ARTICOLO

5 suggerimenti degli esperti per l'autoproduzione di stampe fotografiche professionali

"Sono certo che quando mostro le mie stampe a qualcuno, le immagini saranno esattamente come le volevo", afferma il fotografo Clive Booth. Canon imagePROGRAF PRO-1000 consente di produrre stampe fotografiche in formati fino all'A2 e presenta quattro inchiostri monocromatici dedicati per stampe in bianco e nero dalla grande profondità. © Oliver Martin

La stampa fotografica professionale porta le immagini a un nuovo livello, aggiungendo una dimensione che la visualizzazione su schermo non è in grado di offrire. Le fotografie stampate, anche nell'era digitale, possono inoltre costituire un valore commerciale: si possono vendere, esibire nelle gallerie, far partecipare a competizioni fotografiche e molto altro ancora.

Ogni giorno, solo su Instagram vengono pubblicati milioni di scatti e video, la maggior parte dei quali realizzati con gli smartphone e visualizzati direttamente dagli schermi dei dispositivi mobili. Secondo il Canon Ambassador Clive Booth la fotografia sta inesorabilmente subendo una fase di svalutazione, dove però le singole immagini stampate acquisiscono maggiore bellezza e si pongono in interessante contrasto con gli affollati social media.

"Nessuno appende la bacheca dei social media al muro. È proprio per l'enorme quantità di contenuti che vengono diffusi al mese, al minuto, al secondo, che la stampa sta divenendo sempre più preziosa" fa notare Clive, che ha trascorso 20 anni lavorando come graphic designer prima di diventare un fotografo e regista professionale. "La stampa è tattile. La stampa è personale. La stampa genera una tangibile percezione di qualità…Mi è capitato di dare foto stampate a delle persone e vedere la loro reazione, è stato davvero potente".

Proprio perché in contrapposizione con l'effimera essenza delle immagini visualizzate su schermo, una foto stampata di qualità viene percepita come qualcosa di permanente, afferma Clive.

Per ottenere una qualità professionale e un maggior controllo creativo sulla stampa fotografica è bene iniziare a produrre le proprie foto in autonomia, passando a una stampante fotografica professionale. Il Canon Inkjet Specialist ed esperto di stampa Suhaib Hussain enfatizza l'importanza della qualità. "Quando un fotografo realizza di aver bisogno della miglior qualità e del controllo totale sulla produzione dell'immagine, una stampante professionale è assolutamente imprescindibile", racconta.

In questo articolo Clive e Suhaib offrono i loro esperti suggerimenti su come autoprodurre stampe fotografiche professionali, illustrando i vantaggi di creare un flusso di lavoro ottimizzato tra le proprie mura.

A ballet dancer covered by red silk fabric that is billowing around her like a fire.
Dopo lo scatto della ballerina realizzato da Clive Booth con la fotocamera EOS R, il fotografo ha iniziato ad autoprodurre le stampe fotografiche che hanno lasciato i visitatori senza fiato alla galleria Canon a Photokina 2018. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo RF 24-105mm F4L IS USM a 1/200 sec, f/4.0 e ISO 640. © Clive Booth
A ballet dancer's profile covered by yellow silk fabric that is billowing around her like a flame.
"Ho consegnato personalmente delle stampe alle persone e vedere la reazione nei loro occhi è stato davvero potente", afferma Clive. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo Canon RF 50 mm F1.2L USM a 1/500 s, f/2.0 e ISO 400. © Clive Booth
Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

1. Assumere il controllo della stampa con l'autoproduzione delle foto

Quando un fotografo inizia ad aver bisogno di stampare le foto, è comune che faccia ricorso a risorse esterne per il servizio di stampa. Non solo l'idea di autoprodurre le stampe può spaventare, ma le alternative disponibili sono talmente tante che affidare la stampa a terzi sembra l'opzione più semplice. A lungo andare, però, è una scelta dispendiosa a livello di tempo e denaro, specialmente quando si iniziano ad applicare criteri più rigorosi.

"Affidare le stampe a un fornitore può risultare costoso senza tuttavia fornire un pari livello di controllo sul risultato", spiega Clive. "Spesso l'aspetto delle immagini ritirate dal laboratorio di stampa non corrisponde a quello visto sullo schermo".

Per il suo flusso di produzione di stampa, Clive utilizza sempre i dati delle immagini RAW originali per avere il massimo controllo nella fase di editing. In questo modo massimizza le possibilità di produrre stampe con colori e dettagli così come da lui concepiti.

Suhaib è d'accordo. "È quando ci si trova davanti alla necessità di stampare una foto con la miglior qualità mantenendo la più totale precisione nella riproduzione dei colori che inizia a farsi strada l'idea di prendere il controllo del processo di stampa", afferma.

"È la necessità di stampare agli standard più elevati che fa da discriminante per chi ha bisogno di una stampante fotografica professionale, così come il desiderio di ottenere una maggiore precisione e durata delle stampe. Un fotografo può trovarsi nella situazione di dover vendere le proprie stampe o di essere chiamato per esporre il proprio lavoro in mostre, gallerie fotografiche o competizioni: per questo c'è bisogno di una garanzia di qualità e durata".

Assumere il controllo del processo di stampa rende il prodotto finale più personale. "E soprattutto, una stampa rappresenta la scena originale vista dagli occhi del fotografo e immortalata dalla macchina fotografica ed è la dichiarazione di come l'autore voleva che l'immagine fosse vista dagli altri", aggiunge Suhaib. "Per ottenere questi risultati è sempre consigliabile avere il controllo della stampa e servirsi di una stampante fotografica in grado di offrire stampe di elevata qualità".

Il plug-in Print Studio Pro di Canon è il collegamento perfetto tra l'immagine e il prodotto finale stampato. Questo software unico, creato appositamente per le stampanti fotografiche professionali Canon, consente di ottimizzare l'immagine per ottenere stampe fotografiche di qualità professionale con facilità. Print Studio Pro consente di visualizzare in tempo reale un'anteprima del prodotto finale stampato e di vedere come si modifica in base al supporto o tipo di carta utilizzato, offrendo maggiore controllo durante la produzione delle stampe.

An image of a ballet dancer being edited in Print Studio Pro.
"In Print Studio Pro è disponibile la funzionalità bozza. Con un monitor calibrato si ottiene un'ottima emulazione del futuro aspetto dell'immagine [stampata] visualizzandola in anteprima tramite bozza e con il profilo di carta applicato", suggerisce Clive. © Clive Booth
Clive Booth takes a photo of a ballet dancer surrounded by flame-like silks.

Dall'idea alla stampa: il servizio fotografico di Clive Booth per il Birmingham Royal Ballet

Il Canon Ambassador rivela come è riuscito a creare immagini pubblicitarie su carta di altissima qualità per il Birmingham Royal Ballet utilizzando il sistema Canon EOS R.

2. Calibrare lo schermo e gestire il colore

"Uno dei principali problemi che si può incontrare e che si incontra con facilità, specialmente quando si è alle prima armi con la stampa, è che ciò che viene visualizzato su schermo non corrisponde a ciò che si vede su carta", afferma Clive. "Questo è dovuto a due fattori: il primo è la temperatura del colore, ossia ciò che indica se lo schermo ha uno schema di colori troppo freddo (blu) o troppo caldo (giallo). Il secondo fattore è il livello di luminosità. Se ad esempio le impostazioni dello schermo sono alla massima luminosità, si rischia di produrre una stampa molto scura".

Per questo motivo è di fondamentale importanza calibrare lo schermo e organizzare un flusso di lavoro per la gestione del colore end-to-end dalla fotocamera alla stampante. "Si può risolvere il problema in modo molto semplice e piuttosto economico con un kit per la calibrazione", suggerisce Clive. Un'alternativa è investire in un sistema di gestione del colore di grado professionale, che consenta di creare profili personalizzati per fotocamera, monitor, proiettore e stampante e di ottenere una profilazione e calibrazione del colore precise e coerenti dall'acquisizione alla visualizzazione alla stampa.

Questo è uno dei vantaggi più grandi di cui le stampe professionali godono rispetto alla visualizzazione delle foto su schermo. "Non posso controllare gli schermi di tutti, ma su una stampa posso gestire sia la luminosità sia la temperatura del colore", continua Clive. "In questo modo sono certo che quando mostro la mia stampa a qualcuno, sarà esattamente così come volevo che fosse".

Multiples of the same ballet dancer image on-screen being prepared for printing.
Print Studio Pro consente di visionare in anteprima quale sarà l'aspetto dell'immagine stampata su diversi tipi di carta. © Clive Booth

3. Valutare i benefici economici della stampa fotografica professionale

Un sistema di gestione del colore top di gamma non è economico, ma può valere la spesa se si prevede di stampare molto. Consente di risparmiare tempo e costosa carta per le ripetute prove di stampa. "In sostanza, disporre di un tale flusso di lavoro per la gestione del colore consente di risparmiare tempo, denaro e carta", fa notare Clive. "È molto importante".

"L'investimento iniziale per la stampante, relativamente parlando, non è così alto" afferma Clive. Anche se ancora non si sente la necessità di disporre di un flusso di lavoro completo per la gestione del colore, una stampante fotografica professionale può rivelarsi un investimento intelligente.

"Il modello imagePROGRAF PRO-1000 è fantastico, in quanto non ingombra spazio sulla scrivania e produce stampe a tutta pagina in formato A2, da bordo a bordo", continua Clive. "È economica, considerato che le cartucce hanno una capienza maggiore, e relativamente rapida.

"Se l'obiettivo è di vendere le proprie stampe, allora imagePROGRAF PRO-1000 è decisamente la scelta giusta in termini di economie di scala. Il costo di produzione di una singola stampa è relativamente basso se confrontato con il potenziale prezzo di vendita, che potrebbe essere di diverse centinaia di sterline [o euro]". Clive calcola che nel Regno Unito, con la sua attrezzatura il costo per una stampa A2 su carta Pro Platinum con una stampante imagePROGRAF PRO-1000 è meno del 2% del potenziale prezzo di vendita. Utilizzando la carta perlata per riproduzioni artistiche da 285 g/m² prodotta da Hahnemuhle, il costo di produzione di una stampa che durerà per anni rimane inferiore al 3% del prezzo di vendita.

A close up of professional printing paper.
La scelta della carta più adatta è importante quasi quanto la scelta dell'obiettivo. © Clive Booth

4. Non sottovalutare l'importanza della carta

Scegliere il giusto tipo di carta per la stampa fotografica è estremamente importante: secondo l'esperto di stampa Canon Suhaib, è un fattore che eguaglia per importanza la scelta dell'obiettivo per la fotografia.

"La carta opaca risulta migliore per immagini con tavolozze di colore più delicate, così come per immagini in bianco e nero o desaturate. Quella semi-lucida o Luster è adatta a immagini ad alto contrasto, ricche di dettagli e con elevata saturazione. La carta ultra lucida è perfetta per immagini dai colori vividi", consiglia.

Per sbizzarrire la creatività con diversi tipi di carta si può usare Print Studio Pro, che consente di aggiungere profili ICC per ogni tipo di carta che si desidera provare, aggiunge Clive. "I profili della carta Canon sono già installati. In Print Studio Pro è disponibile anche la funzionalità bozza. Con un monitor calibrato si ottiene un'ottima emulazione del futuro aspetto dell'immagine [stampata] visualizzandola in anteprima tramite bozza e con il profilo del tipo di carta selezionato".

A print of a ballet dancer covered by red silk being printed on a printer.
"Il modello imagePROGRAF PRO-1000 è fantastico, in quanto non ingombra spazio sulla scrivania e produce stampe a tutta pagina in formato A2, da bordo a bordo", continua Clive. "È economica, considerato che le cartucce hanno una capienza maggiore, e relativamente rapida", afferma Clive. © Clive Booth

5. Considerare i vantaggi di una stampante fotografica professionale Canon

Se l'obiettivo è quello di creare un flusso di lavoro ottimizzato e fluido, vale la pena considerare l'abbinamento di stampante e macchina fotografica. Le tecnologie delle stampanti Canon sono progettate in linea con ciò che le fotocamere Canon offrono. "Se si sceglie Canon sia per l'input sia per l'output, si possono sfruttare vantaggi aggiuntivi propri della stampante come la stampa HDR e la nitidezza", racconta Clive. "Le stampe sembrano quasi tridimensionali".

Le stampanti fotografiche professionali Canon sono dotate di tecnologie avanzate per far fronte a comuni problemi di stampa e per soddisfare le più esigenti richieste. Come sottolinea Suhaib, ad esempio, "il modello imagePROGRAF PRO-1000 è dotato di un sistema di compensazione dell'inceppamento degli ugelli integrato che, per evitare il banding, utilizza degli ugelli sostitutivi in caso di intasamento. C'è anche un sistema di alimentazione carta ad aspirazione, che assicura l'assenza di interruzioni per un'ampia varietà di tipi di carta e grammature".

imagePROGRAF PRO-1000 utilizza microscopiche gocce d'inchiostro per una migliorata precisione e dettaglio della stampa. La combinazione con la tecnologia Chroma Optimizer consente di ottenere un posizionamento accurato dell'inchiostro e un ridotto "effetto brunitura" nel prodotto finale.

Suhaib aggiunge: "Utilizzando più inchiostri, le stampanti professionali offrono spettri cromatici più ampi consentendo la riproduzione nella stampa di una più vasta gamma di colori che riflettono in modo più accurato l'immagine scattata. Inoltre, le stampanti professionali supportano formati carta più grandi e di diverso tipo, consentendo ai fotografi di creare stampe d'impatto di maggiori dimensioni nonché di giocare con i diversi toni riprodotti dalla varietà di tipi di carta".

Ovviamente anche la scelta degli inchiostri ha un certo peso nella riuscita di immagini precise con elevata saturazione e di lunga durata. "Gli inchiostri Canon di nuova formulazione Nero opaco e Nero fotografico assicurano un'elevata densità dei pigmenti neri rispettivamente su carta opaca e su carta fotografica", spiega Suhaib.

Con una stampante fotografica professionale, inchiostri e carta di buona qualità e un'attenta preparazione si possono ottenere meravigliose stampe che resistono alla prova del tempo. "Una stampa si conserva a lungo: dura almeno 150 anni", afferma Clive. "Se le persone apprezzano il tuo lavoro, la cosa più bella che puoi donar loro è una stampa".

Scritto da Annabel Miller


Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora