ARTICOLO

La sfida del giorno: 1 partita, 3 punti di vista sulla Coppa del mondo di rugby 2019™

Japanese rugby players celebrate after being awarded a penalty against South Africa in their Rugby World Cup 2019™ quarter-final.
I fotografi sportivi sperano di catturare immagini di ogni tipo nel corso di una partita. Hannah Peters, fotografa di Getty Images, ha immortalato la reazione del giocatore della squadra giapponese Jiwon Koo (al centro) al momento dell'assegnazione di una punizione durante i quarti di finale della Coppa del mondo di rugby 2019™ tra Giappone e Sudafrica. "Il tifo giapponese era sfegatato, così come la squadra. Si è creato un bel momento nella partita", rammenta Hannah. Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II e obiettivo Canon EF 400mm F2.8L IS III USM a 1/2700 sec, F2.8 e ISO 2500. © Hannah Peters/Getty Images

La Coppa del mondo di rugby 2019™ è stata un evento internazionale in cui gli occhi degli appassionati di sport di tutto il mondo erano puntati sul Giappone. L'entusiasmo per il rugby mostrato dalla nazione ospite ha toccato l'apice durante i quarti di finale tra Giappone e Sudafrica, dove i fotografi di tutto il mondo hanno messo alla prova i propri obiettivi per immortalare l'azione.

La quantità di azioni che un fotografo riesce a catturare dipende da diversi fattori, in particolar modo dalla posizione da cui scatta e dalla velocità di reazione. In questo articolo Hannah Peters, Cameron Spencer e Richard Heathcote, tre fotografi del team di Getty Images, offrono i loro personali punti di vista sullo scontro tra Giappone e Sudafrica. Raccontano delle sfide, delle gioie e delle frustrazioni raccolte durante la giornata, rivelando il kit Canon utilizzato e raccontando la storia dietro due delle migliori immagini scattate da ognuno durante la partita.

Japan break through the South African defence in the Japan v South Africa Rugby World Cup 2019™ quarter-final.
"Il Giappone ha iniziato ad attaccare con determinazione dopo il cartellino giallo ricevuto dalla squadra sudafricana", racconta Hannah. "Qui il giocatore centrale è riuscito a liberarsi, aprendo un varco nella difesa sudafricana". Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II e obiettivo Canon EF 400mm F2.8L IS III USM a 1/2700 sec, F2.8 e ISO 2500. © Hannah Peters/Getty Images
Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

Hannah Peters, all'altro capo del sottopassaggio

Hannah, con base in Nuova Zelanda, è fotografa sportiva a tempo pieno per Getty Images dal 2010. Ha seguito eventi internazionali quali i Giochi olimpici estivi e i Giochi del Commonwealth.

"L'atmosfera durante Giappone contro Sudafrica era elettrizzante", ricorda. "I tifosi giapponesi supportavano la squadra con fervore, sperando in un risultato speciale. Ogni volta che veniva assegnata una punizione o che un giocatore riusciva a liberarsi, la folla si accendeva.

"Per questa partita ero in una delle posizioni fisse, che vengono scelte prima dello scontro e che richiedono un accredito. La mia era in un angolo sul lato opposto al sottopassaggio.

"Ho lavorato con tre fotocamere Canon EOS-1D X Mark II, ognuna con un obiettivo diverso. Per gran parte degli scatti dell'incontro ho usato l'obiettivo Canon EF 400mm F2.8L IS III USM. Canon EF 70-200mm F2.8L IS II USM [ora sostituito da Canon EF 70-200mm F2.8L IS III USM] è un obiettivo comodo per scattare immagini di mete, rimesse laterali e qualsiasi altra azione si svolga nel mio angolo, nel raggio di cinque metri dalla linea di meta. L'obiettivo Canon EF 16-35mm F2.8L III USM è utile per gli scatti pre e post-partita, ad esempio quando, a match concluso, i giocatori del Giappone hanno ringraziato i tifosi e si sono messi in posa per una foto di squadra. È comodo avere questo obiettivo pronto all'uso.

"Durante la partita, il cartellino giallo per il giocatore sudafricano Tendai Mtawarira nel primo tempo è stato un momento decisivo. Sfortunatamente, avevo la vista sulla scena bloccata. Ciò nonostante, è questa la cosa migliore di lavorare in un team tanto fantastico: riusciamo a distribuirci lungo tutto il campo, in modo da coprire qualsiasi angolazione".

"Alla fin fine la partita non si è veramente svolta nella mia direzione, ma può succedere. Bisogna farsene una ragione. Il punto forte è stato probabilmente la folla di tifosi e il modo in cui hanno mostrato il loro supporto. Prima del fischio d'inizio sono uscito dallo stadio e c'erano dei giapponesi che avevano iniziato a intonare l'inno nazionale sudafricano insieme a un gruppo di tifosi della squadra avversaria. È stato un momento speciale da vivere".

South Africa score their first try of the match against Japan during their Rugby World Cup 2019™ quarter-final.
Tutti i fotografi di rugby sperano di catturare mete spettacolari: Cameron Spencer si trovava in una posizione con visuale strategica quando Makazole Mapimpi, giocatore del Sudafrica, ha segnato la prima meta della sua squadra durante i quarti di finale della Coppa del mondo di rugby 2019™ tra Giappone e Sudafrica. Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II e obiettivo Canon EF 70-200mm F2.8L IS II USM a 1/2000 sec, F3.5 e ISO 2500. © Cameron Spencer/Getty Images

Cameron Spencer, dietro i cartelloni

Durante i suoi 15 anni di lavoro per Getty Images, Cameron, residente in Australia, ha seguito molti dei principali eventi sportivi internazionali. Tra questi, i tornei della Coppa del Mondo di rugby™, della Coppa del mondo FIFA e i Giochi olimpici estivi.

England win a lineout against Tonga, by Getty Images photographer Dave Rogers.

La giornata tipo di un fotografo impegnato nella Coppa del mondo di rugby™

Dave Rogers, fotografo sportivo di Getty Images con 40 anni di carriera alle spalle, racconta una giornata tipo durante la Coppa del mondo di rugby 2019™: la preparazione, il kit utilizzato e gli scatti realizzati.

"Per lo scontro tra Giappone e Sudafrica ero seduto dietro i cartelloni in uno degli angoli del campo, in posizione statica, dal lato della panchina del Giappone", spiega Cameron. "Ho lavorato con i corpi macchina Canon EOS-1D X Mark II, utilizzando prevalentemente gli obiettivi Canon EF 400mm F2.8L IS III USM, Canon EF 70-200mm F2.8L IS II USM e Canon EF 16-35mm F2.8L III USM.

"L'atmosfera di tutte le partite del Giappone era euforica e questa non era da meno. Si trattava di un'occasione preziosa e i tifosi erano elettrizzati, soprattutto durante i primi 10 minuti".

"Ero ben posizionato per la meta di apertura. Quando Makazole Mapimpi del Sudafrica ha iniziato a correre verso l'angolo, ho cambiato fotocamera passando a quella su cui avevo montato l'obiettivo Canon EF 70-200mm F2.8L IS II USM. Con il tracciamento impostato su AI Servo, ho utilizzato il singolo punto centrale quadrato per mettere a fuoco su Mapimpi che si tuffava per segnare la meta, usando 14 fps. Lo scatto a mezz'aria [in alto] era quello con maggiore dinamismo. Mi piace il fatto che nell'inquadratura si riescano a vedere gli altri giocatori che tentano di impedire che la meta venga messa a segno".

"Dalla mia posizione sono riuscito a scattare anche diverse immagini delle contese della palla in touche, insieme ad alcuni momenti post-partita di grande intensità in cui la squadra giapponese, carica di emozione, ringrazia la folla dal mio lato del campo.

South African and Japanese players grapple as tensions come to a head during the Rugby World Cup 2019™ quarter-final.
Cameron ha ottenuto un'inquadratura perfetta di questo incidente sul campo: "Tra giocatori rivali, gli animi si sono accesi e c'è stata una piccola lite", ricorda Cameron. "Mi piace l'espressione che hanno i giocatori: si nota un certo risentimento, ma tutto sommato sembrano anche sorridere". Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II e obiettivo Canon EF 400mm F2.8L IS III USM a 1/2000 sec, F2.8 e ISO 2000. © Cameron Spencer/Getty Images

"Il punteggio alla fine del primo tempo era di 5 a 3 per il Sudafrica. Speravo in un secondo tempo più combattuto, ma il Sudafrica ha guadagnato slancio mettendo a segno diverse mete nella metà campo opposta a dove ero posizionato per scattare.

"La seconda metà della partita è stata probabilmente il momento più frustrante per me. Tutti vorrebbero essere dove si sta svolgendo l'azione. Spesso nei match serrati non si vedono ampi passaggi di gioco e rotture delle linee di difesa avversarie. Gli sforzi difensivi di entrambe le squadre erano notevoli, il che significa che non ce n'erano molti momenti da immortalare. Quando succede, devi essere pronto".

"In alcune partite l'azione si sviluppa di fronte ai tuoi occhi, in altre succede tutto nella metà campo opposta. Può succedere di essere molto sfortunati. È questo il motivo per cui la fotografia sportiva è così emozionante!"

A South African player spear tackles a Japanese player during the Rugby World Cup 2019™ quarter-final.
Richard Heathcote ha immortalato uno dei momenti cruciali del match tra Giappone e Sudafrica dei quarti di finale della Coppa del mondo di rugby 2019™, quando il giocatore giapponese Keita Inagaki è stato rovesciato con un aggressivo placcaggio da Tendai Mtawarira del Sudafrica. L'azione gli è costata un cartellino giallo. Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II e obiettivo Canon EF 600mm F4L IS III USM a 1/2000 sec, F4 e ISO 3200. © Richard Heathcote, Coppa del mondo di rugby/World Rugby™ via Getty Images

Richard Heathcote, lungo la linea di meta

Durante i 13 anni di lavoro come fotografo sportivo per Getty Images, Richard ha seguito quattro Coppe del mondo FIFA, cinque Giochi olimpici e quattro Tornei major di golf. Questa è stata la sua seconda partecipazione alle fasi finali della Coppa del mondo di rugby™.

"Durante questa partita dei quarti di finale non avevo una posizione fissa, andavo avanti e indietro lungo la linea di meta dal lato delle panchine", racconta. "La squadra di casa ha giocato in modo eccellente durante tutto l'incontro e i tifosi hanno mostrato grande supporto in questo match così serrato. Indipendentemente dal risultato, i giocatori sarebbero stati degli eroi. Sono rimasti in quell'area per buona parte della partita".

Players lifted in a lineout battle for the ball during the Japan v South Africa Rugby World Cup 2019™ quarter-final.
"Quando fotografi una touche, l'obiettivo è mostrare al meglio la lotta tra i giocatori che tentano di conquistare l'ovale per la propria squadra", afferma Richard. Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II e obiettivo Canon EF 600mm F4L IS III USM a 1/1600 sec, F4 e ISO 3200. © Richard Heathcote, Coppa del mondo di rugby/World Rugby™ via Getty Images

"Con il corpo macchina Canon EOS-1D X Mark II ho usato gli obiettivi Canon EF 600mm F4L IS III USM, Canon 300mm F2.8L IS II USM, Canon EF 70-200mm F2.8L IS II USM e Canon EF 24-70mm F2.8L II USM. Durante gli internazionali di rugby è possibile trovarsi a scattare da una posizione molto lontana dall'azione, quindi preferisco usare la lunghezza extra dell'obiettivo 600mm quando lavoro in stadi più grandi con più zone di scorrimento.

"Uno dei momenti più importanti della partita è stato il potente placcaggio del giocatore del Sudafrica Tendai Mtawarira a discapito dell'avversario giapponese Keita Inagaki [in alto]. Ero sulla linea dei 22 metri, tenendo d'occhio l'attacco del Giappone, quando Mtawarira ha placcato e rovesciato Inagaki. Il placcaggio così estremo ha segnato un momento decisivo di grande tensione nella partita: il cartellino giallo che ne è conseguito ha mantenuto il punteggio tirato fino alla fine del primo tempo".

Scritto da David Clark


• Canon è stata sponsor ufficiale della Coppa del mondo di rugby 2019™.

• TM © Rugby World Cup Limited 2015. Tutti i diritti riservati.

Nel kit di un fotografo sportivo

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare foto degli sport

The Canon EOS-1D X Mark II.

Fotocamera

Obiettivi

Canon EF 70-200mm F2.8L IS II USM

Teleobiettivo con zoom molto diffuso, progettato per un utilizzo professionale. Presenta un design estremamente robusto, uno stabilizzatore d'immagine a 4 stop ed elementi specialistici. "Sono affascinata dalla versatilità dell'obiettivo e so che se lo porto con me, non mi perderò neanche un momento", afferma Hannah Peters.

Canon EF 400mm F2.8L IS III USM

Un super teleobiettivo con apertura rapida e dalle prestazioni professionali: ideale per la fotografia sportiva, naturalistica e il fotogiornalismo. "Per le fotografie di rugby, volendo scattare a F2.8 - F3.5, non c'è niente di meglio di questo obiettivo", afferma Cameron Spencer.

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora