ARTICOLO

Le prime impressioni di Nicolai Brix sulle riprese video con il sistema EOS R

Il filmmaker Nicolai Brix ha provato il sistema Canon EOS R per documentare il percorso creativo della designer di tessuti danese Susanne Nielsen. © Paul Hackett

Nicolai Brix tira un sosprio di sollievo mentre il set viene dismesso dal set designer. È stato un giorno di riprese lungo, ma speciale: Canon lo ha invitato a essere il primo filmmaker a provare il sistema mirrorless full-frame EOS R e Nicolai ammette che a inizio giornata era nervoso.

"Naturalmente mi sentivo sotto pressione", afferma l'esperto videografo, che annovera tra i suoi clienti nomi del calibro di BMW, Maersk, BBC e Warner Bros. "La mia passione sono le storie. Non mi basta fare semplicemente qualcosa, devo raccontare delle storie".

dal set di un cortometraggio che ha appena girato in un grande vecchio magazzino accanto al molo nella sua città natale, Odense, in Danimarca. Il video segue Susanne Nielsen, una graphic designer danese specializzata in stampe tessili, mentre lavora a nuovi design per tessuti. Si concentra sul suo approccio creativo allo sviluppo di nuovi trend e stili senza rinunciare a divertirsi, a essere se stessa e a vivere secondo i suoi valori.

Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

Normalmente Nicolai utilizza videocamere della gamma Canon Cinema EOS, ma in questa occasione ha realizzato il suo progetto solo con EOS R e gli obiettivi RF 50mm F1.2L USM e RF 24-105mm F4L IS USM. Ha anche utilizzato i suoi obiettivi Canon serie L, tutti compatibili con il sistema EOS R grazie all'adattatore EF-EOS R con ghiera anteriore.

"È una videocamera compatta, che mi ha consentito di effettuare riprese da angolazioni nuove. Ha cambiato la mia visione in modo positivo", afferma Nicolai con entusiasmo. In qualità di narratore di storie, ciò che conta per lui è la capacità di esprimersi, di trasmettere un messaggio.

Questo Canon Ambassador di 40 anni ha svolto in passato una serie di lavori che in un certo senso erano incentrati sulla comunicazione con un pubblico. A 17 anni, Nicolai ha iniziato un tirocinio come forestale nell'isola danese di Bornholm, in cui doveva anche illustrare alle scolaresche in visita alcuni aspetti della natura che li circondava. In seguito, dopo il servizio militare, è diventato sergente responsabile della formazione delle nuove reclute. Ma il suo sogno è sempre stato quello di essere un fotografo e lo ha realizzato iniziando come freelance. È stato assunto come fotografo dal Politiken, un importante quotidiano danese.

Qui, Nicolai è stato tra i primi a rendersi disponibile quando il quotidiano ha iniziato a produrre contenuti video online. Ritiene che essersi occupato di video prima di altri sia uno dei motivi per cui è riuscito a non risentire della crisi dei quotidiani nel decennio in cui numerosi fotografi tradizionali hanno dovuto intraprendere altre carriere. Ora, Nicolai gestisce l'azienda di produzione B-Visuals e opera sia nel settore pubblicitario che in quello editoriale.

Basandosi sulle sue esperienze come narratore, fotografo e filmaker Nicolai ci racconta il suo ultimo progetto e le sue prime esperienze con il sistema Canon EOS R.

Cosa ti ha offerto il video in più rispetto alle foto?

"Il video per me è più interessante perché consente di raccontare intere storie. L'abilità generale di trovare la storia giusta, effettuare la ricerca e scegliere come presentarla è essenziale nel mondo del fotogiornalismo e ho potuto sfruttarla a mio vantaggio.

"Il settore dei video è in rapida crescita, ma a volte la domanda si concentra più sulla produzione di contenuti video fini a se stessi che sulla loro qualità o su altri aspetti importanti. È una vera e propria sfida cercare di far capire ai clienti l'importanza di comunicare un messaggio".

Fine art photographer Guia Besana's first shoot with EOS R

Il primo progetto della fotografa di fine art Guia Besana realizzato con EOS R

L'ex fotogiornalista spiega come la più piccola fotocamera professionale della gamma Canon l'ha aiutata a realizzare il suo "A Rummange of Flowers".

Quali sono state le tue prime impressioni utilizzando il Sistema Canon EOS R?

"Quando Canon mi ha contattato per provare il Sistema EOS R sono rimasto sorpreso, perché forse mi aspettavo una mirrorless, ma certamente non un intero nuovo sistema, con obiettivi e adattatori. L'adattatore Canon EF-EOS R con ghiera anteriore mi consente di utilizzare il mio sistema completo di obiettivi Canon EF. Inoltre è dotato di una ghiera programmabile che mi permette di configurare funzioni sui miei vecchi obiettivi EF nello stesso modo in cui farei con i nuovi obiettivi Canon RF 50mm F1.2L USM e Canon RF 24-105mm F4L IS USM.Adattatore con ghiera anteriore

"L'ho configurato per l'apertura, così utilizzando semplicemente il pollice sono riuscito a regolare la messa a fuoco automatica, la messa a fuoco manuale, la ghiera di messa a fuoco e l'apertura, lavorando in un modo completamente nuovo. In questo modo ho potuto cambiare le impostazioni in modo molto rapido. Inoltre, chi utilizza un vecchio obiettivo EF senza stabilizzazione può sfruttare la funzione di stabilizzazione digitale dell'immagine di EOS R, il che è un enorme vantaggio. Devo ammettere, inoltre, che la videocamera ha addirittura migliorato i miei vecchi obiettivi".

In a large, deserted warehouse, with wooden walkways at one side and directly above, a woman works at a cluttered table in the middle distance in front of a vertical board filled with pictures.
Le riprese hanno avuto luogo in un vasto magazzino, dove le eccellenti prestazioni del sistema EOS R in condizioni di scarsa luminosità hanno consentito a Nicolai di ottenere la nitidezza che cercava. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo Canon EF 16-35mm F2.8L II USM a 1/80 s, F2.8 e ISO640. © Nicolai Brix

Come è stato lavorare con una videocamera dal corpo così compatto?

"EOS R ha un corpo più compatto di una reflex, ma è dotata di un'ottima impugnatura. Era da tempo che non ne trovavo una così adatta per la mia mano, per cui è stato semplice utilizzare la videocamera nonostante le sue dimensioni compatte. Un altro fattore importante è il layout. La nuova barra multifunzione velocizza le operazioni perché puoi assegnarle qualunque funzione. Ho assegnato l'ISO alla barra multifunzione e in questo modo ho potuto utilizzare la ghiera sull'obiettivo per regolare l'apertura e il pollice sull'impugnatura per modificare l'ISO. La videocamera non mi è stata assolutamente di intralcio, il che è un fattore importante soprattutto per incarichi come questo, in cui ho dovuto riprendere qualcuno che svolgeva il proprio lavoro".

Da dove è nata l'idea per il video?

"È un breve video pubblicitario su un graphic designer, Susanne Nielsen, che realizza stampe tessili per diverse case di moda nel mondo. Quando cerco di trovare una storia su una persona voglio sempre scavare in profondità, così ho intervistato Susanne per tre o quattro ore la prima volta che ci siamo incontrati. Ho scoperto che lo strumento più importante che utilizza per la preparazione e la presentazione del suo lavoro ai clienti è un moodboard, così ho avuto l'idea di farle creare un moodboard gigante su di lei. Quando il moodboard viene completato, rivela un messaggio".

A view over Nicolai Brix’s right shoulder as he looks at the screen on the back of a Canon EOS R, with his right thumb on the controls. The same image also appears on a larger additional screen attached to the camera. In the background is a cluttered craft table, with Susanne Nielsen standing behind it.
Nicolai ha trovato molto utile la possibilità di acquisire immagini Canon Log a 10 bit e realizzare video 4K del sistema mirrorless full-frame Canon EOS R. © Paul Hackett

Come hai installato il sistema Canon EOS R durante le riprese?

"Ho utilizzato un'installazione molto semplice. Ho fissato un registratore a una base di supporto con una semplice staffa e ho aggiunto un sistema di aggancio rapido sulla videocamera, in modo da poterla rimuovere facilmente per scattare foto. Ho girato il 90% del film con un monopiede per comunicare un senso di riprese a mano libera e allo stesso tempo ottenere stabilità. È stato un modo di lavorare semplice ed efficiente".

Qual è stata la sfida più difficile durante le riprese?

"Ho scelto di girare il video in un grande vecchio magazzino in cui speravo di ottenere una notevole quantità di luce naturale, ma è stato difficile farla sembrare naturale. Per risolvere il problema, abbiamo utilizzato una combinazione di illuminazione e tecnica della videocamera. Per ottenere l'effetto del sole abbiamo impiegato due grandi luci dietro i diffusori, quindi ho impostato un ISO elevato se dovevo utilizzare un'apertura più piccola. Ho utilizzato valori compresi tra ISO100 e10000 e il risultato è stato buono tenendo conto di quello che ci si poteva aspettare da un ISO così elevato".

A view from almost directly above Susanne Nielsen, looking down on her craft table as she works at it, standing to the left. The table is filled with craft and drawing materials, sketches, colourful ribbons and objects.
Grazie alla funzione di stabilizzazione dell'immagine integrata e a un tracking della messa a fuoco estremamente efficace, EOS R ha consentito di effettuare riprese da angolazioni inconsuete in modo semplice. "Sullo schermo ho selezionato come punto per la messa a fuoco Susanne, che stava lavorando sotto, e anche dopo essere passato oltre le travi di legno sulla pedana di fronte a me, il tracking ha ripreso a seguirla", afferma Nicolai. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo RF 24-105mm F4L IS USM a 1/320 sec, F4.0 e ISO6400. © Nicolai Brix

Una delle riprese è stata effettuata dall'alto. In che modo hai proceduto?

"Siamo riusciti a salire su una pedana elevata sotto gli spalti per ottenere una vista dall'alto, ma lo spazio era troppo poco e ho dovuto girare a mano libera. La stabilizzazione integrata nel corpo di Canon EOS R si è rivelata davvero utile in quella situazione. Soprattutto quando utilizzo obiettivi più lunghi, mi aiuta a mantenerli stabili. Quella ripresa aerea è una delle mie preferite dell'intera giornata e la videocamera ha svolto un ruolo importante nell'aiutarmi a realizzarla.

"Un altro aspetto che ho notato durante le riprese dall'alto è l'utilità della funzione di tracking della messa a fuoco. Sullo schermo ho selezionato come punto per la messa a fuoco Susanne, che stava lavorando sotto, e anche dopo essere passato oltre le travi di legno sulla pedana di fronte a me, il tracking ha ripreso a seguirla".

A filmmaker’s right-hand index finger taps the screen on the back of a Canon EOS R; the image of Susanne Nielsen working at her craft table is seen also on a larger additional monitor attached to the left-hand side.
Oltre a offrire la funzionalità Dual Pixel CMOS AF, Canon EOS R consente ai filmmaker di eseguire la messa a fuoco sullo schermo in modo estremamente semplice. "Posso dire che la messa a fuoco automatica Dual Pixel sia una delle cose più importanti che hanno cambiato il mio modo di lavorare", afferma Nicolai. © Paul Hackett

Quindi non eri titubante a utilizzare la messa a fuoco automatica durante un incarico?

"Ho iniziato a utilizzare la messa a fuoco automatica Dual Pixel su altre videocamere cinematografiche che possiedo. Disporre dello stesso sistema di messa a fuoco automatica in un corpo compatto come quello di Canon EOS R è decisamente di aiuto.

"Penso che il 90% delle riprese per questo progetto siano state realizzate con la messa a fuoco automatica. Eseguire la messa a fuoco direttamente sul touch screen è semplice ed è possibile regolare la velocità. Posso dire che la messa a fuoco automatica Dual Pixel sia una delle cose più importanti che hanno cambiato il mio modo di lavorare".

A Canon EOS R viewed from the front left as Nicolai Brix stands behind it changing its lens. He is holding the lensless camera steady on its stand with his left hand while he holds a lens in his right.
Cambiare obiettivo durante le riprese non è assolutamente un problema con la fotocamera full-frame Canon EOS R. A differenza di altre mirrorless, infatti, il sensore è viene protetto automaticamente quando si spegne la fotocamera e per rimuovere l'obiettivo. © Paul Hackett

Raccontaci le prime impressioni che hai avuto utilizzando gli obiettivi RF 50mm F1.2L USM e RF 24-105mm F4L IS USM.

"Mi avevano detto che l'obiettivo Canon RF 50mm F1.2L USM era speciale e non vedevo l'ora di provarlo. E devo ammettere che in tutta la mia carriera non ho mai visto un obiettivo F1.2 offrire prestazioni simili. È estremamente veloce e di alta qualità e include un design splendido. All'inizio volevo utilizzare solo quell'obiettivo, perché, essendo anche un fotografo, mi piace una profondità di campo ridotta.

"Tuttavia, per le riprese dall'alto che abbiamo fatto dalla pedana ho utilizzato l'obiettivo Canon RF 24-105mm F4L IS USM. Offre una nitidezza incredibile e il modo in cui comprime le immagini mi ha davvero aperto gli occhi. All'inizio ho utilizzato soprattutto Canon RF 50mm F1.2L USM, ma poi mi sono servito ampiamente anche di Canon RF 24-105mm F4L IS USM. Secondo me è un obiettivo eccellente per l'uso quotidiano".

Com'è la qualità dei filmati da un punto di vista professionale?

"Canon Log consente di ottenere splendidi file con output a 10 bit. I toni della pelle sono straordinari. Non sempre si utilizzano le impostazioni giuste per ogni singola ripresa, per cui è nella fase di editing che si può vedere fino a che punto è possibile intervenire sui file per ottenere il risultato desiderato. Ho realizzato dei campioni di prova che ho cercato di sezionare in fase di colour grading e siamo a riusciti a intervenire parecchio su di essi.

"E dopo aver visto il risultato finale, una volta completato il colour grading, posso dire che non esiterei a utilizzare EOS R come videocamera secondaria o addirittura principale negli incarichi che richiedono di viaggiare o un'attrezzatura discreta".

A close-up view from behind and to the right of a Canon EOS R, with the photographer’s right hand at its side.
Il nuovo avanguardistico sistema EOS R offre la maneggevolezza tipica della famiglia EOS e la facilità d'uso dei suoi sistemi di regolazione. © Paul Hackett

Perché un videografo professionista dovrebbe utilizzare un sistema mirrorless full-frame?

"Di solito lavoro con la gamma di videocamere Canon Cinema EOS, ma penso che il Sistema EOS R abbia un grande potenziale, perché è più compatto e permette anche di scattare foto. Spesso devo viaggiare e sono costretto a lavorare molto velocemente, e in queste condizioni penso che Canon EOS R possa essere ideale per me, perché è dotato delle funzionalità video di cui ho bisogno, come C-Log a 10 bit, che invece non ho nelle mie reflex.

"Desidero la qualità migliore, per cui non utilizzerei una videocamera non dotata di output a 10 bit e Canon Log, per via della gamma dinamica che offre. Canon EOS R è una fotocamera a prova di futuro, perché lo standard 4K è sempre più richiesto dai clienti, è un sistema decisamente utile per il mio lavoro".

Qual è il prossimo progetto che vorresti realizzare con il sistema EOS R?

"Ho in programma di realizzare una storia su alcuni costruttori di moto personalizzate davvero interessanti. La videocamera risulterebbe utile durante gli scatti perché è compatta e pratica da usare. Potrei montarla su un piccolo stabilizzatore e realizzare riprese in movimento mentre mi sposto con i motociclisti, cosa che con una videocamera più grande sarebbe molto difficile. Sono convinto di poter ottenere immagine nitide anche guidando a una velocità di 80-100 km/h".



I cinque suggerimenti di Nicolai Brix per realizzare video con il Sistema EOS R


  1. "Sfruttare lo schermo Live View per le foto. Non sono molto alto e lo schermo inclinabile mi consente di tenere la videocamera più in alto senza perdere d'occhio l'inquadratura, oltre che di utilizzare il touch screen per il tracking della messa a fuoco".
  2. "Utilizzare il tracking della messa a fuoco. Si tratta di una funzione che mi è mancata molto nelle altre videocamere cinematografiche. Il tracking della messa a fuoco è molto semplice da eseguire sullo schermo con il dito ed è efficace.
  3. "Quando si utilizza un registratore esterno, occorre assicurarsi di non sovraccaricarlo, altrimenti potrebbe essere difficile rimuovere la videocamera e si perderebbe la flessibilità di utilizzarla sia per i video che per le foto".
  4. "Dedicare il tempo necessario alla configurazione della fotocamera. Canon EOS R offre notevoli opzioni di personalizzazione. Ho configurato il pulsante accanto all'otturatore per passare dalla Live View al mirino elettronico e viceversa. Ho inoltre assegnato il bilanciamento del bianco al pulsante dell'esposizione sul retro della videocamera".
  5. "Un problema importante delle altre mirrorless è il fatto che l'otturatore rimane aperto mentre si cambia l'obiettivo. Invece l'otturatore di Canon EOS R si chiude, a patto che ci si ricordi di spegnere la fotocamera prima di cambiare obiettivo. Ciò è estremamente utile nelle riprese sul campo, perché evita l'ingresso di polvere e sporco nel sistema".

A Canon EOS R, along with various lenses and accessories laid out on a table-top.
Il corpo compatto di Canon EOS R è compatibile con tutti gli straordinari obiettivi della nuova gamma RF e con tutti gli obiettivi EF ed EF-S grazie a dei pratici adattatori. © Paul Hackett

Da quando Nicolai ha lavorato con EOS R durante questo servizio fotografico, gli aggiornamenti del firmware hanno introdotto funzionalità aggiuntive per i filmmaker. Queste includono l'AF con rilevamento degli occhi, per garantire che gli occhi dei soggetti siano chiaramente a fuoco, e la possibilità di utilizzare un piccolo riquadro AF, a prescindere dalle impostazioni AF Servo filmato selezionate.

Scritto da Kathrine Anker


Il kit di Nicolai Brix

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare le loro foto

Nicolai Brix’s kitbag

Fotocamera

Obiettivi

Adattatore

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora