Tutorial: L'esposizione

Bracketing automatico dell'esposizione (AEB)

È possibile automatizzare la compensazione dell'esposizione grazie al bracketing automatico dell'esposizione (AEB).

Questa funzione scatta tre foto in rapida successione, ciascuna con una diversa quantità di compensazione. Puoi iniziare con l'impostazione predefinita della fotocamera e aggiungere compensazione positiva o negativa a livelli selezionabili (ad esempio, -1, 0 e +1 o -2, 0 e +2).

Il valore dell'esposizione (velocità dell'otturatore o apertura), modificato dalla compensazione, dipende dalla modalità di scatto impostata. Nella modalità di priorità all'otturatore (Tv) viene modificata l'apertura; nella modalità di priorità all'apertura (Av), viene modificata la velocità dell'otturatore. In modalità Program AE (P) può cambiare uno qualsiasi dei due valori o entrambi.

L'impostazione AEB può essere molto utile se l'esposizione corretta non sembra dare un buon risultato ma non si è certi di come modificarla. L'impostazione ha anche un'altra applicazione: la fotografia HDR (High Dynamic Range, ampia gamma dinamica).

HDR (High Dynamic Range, ampia gamma dinamica)
C'è un limite alla quantità di gamma dinamica in una scena che un sensore digitale è in grado di catturare. Se desideri ottenere più dettagli nelle parti chiare come il cielo, potresti perdere dettagli nelle ombre più scure. Regolando l'esposizione per catturare i dettagli nelle ombre si possono invece causare perdite di dettagli nelle parti più chiare.

Per superare questa limitazione, prova a scattare due o più immagini a esposizioni differenti e unirle in una fotografia finale. In questo modo puoi aumentare la gamma dinamica e ottenere contemporaneamente dettagli nelle parti chiare e nelle ombre. Questo tipo di effetto si chiama HDR (High Dynamic Range, ampia gamma dinamica).

Puoi creare immagini HDR grazie al software Digital Photo Professional (DPP) di Canon. Innanzitutto, scatta tre foto utilizzando il bracketing automatico dell'esposizione (AEB) con impostazione -2, 0 e +2. Trasferisci le immagini su un computer e apri DPP. Nel menu "Tools" (Strumenti), scegli "Start HDR tool" (Avvia strumento HDR), seleziona le tre foto e fai clic su "Start HDR" (Avvia HDR). A quel punto il software visualizza l'immagine HDR creata dalla loro unione, con selettori che permettono di regolare luminosità, saturazione, contrasto e varie altre opzioni di ottimizzazione dei dettagli.

Le fotocamere EOS più recenti sono dotate della funzione "Controllo retroilluminazione HDR". Impostandola, la fotocamera scatta automaticamente una serie di immagini a esposizioni diverse e le unisce in una sola immagine. Il risultato è una fotografia con buoni dettagli nelle zone luminose e nelle ombre. Alcuni modelli permettono anche di creare l'effetto HDR all'interno della fotocamera e di controllare la gamma dinamica. Per i dettagli, consulta il manuale di istruzioni.

1  2  3  4  5