ARTICOLO

Dalle dune di sabbia ai fuochi notturni: scoprire la Namibia con Canon EOS C200

Brent Stirton ha utilizzato Canon EOS R sia per le scene intorno al fuoco che per gli scatti sotto il sole, e Spencer aveva bisogno di una videocamera che gli permettesse di seguire Brent in tutte le condizioni. Canon EOS C200 si è rivelata la scelta perfetta.

Nel modo delle riprese ogni progetto nasconde ostacoli tecnici e logistici, e il regista americano Spencer MacDonald ne ha affrontati parecchi durante le riprese di un documentario nell'Africa rurale, realizzato con Canon EOS C200. Una troupe molto ristretta, meno di una settimana di tempo e più di 700 km di strade dissestate, nessuna possibilità di ripetere le riprese: la pressione è stata davvero alta.

Il team ha lavorato a un documentario sul rinomato fotogiornalista Brent Stirton, alle prese con un progetto sulla cultura di 3 tribù che abitano il vasto deserto del Namib. Brent ha messo alla prova la fotocamera mirrorless full-frame Canon EOS R in condizioni davvero estreme: polvere, vibrazioni, spostamenti lunghi su strade dissestate e ritmi infernali. In particolare l'ha testata in condizioni di scarsa illuminazione scattando intorno al fuoco e in condizioni di contrasto elevato durante il giorno. Parallelamente al test di Canon EOS R, Spencer ha testato il suo equipaggiamento per le riprese video nelle stesso condizioni, documentando il lavoro di Brent.

Spencer aveva bisogno di una videocamera cinematografica resistente alle intemperie, dotata di un sensore di grandi dimensioni, di ingressi audio professionali, filtri ND integrati e batteria di lunga durata. Un altro elemento fondamentale era la possibilità di riprendere in formato RAW, che per lui è ormai diventato uno standard di lavoro. Era però importante mantenere la dimensione dei file ridotta, per evitare di dover ricorrere a ingombranti e costose soluzioni esterne per l'archiviazione. Questo elenco di caratteristiche così esigente ha indirizzato la scelta verso l'unica videocamera 4K che soddisfa tutti i requisiti: Canon EOS C200.

Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

Riprendere in formato RAW

"Uno dei vantaggi di questa videocamera è il formato RAW, che ho utilizzato per tutte le riprese", dice Spencer. "Riprende in formato Cinema RAW Light, che permette di ottenere immagini ricche di dettaglio e dalle grandi potenzialità in file di dimensioni ridotte. È anche più facile esporre correttamente, perché la gamma dinamica è più ampia. In un posto come la Namibia, con la sua luce accecante e le ombre così scure, è fondamentale per catturare più dettagli possibili.

La prima videocamere usata da Spencer è stata Canon EOS 5D Mark IV, e ciò gli ha permesso di adattarsi molto facilmente a Canon EOS C200, che usa menu e pulsanti simili e molto intuitivi. Spencer ha avuto solo una mattinata per provare la videocamera, ma è stata più che sufficiente per capire che era perfetta per il lavoro.

"Sono rimasto davvero impressionato da EOS C200", dice. "Le riprese sono molto cinematografiche, per non parlare delle ombre. Il deserto ha luci e colori spettacolari, e questa videocamera li ha sfruttati al meglio. Non abbiamo mai avuto dubbi sulle potenzialità di questa camera, e giorno dopo giorno mi è piaciuta sempre di più, è incredibile".

A Canon EOS C200 video camera.
Spencer trova Canon EOS C200 molto intuitiva.

Un obiettivo cinematografico da duri

Spencer è stato in Africa diverse volte, ma mai in Namibia. Sapeva che ci sarebbero stati molto vento e molta polvere, e che avrebbe dovuto riprendere molto rapidamente. Con il mascherino per i filtri montato sull'obiettivo, non solo cambiarlo continuamente sarebbe stato troppo dispendioso in termini di tempo, ma avrebbe anche esposto gli obiettivi e il corpo a vento e polvere.

Ha quindi scelto di utilizzare l'obibettivo Canon CN7x17 KAS S E1/P1, uno dei migliori obiettivi cinematografici in circolazione, già utilizzato per molti documentari. Non solo offre riprese straordinarie 4K, ma anche un ingrandimento 7x e un ampio intervallo focale da 17-120mm. L'apertura massima T2.95 permette inoltre l'utilizzo di profondità di campo ridotte per la realizzazione di straordinari effetti bokeh. È dotato inoltre di un'unità servo motorizzata removibile e sigillata.

"Non ho mai avuto un'obiettivo cinematografico che ti permette di passara da una focale di 17 mm a 120 mm semplicemente premendo un pulsante", racconta Spencer. "Non volevo cambiare obiettivo nel deserto, e così riprendere è davvero facile. Posso stringere l'inquadratura senza dover spostare la videocamera. Senza questo obiettivo non sarebbe stato possibile".

Brent Stirton strides across the desert at dusk with his camera, as Spencer MacDonald films him using a Canon EOS C200.
Le aree desertiche della Namibia sono particolarmente difficili, con il vento e la polvere che mettono in difficoltà la troupe e Brent stesso.
A Namibian desert scene at sunset, photographed by Brent Stirton on a Canon EOS R.
Il deserto è davvero stupendo, e le foto di Brent lo testimoniano. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo RF 24-105mm F4L IS USM a 45 mm, 1/20 sec, F4.0 e ISO 640. © Brent Stirton
A behind the scenes shot of the figures in Wes Anderson's Isle of Dogs movie being filmed.

Dietro le quinte del film L'isola dei cani di Wes Anderson

Il direttore della fotografia Tristan Oliver svela i retroscena della realizzazione di questo film in stop motion e spiega perché sono state necessarie 80 potenti reflex Canon per realizzarlo.

Un obiettivo più grande ha costretto Spencer a riprendere con la videocamera a spalla, per bilanciare il peso. "EOS C200 è un modello abbastanza portatile, ma in questo caso l'ho tenuta a spalla per il 90% del tempo", dice Spencer, "L'obiettivo è grande quasi il doppio della fotocamera, decisamente grosso".

Canon EOS C200 è dotata della messa a fuoco Dual Pixel CMOS AF e di un touch screen per selezionare direttamente il punto di messa a fuoco, che hanno radicalmente cambiato il modo di lavorare permettendo di abbandonare la messa a fuoco manuale tradizionale. Il mirino elettronico avanzato consente il focus peaking e il waveform monitoring, per garantire immagini nitide ed esposte correttamente.

"Per questo lavoro ho avuto un assistente per la messa a fuoco davvero bravo", continua Spencer. "La messa a fuoco è stata sempre perfetta e l'obiettivo è davvero facile da gestire. Di solito non uso l'AF, ma penso che possa essere una funzione interessante. Mi sarebbe piaciuto utilizzare la fotocamera con un gimbal, ma i tempi per il set-up erano lunghi, non c'è stato il tempo necessario".

Brent Stirton crouches down to photograph tribeswomen singing and dancing, as Spencer MacDonald films him using a Canon EOS C200.
Per riprendere l'audio dei canti degli abitanti del posto Spencer ha utilizzato un microfono a fucile montato sulla videocamera.

Registrare l'audio in contesti cinematografici

In molte scene Spencer non ha utilizzato registratori esterni, ma ha optato invece per un microfono a fucile montato sulla videocamera e un lavalier per le interviste in prima persona, sfuttando al massimo i controlli audio professionali di Canon EOS C200 e i suoi ingressi XLR. Per quello che riguarda le batterie, il team ha potuto evitare di ricorrere a ingombranti batterie esterne, usando invece diverse batterie Canon standard, agganciabili al retro della videocamera senza compromettere l'equilibrio. "Sono durate a lungo", dice Spencer. "L'energia non è mai stato un problema".

Con questo kit professionale Spencer si è fatto trovare pronto dal punto di vista tecnico, ma non poteva certo "prepararlo" al meraviglioso paesaggio della Namibia.

Il lavoro ha seguito ritmi incessanti, e ha richiesto al team di guidare su strade accidentate tutti i giorni dalle 2 alle 6 ore, per poi riprendere dalla mattina alla sera sotto il sole cocente, contro un vento costante.

Two women wearing colourful shawls sit in dim light, photographed by Brent Stirton on a Canon EOS R.
"Non avevo mai lavorato a un documentario con un fotografo che usa le luci in quel modo", dice Spencer, "Mi sembrava di essere sul set di un film". Scatto realizzato con fotocamera Canon EOS R e obiettivo Canon RF 50mm F1.2L USM a 1/125 sec, F5.0 e ISO640. © Brent Stirton
Two boys build a fire, photographed by Brent Stirton on a Canon EOS R.
Mentre Brent ha realizzato scatti suggestivi pieni di colore, Spencer è rimasto impressionato dalla straordinaria vivacità delle immagini prese direttamente dalla videocamera. Scatto realizzato con Canon EOS R e obiettivo Canon RF 50mm F1.2L USM, a 1/400 sec, F1.4, ISO3200. © Brent Stirton

"Abbiamo ripreso per tutto il giorno, seguendo Brent dappertutto", racconta Spencer. "Ci siamo concentrati sugli scatti che Brent ha realizzato con la fotocamera EOS R, lavorandogli intorno. "Dovevo riprendere il soggetto dei suoi scatti esattamente dalla stessa angolazione, altrimenti sarei comparso nelle sue foto, e non volevo rovinare il suo lavoro. Ho dovuto imparare il suo stile, ma non è stato facile perché non avevo mai lavorato a un documentario con un fotografo che usa le luci in quel modo. Mi sembrava di essere sul set di un film".

La bellezza del paesaggio della Namibia ha certamente aiutato. "È stato fantastico, tutti i posti che abbiamo visto rappresentano un ecosistema desertico diverso", afferma. "Certe volte sembrava di essere su un altro pianeta". Dal girato sono stati realizzati un film principale e una versione estesa, che mostra la bellezza del posto, i suoi straordinari abitanti e le vibranti fotografie di Brent Stirton.

"La luce del deserto è molto particolare, ma le immagini erano fantastiche anche prima della post-produzione. Avevano un aspetto così naturale, non c'è stato bisogno di una direzione artistica "invadente". Abbiamo ottenuto immagini davvero belle da guardare, con ombre e toni della pelle perfetti", dice Spencer. "Sono davvero orgoglioso del risultato finale. Ho scelto la fotocamera e l'obiettivo giusti, e questa scelta ha pagato".

Scritto da Adam Duckworth


Il kit di Spencer MacDonald

Il kit perfetto per riprese in movimento

Filmmaker Spencer MacDonald buttons up a striped shirt.

Videocamera

Canon EOS C200

Videocamera ad alte prestazioni, compatta e versatile, ideale per tutti coloro che desiderano immagini nitide in 4K a 50P. "Riprende in formato Cinema RAW Light, che permette di ottenere immagini ricche di dettaglio e dalle grandi potenzialità in file di dimensioni ridotte", dice Spencer.

Obiettivo cinematografico

Canon CN7x17 KAS S E1/P1

Grazie alle straordinarie prestazioni ottiche in 4K, l'ingrandimento 7x con lunghezza focale 17mm-120mm e l'unità servo motorizzata, questo obiettivo è perfetto per le riprese in movimento. "Posso stringere l'inquadratura senza dover spostare la videocamera", racconta Spencer. "Quest'obiettivo ha reso tutto più semplice, non credo che avrei potuto ottenere gli stessi risultati senza".

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora