ARTICOLO

Alessandra Meniconzi: Viaggio attraverso i costumi tradizionali svizzeri

Copricapi riccamente ornati indossati dalle signore della St. Johannesverein, nel Canton Appenzello in Svizzera. Scatto realizzato con Canon EOS 80D e obiettivo Canon EF 70-200mm f/2.8L IS II USM. © Alessandra Meniconzi

Il lavoro della fotografa svizzera Alessandra Meniconzi è incentrato sull'antico patrimonio, le usanze, la spiritualità e la vita quotidiana degli autoctoni, le cui culture tradizionali rischiano di scomparire. Per catturare immagini così intime, spesso deve affrontare situazioni difficili, in cui la luce può essere limitata.

Per un recente scatto, eseguito nel Canton Appenzello in Svizzera, ad esempio, ha dovuto seguire la conduzione del bestiame ai pascoli alpini la mattina presto. E la luce dell'alba è stata un ottimo banco di prova per Canon EOS 80D. "È una fotocamera fantastica", afferma. "La qualità dell'immagine che genera è paragonabile a quella di una fotocamera professionale, e non è troppo pesante".

Close-up of a smiling face of a woman in religious costume.
Una giovane donna vestita con il costume tradizionale segue la processione del Corpus Domini nel Canton Appenzello in Svizzera. Scatto realizzato con Canon EOS 80D e obiettivo Canon EF 24-70mm f/2.8L II USM. © Alessandra Meniconzi
Christian Ziegler’s

Iscriviti alla newsletter

Fai clic qui per storie stimolanti e notizie entusiasmanti da Canon Europe Pro

La gamma di sensibilità di Canon EOS 80D, pari a ISO 100-16.000, può essere espansa fino a 25.600, il che può consentire una velocità dell'otturatore più elevata in situazioni di luce difficili. Dispone anche di 45 punti AF a croce, che si rivelano utili per la creazione di composizioni precise e facilitano la messa a fuoco quando il soggetto è decentrato.

"Quando fotografo stelle o panorami, uso impostazioni ISO elevate, ma raramente supero il valore ISO 3200", afferma la Canon Ambassador. "Ho scattato questa foto nella Svizzera tedesca, fotografavo la salita ai pascoli alpini, e ho usato valori ISO fra 1600 e 3200. Andavano bene: ho ottenuto molti dettagli minuti senza troppo disturbo".

Grazie alla sua capacità di creare file dotati di una nitidezza impressionante e colori ricchi, EOS 80D è sempre presente nell'attrezzatura di Alessandra e l'ha aiutata a creare i ritratti e i paesaggi che l'hanno resa famosa. Un'altra cosa che ama di questa fotocamera è il touch screen, che le consente di esplorare angoli di scatto creativi altrimenti impossibili.

"Il touch screen è favoloso: molto reattivo e veloce", afferma. "Era la prima volta che usavo il touch screen di una fotocamera. Quando hai poco tempo, ti facilita le cose".

Non potevo premere il pulsante di scatto dell'otturatore perché avrebbe attivato il jog della telecamera, perciò ho usato il touch screen. È stato fantastico.

La modalità a scatto continuo Live View genera 5 fps; la velocità massima di Canon EOS 80D è di 7 fps. Tuttavia, come spiega Alessandra, il touch screen multifunzione ha altri impieghi. "Di recente mi trovavo all'interno di una chiesa dove volevo fotografare persone in movimento, ma non potevo premere il pulsante di scatto dell'otturatore perché avrebbe attivato il jog della fotocamera", spiega. "Perciò ho usato il touch screen. È stato fantastico: è bastato premerlo davvero poco".

E poi c'è il sensore adattato CMOS da 22,3 x 14,9, con il sistema integrato di pulizia EOS che assicura sempre immagini nitide e prive di polvere. "I file sono di qualità eccellente", spiega. "Ho fotografato signore che partecipavano a una festa religiosa indossando abiti adornati di pizzi e ricami raffinati. Quando ho visto il file sul computer, ne sono rimasta stupita. Non solo ci sono ottimi dettagli e un'impressionante gamma dinamica, ma i colori sono più vivaci. Per quel file ho usato solo curve e livelli, non ho aggiunto neanche un po' di saturazione".

Procession of women wearing religious costume for Corpus Christi.
Dettagli incredibili nei costumi. Caratterizzati da impareggiabile sfarzo e festosa eleganza, questi abiti sono formati da una gonna lunga fino alla caviglia chiamata "Fältlirock" e da un corpino a manica lunga riccamente ornato chiamato "Schlotte". Scatto realizzato con Canon EOS 80D e obiettivo Canon EF 70-200mm f/2.8L IS II USM. © Alessandra Meniconzi

Il sensore adattato non solo crea immagini spettacolari in un'ampia gamma di condizioni di luce, ma offre anche ad Alessandra una maggiore portata quando lo desidera. "Ho una fotocamera full-frame e un obiettivo da 300 mm", afferma, "e qualche volta, quando ho bisogno di una portata un po' maggiore, uso la 80D e diventa un obiettivo da 480 mm. Rende l'obiettivo più potente. Può essere particolarmente utile nelle foto naturalistiche, quando il full-frame e il 300 mm non bastano".

L'uso dell'obiettivo Canon EF 70-200mm f/2.8L IS II USM ha aiutato Alessandra. È un teleobiettivo zoom adatto a molte situazioni che utilizza l'intelligente trucco di impiegare il suo diaframma dall'apertura pressoché perfettamente circolare per dare alle aree fuori fuoco un aspetto più morbido e uniforme, contribuendo a far risaltare gli oggetti in primo piano.

Close-up on two women wearing ornate headdresses.
I colori e i dettagli abbondano negli abiti che le signore della St. Johannesverein indossano alla processione del Corpus Domini, nel Canton Appenzello in Svizzera. Scatto realizzato con Canon EOS 80D e obiettivo EF 70-200mm f/2.8L IS II USM. © Alessandra Meniconzi

Alessandra è stata decisamente molto sorpresa di come ha lavorato con la 80D, nonostante fosse la prima volta. "Con altre fotocamere devo cambiare le impostazioni, con questa le ho lasciate com'erano", afferma. "La qualità delle immagini è paragonabile a quelle prodotte da una fotocamera professionale. Sono ottime".


Per maggiori informazioni su Canon EOS 80D, visita la pagina del prodotto.

Scritto da Mark Alexander


Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora