Guida illustrativa: Primi piani

Affrontare il prossimo passo

Un obiettivo zoom standard può essere utile per muovere i primi passi nel mondo della fotografia macro, tuttavia esistono obiettivi e accessori specifici, studiati per realizzare primi piani davvero ravvicinati.

Obiettivi macro
Questi obiettivi sono dedicati alla fotografia di primi piani e offrono un ingrandimento pari a 1:1 (1:1 indica che il soggetto viene rappresentato in dimensioni reali sul sensore di immagini della fotocamera). Possono inoltre essere utilizzati per altri tipi di fotografia, come i ritratti. Per i sensori APS-C, un ottimo obiettivo con cui iniziare è il Canon EF-S 60 mm f2,8 Macro USM mentre per i sensori full frame l'obiettivo Canon EF 100 mm f/2,8 Macro USM è ideale. L'obiettivo EF 100 mm f/2,8L Macro IS USM integra uno stabilizzatore d'immagine ibrido per realizzare riprese macro anche a mano libera. Tutti questi obiettivi macro dedicati offrono nitidezza, contrasto e qualità dell'immagine di livello elevato in ogni zona del fotogramma.

IHTT_Page_2_01
Fragole e cioccolata, © Alejandro Ruiz, Canon EOS 7D

Obiettivo per primi piani
Vengono avvitati sulla parte anteriore dell'obiettivo in uso per ottenere una messa a fuoco più ravvicinata. Occupano uno spazio ridotto e, pertanto, sono ideali quando desideri viaggiare leggero. Sono disponibili due tipi di obiettivi per primi piani Canon; il 250D è più potente del 500D.

Tubi di estensione
Un'altra opzione da utilizzare insieme all'obiettivo già in tuo possesso è il tubo di estensione. Questo accessorio viene inserito tra il corpo e l'obiettivo della EOS consentendo alla fotocamera di ottenere una messa a fuoco più ravvicinata. Canon offre due tubi di estensione: EF12 II e EF25 II. Il numero fa riferimento alla lunghezza del tubo: quello da 25 mm consente di ottenere un ingrandimento superiore rispetto a quello da 12 mm. I tubi di estensione non contengono vetro, pertanto la qualità dell'obiettivo viene mantenuta, ma è necessaria un'illuminazione maggiore per ottenere la corretta esposizione.

IHTT_Page_2_02
Cristallo di cuprite, © Matteo Chinellato, Canon EOS 5D Mark II

Impostazioni EOS più avanzate
Adesso che hai investito in un obiettivo o un accessorio per la tua fotografia macro, vale la pena di esplorare modalità che ti offrano un controllo maggiore sulle impostazioni di esposizione quali Priorità apertura (Av) o Manuale (M). Queste opzioni consentono di controllare la profondità di campo. Ulteriori informazioni su queste modalità.

Se utilizzi la fotocamera su un treppiede, ecco alcuni suggerimenti per ottenere una maggiore stabilità. Premere il pulsante dell'otturatore può far vibrare la fotocamera. Se il momento in cui scatti la foto non è fondamentale per la sua riuscita, imposta l'autoscatto su 2 secondi per dare alla fotocamera il tempo di stabilizzarsi. In alternativa, puoi utilizzare un telecomando connesso alla tua EOS. Ciò consente di scegliere il momento giusto per l'esposizione senza toccare la fotocamera.

IHTT_Page_2_03
Dolcetti, © Luis Pineda Garcia, Canon EOS 500D

Ritocchi finali
Hai dedicato tempo a realizzare primi piani perfetti. Il passaggio successivo consiste nel realizzare immagini in formato RAW e utilizzare il software Digital Photography Professional (DPP) di Canon per apportare i ritocchi finali. L'utilizzo di strumenti come correzione dell'obiettivo, regolazione del bilanciamento del bianco e ritaglio può far risaltare al meglio le tue immagini. Qui, puoi leggere un tutorial su DPP.

1  2