ARTICOLO

Vieni a conoscere l'Ambasciatrice Intergalattica del Printerverso

La fondatrice di Print Media Centr, Deborah Corn, condivide la sua storia straordinaria e le sue conoscenze sul mondo della stampa, in occasione della Giornata mondiale della stampa.
Deborah Corn e Cathy Bittner sono in piedi con un microfono in mano davanti a un espositore di foto, in una grande sala espositiva.

L'esperta del settore Deborah Corn (a destra), con Cathy Bittner di Canon EMEA, all'evento del settore della stampa di Hunkeler, tenutosi a Lucerna, in Svizzera, nel 2019. Oltre a condurre un podcast ed essere blogger e speaker del settore, Deborah è una delle fondatrici di Girls Who Print, la più grande rete online di donne che lavorano nel settore della stampa.

Originaria di New York, Deborah Corn ha inventato il suo tutt'altro che convenzionale titolo professionale, nel suo regno della stampa. La cosiddetta "Ambasciatrice Intergalattica del Printerverso" ha attirato l'attenzione del pubblico di tutto il mondo, oltre a essere coinvolta in moltissime attività relative al mondo della stampa.

Dopo oltre vent'anni di esperienza nel settore pubblicitario, Deborah ha fondato Print Media Centr, la rete che riunisce i professionisti che lavorano nel mondo della stampa e del marketing, per fornire loro quella che lei chiama "printispirazione". In seguito, ha fondato la Giornata mondiale della stampa e ora conduce sia la serie Podcasts From The Printerverse sia l'evento settimanale #PrintChat su Twitter. Parallelamente, gestisce la più grande rete online di donne che lavorano nel settore della stampa, Girls Who Print, attualmente composta da 8.000 membri e giunta al 12° anno. Inoltre, ha ideato Project Peacock, una piattaforma di risorse per i professionisti della stampa e del marketing di tutto il mondo.

"Mi sono auto nominata Ambasciatrice Intergalattica del Printerverso perché aiuto le persone a mettersi in contatto le une con le altre", spiega Deborah. "Non ero lì per diventare la Leader Suprema del Printerverso, ma tecnicamente lo sono!"

Qui scopriamo l'affascinante mondo di Deborah, tutto ciò che la guida e le intuizioni frutto dell'esperienza ventennale maturata nel settore della stampa.
Un espositore Canon mostra due stampanti Canon PIXMA PRO-100, una serie di stampe colorate e un monitor con un volto di donna stilizzato.

"Il settore della stampa ha fatto enormi passi avanti e se ci sono fotografi che non hanno ancora sperimentato i nuovi strumenti a loro disposizione, allora consiglio loro di farlo quanto prima", afferma Deborah. "Ci sono stampanti specifiche per la stampa di fotografie digitali, esistono moltissime tipologie di carta e substrati per la stampa, tra cui metallo, legno, tavole da surf, porte d'ufficio, muri, pavimenti, ceramiche, tessuti e altro ancora. È indispensabile essere sempre aggiornati su tutto ciò che accade".

Cos'è la Giornata internazionale della stampa e com'è nata?

"L'idea è arrivata nel 2014, durante #PrintChat, un evento settimanale che conduco su Twitter con Sandy Hubbard. Ogni ottobre, la community della stampa utilizza i suoi canali social per condividere l'amore per la stampa con il resto del mondo. Per fare in modo che sia adatto a tutti i fusi orari, l'evento si protrae per 24 ore, partendo dall'Australia e dalla Nuova Zelanda, procedendo verso est.

"Hanno partecipato da sei continenti e hanno generato più di 156 milioni di visualizzazioni solo su Twitter. Ogni anno, trattiamo un tema specifico. Ad esempio, nel 2021, il tema è #PrintAgain e invito tutti a visitare il sito internationalprintday.org per maggiori informazioni. Partecipate aggiungendo #IPD21 alle vostre condivisioni sui social, il 20 ottobre 2021".
Come sei entrata a far parte del mondo della stampa?

"Per oltre 25 anni, ho lavorato in ambito pubblicitario, acquistavo servizi di stampa. Poi, mi sono ritrovata senza lavoro, così ho aperto un gruppo su LinkedIn, nel 2008. Questo gruppo mi ha permesso di sviluppare Print Media Centr dove pubblicavo i miei contenuti per tutti i membri. Man mano che cresceva, ho iniziato, da questo punto di osservazione privilegiato, a intercettare i dubbi delle persone, a capire cosa non era chiaro, quali prodotti e servizi stessero cercando. Sono riuscita a sfruttare la ricca rete professionale che avevo sviluppato, il sito web e i canali social per fornire quella che io chiamo "printispirazione" e le risorse ai professionisti della stampa e del marketing in base alle loro esigenze, rendendo molto più accessibile il mondo della stampa.

Dato che spesso le persone mi ponevano domande specifiche, questioni riguardanti la tecnologia, ad esempio, e io non sono specializzata sugli aspetti tecnici, un'altra cosa che facevo era consigliare qualcuno in grado di rispondere a quell'esigenza e poi metterli in contatto. Non mi ritengo assolutamente un'esperta di stampa, ma certamente conosco persone che invece lo sono. Ho deciso che il mio lavoro consisteva nell'aiutare la community a connettersi, favorire le partnership e creare opportunità per un'aperta condivisione delle conoscenze".
Un tecnico che indossa guanti bianchi sta pulendo il sensore di una fotocamera Canon.

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Una serie di grandi stampe di alta qualità, esposte su un tavolo mentre due persone le indicano guardandole.

La serie Podcasts From The Printerverse, condotta da Deborah, approfondisce molti aspetti, relativi al mondo della stampa e del marketing, che guidano le aziende verso il successo. Inoltre, sono presenti altri numerosi podcast che trattano diverse questioni riguardanti il settore della stampa, più in generale. Ad esempio, il podcast Print Buying UKvUSA aiuta i fornitori di servizi di stampa a costruire solide relazioni con i propri clienti, mentre The PrinterChat parla della vita in tipografia.

Quanto è importante la stampa per un'azienda?

"Uno dei vantaggi dell'uso di materiale stampato nel contesto aziendale è la flessibilità. La stampa copre segnaletica, stampe per negozi, materiale promozionale, decorazioni, magliette, cappellini, gadget da regalare ai clienti, merchandising e molto altro ancora. Con il giusto partner di stampa o la giusta stampante aziendale, l'unico limite per un'azienda è l'immaginazione e, naturalmente, il budget. La stampa offre un ottimo rapporto qualità prezzo e, grazie ai servizi digitali, le stampe possono essere ordinate o modificate, se necessario. Per questo, per approfondire tutte le possibilità è molto utile parlare con un esperto di stampa".
Parlaci di Girls Who Print. Di cosa si tratta e quali sono i benefici per le donne?

"Era una pratica diffusa, anzi in alcuni casi lo è ancora, quella di invitare donne autorevoli del mondo della stampa a eventi e organizzazioni di settore, inserirle in un panel e concentrare il dibattito su: "Allora, raccontaci la tua esperienza di donna nel settore della stampa". Non era ciò che volevo fare io. Volevo riunire alcune delle donne più autorevoli, determinate ed eccezionali per parlare con loro del modo in cui hanno fatto crescere le loro aziende e incrementato gli affari. Come hanno portato le loro aziende, o il loro portafoglio clienti, ad aumentare le vendite da un valore X a un valore Y. Per parlare di leadership e presentare le donne come leader astute, potenti e d'impatto nel settore, non solo per altre donne, per tutti.

Alcune persone pensano che io stia semplicemente aiutando le donne a sedere al tavolo del settore della stampa, ma non è così. Noi abbiamo creato il nostro tavolo. Questo è Girls Who Print."

Stampare una rivista con Canon PIXMA PRO-200

La fotografa di moda e ritrattista Evely Duis spiega come ha realizzato a mano una rivista personalizzata utilizzando una stampante professionale Canon.
Deborah Corn è in piedi in una sala, con un microfono in mano, davanti a molte file di poltrone occupate. Nel frattempo, una presentazione viene proiettata dietro di lei.

Deborah, fotografata mentre dà il benvenuto ai partecipanti a un evento a Chicago, USA, nel 2019, è anche la mente dietro Project Peacock. "Ci sono webinar, eventi dal vivo, una raccolta di contenuti educativi on-demand sempre più ricca, oltre 50 stand di partner e ovviamente c'è Canon", dice Deborah.

Qual è l'obiettivo di Project Peacock?

"Nel 2017, quando è iniziato Project Peacock, il settore si stava evolvendo dall'analogico al digitale a un ritmo molto rapido e i clienti della stampa venivano lasciati indietro. Se i clienti non avevano fornitori di servizi di stampa che avessero investito in nuove stampanti digitali, a getto d'inchiostro e di grande formato, non riuscivano a tenersi aggiornati su tutte le novità a disposizione per svolgere il loro lavoro". Di fatto, se i fornitori di servizi di stampa non dispongono delle ultime tecnologie non hanno modo di aggiornare i propri clienti su quanto la stampa possa essere migliore, più rapida, efficiente e personalizzabile.

"Grazie alla mia esperienza in ambito pubblicitario, sapevo che i clienti della stampa diretta avevano un forte bisogno di formazione per farsi ispirare dalle nuove stampanti, le finiture, le tipologie di carta e i substrati, dalle nuove applicazioni della stampa e le tecnologie di marketing da impiegare per costruire un ponte digitale e per il reporting dei dati". Dopo molte conversazioni frustranti su chi fosse responsabile di formare i clienti della stampa, ho deciso di assumermi io stessa questa responsabilità. È così che è nato Project Peacock, in occasione di un evento Canon a Melville, New York, per la precisione!

"Avevo bisogno di partner che fabbricassero le stampanti e le attrezzature di finitura, che producessero la carta e sviluppassero il software. Le visite in sala conferenza sono diventate eventi speciali, nel 2019, quando abbiamo avuto modo di incontrare oltre 2.200 clienti di stampa, prima che il Covid-19 facesse chiudere le attività, nel 2020. Nel 2021, ho trasformato Project Peacock in una piattaforma di risorse online per fornire informazioni, campioni di prova e collaboratori, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ovunque".
Deborah Corn mostra due pollici in su alla fotocamera. Si trova in una stanza illuminata da una miriade di lucine colorate.

Deborah all'Expográfica, organizzata a Città del Messico, ad agosto 2021. Se potesse dare un consiglio agli appassionati di stampa che cercano di guadagnarsi un pubblico online, sarebbe quello di rimanere sempre sé stessi. "Non fate cose fuori dalla vostra portata solo perché pensate che vadano di moda", dichiara. "Preferite la qualità del pubblico, alla quantità, un pubblico disposto a supportare il vostro impegno perché state offrendo loro informazioni importanti".

Dal momento che oggi la fruizione della maggior parte delle immagini avviene su schermo, perché i fotografi dovrebbero continuare a stampare?

"Non conosco nessuno che appende un iPad con la foto del suo diploma alla parete, né che appende il suo cellulare con una calamita sul frigorifero per guardare le foto della sua famiglia. Se stampi qualcosa, difficilmente puoi cancellarlo per sbaglio e se il tuo computer dovesse rompersi, senza possibilità di recuperarlo, non andrebbe perduto. Ora, questa potrebbe sembrare una risposta scontata, ma ci sono alcune esperienze che non è possibile ricreare semplicemente scorrendo una galleria di foto. Tenere le foto tra le mani, attraverso libri, riviste e oggetti da collezione su misura, aiuta a creare una connessione più profonda".

Cosa prevedi per il futuro della stampa?

"Penso che ci troviamo di fronte a un bivio che potrebbe determinare il futuro della stampa. Tale bivio dipende da quanto riusciamo ad attirare nuove risorse che decidano di lavorare in questo settore. Attualmente, infatti, il settore sta vivendo una forte crisi nello sviluppo della forza lavoro. Finché non riusciremo a riposizionarci con successo, ponendoci come settore innovativo, creativo e inclusivo, avremo seri problemi ad affrontare il futuro. Dobbiamo sostenere i programmi di comunicazione grafica, sviluppare canali formali di stage e apprendistato, e fare in modo che tutti capiscano quanto sia interessante il mondo della stampa. Se uno studente volesse lavorare da Apple, dovrebbe desiderare di lavorare nel settore della stampa, invece. Ci sono così tante somiglianze. Dobbiamo sostenere questa causa, con forza e orgoglio!".

Scritto da Lorna Dockerill


Articoli correlati

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro