ARTICOLO

Domanda: i fotografi dovrebbero aggiungere i video alle loro competenze?

Tratto dal progetto di fotogiornalismo di Roger Turesson in Corea del Nord, i pendolari della metropolitana di Pyongyang utilizzano la lunga scala mobile della stazione "Prosperity". Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 24-70mm F2.8L II USM a 65 mm, 1/250 sec, F2.8 e ISO 6400. © Roger Turesson

È davvero essenziale aggiungere i video alla propria attività professionale di fotografo? Diversi fotografi si sono chiesti se diversificare la propria offerta includendo i video sia necessario per avere appeal o se abbia più senso specializzarsi esclusivamente nella fotografia, area di loro maggiore interesse.

Abbiamo parlato con il photo editor Espen Rasmussen, il fotoreporter Roger Turesson e il documentarista e fotografo commerciale Alvaro Ybarra Zavala. Tutti loro girano video e realizzano fotografie, quindi abbiamo chiesto loro di esprimere un'opinione sincera sull'effettivo vantaggio assicurato dall'includere i video nella propria attività di fotografi.

Il fotografo di redazione

Canon photographer and videographer Roger Turesson holds a Canon DSLR.

Informazioni su Roger Turesson

Roger è fotografo ufficiale del quotidiano svedese Dagens Nyheter. Ha lavorato come freelance e fotografo ufficiale per vari quotidiani ed è uno dei fondatori di Moment Agency.

Il fotografo editoriale Roger Turesson afferma: "Ho iniziato a girare video quando è stata presentata Canon EOS 5D Mark II. È stata la prima fotocamera della serie 5D con funzioni video e ciò ha consentito al dipartimento di fotografia di Dagens Nyheter di realizzare video. In precedenza avevamo delle videocamere, ma credo che la maggior parte dei fotografi preferisca le fotocamere della serie 5D perché restituiscono un aspetto più cinematografico e creano condizioni di lavoro simili a quelle della fotografia. La maggior parte dei videomaker sfrutta ampiamente le tecniche di ingrandimento e panoramica, ma io preferisco trovare una buona composizione e lasciare che la storia si sviluppi nell'inquadratura.

"Ora uso Canon EOS 5D Mark IV e mi servo principalmente di obiettivi fissi. Se monto un obiettivo 24-70 mm, non uso molto lo zoom. Questo approccio e la profondità di campo ridotta che si ottiene consentono di comunicare allo stesso modo di quando si scattano fotografie.

"Abbiamo un paio di ragazzi specializzati nei video, ma tutti i fotografi devono essere in grado di realizzare video come parte del loro lavoro. Direi che circa il 20-25% dei miei incarichi include i video. È soprattutto quando sono in viaggio che ho tempo di girare video, situazione più difficile da gestire quando ricevo un incarico di cronaca che richiede una certa rapidità. Abbiamo provato a realizzare sia video che foto in più occasioni, ma non funziona molto bene. In genere, per i lavori di cronaca mandiamo un fotografo per la parte video e uno per la parte fotografica.

"Oggi c'è una maggiore richiesta di video, quindi è normale che in più casi venga coperta dai fotografi, proprio come iniziamo a vedere sempre più lavori di realtà virtuale, una tendenza in crescita".

A teenage boy looks up and uses his phone to film a shark swimming overhead in an aquarium. Photo by Roger Turesson on a Canon EOS 5D Mark IV.
Un visitatore gira un video nell'acquario del Songdowon International Children's Camp di Wonsan, Corea del Nord, un campo per i ragazzi che hanno il miglior rendimento scolastico. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark IV e obiettivo Canon EF 24-70mm F2.8L II USM a 28 mm, 1/400 sec, F2.8 e ISO 6400. © Roger Turesson
Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

"Eravamo soliti realizzare diversi videoclip brevi da mostrare online insieme ad articoli più lunghi, ad esempio Tre domande a un politico, ma non credo che aggiungano molto allo storytelling. Penso che i documentari brevi diventeranno sempre più popolari.

"Una cosa che facciamo molto spesso è girare clip più brevi che vengono utilizzati come pubblicità per le storie su Facebook e Instagram, sovrapposti con testo. Il bello delle fotocamere della serie 5D sta nel fatto di avere sempre con sé una videocamera, quindi, anche se non pianificato dalla redazione, puoi decidere sul posto di filmare qualcosa se pensi che la storia possa trarre beneficio dal videoclip.

"Non so se i nostri photo editor scelgano volutamente freelance con competenze versatili in termini di video e fotografia, ma noi fotografi ufficiali dobbiamo saper fare entrambe le cose. Fa parte del lavoro. Se un aspirante fotografo mi chiedesse se è necessario aggiungere video al proprio portfolio, direi di sì, sicuramente, se punta a lavorare per una società di media".

Il photo editor

A portrait of Canon photographer and videographer Espen Rasmussen.

Informazioni su Espen Rasmussen

Espen è photo editor del principale quotidiano norvegese, VG. Ha anche realizzato progetti documentaristici, tra cui brevi video, e ha vinto diversi premi al World Press Photo e non solo.

Il photo editor Espen Rasmussen afferma: "Alcuni anni fa in VG era presente un dipartimento video, ma direi che per i fotografi le cose sono cambiate davvero circa un anno fa. Il nostro dipartimento ha iniziato ad aggiungere brevi video agli articoli e a combinare foto e video. Ora circa il 40-50% dei nostri incarichi include una qualche tipologia di video insieme alle fotografie. Le competenze video aiutano a ottenere un lavoro come freelance per VG? Sì, direi di sì.

"Non assumiamo più personale a tempo pieno, ma quando assumiamo personale durante l'estate per coprire le ferie, le abilità video sono uno dei requisiti che chiediamo. Bisogna anche essere in grado di realizzare dirette streaming e gestire il broadcast in diretta, nel caso in cui si venga inviati all'ultimo minuto per coprire una storia per il sito di notizie. Quando assumiamo, chiediamo come requisito l'esperienza con i video, insieme alla capacità di raccontare una storia interessante.

"Personalmente, ho iniziato a realizzare con costanza riprese video quando Canon ha presentato la prima fotocamera della serie 5D con funzioni video, Canon EOS 5D Mark II. Prima avevo una videocamera, ma non ero molto a mio agio. All'inizio realizzavo video principalmente di mia iniziativa, infatti la richiesta di contenuti video per VG non era molto alta a quel tempo a causa della larghezza di banda limitata. Le persone che visualizzavano contenuti sui loro telefoni non avevano il 4G. Ma ora tutto è cambiato.

"Spesso realizziamo solo un clip di 10 secondi che funziona quasi come un fermo immagine. In quei casi, quando istruisco i fotografi, non è poi così diverso dalle istruzioni per un incarico di fotografia. Dico loro di usare un treppiede, riprendere per 10 secondi e scattare foto dello stesso soggetto separatamente, di solito non estraiamo fotogrammi dal video.

"Recentemente, ho dato incarico a una fotografa di recarsi in Norvegia del Nord e immortalare una donna mentre pesca da una barca; le ho detto di riprendere orizzontalmente il soggetto e la scena, proprio come farebbe con le fotografie, ma in formato video. È quasi come se si trattasse di un paesaggio immobile, ma si vedono le onde che avanzano o le nuvole che si muovono. Lo facciamo anche con i ritratti per la rivista".

A pair of glasses rest on a golden surface. A video play icon is over the image.

Riprese video per i social media

Quentin Caffier rivela tutto ciò che è necessario sapere

"Quando commissiono un video chiedo di girare in Full HD, richiesta resa possibile grazie a Canon EOS 5D Mark IV. Può succedere che i nostri fotografi utilizzino i loro telefoni, ma devono disporre di una risoluzione molto alta, dal momento che i video sui telefoni vengono girati in verticale e occorre tenere in considerazione il taglio. Non è ideale usare due diversi pezzi del kit e penso che la maggior parte dei fotografi preferisca usarne uno solo.

"Trovo che il video sia uno strumento particolarmente utile per i fotografi che desiderano realizzare un documentario. Per i documentari, spesso includiamo video di 5-10 minuti. Ciò richiede maggiori competenze video, il saper raccontare storie e la comprensione dell'editing.

"È sempre più comune che i giovani fotografi sappiano girare video, ma trovo che la maggior parte di loro si concentri sulle fotografie. In questi giorni ci sono molti giovani fotografi che si riuniscono per dare vita ad agenzie che si occupano sia di documentari che di lavori commerciali, e queste agenzie stanno prendendo sempre più incarichi video. Penso che essere in un'agenzia del genere renda più semplice realizzare video perché è più facile ottenere un ritorno sull'investimento. Per un singolo fotografo, uscire ed effettuare sia video che fotografie rappresenta una mole di lavoro eccessiva e difficile da rendere economicamente vantaggiosa. Ma le agenzie possono unire le risorse e rendere il lavoro meno costoso".

Il freelance

Canon Ambassador and photographer and videographer Alvaro Ybarra Zavala holds a Canon DSLR in woodland.

Informazioni su Alvaro Ybarra Zavala

Il Canon Ambassador Alvaro ha iniziato la propria carriera come fotografo nella redazione della CNN e ora è fotografo freelance specializzato in documentari, lavori commerciali, editoriali e personali.

Il freelance Alvaro Ybarra Zavala afferma: "Non credo che l'essere fotografo debba limitare il lavoro alla sola fotografia, soprattutto di questi tempi. Prima avevamo solo riviste e giornali, ma oggi esistono diverse piattaforme online e tanti altri modi per raggiungere il pubblico con immagini, suoni e video.

"Ho iniziato come stagista alla CNN, lavorando in redazione come fotografo. Qui ho imparato le basi dell'editing e dei racconti video.

"Attualmente sto lavorando a un progetto sul Venezuela, nel quale aggiungo video in modo complementare alle intenzioni del progetto: video dei personaggi che ho fotografato, filmati di viaggio e altri video che danno il senso dell'atmosfera del luogo, ad esempio".

A black and white photo shows men walking by industrial train tracks surrounded by factory smoke. Photo by Alvaro Ybarra Zavala.
Operai di un impianto di carbone coke in Ucraina durante una giornata di lavoro, fotografati in modo suggestivo da Alvaro Ybarra Zavala. © Alvaro Ybarra Zavala

"Per i progetti personali, il video può dare quella sensazione in più che non riesco a esprimere con la semplice fotografia. Con l'audio è la stessa cosa. Presto lancerò il mio progetto sul silenzio, che è sempre stato un concetto interessante per me, soprattutto come fotografo documentarista. Ho adottato un approccio basato sui sensi, esprimendo ciò che ho provato quando ho fotografato altri soggetti in passato.

"Come fotografo, sono fortunato ad aver avuto l'opportunità di lavorare presso CNN, TV5 e le piccole case di produzione, dove ho imparato a realizzare documentari. Ho acquisito strumenti pratici per raccontare storie. Non avrei mai pensato che mi sarebbe tornato utile conoscere la correzione del colore per i video, ad esempio, ma ora sfrutto appieno queste conoscenze. Raccontare una storia in formato video è diverso dal raccontarla tramite fotografie ed è utile per me avere chiarezza su questo concetto.

"Giro video anche come parte del mio lavoro commerciale. È divertente essere direttore della fotografia e creare storyboard con i tuoi video, ti permette di crescere come fotografo. Ti viene chiesto di portare un'idea e una storia e tu decidi come agire e impostare l'illuminazione. È una sfida interessante.

"Poiché mi dedico in genere al lavoro documentaristico, quando ho iniziato a realizzare lavori pubblicitari è stata dura. Penso che il mio passato professionale in ambito televisivo mi abbia aiutato, so dove mettere mano, quindi non sono dovuto partire da zero. Ma può essere comunque difficile. È un ambiente duro con molta pressione e non sempre si riesce a trovare il proprio spazio, ma a volte vedo che gli studenti dimenticano la cosa più importante della fotografia: la gioia che ne deriva. Quando ci metti tutta l'anima, è lì che racconti una bella storia".

Scritto da Kathrine Anker


Un kit per foto e video

Il kit essenziale per girare video e realizzare fotografie

A camera bag is open, revealing two Canon DSLRs, lenses and accessories.

Fotocamera

Canon EOS 5D Mark IV

Per chi è sempre alla ricerca degli standard migliori in termini di qualità dell'immagine, il sensore da 30.4 megapixel di EOS 5D Mark IV offre immagini ricche di dettaglio, anche nelle aree più chiare e più scure.

Obiettivi

Canon EF 24-70mm F2.8L II USM

Un obiettivo zoom standard professionale in grado di offrire una qualità d'immagine eccezionale e un'apertura di diaframma pari a F2.8 su tutto il campo focale. Questo obiettivo della serie L viene considerato dai fotografi professionisti di tutto il mondo l'obiettivo zoom di riferimento.

Canon - EF 35mm F1.4L II USM

Un obiettivo grandangolare standard amato dai fotografi di reportage per la prospettiva naturale, la capacità di ripresa in condizioni di scarsa illuminazione e le straordinarie prestazioni ottiche.

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora