ARTICOLO

Fotografia in bianco e nero:
come, quando e perché

Due fotografi rivelano perché scelgono di scattare in bianco e nero, parlano dei loro diversi approcci e offrono consigli su come ottenere i migliori risultati.
Uno scatto in bianco e nero di un leopardo tra i rami di un albero.

Il fotografo naturalista Clement Kiragu usa spesso il bianco e nero per evidenziare l'effetto drammatico delle sue fotografie di animali, come questa che ritrae un leopardo che spunta tra i rami di un albero. Preferisce scattare a colori e convertire le immagini in bianco e nero in post-produzione. "Dato che mi occupo di fotografia da molto tempo, so come apparirà una scena in bianco e nero", afferma. Scatto realizzato con Canon EOS-1D Mark II (ora sostituita da Canon EOS-1D X Mark III) a 1/640 sec, f/6.3 e ISO1000. © Clement Kiragu

La fotografia in bianco e nero è da sempre popolare in tutti i generi per la sua qualità senza tempo e la capacità di focalizzare lo sguardo su un soggetto, eliminando le distrazioni. Ma qual è il modo migliore per catturare immagini monocromatiche?

Naturalmente, utilizzare il formato RAW è sempre una buona idea, perché ti offre la libertà di esplorare le funzioni di editing, ma non esiste un unico "modo giusto" per scattare in bianco e nero. Se sei il tipo di fotografo che preferisce vedere un'anteprima accurata dell'immagine finale, imposta la fotocamera in modalità bianco e nero. Allo stesso modo, convertire le immagini a colori in bianco e nero è più facile che mai grazie alle impostazioni predefinite di programmi come Digital Photo Professional (DPP) di Canon.

I fotografi André Teixeira e Clement Kiragu sono entrambi esperti nel creare suggestive immagini in bianco e nero, André nella fotografia di matrimonio e di strada, Clement in quella naturalistica. Qui rivelano come e perché scelgono il bianco e nero invece del colore e i loro diversi approcci per catturare ed elaborare le loro immagini sorprendenti.
Un ritratto in bianco e nero di una coppia che si tiene per mano il giorno del matrimonio.

Il fotografo di matrimoni André Teixeira sfrutta il bianco e nero per enfatizzare i momenti ricchi di emozioni. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark III (ora sostituita da Canon EOS 5D Mark IV) e obiettivo Canon EF 85mm f/1.2L USM (ora sostituito da Canon EF 85mm f/1.2L II USM) a 1/2000 sec, f/2 e ISO200. © André Teixeira

Uno scatto in bianco e nero di una coppia il giorno del matrimonio. La sposa si sta asciugando una lacrima.

"I miei clienti di matrimoni di solito non specificano di volere immagini in bianco e nero ma, a volte, se sono appassionati di fotografia, me lo chiedono il giorno stesso", racconta André. Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark III e obiettivo Canon EF 50mm f/1.2L USM a 1/1000 sec, f/1.8 e ISO200. © André Teixeira

Scattare in modalità monocromatica

André spiega che il bianco e nero è perfetto per molte delle sue fotografie di matrimonio. "Per me, il bianco e nero è un modo per enfatizzare davvero le emozioni", spiega. "Quando si guarda qualcuno negli occhi in un'immagine, senza essere distratto dal colore, penso che si crei un legame più forte con il soggetto".

Come ha rivelato anche la Canon Ambassador Helen Bartlett nei suoi suggerimenti per la fotografia in bianco e nero, André preferisce visualizzare in anteprima i suoi scatti in bianco e nero direttamente dalla fotocamera. "Vediamo le cose in modo molto diverso in bianco e nero, quindi, anche se scatto in formato RAW per conservare le informazioni sul colore, sulla mia Canon EOS R ho impostato lo Stile foto Monocromatico. Aumento un po' anche il contrasto, perché in ogni caso lo farei in post-produzione, per ottenere neri più scuri. Questo rende il mio flusso di lavoro più fluido.

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Uno scatto in bianco e nero di un lungo tavolo illuminato da candele a un pranzo di nozze, con gli invitati alzano i calici in un brindisi.

Per avere un'anteprima accurata nell'EVF della sua Canon EOS R, André passa allo Stile foto Monocromatico quando scatta in formato RAW. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo Canon EF 135mm f/2L USM a 1/160 sec, f/2 e ISO3200.

Un'immagine in bianco e nero, vista dall'alto, di una sposa che scende una scala a chiocciola.

André dice che tratta la sua Canon EOS R quasi come se fosse una videocamera, e spegne lo schermo LCD. "L'EVF mi dà l'anteprima in bianco e nero, e non voglio perdere tempo quando scatto per fermarmi a controllare le immagini", spiega. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo Canon RF 50mm F1.2L USM a 1/15 sec, F11 e ISO200.

"Utilizzare un'anteprima monocromatica mi permette di concentrarmi sulla luce, sulla composizione e sul momento, invece di preoccuparmi di ottenere tonalità indesiderate o colori uniformi in una serie di immagini. Canon EOS R è fantastica in questo. È talmente incredibile che oggi esistano mirini elettronici in grado di mostrare ciò che stai fotografando come lo vede la fotocamera: questo semplifica la composizione e anche il controllo dell'esposizione.

"Prima di iniziare a scattare, imposto una fotocamera per la fotografia in bianco e nero e un'altra per quella a colori, perché odio dover fare aggiustamenti tecnici durante un matrimonio. Non penso troppo alla temperatura del colore, al bilanciamento del bianco e a questo genere di cose neanche quando scatto a colori, perché devo rimanere concentrato per molte ore durante il giorno.

"Quando si tratta di convertire i file RAW in bianco e nero, utilizzo semplicemente un profilo standard che ho acquistato per Lightroom. Basta un clic e l'immagine è quasi pronta. A volte aggiungo un po' di rumore o di grana, solo per conferire all'immagine una qualità senza tempo. Mi piace il classico aspetto analogico del bianco e nero, ed è molto facile realizzarlo in digitale".
Uno scatto in bianco e nero di un elefante e il suo cucciolo che camminano tra l'erba alta.

Clement utilizza spesso il bianco e nero per minimizzare le distrazioni in una scena e per aiutare i soggetti, come questo elefante e il suo cucciolo, a risaltare. Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II a 1/1600 sec, f/6.3 e ISO1600. © Clement Kiragu

Convertire le immagini a colori in bianco e nero

Il fotografo naturalista Clement Kiragu ha diversi motivi per utilizzare il bianco e nero. "Mi ritrovo a scattare intenzionalmente in bianco e nero se penso che il colore di una scena possa essere fonte di distrazione nell'immagine finale o se sto scattando in pieno giorno, quando il sole si trova direttamente sopra l'animale. Non si riesce a scattare una bella foto con questa luce: quello che puoi fare è sovraesporre le ombre e poi trasformare l'immagine in un favoloso scatto minimalista in bianco e nero in post-produzione. Fa davvero risaltare l'animale e l'immagine sembra quasi un dipinto".

Clement scatta con Canon EOS-1D X Mark II (ora sostituita da Canon EOS-1D X Mark III), Canon EOS 5DS R e Canon EOS 5D Mark III (ora sostituita da Canon EOS 5D Mark IV) e in seguito converte i suoi file a colori in bianco e nero. "Dato che mi occupo di fotografia da molto tempo, so come apparirà una scena in bianco e nero. Non ho bisogno di impostare lo Stile foto Monocromatico per vedere come apparirà l'immagine senza colori sullo schermo Live View.
A Canon camera next to a Canon printer and a selection of black-and-white prints.

Consigli per la stampa di paesaggi in bianco e nero

Il fotografo Clive Booth e l'esperto di stampa Suhaib Hussain spiegano come ottenere i migliori risultati quando si stampano foto di paesaggi in bianco e nero.
Uno scatto in bianco e nero della testa di un leone maschio che si staglia su uno sfondo scuro.

L'effetto drammatico della testa di questo leone che si staglia sullo sfondo scuro è enfatizzato in bianco e nero. Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II a 1/3200 sec, f/6.3 e ISO400. © Clement Kiragu

Uno scatto in bianco e nero di un ghepardo che balza sul dorso di un'antilope topi.

Non tutti gli scatti in bianco e nero di Clement sono intenzionali: si aspettava che questo scatto di un ghepardo che caccia un'antilope topi avesse un bell'aspetto a colori, ma lo ha convertito in bianco e nero per eliminare le onde di calore che si ottengono scattando con un teleobiettivo in pieno giorno. Scatto realizzato con Canon EOS-1D X Mark II a 1/4000 sec, f/6.3 e ISO1000. © Clement Kiragu

Quando si tratta di elaborare i file RAW, Clement afferma di eseguire modifiche minime. "Apro i file in Photoshop, magari aumento un po' il contrasto e la luminosità, poi passo alla conversione in bianco e nero", spiega. "A volte accentuo il magenta e il giallo, e magari aggiungo un effetto vignettatura se necessario, ma questo è quanto. Non eseguo molte modifiche sulle mie immagini in bianco e nero della fauna selvatica".

"Ci sono volte in cui preferiresti uno scatto a colori e invece ha un aspetto migliore in bianco e nero. Ho fotografato un ghepardo che cacciava un'antilope topi e mi aspettavo di ottenere un buon risultato a colori perché l'erba era molto marrone, il che dava alla scena un certo contrasto. Quando scatti con un teleobiettivo in pieno giorno però, le onde di calore distorcono l'immagine. Anche se avevo catturato un momento fantastico, l'immagine non era nitida. L'unico modo per valorizzarla era convertirla in bianco e nero e aumentare la nitidezza.

"Allo stesso modo, ci sono alcune situazioni in cui il bianco e nero non va affatto bene. Per esempio, i leopardi vivono in foreste rigogliose. Questo tipo di territorio verde e lussureggiante fa risaltare il manto dell'animale, per cui rimuovere il colore renderebbe l'immagine incredibilmente piatta. Si perderebbero tutti quei colori intensi, e il contrasto e la profondità scomparirebbero".

Scritto da Marcus Hawkins


Articoli correlati

Get the newsletter

Click here to get inspiring stories and exciting news from Canon Europe Pro