ARTICOLO

Immagini della grande corsa: fotografie del Gran Premio di Monaco scattate a 2 km di distanza con fotocamere Canon EOS 5DS R

Frits van Eldik ha catturato dettagli mozzafiato fotografando la partenza del Gran Premio di Monaco 2018 da una montagna a più di 2 km di distanza. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS R e obiettivo Canon EF 200-400mm F4L IS USM a 200mm, 1/2000 sec, F5.6 e ISO800. © Frits van Eldik

Frits van Eldik ha scattato fotografie in occasione di tutti i più importanti eventi motoristici del mondo, ma un'ambizione è rimasta insoddisfatta. Mentre scattava foto d'azione a bordo pista, il Canon Ambassador sognava di fotografare il Gran Premio di Monaco dalle montagne circostanti, per realizzare scatti in grado di collocare la gara nel più ampio contesto della spettacolare posizione della città.

Il Gran Premio di Monaco è uno degli eventi automobilistici più glamour ed emozionanti del mondo, e si svolge su un circuito impegnativo che si snoda attraverso le strade labirintiche di Monaco, vicino al sontuoso porto della costa mediterranea popolato di yacht.

"Monaco è un evento molto speciale seguito in tutto il mondo" afferma Frits, fotografo olandese di sport motoristici. "Anche chi non ha alcuna idea di cosa sia la Formula 1, conosce il Gran Premio di Monaco. Per i fotografi, è sempre una problema ottenere l'autorizzazione dalla sicurezza locale, e spesso bisogna sostenere animate discussioni prima di potere iniziare a scattare. Ma il bordo pista è un posto meraviglioso per fare foto".

Frits van Eldik looks through the viewfinder of one of four Canon EOS 5DS R cameras mounted on a rig on a mountaintop overlooking Monaco.
Frits ha preso posto su una delle montagne che sovrastano la città di Monaco, attrezzato con numerose fotocamere Canon EOS 5DS R con diversi obiettivi. © Jip Barth Fotografie
Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

Frits ha avuto un'esperienza come fotografo di grandi corse più importante rispetto alla maggior parte dei colleghi. Dopo aver deciso di volere diventare fotografo di sport motoristici all'età di 11 anni, ha fotografato il suo primo Gran Premio nel 1989 e da allora ha seguito regolarmente gare importanti, tra cui la 500 Miglia di Indianapolis e la 24 ore di Le Mans.

Figlio di un proprietario di un garage che era anche un esperto fotografo, Frits ha sviluppato la stessa doppia passione per le auto e la fotografia. Oggi, continua ad amare la varietà che il suo lavoro comporta. "La fotografia di eventi di monitoring comprende tutti i tipi di fotografia", afferma.

"In una giornata, o anche in una breve sessione, sei un fotografo d'azione, di paesaggi, un ritrattista, un fotografo di cronaca e un paparazzo che corre dietro alle celebrità. È proprio questo che amo del lavoro che svolgo".
An aerial view looking down over Monaco, with the edge of a rock out of focus in the near foreground. Photo by Frits van Eldik with a Canon EOS 5DS R.
Vista dalla montagna ottenuta utilizzando un obiettivo Canon EF 24-70mm F2.8L II USM con una lunghezza focale di 55 mm. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS R e obiettivo Canon EF 24-70mm F2.8L II USM a 55mm, 1/2000 sec, F4.0 e ISO200. © Frits van Eldik

Ripresa a distanza

Durante l'esecuzione del suo articolato lavoro, Frits ha sempre desiderato portare a termine un progetto particolare che gli era venuto in mente mentre guidava per la città. "Monaco è sempre una località estremamente frenetica in occasione del Gran Premio", afferma Frits. "Per questo mi piace guidare per le alture circostanti, cercando di salire il più possibile. Dalla montagna si ha una bellissima vista sulla città, e ci vado per rilassarmi e godermi una pizza e un drink.

"Quando si guarda in basso da quel punto, si vede parte della pista e ho sempre pensato che da lì avrei voluto fotografare il Gran Premio. Vorrei immortalare le barche nel porto e le tribune piene di gente. Il problema è che si trova a circa 2,3 km di distanza e le auto sembrerebbero piccolissime. Così ho dovuto realizzare i miei scatti all'inizio, quando le macchine sono tutte insieme".

Frits sapeva che dalla montagna non sarebbe riuscito ad ottenere degli scatti della gara per i suoi clienti. Così, nel corso degli anni, ha realizzato il suo lavoro seguendo la gara da terra, continuando ad immaginare gli scatti in quota che un giorno avrebbe voluto realizzare.

Canon EOS 5DS R cameras on a mountaintop looking out towards Monaco in the distance.
Le fotocamere Canon EOS 5DS R utilizzate da Frits hanno dimostrato la loro impressionante risoluzione, catturando dettagli che non potevano essere visti ad occhio nudo. © Jip Barth Fotografie
A low-light photo from the rear of the racing car driven by Fernando Alonso, its brake lights emitting a red glow on the wet track.

Guida al chiaro di luna: la storia della rara fotografia della F1 di Frits van Eldik

Frits van Eldik spiega in che modo è riuscito ad ottenere uno straordinario ed emozionale scatto del pilota di Formula 1 Fernando Alonso mentre guidava al buio.

Questo sogno è diventato più possibile quando nel 2015 è stata lanciata la fotocamera Canon EOS 5DS R da 50 megapixel. Grazie ad essa Fritz ha potuto scattare dalla montagna e, utilizzando obiettivi specifici, creare dei file che potevano essere trasformati in stampe di grandi dimensioni in grado di raffigurare i dettagli dello scenario che desiderava. Così, nel 2018, ha deciso di rinunciare a tutti gli altri lavori al Gran Premio di Monaco di quell'anno e di concentrarsi sulla partenza della gara vista dalla montagna.

Quale obiettivo usare? "Quando si guarda in basso e si vede tutta la città di Monaco, il risultato è bello sia con un obiettivo 17mm che con un obiettivo 600mm o con qualunque altro obiettivo", afferma. "Avendo scelto di abbandonare tutti i miei progetti per il weekend, volevo farlo nel miglior modo possibile. Così ho deciso di utilizzare otto fotocamere per scattare contemporaneamente dallo stesso punto di vista con otto obiettivi diversi, per essere sicuro di catturare quel preciso momento".

Nei giorni immediatamente precedenti al Gran Premio di Monaco 2018, Frits ha chiesto al suo equipaggio di portare l'attrezzatura nella postazione prevista sulla montagna e assicurarsi che fosse posizionata in modo sicuro. La situazione però non era delle migliori. Ogni giorno, le nuvole si formavano sul mare, si spostavano verso la terra e oscuravano completamente la città.
Photographer Frits van Eldik stands on a rocky outcrop, with cameras mounted on rigs beside him, looking to one side with binoculars.
Frits nella sua postazione, in attesa dell'inizio della corsa, mentre le nuvole sopraggiungono dal mare. © Jip Barth Fotografie

Frits non si è arreso, però. "Se davvero si vuole ottenere qualcosa, bisogna impiegare tutta la propria energia affinché funzioni", afferma. Così, la domenica mattina, il giorno in cui si sarebbe svolta la gara, ha guidato per raggiungere la montagna e ha valutato la situazione. Anche se la città era visibile, c'era un vento molto forte che muoveva le fotocamere installate sul treppiede a tal punto che dovette considerare di interrompere le riprese. Alla fine ha deciso di modificare i suoi piani per adattarli alle circostanze.

Obiettivi e lunghezze focali

Invece di scattare con otto obiettivi, Frits ha deciso di utilizzarne solo quattro: Canon EF 24-70mm F2.8L II USM, Canon EF 70-200mm F2.8L IS III USM, Canon EF 200-400mm F4L IS USM e Canon EF 600mm F4L IS III USM. Impostandoli a lunghezze focali di 70mm, 135mm, 200mm e 600mm rispettivamente, sapeva che avrebbe avuto due serie di scatti per ciascuna di queste lunghezze focali. Nonostante il vento, sperava che almeno una di queste serie di scatti sarebbe stata sufficientemente nitida.

Ogni obiettivo è stato testato per potere trovare l'apertura ideale per ottenere risultati ottimali in base allo scenario e alle condizioni. Quindi, ogni fotocamera è stata impostata con una velocità dell'otturatore non inferiore a 1/2000 secondi, per potere bloccare il movimento delle auto. La luce era scarsa, e Frits ha dovuto aumentare l'ISO delle fotocamere per ottenere una velocità dell'otturatore di 1/2000 secondi con l'apertura che voleva utilizzare.

Frits ha impostato le fotocamere con un'elevata frequenza dei fotogrammi e ha rimosso i paraluce in modo da non risentire troppo del vento. Ha osservato nervosamente l'avvicinarsi della gara con il suo binocolo, e finalmente è arrivato il momento di iniziare a scattare. All'inizio della gara, ha usato i telecomandi per attivare contemporaneamente le otto fotocamere Canon EOS 5DS R. Infine, anche se il grande momento era finito, ha realizzato scatti per qualche giro in più, ma si è fermato quando ormai c'erano grandi distanze tra le auto, che sarebbero dunque diventate pressoché invisibili nelle immagini.

Eight Canon EOS 5DS R cameras mounted on rigs stand on a high mountaintop viewpoint, with only the open ocean visible behind.
Le fotocamere di Frits erano in una posizione così esposta che ha dovuto attaccarvi bottiglie d'acqua per zavorrarle e rimuovere i paraluce per evitare che volassero via con il vento. © Jip Barth Fotografie

Stampare grandi immagini

Al termine del loro lavoro, Frits e il suo team hanno raccolto tutto il materiale, sono saltati in macchina e hanno iniziato il loro viaggio di ritorno verso l'Olanda mentre la gara era ancora in corso.

"Avevo le schede di memoria con me, ma non avevo il coraggio di guardare le foto", ammette. "Alla fine le ho guardate sul mio portatile e ho pensato: "Sì, ce l'ho fatta!", avevo creato un'immagine del Gran Premio che non era mai stata vista prima.

"Ma sebbene avessi atteso questo momento per 20 anni, non ero entusiasta di vedere le foto sullo schermo". La sensazione di successo lo ha pervaso successivamente, quando Frits ha visto le immagini sotto forma di stampe di grandi dimensioni realizzate con una stampante Canon imagePROGRAF PRO-4000. "È stato quello il momento in cui mi sono davvero emozionato", afferma. "Quando si ha a disposizione una stampante larga più di due metri, ci si rende conto che l'unico modo per dimostrare la qualità del file della fotocamera è quello di realizzare una stampa di grandi dimensioni. Solo allora si scopre quanto sia incredibilmente dettagliata".

An aerial view of the 2018 Monaco Grand Prix taken with a Canon telephoto lens. Photo by Frits van Eldik with a Canon EOS 5DS R.
Con un obiettivo da 600mm, posto ad una distanza superiore ai 2 km, Frits ha catturato fantastici dettagli delle auto, delle strade e degli spettatori che guardavano la corsa dai balconi della città. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS R e obiettivo Canon EF 600mm F4L IS II USM a 1/2000 s, F5.6 e ISO800. © Frits van Eldik

Frits ha realizzato due stampe del Gran Premio: una ottenuta dallo scatto eseguito con l'obiettivo Canon EF 24-70mm F2.8L II USM a 70mm e l'altra ottenuta dallo scatto eseguito con l'obiettivo Canon EF 600mm F4L IS III USM. Entrambi sono stati realizzati nello stesso momento, proprio all'inizio della gara.

"Normalmente, quando una stampa di queste dimensioni viene apposta sulla parete, la gente si allontana per avere una visione corretta dell'immagine. Ma in questo caso si fa un passo avanti per vedere tutto, perché i dettagli sono incredibili. Si vedono persone affacciate ai balconi con i loro telefoni in mano per catturare il momento, e si vedono altre persone che pranzano e non guardano affatto la gara. Si vedono scintille che escono dalle auto una vicina all'altra, e si vede anche tutta la città di Monaco. Quando si osservano queste due stampe e ci si rende conto che gli scatti sono stati realizzati a quasi 2,5 km di distanza, è davvero impressionante".

Quindi, dopo anni di sogni sulle riprese, di cambi di programma all'ultimo minuto e dopo avere osservato le stampe finali, come si sente Frits? "Direi che ha funzionato molto bene", afferma. "Le immagini sono fantastiche dal mio punto di vista. Ok, forse avrebbero potuto essere migliori se ci fosse stata una giornata di sole, ma se ci fossero stati 30 gradi ci sarebbe stata una certa foschia a causa del caldo e forse anche delle nuvole a quell'ora del giorno. Quindi, il vento forte e le condizioni più fresche mi hanno aiutato alla fine.

"Scattare questa foto è stato nella mia lista delle cose da fare per molto tempo. Ora l'ho fatto e sono molto soddisfatto".

Scritto da David Clark


Il kit di Frits Van Eldik

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare le loro foto

The contents of motorsports photographer Frits van Eldik's kitbag, including 14 Canon camera bodies and several telephoto lenses.

Fotocamere

Canon EOS 5DS R

La migliore qualità reflex, con una risoluzione di 50,6 megapixel e un filtro per l'annullamento dell'effetto passa-basso che ottimizza la nitidezza. Jaroslav spiega: "I miei clienti commerciali richiedono un'immagine di alta qualità, spesso per cartelloni o grandi poster. Canon EOS 5DS R rimane la mia prima scelta".

Obiettivi

Canon EF 24-70mm F2.8L II USM

Questo obiettivo di qualità professionale con zoom standard offre un'eccezionale nitidezza dell'immagine e una resistente struttura serie L. L'apertura F2.8 costante consente di scattare foto straordinarie anche in condizioni di scarsa illuminazione e di controllare facilmente la profondità di campo.

Canon EF 70-200 mm F2.8L IS III USM

Un classico moderno, questo teleobiettivo zoom con ampia apertura è uno dei preferiti dai fotografi professionisti di tutti i generi. Assicura prestazioni ancora migliori in condizioni di luce intensa, poiché è stato progettato per offrire risultati eccezionali nelle condizioni più difficili.

Canon EF 600 mm F4L IS II USM

Un super teleobiettivo con elevata capacità di ingrandimento dotato di tecnologia di stabilizzazione dell'immagine e una rapida apertura massima fino a F4. Ideale per fotografi naturalistici e sportivi che lavorano sul campo.

Stampante

Canon imagePROGRAF PRO-4000

Consente di ottenere stampe di qualità stupefacente su supporti fino a 44 pollici. Il sistema di inchiostri LUCIA PRO a 12 colori e la testina di stampa da 1,28 pollici garantiscono colori vivaci, neri profondi, alta velocità e qualità eccellente. "La resa dei dettagli è incredibile" afferma Frits.

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora