FOTOGRAFIA PAESAGGISTICA

Consigli utili per la fotografia paesaggistica

Abilità essenziali, tecniche di scatto e consigli per portare le foto dei tuoi paesaggi a un livello superiore.
Canon Camera
Quando sei in giro, puoi trovare tantissimi luoghi interessanti e imbatterti in scene mozzafiato. Ma ci vuole dedizione per cercare luoghi degni di essere fotografati. Quindi, quando trovi un punto imperdibile, vuoi rendergli giustizia. In questo articolo, vedremo alcuni degli errori più comuni nella fotografia paesaggistica e come risolverli.

1. Composizione paesaggistica: cattura i dettagli in primo piano

Uno scatto panoramico che mostra un grande albero su una collina in pendenza.

Anche se questa foto che ritrae un paesaggio può essere già definito un ottimo scatto, l'utilizzo di un'angolazione della fotocamera più bassa potrebbe migliorarlo ulteriormente. Scatto realizzato con Canon EOS R6 e obiettivo Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM a 24 mm, 1/100 sec, F16 e ISO 160.

Uno scatto panoramico di un grande albero su una collina in pendenza che mostra erba gelata in primo piano.

Una posizione della fotocamera leggermente più bassa esalta gli steli gelati in primo piano dell'immagine, aggiungendo interesse e profondità a questa parte dell'inquadratura. Scatto realizzato con Canon EOS R6 e obiettivo Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM a 24 mm, 1/100 sec, F16 e ISO 160.

Rifletti su come completare i paesaggi inserendo dei dettagli in primo piano. Questi dettagli ravvicinati, spesso indicati come elementi di interesse in primo piano, possono fare miracoli per la tua composizione guidando l'occhio attraverso la scena. Al contrario, un primo piano vuoto e anonimo è uno spreco di spazio prezioso all'interno dell'inquadratura.

Quando cerchi un elemento di interesse in primo piano, prova a utilizzare la funzione Live View e sperimenta diverse posizioni della fotocamera per trovare l'equilibrio ottimale tra primo piano e sfondo. Una fotocamera con schermo orientabile come Canon EOS RP è comoda per abbassarsi a livello del suolo, operazione spesso necessaria quando si inquadrano rocce o piante. Includendo oggetti come questo nella parte frontale, puoi creare una composizione equilibrata. Ma tieni anche presente che non tutte le foto paesaggistiche hanno necessariamente bisogno di un elemento di interesse in primo piano. Si tratta semplicemente di un utile strumento compositivo a cui ricorrere quando ne hai bisogno.

2. Obiettivi per paesaggi: non esistono solo gli obiettivi grandangolari

Uno scatto paesaggistico mostra verdi campi ondulati separati da file di alberi.

Un angolo di campo stretto mette in risalto i colori forti del tardo pomeriggio nello scenario lontano. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM a 105 mm, 1/8 sec, F16 e ISO 100.

Un ampio scatto paesaggistico mostra verdi campi ondulati separati da file di alberi, il tutto coperto da nuvole.

In contrasto, lo stesso paesaggio ma ripreso da una visuale più ampia offre meno dettagli. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM a 24 mm, 1/8 sec, f/16 e ISO 100.

Gli obiettivi grandangolari ti permettono di catturare panorami meravigliosi per intero, ma non tutti gli scatti necessitano di un campo visivo ampio. A volte lo zoom su dettagli lontani consente di creare foto di paesaggi ancora più interessanti. Un obiettivo zoom standard come Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM usato in questo caso ha un campo focale utile per i principianti della fotografia paesaggistica. I nostri due scatti in evidenza sono stati realizzati alle estremità opposte della portata di un obiettivo zoom 24-105mm, quindi se hai appena iniziato con la fotografia paesaggistica, questo è l'obiettivo ideale. Quando arriva il momento di fare il passo successivo, gli obiettivi della serie L come Canon RF 24-70mm F2.8L IS USM offrono una maggiore resistenza agli agenti atmosferici e un'apertura massima più veloce. Ma per i principianti, un obiettivo zoom standard consente di catturare scene incredibilmente ricche di dettagli.

3. Luce per il paesaggio: scegli l'ora del giorno più adatta

Un grande albero su un campo in pendenza che si staglia su nuvole basse.

Puntando alla luce diretta del sole, possono crearsi ombre fastidiose e gli scatti possono avere un eccessivo contrasto. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 35mm F1.8 MACRO IS STM a 1/80 sec, F16 e ISO 125.

Un grande albero su un campo in pendenza che si staglia su nuvole basse con un tramonto rosa e viola sullo sfondo.

L'attesa di una luce più tenue a inizio o a fine giornata consente di ottenere risultati dalle atmosfere più particolari. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 35mm F1.8 MACRO IS STM a 0,4 sec, F16 e ISO 100.

La luce con cui scattare è una scelta creativa, aggiunge atmosfera e consente di realizzare scatti paesaggistici di livello superiore. Un classico errore è fotografare le scene in piena luce del sole. Anche se può essere utile per mettere in evidenza colori vivaci, in genere si ottengono scene con eccessivo contrasto. Osserva la differenza tra queste due immagini. La prima è stata realizzata alla luce diretta del sole. La scena è stata immortalata, ma manca di atmosfera. I dettagli dell'albero sono un elemento di distrazione, c'è un'antiestetica fascia d'ombra lungo la parte bassa dell'inquadratura e anche l'ombra di un fotografo poco attento. Tornando nello stesso punto in un altro momento della giornata, quando l'albero è in ombra, si ottiene una scena con meno dettagli, ma più atmosfera. Ora il cielo ha più tonalità, l'albero crea una silhouette di impatto e la nebbia sullo sfondo appare ancora più drammatica.

4. Tieni tutto in piano: raddrizza l'orizzonte

Immagine di un albero con un cielo nuvoloso aperto sullo sfondo in Canon Digital Photo Professional.

Gli orizzonti traballanti si correggono al meglio direttamente nella fotocamera usando la griglia di riferimento o la livella, ma anche una correzione successiva tramite ritaglio è molto semplice.

Un'immagine di Canon EOS RP su un treppiede, che mostra un reticolo di riferimento e la livella elettronica sullo schermo orientabile.

Oltre a utilizzare la griglia per la regola dei terzi per livellare l'orizzonte, è possibile utilizzare la livella disponibile in molte fotocamere, tra cui Canon EOS RP.

Ci sono diversi modi per garantire un orizzonte livellato in fase di scatto. Attiva la funzione di Live View e usa la griglia per la regola dei terzi per livellare l'orizzonte. Se utilizzi un treppiede, potrebbe essere presente anche un'utile livella a bolla d'aria nella testa. Anche con questi strumenti, talvolta potrebbe essere necessario correggere un'immagine non livellata. Con Canon Digital Photo Professional è molto semplice. Usa l'intuitivo cursore dell'angolo nelle impostazioni dello strumento di ritaglio per correggere l'inclinazione.

5. Sempre a fuoco: mantieni nitidi il primo piano e lo sfondo

Alberi con muschio in una foresta circondata dalla nebbia.

La prima immagine è stata scattata con un'apertura di f/4 e lo sfondo presenta un effetto sfocato. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 35mm F1.8 MACRO IS STM a 1/160 sec, F4 e ISO 100.

Un'immagine nitida di alberi con muschio in una foresta circondata dalla nebbia.

Utilizzando un'apertura stretta di f/16, sia il primo piano che lo sfondo sono nitidi. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 35mm F1.8 MACRO IS STM a 1/80 sec, F16 e ISO 800.

Spesso, lo scopo della fotografia paesaggistica è quello di catturare la scena in modo completamente nitido, dalla parte frontale a quella posteriore, per mostrare quanti più dettagli possibili. Questa è chiamata profondità di campo massima. Per ottenere questo risultato, è necessario impostare un'apertura stretta (valore f alto). Gli esempi sopra riportati mostrano la differenza tra uno scatto paesaggistico con un'apertura ampia e uno con apertura stretta.

Nella prima immagine in questione è stata utilizzata un'apertura di f/4. L'albero in primo piano è nitido, ma la scena che si apre dietro è sfocata. Nella seconda inquadratura, un'apertura più stretta di f/16 mostra sia il primo piano che lo sfondo in modo più nitido. Se l'obiettivo è quello di mettere in evidenza punti importanti del paesaggio, un'apertura ampia può essere molto utile, ma nella maggior parte dei casi è preferibile un'apertura stretta e la massima profondità di campo. Un modo semplice per impostare l'apertura per i paesaggi è utilizzare la modalità AV, quindi selezionare un'apertura stretta come f/16. Osserva la velocità dell'otturatore: se diminuisce in modo eccessivo, potresti aver bisogno di utilizzare un treppiede o aumentare gli ISO per evitare immagini mosse.

Per la massima nitidezza, è necessario anche scattare nel punto giusto dell'obiettivo, il cosiddetto "sweet spot". Come regola generale, l'obiettivo offre più nitidezza a due f-stop dall'impostazione di apertura più ampia. Quindi se usi un obiettivo che è f/2.8 nella sua impostazione più ampia, il punto giusto di quell'ottica sarà intorno a f/5.6.

Uno dei problemi comuni per i fotografi di paesaggi è il rischio di avere lo sfondo sfocato mettendo a fuoco un soggetto in primo piano. Al contrario, mettendo a fuoco elementi sullo sfondo, il primo piano rimane sfocato. La messa a fuoco a distanza iperfocale consente di ottenere una maggiore nitidezza dell'inquadratura trovando il punto più vicino sul quale mettere a fuoco e mantenere lo sfondo allo stesso tempo nitido. Questa tecnica non è così complessa come sembra e il calcolatore della profondità di campo (DOF) e della distanza iperfocale disponibile nell'app Photo Companion svolge il duro lavoro al posto tuo.

6. Angolazioni del paesaggio: non fotografare tutto all'altezza degli occhi

Un fotografo accovacciato su una spiaggia per scattare la foto di un faro vittoriano da un'angolazione bassa.

Un'angolazione più bassa rende la composizione più potente migliorando il riflesso e restringendo lo spazio per l'anonima striscia di spiaggia nell'inquadratura.

Un faro vittoriano si riflette sull'acqua tra la sabbia.

Uno schermo orientabile consente di realizzare facilmente composizioni ad altezze inusuali. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM a 1/100 sec, F11 e ISO 4000.

È comune scattare all'altezza degli occhi, ma non sempre il risultato è ottimale. Prova a spostare la fotocamera verso l'alto o verso il basso per sperimentare altezze diverse: potresti trovare angolazioni più interessanti. I riflessi, ad esempio, hanno spesso un effetto di grande impatto se la fotocamera viene tenuta quasi a livello dell'acqua. È utile avere in questo caso una fotocamera con schermo orientabile, come ad esempio Canon EOS RP, poiché ti consente di eseguire la composizione da un'altezza comoda mentre tieni la fotocamera bassa a livello del suolo o alta sopra la testa.


Scritto da James Paterson

Prodotti correlati

Articoli correlati

  • Un fotografo paesaggista guarda attraverso il mirino di una fotocamera Canon EOS RP per scattare una foto dei campi.

    FOTOGRAFIA PAESAGGISTICA

    Come fotografare paesaggi a mano libera

    Impara a fotografare paesaggi suggestivi senza treppiede.

  • A river flowing through a landscape of mossy rocks.

    LE BASI DELLA FOTOGRAFIA

    Impara a utilizzare correttamente l'esposizione

    Scopri come regolare la quantità di luce nelle immagini, per dare un nuovo aspetto alle tue foto.

  • Prima e dopo di un paesaggio palustre, originale a sinistra e in bianco e nero a destra.

    NOZIONI DI BASE SULL'EDITING

    Come modificare le fotografie paesaggistiche per la stampa

    Tecniche di editing fotografico che trasformeranno i tuoi scatti panoramici in opere d'arte.

  • Trees reflect in a lake in Scotland with a mountain in the background

    FOTOGRAFIA PAESAGGISTICA

    5 suggerimenti per fotografare paesaggi in time-lapse

    Dai vita ai paesaggi con questi suggerimenti per la fotografia in time-lapse.