'è una parete di mattoni con alcune stampe in bianco e nero incorniciate.

Emma Bentley è una dei numerosi studenti che si sono laureati durante la pandemia, e pertanto hanno avuto ben poche opportunità di mostrare le proprie doti. Partecipando al progetto Class of 2021 ha avuto la possibilità di realizzare un pacchetto di cartoline personalizzate, da lasciare ai potenziali datori di lavoro. Emma spiega che questa esperienza le ha permesso di cambiare prospettiva: "Ora, quando scopro lavori da svolgere online non esito a candidarmi, perché oggi è lì che si possono trovare delle opportunità concrete". © Horst Friedrichs

Impedendo agli studenti d'arte di collaborare efficacemente di persona ai progetti universitari, i lockdown dovuti al Covid-19 hanno prodotto effetti devastanti sulla loro esperienza. Il contatto umano diretto è stato sostituito da videochat, allegati e-mail e strumenti di collaborazione online, mentre molte esposizioni studentesche di fine anno sono state annullate a causa della pandemia. Per gli studenti queste mostre costituiscono un biglietto da visita molto importante, perché consentono loro di esibire le proprie capacità, creare una rete di contatti ed entrare ufficialmente nel mercato del lavoro. Negli ultimi due anni, la maggior parte di questi eventi è stata cancellata, e gli altri si sono tenuti con capacità e portata molto limitate.

Nell'intento di aiutare gli studenti d'arte a riemergere da questo abisso, offrendo loro una piattaforma più appropriata su cui presentare il loro duro lavoro, Canon ha deciso di collaborare con la rete mediatica globale The Drum. Canon e The Drum hanno invitato gli studenti britannici di ogni tipo di arte creativa a inviare le proprie opere e a prendere parte allo schema, che offriva la possibilità di incontrarsi, stampare e condividere le proprie opere in una mostra virtuale, dal titolo Class of 2021.

Combinando la sua vasta esperienza nel campo della stampa con la portata di una rete globale come The Drum, Canon puntava a rivitalizzare l'esperienza dei neolaureati e aiutare gli studenti a riscoprire con entusiasmo l'efficacia della stampa come mezzo di comunicazione. Ciascuno dei 65 studenti che hanno preso parte al progetto ha ricevuto un pacchetto di cartoline stampate in formato A5, con una foto ritratto, una presentazione e alcuni esempi del suo lavoro. Alcuni di loro sono anche stati invitati a partecipare a una mostra "fisica" limitata presentata dal cronista e reporter Richard Askam, che è stato anche moderatore del Canon Future Promotion Forum 2021.

In questo articolo scoprirai come questa collaborazione ha aiutato gli studenti penalizzati dal lockdown a valorizzare e promuovere il proprio lavoro.

Watch part 1 about the collaboration between Canon and The Drum in ‘The Making of Class of 2021’ here.

Il potenziale della stampa

Nel 2021 Emma Bentley si stava preparando a conseguire una laurea di primo livello in pubblicità presso la University of Gloucestershire, nel Regno Unito. Emma seguiva con passione il suo corso di creatività, ma è terminato prematuramente a causa dei lockdown dovuti al Covid-19. "In quel periodo era difficilissimo essere creativi, perché non potevi nemmeno collaborare con il tuo partner di design nella stessa stanza", ricorda.

I giovani creativi hanno dovuto faticare parecchio per farsi notare. All'università avevano spiegato a Emma che doveva presentarsi di persona nelle agenzie per dimostrare concretamente il proprio talento, ma in quel periodo poteva al massimo fare qualche telefonata o inviare un'e-mail. L'idea di mettersi a lavorare davanti a una o più persone sembrava pura fantascienza. "Siamo stati costretti a digitalizzare tutto, perdendo completamente quella sensazione viscerale che solo la stampa è in grado di infondere nelle nostre opere", spiega.

Due persone con il capo chino mentre osservano la parte posteriore di una fotocamera Canon.

Studi fotografia o cinema?

Future Focus di Canon connette gli studenti di fotografia e cinema alla community dei professionisti.

Non sapendo se la mostra di fine anno si sarebbe tenuta o meno, per Emma è stato veramente difficile preparare un lavoro di fine corso veramente creativo e stimolante, capace di catturare l'attenzione dei potenziali datori di lavoro. Sapeva solo che non avrebbe potuto presentare alcun portfolio di stampe.

"Normalmente, ti presenti alla mostra con il tuo portfolio da mostrare di persona agli interlocutori", racconta. "Ma l'università ci ha spiegato che non avremmo potuto fornire ai partecipanti alcun oggetto fisico da toccare, a causa del Covid-19, e tutte le opere dovevano essere visionate digitalmente tramite codici QR".

Oltre all'ostacolo dell'esposizione, questo approccio creava anche problemi finanziari a molti neolaureati in cerca di lavoro. Mentre prima della pandemia i costi di stampa del portfolio erano a carico dell'università, in quel periodo gli studenti sono stati costretti a pagarsi le stampe e persino a realizzare da soli il proprio portfolio digitale. "Sento che gli studenti sono veramente in difficoltà", dichiara Emma. "È difficilissimo trovare un'opportunità, soprattutto se provieni da una famiglia di un certo tipo e hai problemi economici".

Il presentatore e reporter Richard Askam davanti a una parete della mostra, a cui sono appesi alcuni dei testi e lavori artistici selezionati.

Richard Askam, presentatore sportivo e reporter della BBC, presenta la mostra Class of 2021. "L'idea della stampa personalizzata è piaciuta moltissimo agli studenti, che l'hanno trovata veramente unica", spiega Cathy Bittner, Business Development Lead di Canon Europe nonché esperta e appassionata di stampa, dopo aver lavorato a stretto contatto con i 65 studenti che hanno preso parte al progetto.

Colmare le distanze

Il progetto Class of 2021 ha aiutato gli studenti offrendo loro la possibilità di caricare le proprie opere in un hub digitale, per condividerle con gli operatori dei vari settori creativi. Oltre a organizzare questa mostra virtuale, Canon ha anche sfruttato la propria esperienza nel campo della stampa per produrre pacchetti personalizzati di cartoline lucide in quadricromia, che gli studenti avrebbero potuto mostrare ai datori di lavoro appena le restrizioni lo avessero consentito.

Cathy Bittner è Business Development Lead delle iniziative di stampa Canon in Europa. Ha il compito di avvicinare i creativi alla tecnologia di stampa Canon, dimostrando a singoli clienti e interi settori come sfruttare i progressi della stampa per espandere la propria attività. Nella sua posizione, era la persona ideale per lavorare a contatto diretto con gli studenti del progetto Class of 2021.

"Sono rimasta veramente stupita nel vedere come la stampa fosse un concetto completamente nuovo per gli studenti", dichiara Cathy. "Potevano usare il pacchetto di cartoline come una sorta di biglietto da visita, per mostrare qualcosa di tangibile ai loro interlocutori".

"Per un creativo, un portfolio di stampe ben curate costituisce lo strumento perfetto da portare con sé", aggiunge Emma. "I potenziali datori di lavoro apprezzano molto il brand Canon, e questo costituisce decisamente un ottimo spunto di conversazione".

Oltre a costituire un'inestimabile applicazione pratica, il pacchetto di cartoline ha permesso agli studenti di valorizzare e presentare adeguatamente il proprio lavoro. "La possibilità di mostrare il mio lavoro su qualcosa di fisico, anche solo alla mia mamma, mi riempie di orgoglio", spiega Emma. "Tutti quelli a cui ho presentato il mio pacchetto dimostrativo Canon sono rimasti sbalorditi, perché il brand è importantissimo e questa idea è veramente utile e accattivante. Tutti quelli che lo hanno visto sono rimasti impressionati. È fantastico trovare un brand che sceglie di supportare gli studenti per aiutarli ad affermarsi".

Opera artistica della studentessa Matilde Merli, stampata su una pietra di forma circolare ed esposta su una parete durante la mostra fisica.

La mostra fisica delle opere scaturite dal progetto Class of 2021 include stampe su plexiglass, cartone ondulato e molto altro ancora, realizzate con le stampanti a piano fisso della serie Canon Arizona. Questo straordinario pezzo della studentessa Matilde Merli è stampato addirittura su pietra.

Alcune stampe delle opere della studentessa Matilde Merli, appese a una parete della mostra, con una scritta che dice "Di fronte alla stampa, le persone abbassano la guardia".

"In un mondo dominato dal digitale, i brand si stanno chiedendo come aggiungere un pizzico di concretezza a questo strumento", spiega Cathy. Questi lavori di Matilde Merli sono stati realizzati utilizzando una combinazione di collage digitali e pittura manuale.

La mostra fisica

Canon ha anche collaborato con alcuni degli studenti di Class of 2021 e con un esperto di stampa Canon a Monaco allo scopo stampare fisicamente i lavori con una stampante a piano fisso della serie Canon Arizona. Questo ci offerto una straordinaria opportunità per vedere fino a che livello di creatività possiamo spingere il processo di stampa vero e proprio.

"I nuovi sistemi Canon sono semplicemente straordinari, perché consentono di stampare su qualunque tipo di substrato", spiega Cathy. "Abbiamo stampato su pietra, su cartone ondulato, e persino su plexiglass. Il nostro fornitore di servizi di stampa ci ha consultato per identificare i substrati ottimali da utilizzare. Abbiamo preso le opere degli studenti dai file digitali e le abbiamo portate alla vita con la stampa".

Tre ritratti appesi alla parete di una galleria. In quello più vicino alla fotocamera si vede una persona androgina, con un trucco pesante, che ride.

Liberare la creatività grazie alla stampa

La fotografa di moda e ritratti Wanda Martin parla dell'organizzazione di una mostra individuale e di come ha utilizzato varie stampanti Canon per ottenere risultati contrastanti dal punto di vista visivo.
Giovane donna seduta alla scrivania con una fotocamera Canon EOS R6 accanto a lei e alcune foto in bianco e nero su una parete alle sue spalle.

Nell'ambito del progetto Class of 2021, Emma ha partecipato a un workshop con il famoso fotografo ritrattista Horst Friedrichs. "Ora sento di poter usare la fotografia per pubblicizzare qualunque lavoro teorico o di ricerca", dichiara. © Horst Friedrichs

Cogliere nuove opportunità

Nell'ambito del progetto Class of 2021, Emma è stata scelta per partecipare a un workshop fotografico di due giorni con il famoso ritrattista Horst Friedrichs, utilizzando una fotocamera Canon EOS R6. Horst ha aiutato Emma a esprimere le sue capacità di fotografia paesaggistica e street photography, e l'ha persino portata con sé durante uno dei suoi servizi, per mostrarle come Canon poteva supportarla nella sua carriera di Brand Strategist.

Dopo aver riflettuto su questa esperienza, Emma ha capito come può aiutarla a rivoluzionare il suo approccio alla strategia pubblicitaria. Oltre a maturare nuove competenze tecniche, Emma ha trovato utilissimo seguire di persona un professionista esperto, che ha dedicato anni a fotografare le sottoculture in contesti intimi e personali, perché questa esperienza le ha insegnato a cogliere le sfumature sociali e ad accostarsi più facilmente alle persone.

"Penso che i Brand Strategist vivano in una sorta di bolla. È importante uscire nel mondo reale e parlare con la gente, perché queste persone sono il target dei nostri annunci pubblicitari", spiega Emma. "Penso che, andando sul campo con una fotocamera, scattando foto e parlando con persone di estrazioni e ceti sociali diversi, posso raccogliere moltissime informazioni utili per le mie ricerche".

Per quanto riguarda la carriera, l'iniziativa Class of 2021 ha aiutato Emma a presentarsi con più sicurezza ai potenziali datori di lavoro e a cogliere tutte le opportunità. "Mi ha insegnato a lasciarmi coinvolgere nelle cose, perché non puoi mai sapere cosa potrebbe nascere da un'esperienza", conclude Emma. "Ho incontrato tante persone straordinarie, e adesso posso anche vantare uno stretto legame con Canon. È fantastico!".

Scritto da Jack Fittes


Articoli correlati

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro