ARTICOLO

Una raffica di 10 domande al fotografo di prodotti Eberhard Schuy

Grazie all'obiettivo Canon TS-E 135mm F4L Macro, il Canon Ambassador Eberhard Schuy è riuscito a ridurre al minimo la profondità di campo, per mostrare la tazza e il piattino in modo nitido su uno sfondo più sfocato. "In questa foto è sensato misurare la luce direttamente nel punto da cui divampa, per avere il controllo totale sull'esposizione finale", aggiunge. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS R a 0,5 sec, F16 e ISO 400. © Eberhard Schuy

I fotografi di prodotto di successo sono capaci di adeguarsi ai tempi richiesti mantenendo al contempo una forte impronta personale nello stile, che diventa un loro tratto distintivo. Questo è ciò che ha fatto Eberhard Schuy negli ultimi 35 anni. Oltre a essere Canon Ambassador, ha lavorato per nomi quali Ford, Yves Saint Laurent, Linde AG, Arri e Atlas Copco Energas (solo per nominarne qualcuno) fotografando qualsiasi cosa, dagli oggetti inanimati con la tecnica still life fino agli alimenti, lavorando con modelli e modelle e avventurandosi perfino nel mondo del videomaking.

Noto per il suo perfezionismo sul set fotografico teso a evitare l'uso di software di post-produzione, trascorre molto tempo nella preparazione dei prodotti e nella configurazione dell'illuminazione corretta per ottenere risultati di altissimo livello. Dal programma pre-produzione alla realizzazione dello scatto, Eberhard spiega il suo processo di lavoro per i fotografi che aspirano a diventare professionisti nella fotografia di prodotto.

Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

Come lavori con i clienti nella fase di progettazione per assicurarti di ottenere un risultato finale di livello?

"Il processo è quasi sempre lo stesso, indipendentemente dal cliente. Inizio intavolando una discussione sull'idea alla base della fotografia, durante cui io prendo appunti. Creo quindi un elenco di tutti i piccoli dettagli commisurati allo scatto. Ho notato che se non lo faccio e qualcosa va storto nella comunicazione, sono proprio quei piccoli dettagli a richiedere più tempo (e diverse e-mail) per essere spiegati. È qualcosa che è meglio evitare per non infastidire il cliente.

"Questi elenchi consistono di banalità tuttavia importanti. Che formato desidera? La foto deve essere a colori o in bianco e nero? Le immagini sono destinate alla stampa o all'uso online? Ci sono preferenze in termini di prospettiva e angolazioni? È necessario usare font specifici per i testi? Sulla foto verrà applicato del testo in una fase successiva? Se sì, in che posizione dovrà trovarsi? L'ultima domanda riguarda i termini di pagamento per il servizio fotografico. Può sembrare sciocco, ma sono molto serio. È una domanda decisamente importante quando si tratta di fotografia commerciale".

A woman stands by a wooden door, while a chair appears to be suspended in the air. Photo by Eberhard Schuy
Nel corso dei suoi 35 anni di carriera come fotografo di prodotto, Eberhard ha lavorato per molti dei marchi principali. Scatto realizzato con Canon 5D Mark II (ora sostituita da Canon EOS 5D Mark IV) a 1/125 sec, F1.8 e ISO 100. © Eberhard Schuy
A close-up of a fork, knife and spoon on a dark background. Photo by Eberhard Schuy
Con l'obiettivo Canon TS-E 135mm F4L Macro utilizzato per questo scatto in studio, Eberhard controlla prospettiva e profondità di campo. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS R a 1,0 sec, F22 e ISO 100. © Eberhard Schuy

Quali fotocamere Canon reputi migliori per la fotografia di prodotto?

"Generalmente uso il modello Canon EOS 5DS R perché i miei clienti richiedono immagini in grandi formati. Il sensore da 50.6 megapixel mi consente di ottenere la risoluzione di cui ho bisogno. Tuttavia, mi piace lavorare anche con la più piccola Canon EOS M50 per servizi che non richiedono la stessa risoluzione. Di recente la mia attrezzatura mi ha seguito a 2500 metri di altezza, sulle montagne, dove ho sviluppato alcune idee per un'etichetta di moda. In quella circostanza ero particolarmente grato di avere con me una fotocamera dal design piccolo e leggero come la mirrorless EOS M50".

Gli obiettivi macro aiutano a fotografare i prodotti più piccoli, ma quale credi che sia la miglior lunghezza focale per lavorare?

"Ho scelto di realizzare lo scatto con l'obiettivo più lungo Canon EF 100mm F2.8L Macro IS USM perché ho bisogno di lavorare a una distanza maggiore dai soggetti che riprendo, specialmente in caso di dimensioni ridotte. Significa che posso illuminare i prodotti facilmente, senza incorrere nella possibilità che la fotocamera o l'obiettivo si frappongano alla scena proiettando la propria ombra. Con gli obiettivi più corti che prevedono distanze di lavoro minori è più difficile gestire l'illuminazione. Ho notato che utilizzando obiettivi con lunghezza focale ridotta la fotocamera deve essere più vicina al soggetto e che, con i prodotti caratterizzati da superfici lucide, il riflesso della fotocamera risulta più visibile".

A mug lit from the side with what appears to be a reflection in front of it. Photo by Eberhard Schuy
Un obiettivo più lungo, come il modello Canon EF 100mm F2.8L Macro IS USM, consente a Eberhard di illuminare i suoi soggetti, come questa tazza, senza che la fotocamera ostacoli la scena. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS R a 6,0 sec, F22 e ISO 100. © Eberhard Schuy

Quali sono le caratteristiche più utili che hai notato negli obiettivi zoom per lavorare con i prodotti?

"Gran parte del mio lavoro sul posto avviene in locali industriali e fabbriche, per cui spesso mi ritrovo a realizzare scatti in spazi angusti che limitano le posizioni da cui posso scattare. Di conseguenza, mi attrezzo preventivamente di un obiettivo zoom. Quello che preferisco è Canon EF 24-105mm F4L IS II USM, perfetto per gli scatti industriali. La lunghezza focale che offre è dell'ampiezza perfetta: se l'immagine che devo realizzare è estesa posso aprire l'otturatore con il terminale da 24 mm o ingrandire a 105 mm per catturare i dettagli più da vicino. Dipende da cosa voglio includere nell'inquadratura".

The inside of a factory with metal pipes and a white tiled floor. Photo by Eberhard Schuy
Per realizzare scatti in spazi industriali e fabbriche, Eberhard preferisce usare un obiettivo zoom in quanto spesso non ha molto spazio per muoversi. Scatto realizzato con Canon EOS 5D (ora sostituita da Canon EOS 5DS R) a 1/4 sec, F11 e ISO 400. © Eberhard Schuy

Obiettivi tilt shift. Come cambiano il tuo approccio lavorativo ai prodotti?

"Le fotocamere che uso devono offrirmi la maggiore gamma dinamica possibile, pertanto mi serve un obiettivo in grado di supportare quel livello di qualità. Un buon obiettivo tilt shift consente di scattare da qualsiasi angolazione: viste laterali perfette, scatti senza distorsione ottica, nitidezza che si applica con precisione esattamente dove voglio. Così come con il mio obiettivo a focale fissa Canon EF 100mm F2.8L Macro IS USM, mi piace scattare anche con il più lungo obiettivo tilt shift Canon TS-E 135mm F4L Macro. Quando lavoro a livello commerciale, i miei clienti prestano attenzione all'attrezzatura che uso (sebbene alla fine sia importante solo la riuscita della foto). È per questo che devo far vedere che lavoro con il kit migliore".

Qual è il miglior modo per misurare e gestire l'illuminazione nella fotografia di prodotto?

"Nel 95% dei casi la misurazione può essere effettuata con il fotometro nella macchina fotografica. Tuttavia, nelle condizioni di illuminazione difficili o estreme con cui spesso ho a che fare quando fotografo i prodotti, devo misurare individualmente le parti della scena con il fotometro Gossen per riuscire a ottenere i risultati cinematografici che mi impegno a ricercare. Questo è particolarmente vero per il lavoro sul campo".

A jar of fruit conserve, with other jars out of focus. Photo by Eberhard Schuy with a Canon tilt-shift lens.

Tre modi creativi per utilizzare gli obiettivi decentrabili

Gli obiettivi decentrabili non servono solo per architettura o ritratti. Tre fotografi rivelano come li utilizzano in modo creativo per altri generi.

Quali sono le tue tecniche preferite per l'illuminazione dei prodotti?

"Uso l'illuminazione continua in modo sempre più assiduo. Impiegando una buona tecnologia LED con valori di colore realmente coerenti è possibile produrre una valutazione perfetta della luce, in tempo reale. Lavoro con lampade Arri LED L5-C e L7-C e pannelli Arri Skypanels S30-C e S60-C. In genere realizzo gli scatti utilizzando solo uno o due corpi luce. Inizio bilanciando la luce principale per illuminare il soggetto, quindi aggiungo quella di riempimento.

"Credo che la luce continua riveli alcune sfumature più sottili, anche con un'illuminazione relativamente diretta. Mi sembra che la finezza dei colori illuminati sia più evidente quando scatto con la luce continua. Forse perché i tempi di esposizione leggermente più lunghi fanno sì che una certa quantità di luce ambientale penetri nell'immagine finale? In ogni caso, per il mio stile fotografico è una cosa positiva. Amo quelle sottili sfumature nelle immagini".

Come ti assicuri di ottenere una resa del colore precisa mentre scatti? Sono operazioni che svolgi dalla fotocamera o nella fase di post-produzione?

"Mi assicuro di dare precedenza anzitutto ai valori del colore dell'illuminazione. Questo perché voglio fare sul set tutto quello che si può fare sul set. Una frase assolutamente proibita nel mio studio è "lo facciamo dopo con Photoshop". Per garantire l'uniformità dei colori del prodotto utilizzo SpyderCube. Mi consente di applicare regolazioni per il valore del grigio e di ottenere i valori massimi di bianco e nero. Grazie alla sua forma cubica, fornisce informazioni di colore da più lati. Le schede di grigio piatte non riescono in quest'operazione a causa della loro bidimensionalità".

La fotografia di prodotto prevede spesso ritmi incalzanti. Quanto tempo dedichi a un singolo servizio fotografico?

"Dipende dal tipo di presentazione del prodotto. Senza preparazione, per una semplice foto sono necessarie circa due ore. La preparazione degli oggetti a volte richiede dalle 5 alle 6 ore. Per realizzare l'immagine di una natura morta, dipende dall'allestimento. Ciò che sembra molto semplice nella foto spesso richiede molto tempo per essere costruito".

Three chairs, one seemingly suspended upside down, against a black background and with smoke effects. Photo by Eberhard Schuy
La configurazione del set con le sedie rappresentata in questa fotografia ha richiesto oltre quattro ore. Scatto realizzato con Canon EOS 5DS R e obiettivo Canon TS-E 135mm F4L Macro a 1,0 sec, F22 e ISO 100. © Eberhard Schuy
A statue of a woman, with red shoes in the foreground. Photo by Eberhard Schuy
Eberhard preferisce dedicare più tempo alla ricerca dei colori e della giusta luce sul set, anziché manipolare l'immagine nella fase di post-produzione. Questo scatto, dal titolo è "Milan, the Lady, and her Shoes", è stato realizzato con Canon EOS 5DS R e obiettivo Canon EF 100mm F2.8L Macro IS USM a 1/8 sec, F11 e ISO 200. © Eberhard Schuy

Quali sono state le tendenze che hai notato nell'evoluzione della fotografia di prodotto nel corso dei tuoi 35 anni di carriera?

"Ho visto mutare lo stile molte volte nel corso degli anni, da rappresentazioni fattuali a immagini dalle tinte bluastre. Per un periodo c'è stato un forte uso della desaturazione, di modelli di stile di vita e perfino l'emulazione della cinematografia per ottenere una qualità da pellicola. Ciononostante, ciò che conta davvero è avere il proprio stile. Non guardare le immagini degli altri per copiarle, se non per fare pratica con le proprie capacità. Se è vero che la tecnologia digitale ha reso più accessibile padroneggiare le tecniche necessarie per la fotografia di prodotto, ora ai fotografi viene richiesta la creatività del singolo.

"Il miglior consiglio che ho per chi vuole avvicinarsi alla fotografia di prodotto è non smettere mai di scattare foto. Per la fotografia di prodotto è di fondamentale importanza padroneggiare la tecnologia e imparare a lavorare con la luce. Anche dopo 35 anni di carriera, alcuni prodotti mi pongono ancora delle sfide. Bisogna creare un rapporto con gli oggetti. A volte gli parlo. So che suona assurdo, ma mi aiuta a mettere in ordine i pensieri mentre scatto. È necessario rispettare il lavoro preso in carica, il prodotto e le persone che ci sono dietro".

Scritto da Jason Parnell-Brookes


Il kit di Eberhard Schuy

Il kit essenziale usato dai professionisti per scattare foto prodotto

Kitbag image

Fotocamere

Canon EOS 5DS R

La migliore qualità reflex, con una risoluzione di 50,6 megapixel e un filtro per l'annullamento dell'effetto passa-basso che ottimizza la nitidezza del sensore della fotocamera.

Canon EOS M50

Piccola e incredibilmente leggera, questa fotocamera dal design classico e moderno al tempo stesso racchiude le ultime innovazioni tecnologiche in un corpo elegante e compatto. "Mi piace lavorare anche con la più piccola EOS M50 per servizi fotografici che non richiedono la stessa risoluzione", afferma Eberhard.

Obiettivi

Canon TS-E 135mm F4L Macro

Guarda il mondo in modo nuovo con un obiettivo decentrabile da 135 mm con controllo della prospettiva e compressione del teleobiettivo. "Un buon obiettivo tilt shift consente di scattare da qualsiasi angolazione: viste laterali perfette, scatti senza distorsione ottica, nitidezza che si applica con precisione esattamente dove voglio", afferma Eberhard.

Canon EF 100 mm F2.8L Macro IS USM

Obiettivo dotato di un rapporto di ingrandimento macro effettivo di 1:1. Ciò significa che le dimensioni del soggetto catturate dal sensore della fotocamera saranno uguali a quelle reali. "Ho bisogno di lavorare a una distanza maggiore dai soggetti che riprendo, specialmente in caso di prodotti di dimensioni ridotte", afferma Eberhard.

Canon EF 24-105mm F4L IS II USM

Preferito da coloro che desiderano portare con sé un solo obiettivo durante gli spostamenti, questo modello offre una qualità dell'immagine eccezionale grazie alla stabilizzazione avanzata dell'immagine. La lunghezza focale che offre è dell'ampiezza perfetta: se l'immagine che devo realizzare è estesa posso aprire l'otturatore con il terminale da 24 mm o ingrandire a 105 mm per catturare i dettagli più da vicino", afferma Eberhard.

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora