FOTOGRAFIA RITRATTISTICA

Dai libero sfogo alla tua creatività: come realizzare ritratti astratti

Aggiungi un altro elemento ai tuoi ritratti e sperimenta con esposizioni multiple, pittura con la luce, giochi di luce e ombra e tanto altro, per realizzare straordinarie foto astratte.
Canon Camera
L'astrazione della figura umana ha trovato numerose modalità di espressione nella storia dell'arte, dal cubismo di Picasso alle sculture di Henry Moore. Nel campo della fotografia, un ritratto astratto modifica visi e corpi per mostrare una realtà diversa rispetto a quella che siamo abituati a vedere. Non esistono regole, non sono necessari nitidezza o precisione. Più che nella rappresentazione precisa dei soggetti, questo tipo di fotografia consiste nel trasmettere concetti ed emozioni attraverso le immagini. Inoltre, è un ottimo metodo per mettere alla prova le nostre capacità fotografiche e un'opportunità per sperimentare e divertirci.

1. Gioca con le ombre

In questa immagine in bianco e nero, viene inquadrato il viso di una modella, su sfondo nero. L'ombra del motivo di un mandala è proiettata sulla sua fronte e sul resto del suo viso.

Questo ritratto in bianco e nero evidenzia alla perfezione il gioco di luci e ombre. Scatto realizzato con una fotocamera Canon EOS R6 e con un obiettivo Canon RF 50mm F1.8 STM a 1/500 sec, f/4 e ISO100.

Una modella posa seduta sotto la luce del sole, su uno sfondo nero. Davanti a lei un mandala sorretto su un treppiede che proietta ombre sulla sua pelle.

Collocato tra i raggi del sole e il soggetto, un mandala circolare proietta una serie di ombre particolari. L'obiettivo Canon RF 85mm F2 Macro IS STM ha la lunghezza focale ideale per i ritratti a distanza ravvicinata di questo tipo.

Perché non creare interessanti motivi sfruttando i giochi di luce e ombra sul soggetto? Tutto ciò di cui hai bisogno è un oggetto che abbia delle fessure o dei buchi che lascino passare la luce. Questi oggetti sono chiamati "gobos" in inglese (l'abbreviazione di "go-betweens"). Di sicuro, in casa hai oggetti che possono fare al caso tuo. Le coperte a trame larghe, i copritermosifoni, le fessure delle veneziane, persino uno scolapasta, i rami di un albero o un tavolo da giardino in metallo potrebbero essere perfetti. In questo caso, il motivo è stato creato utilizzando un mandala circolare. Naturalmente, puoi anche creare i tuoi gobo personalizzati con un foglio di carta e un taglierino.

Per creare ombre ben definite utilizzando il gobo, è necessario disporre di una sorgente di luce intensa che tracci contorni marcati. La luce solare diretta è l'ideale, ma è possibile utilizzare anche una torcia, una lampadina o uno Speedlite. Più la sorgente luminosa è piccola, più l'ombra sarà nitida e marcata. Avvicina il più possibile il gobo al viso e, se utilizzi la luce artificiale, allontana la sorgente e spegni tutte le altre luci. L'aspetto più interessante dei ritratti astratti è che non è necessario disporre di un kit professionale per ottenere immagini di qualità. Una reflex digitale, l'ideale per chi è alle prime armi, come la fotocamera Canon EOS 850D con l'obiettivo del kit o l'obiettivo per ritratti, sarebbe perfetta. Per quanto riguarda le impostazioni della fotocamera, utilizza la modalità Priorità apertura (Av) e prova ad aggiungere uno o due stop di compensazione negativa dell'esposizione in modo che le ombre escano profonde e nitide.

2. Cattura riflessi surreali

Una fotocamera è posizionata al livello del suolo, per riprendere i frammenti di specchio rotto disposti uno sopra l'altro.

Per creare un'atmosfera suggestiva, si possono utilizzare i frammenti di uno specchio rotto. Lo schermo LCD orientabile della fotocamera Canon EOS R6 è molto utile per riprese al livello del suolo di questo tipo.

I frammenti di uno specchio giacciono a terra. Nel frammento più grande si vede il riflesso della testa e del busto di un uomo che guarda lontano.

Racconta una storia che parli di identità con i frammenti di uno specchio rotto. Scatto realizzato con una fotocamera Canon EOS R6 e con un obiettivo Canon RF 50mm F1.8 STM a 1/60 sec, f/22 e ISO640.

Gli specchi possono suscitare forti emozioni e riflessioni sul tema dell'identità della persona, quindi sono un oggetto di scena ideale da utilizzare nella ritrattistica astratta. Quando si lavora con gli specchi, la sfida consiste nella scelta dell'angolazione giusta e nel posizionamento del soggetto nel riflesso. Inoltre, devi scegliere se mettere a fuoco la figura riflessa o lo specchio stesso, dato che i due saranno su piani di messa a fuoco diversi. Se desideri che entrambi siano nitidi, prova a utilizzare un'apertura ridotta, ad esempio f/16, poiché consente di aumentare la profondità di campo.

Utilizzando uno specchio è possibile realizzare una vasta gamma di immagini astratte, sperimentando con autoritratti e angolazioni diverse. Se disponi di uno specchio a mano, puoi far sì che il soggetto lo tenga vicino al suo viso, creando un ritratto surreale, in alternativa, potresti creare l'effetto infinito con più specchi di grandi dimensioni che riflettono i loro riflessi.

3. Dipingi i visi con la luce

Molteplici scie di luce colorata si intrecciano intorno alla testa e al busto di una modella, su uno sfondo nero.

Scie di luce colorata possono creare un effetto suggestivo e magico. Scatto realizzato con una fotocamera Canon EOS R6 e con un obiettivo Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM a 44 mm, 8 sec, f/16 e ISO100.

Una modella posa davanti a una fotocamera su un treppiede con una mano sul fianco. Dietro di lei, un uomo regge una luce LED multicolore girevole.

Una lampada o un LED girevole (di quelli che puoi fare a casa o acquistare a una fiera) possono essere utilizzati per creare scie di luce colorata che volteggiano intorno al soggetto durante una lunga esposizione.

Mentre noi viviamo la realtà, un attimo dopo l'altro, la fotocamera è in grado di catturare diversi momenti e di metterli tutti insieme, in una singola immagine. Un'esposizione lunga ci consente di allungare la velocità dell'otturatore per ottenere qualunque tipo di effetto astratto. Uno dei più particolari è la pittura con la luce.

Muovendo la sorgente di luce, ad esempio, una torcia colorata, intorno a una scena durante un'esposizione di alcuni secondi, si possono creare scie di luce meravigliose. Per realizzare ritratti dipinti con la luce è necessario scattare in una stanza buia (non è necessario totalmente buia), chiedere al soggetto di stare il più fermo possibile e collocare la fotocamera su un treppiede. Le giuste impostazioni di esposizione dipenderanno dall'intensità delle torce e dalla presenza di qualsiasi altra luce dell'ambiente, ma un buon punto di partenza è la modalità Manuale (M) con velocità dell'otturatore a 13 sec, apertura f/16 e ISO100. Premi l'otturatore e inizia ad agitare la torcia, o altre sorgenti luminose, intorno al tuo soggetto disegnando linee fluide e morbide come se stessi dipingendo con la luce. Prova a disegnare queste scie di luce sia davanti che dietro il soggetto, per aggiungere profondità all'effetto, e fai in modo che la torcia illumini anche il viso, ma ricordati di farlo dal lato in modo da non uscire anche tu nell'immagine finale.

4. Scatta attraverso il vetro

Un uomo guarda attraverso la fotocamera per scattare foto a una modella che posa dietro una porta di vetro su cui scivolano gocce d'acqua.

Gli scatti realizzati attraverso un vetro possono sfocare o offuscare leggermente il soggetto, mentre l'acqua sul vetro può aggiungere ulteriori effetti suggestivi.

Una donna guarda di lato con gli occhi chiusi. La sua silhouette sfocata si intravede attraverso un vetro cosparso di gocce d'acqua che scivolano verso il basso.

Un'ampia apertura di f/2.8, unita alla nitidezza dell'obiettivo Canon RF 50mm F1.8 STM, consente di portare in primo piano le gocce d'acqua sulla finestra mentre il viso al di là del vetro è fuori fuoco. Scatto realizzato con Canon EOS R6 a 1/200 sec, f/2.8 e ISO320.

Le superfici traslucide sono ideali per la ritrattistica astratta. Posto tra il soggetto e la fotocamera, il vetro smerigliato, la seta sottile o qualsiasi altra superficie semi-opaca offusca i dettagli, ma lascia intravedere la silhouette del viso, dando luogo a ritratti dalla bellezza eterea. Prova a posizionare il soggetto dietro una finestra, rivolto verso la luce, quindi scatta dall'altro lato del vetro. Sperimenta con il punto di messa a fuoco, ad esempio, per mettere a fuoco la superficie del vetro in modo che il viso venga sfocato. Le gocce d'acqua che scivolano lungo il vetro possono creare una meravigliosa atmosfera malinconica, specialmente quando si scatta in una giornata nuvolosa.

5. Crea esposizioni multiple

La silhouette della testa e delle spalle di una donna viene riempita con vorticose verniciate di rosso e blu.

Scattare un ritratto su uno sfondo luminoso consente di utilizzare una doppia esposizione per riempire solo la silhouette. Scatto realizzato con una fotocamera Canon EOS R6 e con un obiettivo Canon RF 50mm F1.8 STM a 1/250 sec, f/5 e ISO100.

Lo schermo LCD di una fotocamera mostra la testa e le spalle di una donna contro un cielo luminoso, a cui sono stati sovrapposti schizzi di vernice blu e rossa.

La modalità Esposizione multipla della fotocamera Canon EOS R6 consente di combinare i ritratti con qualsiasi cosa ci piaccia. Abbiamo catturato una serie di schizzi di vernice per ottenere risultati vivaci.

La modalità Esposizione multipla della fotocamera Canon consente di combinare due o più foto, per creare effetti astratti e immagini concettuali. L'effetto si ispira alla tecnica della vecchia macchina fotografica a pellicola che consisteva nell'esporre due volte lo stesso frame della pellicola. Con una fotocamera Canon come il modello EOS R6 puoi portare questa tecnica a un livello superiore. Dopo aver scelto un certo numero di esposizioni nel menu della fotocamera, fai il primo scatto, poi mentre ne componi un secondo, vedrai il frame precedente sovrapposto al primo, grazie alla funzione live view, che li integra alla perfezione in un'unica inquadratura. Puoi ottenere questo effetto anche in fase di post-elaborazione, utilizzando Canon Digital Photo Professional (DPP).

Quando realizzi ritratti a doppia esposizione, prova a inquadrare il soggetto di profilo che si staglia contro uno sfondo luminoso, come il cielo o una finestra. Poi, quando scatti il secondo frame, quest'ultimo sarà perfettamente allineato alla silhouette marcata della testa. Per quanto riguarda il secondo frame (così come il terzo, quarto o quinto), la creatività non ha confini. Puoi scegliere un paesaggio urbano o naturale, un oggetto che sta a cuore al soggetto, un animale o persino creare una combinazione utilizzando l'immagine di un'altra persona.

La prossima volta che scatti un ritratto, pensa fuori dagli schemi ed esprimiti in libertà mettendo in pratica tutti questi suggerimenti o, se preferisci, solo qualcuno.


Scritto da James Paterson

Prodotti correlati

Articoli correlati

  • Suggerimenti per la street photography astratta

    STREET PHOTOGRAPHY

    Scopri la street photography astratta

    Crea opere d'arte mozzafiato partendo da soggetti banali con queste semplici tecniche per realizzare immagini urbane surreali.

  • AUTORITRATTI

    Autoritratti perfetti

    Scopri come trasformare un semplice selfie in un autoritratto straordinario.

  • Ritratto di profilo di un uomo a petto nudo in una stanza scarsamente illuminata che guarda verso la fotocamera.

    FOTOGRAFIA RITRATTISTICA

    Suggerimenti e tecniche per la fotografia ritrattistica

    Migliora la tua fotografia ritrattistica con questi suggerimenti e tecniche.

  • Ritratto di una donna che indossa una grande collana verde e un berretto blu su sfondo viola.

    PROGETTI CASALINGHI

    Crea uno studio fotografico a casa

    Scopri come dare sfogo alla creatività utilizzando il flash e crea ritratti mozzafiato anche con un budget limitato.