LA NATURA

Una bellezza rara: immortalare uno dei felini più sfuggenti del mondo con la fotocamera Canon EOS R7

Scopri come la fotografa naturalista Dani Connor ha utilizzato la straordinaria fotocamera APS-C del sistema Canon EOS R per fotografare e filmare uno dei felini più a rischio del mondo.
Una lince iberica, su un ramo quasi verticale, guarda con attenzione verso l'obiettivo. La vegetazione sullo sfondo è fuori fuoco.

La fotografa naturalista Dani Connor ha utilizzato una fotocamera Canon EOS R7 per fotografare la lince iberica, una specie a rischio, nel Parco Naturale spagnolo della Sierra de Andújar. In grado di realizzare file RAW con risoluzione massima fino a 30 frame al secondo, questo dispositivo mirrorless APS-C è stato il compagno perfetto per il servizio. "Questa lince è rimasta davanti al rifugio per circa tre minuti e mezzo, in cui sono riuscita a scattare 300 foto", racconta Dani. Scatto realizzato con Canon EOS R7 e obiettivo Canon EF 300mm f/2.8 L IS II USM a 1/1600 s, f/2.8 e ISO1250. © Dani Connor

Se, dopo settimane di attenta pianificazione, hai un'opportunità fotografica che dura solo pochi minuti, ogni secondo è importante, soprattutto se il soggetto è uno degli animali più a rischio del pianeta.

È quello che è accaduto alla fotografa naturalista britannica Dani Connor mentre seguiva la lince iberica nel parco naturale spagnolo della Sierra de Andújar. Per fortuna disponeva di una fotocamera Canon EOS R7 leggera e versatile, basata sul sistema EOS R, che consente di scattare fino a 30 fps con messa a fuoco automatica, inseguimento degli animali e uno straordinario stabilizzatore d'immagine integrato (IBIS).

Durante i lunghi giorni del servizio Dani è riuscita a scorgere la lince solo in due occasioni, pertanto ha iniziato a fotografare altri animali selvatici che vivevano nel parco. "Mi trovavo in un nascondiglio per l'osservazione dei rapaci perché volevo fotografare una poiana, e improvvisamente è apparsa la lince", racconta. "Non so da dove sia sbucata, perché ero concentrata sulla poiana. Meno di quattro minuti dopo se n'era andata".

Avendo a disposizione una finestra temporale brevissima con questo sfuggente felino, Dani doveva lavorare in fretta. Era il momento ideale per sperimentare la messa a fuoco automatica intelligente e lo scatto rapido e silenzioso del modello EOS R7.

La fotocamera EOS R7 è perfetta per la fotografia naturalistica. Il suo sensore APS-C da 32,5 MP offre una portata 1,6 volte superiore a quella di un sensore full frame, pertanto è l'ideale per immortalare animali che non puoi avvicinare. Che utilizzi l'otturatore meccanico a 15 fps o l'otturatore elettronico a 30 fps, permette di registrare dettagliati video 4K a 60p e video Full HD in slow-motion fino a 120 fps. Poiché Dani carica regolarmente vlog e filmati naturalistici nei suoi canali social, le funzionalità video della fotocamera EOS R7 sono importanti quanto quelle fotografiche.

Avendo un corpo leggero e resistente alle intemperie, questa fotocamera si adatta senza problemi anche alle escursioni e ai servizi di lunga durata. "La fotocamera EOS R7 è un po' più piccola delle mie fotocamere full frame", spiega Dani, "ma è molto comoda da tenere in mano. Mentre sei in movimento, soprattutto durante un servizio come questo, che richiede spostamenti continui, è veramente utile avere una fotocamera più leggera. È stato bellissimo poterla tenere in mano per girare il mio vlog o semplicemente spostarmi a piedi.".

Un tecnico che indossa guanti bianchi sta pulendo il sensore di una fotocamera Canon.

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Dani Connor seduta su una roccia accanto a un lago, mentre scatta con una fotocamera Canon dotata di teleobiettivo bianco.

Il kit abituale di Dani include una fotocamera Canon EOS 5D Mark IV e una fotocamera Canon EOS R5, oltre al suo amato obiettivo EF 300mm f/2.8 L IS II USM, che monta sulla fotocamera tramite un adattatore EF-EOS R. Per questo servizio, invece, ha montato l'obiettivo da 300 mm sulla fotocamera EOS R7. La fotocamera EOS R7 è dotata di un sensore APS-C che, grazie al suo "fattore di ritaglio", offre una portata di 1,6 volte superiore, rispetto a un sensore full frame. "Questo significa che, se scatto con il mio obiettivo da 300 mm, grazie al sensore ottengo una lunghezza focale equivalente di 480 mm, e posso continuare a usare l'apertura massima di f/2.8 dell'obiettivo", spiega Dani. "E se aggiungessi un Extender 2x, arriverei a 960 mm!".

Entrare in contatto con la natura selvaggia

Per Dani, tutto è cominciato mentre passeggiava con la fotocamera in mano. Ha iniziato a fotografare a 14 anni, prendendo in prestito la reflex digitale del padre per immortalare il cane di famiglia o passeggiare nei boschi vicino alla loro casa di Wimbledon, nell'area di Greater London. Così ha iniziato a osservare la natura che la circondava, e ne è rimasta affascinata al punto di laurearsi in zoologia.

Desiderosa di coltivare il suo interesse per la natura e la fotografia, nel marzo 2020 Dani è andata in Svezia per lavorare come volontaria con la fotografa naturalista Conny Lundström. Aveva previsto di fermarsi solo un mese, ma il lockdown dovuto alla pandemia di Covid-19 l'ha costretta a prolungare il soggiorno. Nei mesi successivi ha iniziato a lasciare cibo a un gruppo di scoiattolini rossi rimasti orfani, di cui aveva trovato la madre morta lungo la strada, stabilendo un contatto con loro. Il video di 15 secondi che mostra uno di questi cuccioli mentre mangia alcuni semi ed emette il suo caratteristico squittio, che si sente molto raramente, è diventato virale su Twitter con oltre 16 milioni di visualizzazioni.

Oggi Dani non sa se definirsi una fotografa naturalista o una creatrice di contenuti per i social media. Dani punta a coinvolgere anche le persone che non escono all'aperto per osservare gli animali selvatici, soprattutto i giovani, e proprio per questo sceglie piattaforme come TikTok.

Una lince iberica, su uno sperone roccioso, guarda con attenzione verso la fotocamera.

Dani ha passato una settimana a cercare la lince nell'impervio Parco Naturale spagnolo della Sierra de Andújar. Anche se aveva avuto un incontro ravvicinato con una femmina, il maschio che ha individuato dal rifugio per l'osservazione degli uccelli le ha permesso di realizzare foto molto più interessanti. "Questo esemplare di lince maschio era particolarmente carismatico. Stava fermo a osservare le poiane che volavano sopra di me, così sono riuscita a scattagli alcune foto stupende mentre guardava verso l'alto.". Scatto realizzato con Canon EOS R7 e obiettivo Canon EF 300mm f/2.8 L IS II USM a 1/1600 s, f/2.8 e ISO1600. © Dani Connor

Prestazioni mirrorless professionali per la fotografia naturalistica

Prima del suo breve incontro con la lince maschio Dani aveva preparato due fotocamere nel nascondiglio, una dotata di obiettivo Canon RF 100-500mm F4.5-7.1 L IS USM e l'altra abbinata a un obiettivo EF 300mm f/2.8 L IS II USM tramite un adattatore EF-EOS R. "Non importa quanto ti prepari, perché quando l'animale appare c'è sempre un momento di panico", spiega divertita. "Così ho regolato velocemente le impostazioni e ho semplicemente iniziato a scattare".

La fotocamera EOS R7 consente di registrare file in modalità Scatto continuo RAW alla massima risoluzione con una velocità fino a 30 fps, senza emettere alcun rumore grazie all'otturatore elettronico. "Naturalmente la silenziosità è fondamentale nella fotografia naturalistica", spiega Dani. Aggiunge inoltre che, durante questo servizio, è risultata particolarmente utile per fotografare le poiane, che sono spaventate dai rumori.

Il sistema Dual Pixel CMOS AF II della fotocamera EOS R7 è riuscito a inseguire gli animali anche durante lo scatto continuo ad alta velocità. È basato sulla stessa tecnologia IA di deep learning che ha dato ottimi risultati nei modelli Canon EOS R3, EOS R5 ed EOS R6. La fotocamera riesce a rilevare e inseguire animali e uccelli in una scena, rimanendo bloccata sugli occhi quando sono visibili.

Dani Connor all'interno di un rifugio per l'osservazione degli uccelli con una fotocamera Canon EOS R7 su un treppiede, rivolta verso l'esterno.

Circa un anno fa, Dani ha aggiunto una fotocamera EOS R5 al suo kit soprattutto per il rilevamento degli animali e la messa a fuoco automatica degli occhi, e spiega che questo le ha permesso di migliorare l'inseguimento, disponibile anche nella fotocamera EOS R7, e le ha aperto le porte a nuove opportunità.

Un rapace immortalato in volo, mentre sta per atterrare su un ramo.

Per fotografare gli uccelli in volo Dani ha impostato la modalità dell'otturatore su Prima tendina elettronica, perché un otturatore completamente elettronico può creare una lieve distorsione per gli oggetti in movimento rapido, come le punte delle ali degli uccelli. "Sono riuscita comunque a scattare a 15 fps, ed è stato più che sufficiente", racconta. Scatto realizzato con Canon EOS R7 e obiettivo Canon EF 300mm f/2.8 L IS II USM a 1/5000 s, f/2.8 e ISO640. © Dani Connor

Scatto continuo RAW per catturare il momento perfetto

La fotocamera EOS R7 include anche una serie di nuove funzionalità introdotte nel sistema EOS R. Dani ha trovato particolarmente utile l'opzione Scatto continuo RAW, che permette di salvare una sequenza di immagini acquisite a 30 fps in un unico file, da cui in seguito è possibile estrarre i singoli fotogrammi e salvarli in file RAW alla massima risoluzione. Il vantaggio principale è costituito dalla possibilità di abilitare la modalità di pre-scatto per lo scatto continuo. Quando si preme a metà il pulsante dell'otturatore, la fotocamera EOS R7 inizia ad acquisire le immagini e a memorizzarle nel buffer, ma salva le immagini nella scheda di memoria solo quando si preme il pulsante fino in fondo, permettendo di registrare scatti continui con durata fino a mezzo secondo.

"Ho usato la modalità Scatto continuo RAW e la modalità di pre-scatto soprattutto per fotografare gli uccelli in volo, o mentre facevano il bagno", racconta Dani. "Non puoi mai prevedere quando un uccello su un ramo decide di alzarsi in volo. Può dare qualche segnale, come distendere le ali, oppure semplicemente partire all'improvviso.

"Normalmente, se premi il pulsante dell'otturatore quando l'uccello prende il voto, rischi di perdere il momento cruciale e finisci per ottenere uno scatto sfocato dell'uccello in aria. Ma con il pre-scatto, se premi completamente il pulsante dell'otturatore quando l'uccello decolla, registri anche il mezzo secondo di azione che precede quel momento. Mi ha fatto impazzire. Per la fotografia naturalistica è semplicemente incredibile".

Una poiana, con le ali spiegate, si prepara a spiccare il volo da un ramo.

Le fotocamere e gli obiettivi ideali per la fotografia naturalistica

Gli specialisti della fauna selvatica Markus Varesvuo, Marina Cano e Dani Connor rivelano il loro kit preferito per realizzare splendidi scatti naturalistici.
Primo piano di Dani Connor durante le riprese con una fotocamera Canon dotata di obiettivo RF.

Dani racconta che l'uso di un obiettivo RF con la fotocamera EOS R7 le ha permesso di sfruttare più efficacemente il treppiede. "Sono sempre riuscita a realizzare gli scatti a mano libera, ma adesso ho a disposizione più riprese. Prima riuscivo a ottenere solo un paio di secondi relativamente stabili, ma ora posso utilizzare molto di più, grazie alla straordinaria efficacia della stabilizzazione dell'immagine.".

Dani Connor in piedi in un campo mentre scatta fotografie con una fotocamera Canon dotata di obiettivo RF.

Dani ha trovato utilissimo lo schermo orientabile della fotocamera EOS R7, soprattutto per le riprese video. "Quando riprendo dal basso, non devo reclinare il collo in posizioni assurde. Inoltre, se sto inseguendo un animale e voglio che la fotocamera metta rapidamente a fuoco qualcos'altro, mi basta toccare lo schermo. Se invece devo fotografare più soggetti, mi basta toccare sullo schermo l'animale che voglio mettere a fuoco, e la fotocamera si blocca sui suoi occhi.".

Obiettivi RF e stabilizzatore d'immagine

La fotocamera EOS R7 è dotata di uno stabilizzatore d'immagine integrato (IBIS) che opera in parallelo con lo stabilizzatore ottico degli obiettivi RF IS per offrire una stabilizzazione fino a 8 stop, a seconda dell'obiettivo utilizzato. Dani ha utilizzato diversi obiettivi RF, incluso il modello Canon RF 800mm F11 IS STM, e ha trovato particolarmente utile lo stabilizzatore d'immagine. "Mentre fotografavo un'aquila reale in volo è stato incredibile", dichiara. "Mi ha permesso di realizzare foto stabili anche se tenevo in mano un obiettivo pesante e stavo inseguendo l'uccello".

Dani ha utilizzato anche l'obiettivo RF-S 18-150mm F3.5-6.3 IS STM, uno zoom leggero che offre una vasta gamma di lunghezze focali estremamente versatile, ideale da utilizzare insieme alla fotocamera EOS R7. "È leggerissimo e sono rimasta sbalordita dalle prestazioni combinate degli stabilizzatori d'immagine di obiettivo e fotocamera", racconta. "Ho scattato foto del paesaggio mentre ci spostavamo in auto e, nonostante viaggiassimo sullo sterrato, le immagini sono risultate perfettamente stabili".

Dani ha utilizzato anche un obiettivo RF-S 18-150MM F3.5-6.3 IS STM per catturare i paesaggi del parco. "La fotocamera EOS R7 offre un'opzione di scatto panoramico, che ti permette di spostarla mentre tieni premuto il pulsante dell'otturatore, e le foto vengono combinate automaticamente", spiega. Inoltre, lo stabilizzatore d'immagine integrato nella fotocamera stabilizza l'immagine durante lo scatto panoramico, anche se utilizzi un obiettivo privo di IS.

Un uccellino fermo su un ramo.

Dani ha sfruttato la portata superiore della fotocamera EOS R7 per immortalare a distanza alcune creature particolarmente vivaci. In questo caso ha anche aggiunto un moltiplicatore di focale per obiettivi 1,4x al suo obiettivo da 300 mm, che in questo modo è arrivato a 420 mm e, grazie al fattore di ritaglio di 1,6x del sensore APS-C, ha prodotto una lunghezza focale effettiva di 672 mm. Scatto realizzato con Canon EOS R7, obiettivo Canon EF 300mm f/2.8 L IS II USM ed Extender EF 1.4x III a 1/400 s, f/4.0 e ISO320. © Dani Connor

Dani Connor in piedi in un campo, mentre si riprende con una fotocamera Canon.

La fotocamera EOS R7 consente di realizzare video 4K fino a 60p, con Canon Log 3, che permette di estendere la gamma dinamica da catturare. "Penso che anche l'opzione Canon Log sarà utilissima per il mio flusso di lavoro", dichiara Dani, "perché in genere utilizzo una seconda fotocamera impostata per girare vlog o documentare il mio lavoro, mentre riprendo la fauna selvatica. A volte, con altre configurazioni, puoi notare una differenza nei filmati, e capisci che sono stati realizzati con due fotocamere diverse. Invece, se imposti entrambe le fotocamere su Canon Log, in post-produzione puoi unire i filmati in modo da ottenere un aspetto molto simile".

Versatilità della funzione video

Dani ha trovato utilissima anche la stabilizzazione dell'immagine, mentre girava un video in movimento. Durante la registrazione video la fotocamera EOS R7 consente il controllo coordinato di Movie Digital IS, del sistema IBIS della fotocamera e dello stabilizzatore d'immagine ottico dell'obiettivo RF, per combinare lo spostamento fisico dell'obiettivo, il sensore e la correzione digitale, ciascuno dei quali permette di compensare e correggere tipi diversi di vibrazioni della fotocamera.

Dani ha molto apprezzato la ghiera nella parte superiore della fotocamera, che permette di alternare fra la modalità video e la modalità foto. "In qualità di creatrice di contenuti, per me è molto importante avere la possibilità di alternare velocemente tra foto e video", spiega, "perché voglio condividere tutta la storia. Gli animali raramente fanno due volte la stessa cosa e a me piace catturarne il comportamento sia con le foto che con il video". Inoltre, poiché la fotocamera EOS R7 non impone un limite di 30 minuti per le singole clip durante la registrazione dei video, è possibile riprendere più a lungo senza rischiare di perdere nulla.

Dani ha utilizzato le tre modalità personalizzate offerte dalla fotocamera EOS R7 per passare all'istante da una configurazione video 4K all'altra. Ha impostato una configurazione 4K UHD a 50 fps e un'altra in modalità Crop 4K UHD. "Offre una portata superiore senza rinunciare alla risoluzione 4K", spiega Dani, "ed è incredibile". Per il terzo slot personalizzato ha utilizzato la modalità 4K UHD Fine, che permette di realizzare filmati 4K di altissima qualità grazie all'oversampling 7K. "Permette di realizzare immagini stupende", dichiara.

"Ho sperimentato anche la modalità Full HD a 100 fps per filmare gli uccelli mentre si pulivano e scuotevano le piume, ottenendo uno stupendo effetto slow-motion".

Il video rimane un aspetto molto importante del lavoro di Dani, che per i prossimi 12 mesi ha deciso di realizzare film più incentrati sulla conservazione. "Voglio passare due mesi in Messico, nella Baja California, dove spero di unirmi a un gruppo ambientalista di sole donne. Questo gruppo ha offerto ad alcune ragazze la possibilità di studiare biologia marina e io voglio realizzare un film su di loro e su come stanno proteggendo il diavolo di mare (Mobula Rafinesque). Inoltre, per la prima volta avrò l'occasione di riprendere la fauna marina. Le riprese subacquee costituiscono una novità assoluta per me".

Scopri di più sulle straordinarie prestazioni delle innovative fotocamere EOS R7 ed EOS R10 in questo episodio del podcast Shutter Stories di Canon:

Dani Connor seduta a terra a gambe incrociate con un binocolo in mano e un treppiede Canon EOS R7 di fronte a lei.

Dani spiega che, come fotografa naturalista, per lei è fondamentale rispettare la fauna selvatica. "Non devi mai toccare la fauna selvatica. Devi aspettare che venga da te, senza inseguirla". Sottolinea che non ha mai dato personalmente da mangiare agli animali selvatici, nemmeno agli scoiattoli dei suoi video virali, che si erano talmente abituati alla sua presenza da lasciarsi filmare mentre mangiavano". Appoggiavo il cibo a terra e mi allontanavo, affinché potessero nutrirsi in modo naturale". Il sensore APS-C nella fotocamera EOS R7 offre un fattore di moltiplicazione di 1,6 volte superiore, permettendole di riprendere gli animali selvatici da vicino senza avvicinarsi fisicamente.

I suggerimenti di Dani Connor per la fotografia naturalistica

Dani fornisce alcuni consigli e illustra alcune delle sue tecniche agli aspiranti fotografi naturalisti con ambizioni professionali.

Sfrutta l'esperienza degli abitanti del luogo

"Riuscire a trovare gli animali, soprattutto quello più sfuggenti, è l'aspetto più importante e difficile della fotografia naturalistica. Pertanto, vale la pena di affidarsi a una guida o a un esperto nel campo. Per il mio servizio mi sono fatta accompagnare da José Luis, una guida che vive da sempre in questa regione. È un esperto di linci, ne conosce i territori e sa dove è più probabile trovare alcuni esemplari.".

Nonostante l'aiuto di José, gli incontri di Dani con l'elusiva lince iberica hanno avuto una durata brevissima, ma la fotocamera EOS R7 le ha permesso di sfruttare al meglio queste opportunità anche grazie a funzionalità come la modalità Scatto continuo RAW fino a 30 fps, lo stabilizzatore d'immagine integrato, la messa a fuoco automatica intelligente e un sensore APS-C che estende efficacemente la portata dei suoi obiettivi fino a 1,6 volte.

Crea vlog

"Quando fotografi la natura selvaggia, condividi la tua personalità e il tuo lavoro. Le foto o i vlog del backstage aiutano veramente a coinvolgere il pubblico nel tuo lavoro. Rafforzano la storia che stai cercando di raccontare e spesso, nella fotografia naturalistica, l'avvistamento dell'animale dura solo pochi minuti, pertanto la condivisione dell'intero processo aiuta a stimolare l'interesse degli spettatori.

"La fotocamera EOS R7 permette di impostare la priorità di inseguimento AF su Persone quando inizi a girare il vlog", aggiunge Dani. "Ad esempio, per prepararmi a fotografare una lontra ho collocato la mia seconda fotocamera EOS R7 su un treppiede in modo che fosse rivolta verso di me e che mi permettesse di premere il tasto di registrazione. Così, anche mentre mi spostavo, sapevo che la fotocamera mi inseguiva continuamente".

Presta attenzione ai sensi degli animali

"Ovviamente anche la preparazione del campo è molto importante", spiega Dani. "Comprendere l'ecologia, il comportamento e l'anatomia degli animali può essere cruciale per la fotografia naturalistica. Ad esempio, alcuni animali hanno un udito molto sensibile, mentre altri hanno un olfatto particolarmente sviluppato. Capire il modo in cui gli animali percepiscono il mondo può essere veramente utile per realizzare buoni scatti".

In questi casi le funzioni della fotocamera, come lo scatto silenziato del modello EOS R7, sono impagabili. "Se ti trovi in un rifugio rischi di fare un po' di rumore. In questo caso la lince è rimasta indifferente, ma la poiana avrebbe potuto innervosirsi. La possibilità si scattare in modo silenzioso garantisce la tranquillità degli animali".

Creati le tue opportunità

"Il mio primo grande successo è stato un film su una cucciolata di scoiattoli rossi, intitolato The Squirrels & Me. Nel Regno Unito, il mio Paese di origine, gli scoiattoli rossi sono una minoranza a causa degli scoiattoli grigi, ma in Svezia, il Paese in cui mi trovavo in quel momento, sono ovunque e si incontrano spesso. Così ho scelto un soggetto che molti potrebbero considerare semplice, ma mi sono concentrata completamente su di loro, riuscendo a registrare una serie di momenti veramente unici. Il film delle mie avventure ha ottenuto più di un milione di visualizzazioni, e questo mi ha offerto ottime opportunità per lavorare con aziende e organizzazioni".

Scritto da Marcus Hawkins


Il kit di Dani Connor

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare le loro foto

Una fotocamera Canon EOS R7, un'impugnatura per treppiede e vari obiettivi Canon appoggiati a terra su un tappeto di foglie.

Fotocamera

EOS R7

Un'avanzata fotocamera del sistema EOS R, con un sensore APS-C da 32.5 megapixel, in grado di catturare i momenti fugaci con una velocità impressionante, AF di precisione e video straordinari in 4K/60p. "La fotocamera EOS R7 è un po' più piccola delle mie fotocamere full frame", spiega Dani, "ma è molto comoda da tenere in mano. Mentre sei in movimento, è veramente utile avere una fotocamera più leggera.".

Obiettivi

RF-S 18-150MM F3.5-6.3 IS STM

Spingiti oltre e arriva più vicino senza cambiare obiettivo. Questo obiettivo zoom compatto e leggero, per le fotocamere del sistema EOS R, è dotato di sensore APS-C e offre uno stabilizzatore ottico di immagine a 4,5 stop, che supporta fino a 7 stop quando viene utilizzato insieme a una fotocamera EOS R7, oltre a una straordinaria portata di 18-150 mm che permette di realizzare immagini stupende, sia da vicino che da lontano.

Accessori

Tripod Grip Canon HG-100TBR

Realizza i tuoi video in tutta sicurezza e libera la fantasia, con un esclusivo stabilizzatore per treppiede dotato di telecomando, testina regolabile ed eccellenti caratteristiche ergonomiche, espressamente concepite per la stabilità delle riprese.

Articoli correlati

  • EOS R7 ed EOS R10 su una superficie piastrellata con un brillante motivo chevron blu e bianco.

    KIT

    EOS R7 o EOS R10: quale fa per te?

    Scopri le differenze e le analogie principali tra le fotocamere APS-C di ultima generazione del sistema EOS R mirrorless.

  • Le maestose corna di un cervo possono essere viste solo attraverso una coltre di nebbia bianca.

    LA NATURA

    La fotografia naturalistica da un'altra prospettiva

    I fotografi Clement Kiragu, Dafna Tal e Michel d'Oultremont spiegano come creare uno stile distintivo nell'affollato mondo delle foto naturalistiche.

  • Primo piano molto ravvicinato del muso con piumaggio bianco e nero di un rapace.

    TECNOLOGIA

    Gli obiettivi Canon RF 800mm e RF 1200mm serie L

    Scopri le incredibili innovazioni che si celano dietro questi super teleobiettivi super compatti e all'avanguardia.

  • I tre obiettivi professionali f/2.8 RF di Canon: RF 15-35MM F2.8L IS USM, RF 24-70MM F2.8L IS USM e RF 70-200mm F2.8L IS USM.

    ARTICOLO

    L'opinione dell'esperto: perché passare a un obiettivo RF

    Perché passare da un obiettivo EF a uno RF. L'esperto Canon, Mike Burnhill, illustra alcuni interessanti vantaggi e mette a confronto gli obiettivi EF e le loro controparti RF.

  • Leggi la newsletter

    Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro