ARTICOLO

Scopri come funziona il kit di espansione software digitale di EOS di Canon

Scopri come accedere alle possibilità di scatto in remoto delle fotocamere EOS e PowerShot utilizzando il kit di espansione software innovativo di Canon.
In uno studio, una fotocamera Canon EOS su un treppiede rivolta verso un tavolino di vetro con una scarpa rossa sopra. Un uomo visualizza l'immagine della scarpa in un software sul suo monitor.

Il kit di espansione software di Canon sblocca un'ampia gamma di funzioni di controllo remoto per le fotocamere Canon EOS e PowerShot, come la possibilità di modificare le impostazioni della fotocamera, scattare foto e registrare video, trasferire ed eliminare file dalla scheda di memoria e (sulle fotocamere PowerShot compatibili) attivare lo zoom.

Quando hai bisogno di controllare una fotocamera Canon EOS a distanza, sono disponibili diverse opzioni, dagli scatti in remoto tramite EOS Utility su Windows e Mac, al funzionamento in modalità wireless con l'app per smartphone Camera Connect di Canon. Ma se hai bisogno di una soluzione più avanzata o solida? Qual è l'opzione migliore se devi generare un elevato volume di immagini giorno dopo giorno o se vuoi integrare le fotocamere Canon in un flusso di lavoro automatizzato? Entra nel kit di espansione software (SDK) di Canon, che consente agli sviluppatori di software e ai programmatori di computer di creare soluzioni digitali personalizzate per il controllo delle fotocamere Canon.

Ci sono essenzialmente due parti di Canon SDK: il kit di espansione software digitale di EOS (EDSDK) e l'API per il controllo della fotocamera (CCAPI). Entrambi offrono le stesse funzionalità di base (scatto in remoto, trasferimento delle immagini, impostazioni della fotocamera e monitor Live View), ma l'EDSDK richiede una connessione cablata e il CCAPI offre il controllo della fotocamera wireless.

"Sono entrambi modi per interagire con l'hardware tramite software e il punto di accesso per controllare una fotocamera in remoto", afferma John Maurice, European Product Marketing Manager di Canon Europe. "Il motivo per cui si inizia a usare l'EDSDK o il CCAPI è che si riscontra un problema che bisogna risolvere con il controllo della fotocamera a distanza. La possibilità di eseguire questa operazione e di integrarla con il software ha dei vantaggi per le aziende in tutti i settori e in tutti i casi d'uso.
"Ad esempio, se siete un'azienda di e-commerce e dovete scattare rapidamente molte immagini di molti prodotti, avete bisogno di un processo replicabile e affidabile. È necessario che la fotocamera funzioni giorno dopo giorno e che il software sia in grado di controllare con precisione la fotocamera e acquisire ogni immagine in modo che venga inserita nel flusso di lavoro di editing.

"Le cabine fotografiche per gli eventi aziendali sono un altro esempio di dove potresti scegliere una soluzione di fotografia automatizzata", continua John. "Potresti voler scattare delle foto ai partecipanti per creare souvenir dell'evento o aggiungere le loro foto a un database per i documenti di identità. Potresti avere un'applicazione software che controlla tutto questo".
Disponi di un kit Canon?

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
L'SDK di Canon può essere d'aiuto anche quando bisogna risolvere problemi industriali attraverso l'imaging. "Magari vuoi eseguire un processo di ispezione per verificare che le apparecchiature funzionino correttamente o che alcune strutture operino bene, e devi farlo in remoto. O potresti dover utilizzare la fotogrammetria 3D per documentare fisicamente un oggetto da più angolazioni per creare un modello 3D.

"Quindi, gli utenti possono essere aziende molto grandi o piccole, ma ciò che li unisce è l'esigenza di imaging che interagisce tra il controllo della fotocamera e il loro processo software".
In uno studio, un uomo regola la luce da studio sopra una borsa mentre un collega seduto a una scrivania guarda l'immagine della borsa in un software su un monitor.
Una panoramica del software personalizzato di SpinMe che mostra le ampie funzionalità di controllo della fotocamera.

L'EDSDK di Canon consente di controllare un'ampia gamma di funzioni della fotocamera dall'interno del software. Per accedere al download del SDK di Canon, registra il tuo interesse tramite il programma per gli sviluppatori Canon, e, una volta ottenuta l'approvazione, potrai scaricare i file della libreria applicazioni. Il supporto tecnico per il SDK di Canon è disponibile nei Paesi della regione EMEA e c'è anche un forum in cui gli sviluppatori possono parlare tra di loro di alcune problematiche.

Kit di espansione software digitale di EOS di Canon vs API per il controllo della fotocamera

L'EDSDK, che è stato lanciato nel settembre 2006, è una soluzione consolidata che richiede il collegamento della fotocamera tramite USB a un computer Windows o Mac. L'EDSDK utilizza PTP per comunicare tra dispositivi. "Si tratta di un protocollo più vecchio", afferma John, "ma che è stato provato e testato, con un'affidabilità solida.

"È disponibile un'ampia gamma di fotocamere Canon tra cui scegliere quando si utilizza l'EDSDK, che si trova anch'esso nella gamma, da EOS-1D X Mark III fino a EOS 2000D. Nonostante il nome, il kit di espansione software digitale di EOS supporta anche alcune fotocamere PowerShot selezionate, oltre alle reflex digitali EOS e ai dispositivi mirrorless.
"I modelli PowerShot possono fornire una funzione zoom che può essere controllata tramite l'SDK, che è utile se devi modificare il framing per l'applicazione", continua. "PowerShot SX70 HS, con il suo zoom ottico 65x, può essere un'opzione valida per la sorveglianza o il monitoraggio lontano da un posto, ad esempio".

L'API per il controllo della fotocamera di Canon è un'aggiunta più recente alla sua famiglia di kit di espansione software, rilasciata nel 2019. "È essenzialmente una versione mobile dell'SDK", spiega John. "Se uno sviluppatore vuole creare un'app mobile che funzioni su piattaforme come Android e iOS, l'API per il controllo della fotocamera lo rende possibile. Utilizza un protocollo web HTTP per comunicare tramite Wi-Fi ed è eseguibile su Android, iOS, Linux, Windows, Mac e così via".

Rispetto all'EDSDK, il CCAPI supporta attualmente un numero inferiore di modelli di fotocamera e le velocità di trasferimento delle immagini non sono uguali. Come l'EDSDK, questo consente il controllo di più telecamere contemporaneamente, ma lo fa senza cavi, contribuendo a ridurre il traffico degli studi e i potenziali rischi di inciampo.
A model in sunglasses and a blue coat being photographed in a StyleShoots photography machine.

Le cinque maggiori sfide della fotografia di prodotti di moda e come superarle

Le immagini devono dare di più e i flussi di lavoro devono diventare più smart. Ascolta gli esperti e scopri come sta cambiando la fotografia dei prodotti di moda e come l'SDK di Canon può aiutarvi.
Un uomo in uno studio fotografico regola una fotocamera Canon EOS sopra una scarpa rossa su un tavolino in primo piano.

Una volta configurato l'hardware, lo scatto può essere controllato tramite il software. All'interno del pacchetto Canon SDK, gli utenti ottengono una libreria di funzioni live che possono richiedere nell'applicazione principale. Sono inoltre disponibili programmi di esempio che dimostrano come costruire una procedura per eseguire il controllo della fotocamera. Il kit funziona con linguaggi di programmazione consolidati, tra cui C, C++, C#, Objective-C e Swift.

Un uomo regola una fotocamera Canon EOS su un treppiedi in uno studio fotografico, con un alimentatore esterno collegato e un cavo di tethering collegato dalla porta USB.

Il kit di espansione software digitale di EOS di Canon (EDSDK) richiede una fotocamera collegata fisicamente (come questa, che dispone anche di un alimentatore esterno collegato), mentre l'API per il controllo della fotocamera (CCAPI) funziona in modalità wireless tramite Wi-Fi.

Utilizzare l'SDK di Canon nei flussi di lavoro automatizzati degli studi fotografici

SpinMe, un'azienda di soluzioni per il flusso di lavoro digitale con sede nel Regno Unito, utilizza da tempo l'SDK di Canon. Offre sia l'EDSDK che il CCAPI come soluzioni ai clienti del software per il flusso di lavoro SpinMe Studio, "ma la prima prevale", afferma il CEO David Brint, "perché la maggior parte dei clienti vuole utilizzare una sola fotocamera alla volta.

"Grazie all'interfaccia, all'affidabilità e al modo in cui si collega direttamente al nostro software, in modo che i clienti possano controllare direttamente le impostazioni della fotocamera, diventa tutto perfetto".

Scot Warner, direttore R&S di SpinMe, afferma che la versatilità offerta dall'SDK è importante. "Abbiamo utilizzato diversi aspetti del kit", spiega. "Ad esempio, trasferiamo la maggior parte delle nostre immagini attraverso il collegamento. Utilizziamo anche il display Live View. C'è una funzione che consente di acquisire immagini di riferimento sepolte nel database del software e di sovrapporle all'immagine Live View. Diventa molto utile quando è fondamentale l'uniformità tra le immagini".

Scot spiega che alcuni clienti desiderano anche sbloccare le funzionalità di messa a fuoco automatica per l'acquisizione in remoto. "Nell'SDK è disponibile una funzione di messa a fuoco con clic che utilizziamo. È un'ottima scelta per coloro che utilizzano i computer perché non vogliono tornare sempre alla fotocamera".
Due colleghi in uno studio fotografico, uno seduto, uno in piedi, guardano un'immagine di una maglia blu a maniche lunghe sullo schermo di un computer davanti a loro.

Circa il 95% dei clienti SpinMe sfrutta le fotocamere Canon EOS e l'SDK e l'azienda afferma che il software è "intuitivo".

Un uomo regola una luce da studio sopra una borsa posizionata su un espositore meccanizzato.

Configurare e illuminare uno scatto in studio richiede ancora un po' di lavoro, ma SpinMe ha lavorato con alcuni provider di robotica per automatizzare l'acquisizione delle immagini per 360 giri, un processo reso possibile con l'aiuto del SDK di Canon.

Molti clienti di SpinMe devono scattare immagini per 360 giri, un processo che può essere automatizzato con l'aiuto del software SpinMe e dell'SDK di Canon. "Facciamo integrazioni con i provider di robotica", afferma Scot, "dove ci sarà un numero di immagini che imposti nel software, 36, 48, o qualsiasi altro che faccia un giro, e poi quella sequenza di foto verrà attivata una dopo l'altra senza che l'utente debba fare più clic con il pulsante.

"Detto questo, ci sono molti clienti che lavorano solo con immagini singole piuttosto che con 360 immagini, quindi possono attivarle con la fotocamera stessa o mentre sono al computer. Esistono molte differenze tra i diversi rivenditori per quanto riguarda il modo in cui gestiscono le immagini, quindi cerchiamo di adattarci a questi e di offrire loro il flusso di lavoro che cercano".

Scot rivela che di recente SpinMe sta testando il potenziale di utilizzo del CCAPI in ambienti Wi-Fi affollati. "L'ultimo test che abbiamo eseguito con Canon EOS R5 ha dimostrato che può essere un'opzione valida per scattare e trasferire immagini in queste condizioni. Con 360 giri, penso che potrebbe essere un po' più difficile, semplicemente a causa del numero di immagini in arrivo, del ritardo che si verifica ancora con il Wi-Fi e dei vincoli di larghezza di banda; anche nelle circostanze migliori, non sarà necessariamente sufficiente per 30 rig di fotocamere in esecuzione nello stesso momento. Ma sta diventando molto più veloce e, nel lungo periodo, credo che sarà più diffusa".

Scritto da Marcus Hawkins


Articoli correlati

  • Un tecnico su una scaletta sistema una delle tante luci e schiere di fotocamere posizionate in cerchio intorno a un sollevatore a forbice.

    ARTICOLO

    Fotogrammetria 3D: trasformare delle fotografie in modelli 3D

    Scopri come una serie di fotocamere Canon EOS viene utilizzata per creare modelli 3D realistici per videogiochi, film, costruzioni e arte.

  • Delivering perfect pitches with 4K projectors

    ARTICOLO

    Prestazioni perfette con i proiettori 4K

    In che modo tre proiettori Canon XEED 4K600STZ hanno rivoluzionato l'approccio di vendita di un fornitore tedesco di tecnologia video.

  • ARTICOLO

    Progettare le nuove tecnologie Canon

    Scopri i concept di design e la tecnologia alla base di alcuni dei nuovi kit Canon, con approfondimenti da parte dei membri dei team di progettazione Canon.

  • Una tazzina di espresso si trova su un tavolo bianco incorniciato da una sedia bianca e una nera.

    ARTICOLO

    Il kit migliore per la fotografia di prodotto

    Una guida indispensabile ai migliori obiettivi e fotocamere Canon EOS per la fotografia di prodotto, che si tratti di scatti macro, lifestyle o di un volume elevato di scatti di moda.

  • Leggi la newsletter

    Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro