ARTICOLO

Quali sono le caratteristiche di una buona videocamera per il live streaming?

Dallo streaming SDI a quello IP, dal protocollo XC ai terminali XLR, scopri le caratteristiche delle videocamere Canon che possono rendere i tuoi live streaming un successo.
Una videocamera PTZ Canon CR-N500 posizionata in uno studio di registrazione.

La videocamera PTZ Canon CR-N500 ha un'uscita 3G-SDI che la rende un'ottima soluzione controllabile da remoto per il live streaming in grandi ambienti come le sale sportive o da concerto dove è necessario far passare i cavi in modo sicuro su lunghe distanze.

Il settore del live streaming era in crescita già prima della pandemia di Covid-19, ma ora è una parte essenziale della nuova normalità, che si tratti di eventi di settore, concerti, matrimoni e luoghi di culto, o semplicemente per rimanere in contatto con gli amici.

"Il numero di richieste e requisiti per il live streaming sono aumentati significativamente per noi negli ultimi due anni", afferma Thorsten Rühle, amministratore delegato di Delta Vision Studios, una società tedesca di produzione di contenuti multimediali specializzata in filmati aziendali, trasmissioni di eventi live e webcast.

"A seconda delle esigenze del cliente, portiamo da due a 10 videocamere sul posto. I contenuti vengono inviati o trasmessi in streaming via satellite o connessione Internet utilizzando un'unità mobile o una sala di controllo live su ruote. Le videocamere e le presentazioni vengono mixate tramite la sala di controllo e i filmati finiscono spesso su server appositamente noleggiati, che poi distribuiscono il contenuto".
Delta Vision utilizza una varietà di videocamere Canon nelle sue produzioni, tra cui Canon XF705, Canon XC15, Canon EOS C200 e Canon EOS-1D X Mark II (ora sostituita da Canon EOS-1D X Mark III). Ma Canon ha risposto alla crescita del live streaming con una serie di nuove soluzioni per videomaker con qualsiasi livello di esperienza, come il software EOS Webcam Utility e una vasta gamma di videocamere PTZ controllabili da remoto, come anche la nuova Canon XF605, con le sue funzionalità complete di connettività e streaming.

Quindi come scegliere la migliore videocamera per il live streaming in base alle tue esigenze? "Ci sono cinque componenti necessari affinché una videocamera possa offrire un live streaming di alta qualità: messa a fuoco automatica affidabile e precisa, zoom potente, audio professionale, controlli intuitivi e uscite flessibili", afferma Aron Randhawa, European Pro Video Marketing Specialist di Canon Europe.
Disponi di un kit Canon?

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
"Alcuni elementi del live streaming sono fuori dal tuo controllo, compresa la compressione della piattaforma e la larghezza di banda del pubblico. Ma se inizi con una videocamera pensata specificamente per questo lavoro, allora sei in una posizione più forte per il miglior risultato possibile".
Una videocamera XF605 su uno sfondo bianco.

1. Messa a fuoco precisa per il live streaming dal vivo

Con il live streaming, non c'è spazio per gli errori di messa a fuoco. Non puoi modificare una inquadratura non efficace e se non hai una configurazione a più videocamere, non sarai in grado di passare ad un'altra videocamera se c'è un problema. Ecco perché l'affidabile sistema Dual Pixel CMOS AF di Canon è una vera risorsa per le trasmissioni dal vivo.

"Sapere che la videocamera è in grado di fornire immagini sempre nitide e precise ti solleva da questa preoccupazione", afferma Aron. "Dual Pixel CMOS AF è in continua evoluzione e il nostro ultimo modello, XF605, è la nostra prima videocamera a offrire le tecnologie di rilevamento degli occhi e EOS iTR AF X (Intelligent Tracking and Recognition). La tecnologia di rilevamento del viso raggiunge così una nuova dimensione, continuando a seguire un soggetto anche quando è girato dall'altra parte della videocamera".

La tecnologia Dual Pixel CMOS AF è utilizzata in tutta la gamma EOS, dalle fotocamere mirrorless e reflex digitali fino alle videocamere PTZ controllabili da remoto e alle videocamere Cinema EOS come Canon EOS C70.
Un uomo che filma con una videocamera Canon XF705.

" Canon XF705 ha tutto ciò di cui hai bisogno per un processo di produzione rapido e di alta qualità, ovvero un buon obiettivo e uno zoom veloce, una gamma completa di connessioni professionali per audio e video e un codec moderno", afferma Thorsten Rühle, amministratore delegato di Delta Vision Studios.

Un presentatore che tiene una videocamera viene ripreso in uno studio mentre un'altra persona monitora lo streaming su un laptop.

Canon EOS C70 supporta anche lo streaming IP in Ultra HD e Full HD. Basta collegare la videocamera tramite la porta USB-C a un decoder e a un software supportato per lo streaming IP, consentendo il live streaming per notiziari, presentazioni e altre esigenze.

2. Zoom potente e veloce

Se stai lavorando in un piccolo ambiente di studio, o anche in live streaming da casa, allora è improbabile che tu abbia bisogno di un obiettivo zoom ad ampio raggio. Ma se ti trovi in un luogo più grande, allora uno zoom potente, come lo zoom ottico 15x e lo zoom avanzato 30x di XF605, può fare la differenza.
"È in questo ambito che le nostre videocamere XA, XF e PTZ, che offrono uno zoom fino a 20x, hanno prestazioni eccezionali", afferma Aron. "Garantiscono elevata flessibilità in termini di inquadratura e possono anche eseguire zoom precisi e motorizzati durante il live streaming".

"Se stai usando una sola videocamera non avrai la flessibilità di passare a un'angolazione diversa, ma puoi passare lentamente a un primo piano da un'inquadratura ampia, ad esempio, durante le riprese di un matrimonio".

Lo zoom grandangolare di Canon XF705 è una delle caratteristiche che Thorsten Rühle apprezza di più. "Le videocamere XF705 sono utilizzate come classiche videocamere da studio per le nostre produzioni dal vivo, pertanto possiamo lavorare con questi apparecchi montati su un treppiede, con head finder, interfono e cameraman", spiega. "La videocamera combina i nostri importanti requisiti tecnici, ovvero un buon obiettivo e soprattutto uno zoom molto veloce, con un'uscita SDI e opzioni di registrazione efficienti".
Uomo seduto da solo in uno studio buio con molteplici inquadrature di lui visibili sul monitor collegato alla fotocamera di fronte a lui.

Come la produzione da remoto ha consentito ai filmmaker di continuare a lavorare

Due filmmaker raccontano come il lockdown globale li abbia spinti verso l'innovazione per continuare i loro progetti e l'impatto che ciò potrebbe avere sul futuro.
Una videocamera Canon XA55 su uno sfondo bianco.

"Il live streaming è un buon esempio dei vantaggi forniti dall'utilizzo di una videocamera all-in-one come Canon XA55", sostiene Aron. "Non devi preoccuparti di cambiare gli obiettivi, hai già i terminali XLR per registrare un audio di alta qualità che può essere facilmente monitorato e ottieni un'eccezionale qualità dell'immagine 4K grazie al sensore da 1".

3. Registrazione audio di alta qualità

Per lo streaming, la nitidezza dell'audio è importante quanto la qualità dell'immagine. Con due terminali XLR integrati, Canon XF605 è compatibile con una vasta gamma di microfoni, che siano autonomi o meno, e offre un audio a quattro canali. L'attacco a slitta Multi-Interface Accessory consente di espandere ulteriormente la funzionalità XLR con altri due ingressi.

Le videocamere Canon della serie XA e XF, così come tutte le videocamere Cinema EOS, includono di serie terminali XLR. È una delle caratteristiche chiave che differenzia queste videocamere dalle soluzioni mirrorless e reflex digitali. Inoltre, ogni ingresso audio può essere controllato indipendentemente, offrendo agli utenti una maggiore flessibilità.

"Registrare l'audio direttamente nella videocamera significa che il suono è già sincronizzato con l'immagine, quindi puoi immediatamente andare in diretta, mentre se stai catturando l'audio separatamente, dovrai sincronizzare l'audio in post-produzione, rendendo di conseguenza più lungo il flusso di lavoro", spiega Aron.
Una videocamera PTZ CR-X500 su uno sfondo bianco.

La videocamera PTZ Canon CR-N500 supporta i principali protocolli di streaming e controllo IP, come il protocollo XC di Canon.

4. Controllo della videocamera per le trasmissioni dal vivo

Molte videocamere Canon hanno una serie di pulsanti assegnabili per personalizzare l'esperienza utente. Le videocamere professionali XF605 e XF705 hanno inoltre anelli di controllo separati per il diaframma, la messa a fuoco e lo zoom, pertanto gli operatori con una sola videocamera che devono agire rapidamente possono regolare l'immagine in modo molto semplice ed efficiente.

"Abbiamo anche molti altri modi per controllare le nostre videocamere", sostiene Aron. "C'è il nostro Browser Remote, per esempio, che permette di vedere in anteprima l'immagine dalle nostre videocamere professionali e dalle videocamere Cinema EOS tramite rete, oltre a regolare la messa a fuoco automatica e le impostazioni di esposizione sulla videocamera. Questo può essere un modo efficiente di controllare le nostre videocamere a distanza".

Il software EOS Utility per le fotocamere mirrorless e reflex digitali Canon è simile a Browser Remote e offre un valido controllo sull'esposizione, sulla messa a fuoco e su altri aspetti della registrazione quando la videocamera è collegata a un computer tramite USB. "Puoi anche convertire istantaneamente numerose fotocamere mirrorless e reflex digitali EOS in webcam di alta qualità utilizzando il software EOS Webcam Utility", aggiunge Aron.
Una videocamera Canon EOS C300 Mark III poggiata sull'ala di un aereo.

Canon EOS C300 Mark III ottiene il protocollo XC tramite un aggiornamento del firmware, permettendo di essere controllata da remoto in una configurazione a più videocamere tramite telecomando RC-IP100.

4. Controllo della videocamera per le trasmissioni dal vivo

Ci sono anche controlli remoti dedicati per le videocamere Canon. "Il telecomando Canon RC-V100 offre agli utenti di videocamere professionali ampie opzioni per la regolazione precisa dell'immagine", spiega Aron. "Questo è ideale in particolare per il live streaming, dove non è possibile regolare le riprese in post-produzione".

"Un'altra opzione davvero interessante che abbiamo introdotto con le nostre videocamere PTZ controllabili da remoto è il protocollo XC. Da allora l'abbiamo aggiunto alla nostra gamma EOS Cinema, compresa EOS C300 Mark III e EOS C500 Mark II, tramite un aggiornamento del firmware, che può essere scaricato dalle pagine di supporto di Canon.

"Il protocollo XC permette alle videocamere PTZ e Cinema EOS di integrarsi perfettamente in un flusso di lavoro di produzione dal vivo. Il telecomando Canon RC-IP100 consente di regolare le impostazioni di panoramica, inclinazione, zoom, messa a fuoco ed esposizione su una videocamera PTZ e ora permette di controllare anche le videocamere Cinema EOS".
Le mani di un utente azionano il telecomando Canon RC-IP100 su una superficie di legno.

Il telecomando RC-IP100 è dotato di un joystick multifunzione e di un touch screen intuitivo per gestire facilmente fino a 100 videocamere tramite connessione IP, seriale o entrambe.

Una videocamera Canon XF705 posizionata in una stanza contenente anche un teleprompter e un green screen.

"Il potente codec UHD/4:2:2 a 10 bit di Canon XF705 ci permette di lavorare in studio con green screen e teleprompter", rivela Thorsten. © Delta Vision

5. Opzioni di uscita per il live streaming

Canon offre soluzioni di videocamere per il live streaming con una varietà di uscite, ad es. HDMI, o connessioni più robuste, come SDI per il collegamento a switcher di produzione live.

"Le connessioni di una videocamera sono il prerequisito di base per l'integrazione in un ambiente di produzione professionale, e SDI è obbligatorio", afferma Thorsten. "L'uscita 12G-SDI di Canon XF705 ha una latenza molto bassa e fornisce una connessione via cavo sicura". Anche Canon XF605 dispone di un'uscita 12G-SDI che supporta risoluzioni e frame rate elevati, compresi i segnali 4K 4:2:2 a 10 bit fino a 60p su un singolo cavo.

Le funzionalità di streaming IP sono presenti anche in molte altre videocamere Canon, tra cui XF605, EOS C70 e EOS C300 Mark III. "Anche se questi necessitano di un decoder collegato alla videocamera, significa che il segnale è già nel formato richiesto per essere trasmesso in modo efficiente su una rete", afferma Aron.

"Alcuni potrebbero voler semplicemente prendere l'uscita HDMI o SDI e portarla a uno switcher di produzione, che poi la codificherà e la trasmetterà in diretta. Un'alternativa che richiede meno hardware, tuttavia, è quella di avere le videocamere collegate a una rete locale e poi passare attraverso una soluzione software di live streaming basata su IP. È un'altra opzione da tenere in considerazione quando si sceglie il flusso di lavoro giusto per le proprie esigenze".

Scritto da Marcus Hawkins


Articoli correlati

  • Un uomo in abiti invernali sulle pendici di una montagna innevata con una videocamera Canon XF705.

    ARTICOLO

    Completa la tua gamma di prodotti video con una videocamera professionale

    Il regista Sébastien Devaud parla del ruolo cruciale svolto dalle videocamere professionali Canon XA e XF nelle sue produzioni.

  • Un uomo si accovaccia per filmare con una videocamera professionale Canon XA45.

    ARTICOLO

    Piccole dimensioni, grande impatto: scopri Canon XA45

    Il direttore della fotografia Peter Demetris ha messo alla prova la videocamera professionale Canon XA45 durante le riprese di un video musicale: qui svela le sue cinque caratteristiche preferite.

  • CR-N300

    NOTIZIE

    Scopri le telecamere PTZ di nuova generazione

    Come le telecamere pan-tilt-zoom CR-N500, CR-N300 e CU101 e i sistemi di controllo remoto Canon fissano un nuovo standard per lo streaming, il broadcasting, la trasmissione di eventi e molto altro.

  • Un video che mostra ancora Elisa Iannacone, giornalista e regista, che riprende con la videocamera Canon XA55 sulle scogliere in Galles.

    ARTICOLO

    Il contributo di una videocamera al giornalismo

    La giornalista e regista Elisa Iannacone racconta quello che cerca in una videocamera e le sue esperienze di ripresa con le videocamere EOS C70 e XA55.

  • Leggi la newsletter

    Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro