ARTICOLO

Il segreto per fare carriera come videomaker commerciale

Videographer Quentin Caffier holds a Canon camera filming a woman in a hairdressing salon.
Il fotografo e videomaker Quentin Caffier ha avuto la sua grande occasione quando ha diretto un video musicale; ora è specializzato in ritrattistica, moda e pubblicità. Secondo lui, i fotografi che hanno familiarità con i ritratti sono perfettamente in grado di realizzare video per i social network nel nuovo formato verticale. © Quentin Caffier

Luci, camera, azione! Il mondo cinematografico conserva ancora lo stesso fascino incantevole evocato da queste parole iconiche dell'età d'oro del cinema. Eppure, mentre l'emozione di produrre immagini in movimento rimane la stessa, il percorso professionale non potrebbe essere più diverso. La domanda online, i software di facile utilizzo e le videocamere di qualità sempre maggiore a prezzi accessibili attirano sempre più operatori solitari verso il settore dei video commerciali.

Ma qual è l'approccio migliore? In questo articolo i Canon Ambassador Jörg Kyas e Quentin Caffier condividono i loro migliori suggerimenti per le riprese professionali e il modo migliore per farsi strada nel settore.

1. Migliora le tue competenze imprenditoriali

Noto per la sua estetica audace e creativa, Jörg gestisce uno studio di successo nella sua città natale di Hannover, in Germania, ed è specializzato in ritrattistica, moda e foto e video commerciali. Jörg ha avuto successo dopo aver fotografato un assortimento di campioni musicali. Il cliente gli aveva commissionato la realizzazione di un video utilizzando le foto che aveva scattato, e ciò gli ha aperto le porte del mondo degli spot televisivi.

"Oggi chiunque può avere accesso alle stesse attrezzature usate dai professionisti, quindi l'unica cosa che serve è il talento", afferma. "Detto questo, per talento si intende non solo essere bravi a realizzare video, ma anche a gestire la propria rete di contatti, la contabilità e i social media. Al giorno d'oggi ci sono molti aspetti dell'attività da padroneggiare per avere successo".

Jörg Kyas stands on a segway holding a Canon camera to film a band playing.
Jörg applica la sua creatività a foto e video, e si diverte a lavorare ai video musicali con le band. © Jörg Kyas
Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

2. Crea un portfolio personale

Il fotografo e videomaker francese Quentin è entrato nel mondo delle riprese attraverso un percorso più personale, producendo un video per accompagnare una sua mostra fotografica. "The Hourglass" è diventato virale e ha attirato l'attenzione di diverse agenzie pubblicitarie. Oggi Quentin è famoso per i suoi scatti e video affascinanti ed evocativi. È specializzato in ritrattistica, moda e pubblicità e ritiene che condividere un lavoro personale sia un buon modo per entrare nel settore.

"La mia grande occasione è capitata un anno dopo 'The Hourglass', quando il musicista pluripremiato Arnaud Rebotini, della band Black Strobe, mi ha chiesto di dirigere un video musicale", racconta. Quentin ha girato "The Girl from the Bayou" con Canon EOS C500, allora appena uscita e ora sostituita da Canon EOS C500 Mark II, ispirandosi a Saul Bass e ai film di James Bond. "Mi sono creato una rete in quell'ambito e ben presto ho iniziato a creare video per altri artisti, poi video commerciali per clienti del mondo della moda".

3. Sfrutta al meglio i social media

Secondo Quentin, specializzato in video per social media, gli sviluppi digitali offrono agli appassionati ottime opportunità. "C'è un enorme mercato emergente per i video di contenuti brandizzati", afferma. "Questi brevi filmati si adattano perfettamente a social network come Instagram e Facebook ed esplorano il nuovo formato video in verticale. Un aspirante regista con esperienza nella fotografia è del tutto in grado di produrre questo tipo di contenuti".

Videographer Quentin Caffier stands behind a Canon camera filming a woman in a bikini stood by the side of a swimming pool.
Quentin gira regolarmente video commerciali, come questo per il marchio di lingerie Isabelle de Paris. Ritiene che condividere lavori personali sui social media sia un buon modo per entrare nel settore. © Quentin Caffier

4. Non lavorare gratis

Il dibattito sul fatto di dover lavorare gratis per costruire il proprio portfolio quando si passa a un altro settore creativo è ancora molto acceso. Il punto di vista di Jörg è inequivocabile: "Comunque vada, ricorda che non ha senso lavorare gratis nella speranza che un giorno ti paghino. Tutto ciò non fa altro che abbassare il potenziale di guadagno del settore in cui vuoi lavorare".

A drone holding the Canon EOS C500 Mark II soars over the Spanish countryside.

Aggiungere i video al proprio bagaglio di competenze

Il fotografo di moda Javier Cortés si occupa di video per clienti in tutto il mondo, sfatando il mito secondo cui non è possibile essere fotografi e al contempo videomaker.

5. Realizza video di qualità professionale con una reflex

Non ti serve una videocamera cinematografica di fascia alta per ottenere un lavoro professionale nel settore dei video commerciali. Quentin utilizza la fotocamera portatile Canon EOS M6 (ora sostituita da Canon EOS M6 Mark II) per acquisire filmati di contenuti brandizzati. "È leggera, ma le prestazioni sono quelle che ti aspetteresti da una reflex", commenta. Per le produzioni su larga scala preferisce utilizzare Canon EOS 6D Mark II. "È una reflex full frame a prezzi accessibili che produce immagini di qualità sorprendente", afferma.

Allo stesso modo, Jörg ritiene che sia possibile ottenere video commerciali di qualità professionale utilizzando le fotocamere che già possiedi. "Potrei svolgere il 95% del mio lavoro con due reflex e tre obiettivi", sostiene. "Mi piace Canon EOS-1D X Mark II [ora sostituita da Canon EOS-1D X Mark III] perché il sensore di grandi dimensioni contribuisce a dare alla produzione un aspetto più cinematografico e offre più opzioni creative".

Videographer Quentin Caffier holds a Canon camera.
Quentin utilizza la fotocamera portatile Canon EOS M6 per piccole riprese commerciali, e Canon EOS 6D Mark II per le produzioni su larga scala.
Jörg Kyas shows a model her image on his Canon camera.
Anche a Jörg piace lavorare con le reflex e spesso ricorre a Canon EOS-1D X Mark II. "Potrei svolgere il 95% del mio lavoro con due reflex e tre obiettivi", sostiene.

6. Approfitta della tua gamma di obiettivi EF

"Se hai un budget limitato, consiglio di dare la priorità agli obiettivi rispetto al corpo della fotocamera. Se in seguito passi a una videocamera cinematografica, puoi comunque utilizzare gli obiettivi EF", afferma Quentin. "Questo è uno dei motivi per cui vale la pena puntare su un marchio come Canon, che consente di aggiornare il proprio flusso di lavoro man mano che la carriera procede".

Per le riprese di video pubblicitari, Quentin di solito si affida al versatile obiettivo Canon EF 24-105mm F4L IS II USM, e anche a Canon EF 50mm F1.2L USM, molto efficace in condizioni di scarsa illuminazione. "Ho provato anche il nuovo sistema Canon EOS R e gli obiettivi RF", racconta. "Sono straordinari per i video grazie al rapido AF e al design intuitivo della ghiera di controllo. Consiglio di comprare un adattatore EF-EOS R, così potrai usare anche EOS R con gli obiettivi EF".

Jörg preferisce gli obiettivi a focale fissa, come Canon EF 50mm F1.2L USM e Canon EF 35mm F1.4L II USM, per la loro "ottima qualità dell'immagine e la fantastica apertura massima". Per le riprese abbina il suo kit essenziale con uno stabilizzatore, riflettori e apparecchiature per luce e audio, e aggiunge: "È solo una minima parte dell'attrezzatura che ci serviva in passato".

7. Comprendi la natura delle sequenze

Stando a Quentin, la chiave per il successo tecnico è cogliere la differenza tra fotografia e video. "Con i video scrivi una storia con più fotogrammi, mentre la maggior parte della fotografia commerciale è isolata, senza contesto. Ho dovuto imparare a raccontare una storia con tre, cinque o venti fotogrammi, con la possibilità di muovere la fotocamera". Questo lo puoi imparare guardando film e spot pubblicitari, ma la mia più grande influenza sono stati i fumetti, perché le graphic novel usano vignette consecutive per esprimere emozioni e significati".

Oltre a questo, comprendere le sequenze ti aiuterà a girare filmati più belli in futuro. "Durante il montaggio devi avere ben chiaro quali inquadrature sono necessarie per rendere comprensibile il tuo video. Capire di cosa hai bisogno e di cosa no ti aiuta ad affinare la tecnica".

Jörg Kyas looks at the back of his Canon camera, where we see a woman being splashed with water.
Jörg al lavoro nel suo studio. Durante le riprese, è importante saper mantenere un'illuminazione sempre uguale. © Jörg Kyas

8. Impara a gestire l'illuminazione e il colour grading

La semplificazione del software di editing ha rimosso un notevole ostacolo in partenza, ma ci sono ancora diverse cose da imparare. "Quando inizi il processo di colour grading su un video ti rendi conto di quanto sia importante illuminare il set in modo adeguato", afferma Quentin. "La coerenza è fondamentale, quindi scegli attentamente l'illuminazione e mantienila sempre uguale".

Imparare la terminologia adatta può essere di grande aiuto quando devi spiegare quello che hai in mente. "Una volta ho lavorato con un regista che mi aveva chiesto un'illuminazione 'decisa'", racconta Quentin. "Ci ho messo un po' a capire che voleva ombre marcate e colori saturi".

Entrambi i professionisti concordano sul fatto che la prima cosa da imparare per un appassionato è come gestire l'attrezzatura in modo adeguato. "Devi padroneggiare le competenze tecniche così bene da non doverci più pensare", dice Quentin. "Solo allora potrai dedicarti a esprimere la tua idea in un modo visivamente creativo".

Scritto da Natalie Denton


I kit di Jörg e Quentin

Il kit essenziale usato dai professionisti per girare video

Canon cameras and lenses are laid out on a wooden surface.

Fotocamere

Canon EOS-1D X Mark II

La migliore reflex professionale di Canon, con un sensore full-frame da 20.2 MP, un sistema AF a 61 punti, velocità fino a 14 fps e ISO fino a 409.600. "Il sensore di grandi dimensioni aiuta a dare alla produzione un aspetto più cinematografico e offre più opzioni creative", sostiene Jörg.

Canon EOS M6 Mark II

Una potente fotocamera mirrorless compatta con risoluzione da 32.5 megapixel e scatto continuo fino a 14 fps. "È leggera, ma le prestazioni sono ottime, come quelle che ti aspetteresti da una reflex", afferma Quentin.

Canon EOS 6D Mark II

Se desideri realizzare progetti più ambiziosi o diventare un fotografo professionista, la fotocamera EOS 6D Mark II offre tutto ciò di cui hai bisogno per raggiungere questi traguardi. "È una reflex full frame a prezzi accessibili che produce immagini di qualità sorprendente", afferma Quentin.

Obiettivi

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora