ARTICOLO

Canon EOS-1D X Mark III - Sempre nitide. Sempre a fuoco.

Canon EOS-1D X Mark III
© Ben Thouard

Sia scattando con l'eccezionale mirino ottico di Canon EOS-1D X Mark III, che sfruttando l'ampio touch screen da 3,1 pollici, è impossibile non notare la velocità, l'accuratezza e la precisione del suo rivoluzionario sistema AF. Gli algoritmi con tecnologia deep learning sono stati progettati per identificare diversi sport, mentre il rilevamento del viso e degli occhi è stato integrato da una funzione di tracking avanzata che segue gli atleti anche quando indossano occhiali sportivi o caschi.

Non importa quanto rapida sia l'azione: Canon EOS-1D X Mark III funziona più velocemente, regolando la messa a fuoco per risultati ottimali.

Sensore immagine e processore dedicato per la messa a fuoco

Quando Canon ha lanciato il modello EOS 650 nel lontano 1987, ha rivoluzionato il mercato delle reflex con sensori di messa a fuoco automatica CMOS di tipo lineare. Le loro prestazioni sono tanto elevate da essere impiegati ancora oggi nelle reflex digitali della gamma EOS. Con EOS-1D X Mark III, Canon compie il passo successivo, introducendo una nuova tecnologia.

Canon EOS-1D X Mark III

Quando componi l'inquadratura, metti a fuoco e scatti tramite il mirino ottico di Canon EOS-1D X Mark III, stai vivendo in prima persona la rivoluzione del design dell'AF. Per la messa a fuoco automatica viene utilizzato un sensore immagine CMOS dedicato, che migliora accuratezza e precisione e aumenta il numero di punti di messa a fuoco nel mirino. Per l'elaborazione AF è presente un sensore DIGIC 8 dedicato, il cui solo compito è quello di regolare l'AF durante l'uso del mirino ottico.

Canon EOS-1D X Mark III offre 191 punti AF, 155 dei quali sono di tipo a croce per una maggiore sensibilità: la fotocamera è ideale per ottenere una messa a fuoco perfetta su atleti e animali che si muovono velocemente, anche in condizioni di scarsa illuminazione. I punti AF possono essere utilizzati singolarmente per una messa a fuoco altamente selettiva, in piccoli gruppi e zone che è possibile spostare all'interno dell'inquadratura o insieme, facendo sì che la fotocamera selezioni automaticamente i punti migliori da usare.

Canon EOS-1D X Mark III

Il funzionamento del sistema di messa a fuoco continuo della fotocamera può essere regolato in base al tipo di azione che si desidera fotografare. È sufficiente scegliere una delle quattro impostazioni di caso disponibili o usare la nuova impostazione Caso automatico per selezionare la modalità di funzionamento più appropriata al progetto.

Sistema dello specchio

Per permettere a Canon EOS-1D X Mark III di applicare una messa a fuoco precisa a elevate velocità di scatto continuo, dovevamo riprogettare completamente il sistema dello specchio riflettente. Per continuare a direzionare la luce verso il sensore AF, è fondamentale che gli specchi della fotocamera ritornino in posizione il più velocemente possibile dopo ogni scatto, senza alcuna vibrazione causata dallo specchio. Si tratta di un movimento all'interno di Canon EOS-1D X Mark III che avviene fino a 16 volte al secondo: una straordinaria conquista per l'ingegneria meccanica.

Dual Pixel CMOS AF

Quando si utilizza Canon EOS-1D X Mark III in modalità Live View - come una fotocamera mirrorless - la messa a fuoco automatica viene eseguita dal perfezionato sistema Dual Pixel CMOS AF di Canon. Il sistema trasforma praticamente ogni pixel nel sensore della fotocamera in un pixel di imaging e in un pixel AF con rilevamento di fase.

Per lo scatto di foto, la tecnologia Dual pixel CMOS AF offre un funzionamento rapido che consente di seguire i soggetti in movimento all'interno del fotogramma; per la registrazione di filmati, il funzionamento è più fluido e consente di ottenere professionali effetti di messa a fuoco cinematografica quando si passa da un soggetto all'altro.

L'implementazione della tecnologia Dual Pixel CMOS AF nella fotocamera Canon EOS-1D X Mark III prevede pixel con capacità di messa a fuoco sull'intera altezza del fotogramma e su oltre il 90% della sua larghezza. Le prestazioni sono migliorate a tal punto da rendere possibile lo scatto a 20 fps con una messa a fuoco continua rapida e precisa. Per l'uso del sistema Dual Pixel CMOS AF viene applicato lo stesso algoritmo AF con tecnologia deep learning disponibile in modalità mirino, che garantisce la massima nitidezza sul soggetto, l'animale o la persona che si sta seguendo.

Canon EOS-1D X Mark III

Articoli correlati