ARTICOLO

L'opinione dell'esperto: quando è meglio utilizzare un sensore più grande? Una spiegazione delle fotocamere full frame

Nella prima di una serie di spiegazioni tecniche da parte degli specialisti Canon, il Product Marketing Manager di Canon Europe John Maurice approfondisce alcuni degli aspetti da considerare per decidere se passare a un sistema di fotocamera full frame.
L'interno di una grotta allagata, con migliaia di stalattiti illuminate da luci blu.

Questo è uno scatto a cui ambire, sebbene non si tratti di una scena di vita quotidiana. Questa foto, realizzata nell'estrema oscurità, mostra i risultati che si possono ottenere scattando a ISO più elevate con una fotocamera full frame. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 28-70mm F2L USM a 28mm, 180 sec, f/2 e ISO6400.

Uno dei dubbi più comuni tra i fotografi è se passare al full frame e, nel caso, quale fotocamera scegliere. Come molti altri, ho iniziato con una fotocamera reflex digitale APS-C, arrivando poi al full frame. Dato che mi piace fare ricerche approfondite prima di ogni acquisto, ho sempre avuto bisogno di un po' di tempo per riflettere prima di comprare una fotocamera, per indagare sugli aspetti tecnici e capire se fosse l'ideale per le mie fotografie.

Grazie a quest'esperienza, e ai tanti anni di lavoro con la gamma delle fotocamere Canon, ho stilato una semplice guida che permette di capire se passare al full frame è la scelta giusta per te.
John Maurice è Product Marketing Manager presso Canon Europe. Ha iniziato il suo percorso con Canon nel 2008 come esperto in fotocamere, e ora è a capo del team tecnico di prodotto. Oltre a questo, è un vero fotografo, con un interesse particolare per la fotografia naturalistica e all'aperto. La prima fotocamera a pellicola di John è stata il modello Canon T70, mentre la sua prima reflex digitale è stata Canon EOS 300D.
Una donna con una giacca di pelle seduta in una stanza buia. Il suo viso è parzialmente illuminato dalla luce naturale proveniente dalla finestra dietro di lei.

In condizioni di illuminazione difficili, il formato full frame ti consentirà di avere più opzioni. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 24-105mm F4L IS USM a 27mm, 1/500 sec, f/4 e ISO1600.

Le fotocamere full frame sono meglio?

Passare a una fotocamera full frame ha molti vantaggi ben noti. Il sensore di immagine più grande, in genere, permette di ottenere migliori risultati in condizioni di scarsa illuminazione. Questo è un vantaggio se, per esempio, fotografi interni, matrimoni, ritratti al chiuso o eventi.

Qui sotto c'è un esempio di uno scatto cittadino notturno. L'immagine a sinistra è stata realizzata con Canon EOS 80D, dotata di APS-C (ora sostituita dal modello EOS 90D), invece quella a destra con il modello full frame Canon EOS RP. Come si può vedere, nella foto realizzata con EOS RP il rumore dell'immagine è inferiore e i dettagli risultano migliori. Questo è il tipo di risultato che vedresti facendo un passo avanti rispetto a una vecchia fotocamera APS-C.
Disponi di un kit Canon?

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services.
Due edifici per uffici di notte, con alcune luci accese visibili dalle finestre.

Un ritaglio di uno scatto notturno ottenuto con Canon EOS 80D. Il sensore APS-C di EOS 80D è più piccolo di un sensore full frame, perciò cattura meno dettagli in un'immagine in condizioni di scarsa illuminazione. Scatto realizzato con Canon EOS 80D e obiettivo Canon EF 70-200mm f/4L IS II USM a 70mm, 1/8 sec, f/5.6 e ISO6400.

Due edifici per uffici di notte, con alcune luci accese visibili dalle finestre.

Un ritaglio di un'immagine praticamente identica, scattata con una fotocamera mirrorless full frame EOS RP. Vedere le immagini fianco a fianco consente di notare i differenti livelli di rumore. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon EF 70-200mm f/4L IS II USM a 113mm, 1/8 sec, f/5.6 e ISO6400.

Un altro aspetto da considerare è la profondità di campo più ridotta offerta da una fotocamera full frame con la stessa inquadratura. Questo aiuta a ottenere un effetto più artistico, o un maggior isolamento del soggetto come risultato della sfocatura dello sfondo più estrema.
I rami di un albero morto, con montagne dalle cime innevate sullo sfondo.

Quest'immagine e quella a fianco sono inquadrate nella stessa maniera, ma il sensore APS-C di EOS 80D non crea la stessa transizione nella messa a fuoco del modello full frame EOS RP. Scatto realizzato con Canon EOS 80D e obiettivo Canon EF 70-200mm f/4L IS II USM a 70mm, 1/1250 sec, f/4 e ISO100.

Un'immagine quasi identica degli stessi rami, con le montagne sullo sfondo leggermente più sfocate.

Le fotocamere con sensori full frame offrono generalmente una profondità di campo minore, per cui gli oggetti in primo piano risaltano maggiormente rispetto allo sfondo sfocato. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon EF 70-200mm f/4L IS II USM a 110mm, 1/1250 sec, f/4 e ISO100.

Rispetto ai vecchi modelli APS-C, una fotocamera full frame spesso offrirà una maggior flessibilità per quanto riguarda il ripristino di ombre o alte luci. Questo è un vantaggio nelle scene con un'ampia gamma tonale, come paesaggi, ritratti, moda e interni.
Una donna seduta a un tavolo, su una panca imbottita a righe arcobaleno. Sulla parete dietro di lei, è visibile l'ombra degli infissi della finestra.

Ho scoperto che avere una piccola fotocamera full frame e un obiettivo compatto è un vantaggio, quando si immortalano scene di tutti i giorni. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 35mm F1.8 Macro IS STM a 35mm, 1/4000 sec, f/1.8 e ISO400.

Il cielo della sera riflesso in una serie di edifici rivestiti con pannelli in vetro.

Spesso, nelle immagini ottenute con fotocamere full frame si possono recuperare più dettagli nelle zone buie e in quelle luminose. Per questo motivo, il full frame è generalmente considerato la scelta migliore per le fotografie di paesaggi e scorci urbani. Scatto realizzato con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 24-105mm F4L IS USM a 85mm, 1/40 sec, f/5.6 e ISO1600.

Quale fotocamera full frame scegliere?

La risposta dipende da ciò che vuoi dalla fotocamera. I modelli full frame di base, che si tratti di reflex digitali come Canon EOS 6D Mark II o di fotocamere mirrorless full frame come Canon EOS RP, sono incentrati sulla trasportabilità e, grazie alla semplice interfaccia e ai comandi touch screen, sono semplici da utilizzare come una fotocamera APS-C.

Forse credi che il full frame possa dare dei problemi di peso. Tuttavia, se questo poteva essere vero in passato, non lo è certamente più oggi. Infatti, grazie all'assenza di un gruppo con specchio e mirino ottico, le fotocamere mirrorless full frame possono essere più piccole delle reflex digitali APS-C. Ecco l'esempio di un passaggio da un vecchio modello reflex digitale APS-C a una fotocamera mirrorless full frame EOS RP:

Canon EOS 700DCanon EOS RP
Peso (batteria e scheda di memoria incluse): 580 gPeso (batteria e scheda di memoria incluse): 485 g
Abbinata al suo obiettivo standard, Canon EF-S 18-55mm f/3.5-5.6 IS STM (200 g)Abbinata al suo obiettivo standard, Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM (375 g)
Peso totale: 780 gPeso totale: 880 g


Il kit full frame è solo 100 g più pesante rispetto alla reflex digitale APS-C, e l'obiettivo RF 24-105mm F4-7.1 IS STM garantirà una gamma più ampia, oltre ai benefici tipici delle fotocamere full frame già menzionati.

Se avevi fatto l'abitudine alla velocità di una fotocamera APS-C avanzata, i modelli di gamma più alta, come Canon EOS R6 (che offre fino a 20 fps), ti consentiranno di fare un passo in avanti in termini di qualità e velocità. Devi però tener presente che i tuoi obiettivi non garantiranno la stessa portata che offrono su un corpo APS-C, perché il fattore di ritaglio di un sensore APS-C rende il soggetto più grande nell'inquadratura. Per sapere di più sull'argomento, vedi di seguito la sezione sugli obiettivi.
Un obiettivo Canon EF-S 18-55mm f/3.5-5.6 IS STM.

All'inizio, molti fotografi utilizzano un obiettivo come Canon EF-S 18-55mm f/3.5-5.6 IS STM.

Un obiettivo Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM

Se passi al full frame, avere a disposizione un obiettivo versatile come Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM ti consentirà di metterti all'opera nella maggior parte degli scenari.

E per quanto riguarda gli obiettivi?

Per prima cosa, pensa agli obiettivi che preferisci utilizzare con la tua attuale fotocamera e controlla se sono compatibili con un modello full frame. Funzioneranno tutti allo stesso modo? Gli obiettivi possono cambiare le loro caratteristiche a seconda del formato.

Se hai un obiettivo Canon EF-S 18-55mm f/3.5-5.6 IS STM o EF-S 18-135mm f/3.5-5.6 IS STM (che sono considerati obiettivi APS-C per un utilizzo generico), allora l'obiettivo equivalente per una fotocamera mirrorless full frame sarà uno zoom come Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM, anch'esso un obiettivo per utilizzo generico, che combina le caratteristiche di un grandangolo e di un teleobiettivo.

Se hai una combinazione di due obiettivi, come un generico obiettivo EF-S 18-55mm e un teleobiettivo EF-S 55-250mm f/4-5.6 IS STM, allora ti converrà passare a Canon RF 24-240mm F4-6.3 IS USM, che unisce un grandangolo e un teleobiettivo in un unico obiettivo versatile, permettendoti così di snellire il tuo kit, l'ideale se viaggi spesso.
Un uomo con un cappotto impermeabile giallo che scatta una foto con Canon EOS RP e obiettivo Canon RF 24-240mm F4-6.3 IS USM.

Il Canon Ambassador Richard Walch esplora la Norvegia con Canon EOS RP e un obiettivo Canon RF 24-240mm F4-6.3 IS USM, che è secondo lui l'obiettivo da viaggio ideale.

Quali dei miei obiettivi Canon posso utilizzare con la fotocamera full frame?

Le prime lettere del nome dell'obiettivo ti riveleranno di che tipo di obiettivo si tratta. Se passi a una fotocamera full frame, probabilmente potrai continuare a utilizzare molti degli obiettivi che avevi già, ma è importante fare attenzione ad alcuni aspetti.

Gli obiettivi EF-S possono essere utilizzati con le fotocamere mirrorless full frame del sistema EOS R con un adattatore EF-EOS R. Tuttavia, la risoluzione della fotocamera risulterà ridotta, poiché la lente non coprirà il sensore full frame. Quindi, se decidessi di passare al sistema full frame EOS R, cercherei di sostituire gli obiettivi EF-S con i loro equivalenti RF. Gli obiettivi EF-S non funzionano con le reflex digitali full frame di Canon, quindi, se preferisci utilizzare una reflex digitale e opti per quella soluzione, dovrai sostituirli con obiettivi EF.

Gli obiettivi EF-M sono progettati per il solo utilizzo con le fotocamere della serie EOS M, perciò se passi al full frame dovrai acquistare degli obiettivi EF o RF per il nuovo corpo macchina.

Gli obiettivi EF sono compatibili con tutte le fotocamere full frame di Canon. Per le fotocamere del sistema EOS R ti servirà un adattatore EF-EOS R, ma non ci saranno perdite di qualità o funzionalità. Gli obiettivi EF, inoltre, funzioneranno praticamente allo stesso modo che con la tua attuale fotocamera. L'unica differenza è che gli obiettivi EF appariranno più ampi che con una fotocamera APS-C, poiché il formato APS-C applica un ritaglio di 1,6x all'immagine. Se di solito utilizzi un obiettivo da 50 mm con una fotocamera APS-C per realizzare ritratti, per ottenere la stessa inquadratura potresti pensare di utilizzare un obiettivo da 85 mm su una nuova fotocamera full frame.
Un uccello piuttosto piccolo, posato su un ramo, con un pesce nel becco.

Due immagini scattate dalla stessa posizione e utilizzando lo stesso obiettivo. In questa, scattata con il modello full frame EOS-1D X (ora sostituito da Canon EOS-1D X Mark III), la scena sembra più lontana. Scatto realizzato con obiettivo Canon EF 800mm f/5.6L IS USM a 800mm, 1/500 sec, f/5.6 e ISO800.

Un'immagine di un uccello su un ramo scattata dalla stessa posizione e, in apparenza, con uno zoom maggiore.

A causa del fattore di ritaglio del sensore APS-C nella fotocamera utilizzata, EOS 7D Mark II, la scena sembra più vicina. Scatto realizzato con Canon EOS 7D Mark II e obiettivo Canon EF 800mm f/5.6L IS USM a 800mm, 1/500 sec, f/5.6 e ISO800.

Dovrei sostituire i miei obiettivi EF?

Gli obiettivi EF funzionano su tutte le fotocamere full frame, ma passare a una fotocamera del sistema EOS R potrebbe essere un'occasione per considerare la gamma di obiettivi RF di nuova generazione. Per fare un esempio, ci sono chiari vantaggi nel passare da Canon EF 85mm f/1.8 USM al suo corrispondente modello RF, Canon RF 85mm F2 Macro IS STM.

Prima di tutto, il design dell'innesto RF consente agli elementi ottici di essere posizionati più vicino al sensore di immagine, ottenendo così scatti di qualità superiore, soprattutto negli angoli e quando l'obiettivo viene utilizzato alle massime aperture. In secondo luogo, l'obiettivo RF consente una messa a fuoco più ravvicinata, caratteristica particolarmente utile per ritratti e dettagli. Terzo, l'obiettivo RF è dotato di uno stabilizzatore d'immagine, che ti consentirà di ottenere scatti più stabili e, se ne realizzi, video molto più gradevoli.
Scatto in bianco e nero di un pugile che sferra un pugno.

Mirrorless full frame e reflex full frame a confronto

Richard Walch, uno dei fotografi d'azione più esperti al mondo, mette a confronto le caratteristiche delle fotocamere EOS R5 ed EOS-1D X Mark III.

Il full frame ha degli svantaggi?

Per la fotografia sportiva e di azione in rapido movimento, il fattore di ritaglio e le velocità di scatto offerte da alcune fotocamere APS-C sono eguagliati solo da fotocamere mirrorless full frame ad alte prestazioni come Canon EOS R5 e EOS R6, abbinate ad alcuni degli obiettivi RF di recente introduzione, come Canon RF 600mm F11 IS STM o RF 100-500mm F4.5-7.1L IS USM.

Quando si prendono in considerazione le full frame, spesso ci si chiede se siano più costose. Un tempo, fotocamere e obiettivi full frame erano fuori portata per molti, ma ora i modelli come EOS RP hanno reso il full frame più conveniente che mai. Se gli sport o l'azione sono tra i tuoi interessi principali, comunque, ti consiglierei di optare per una delle fotocamere full frame più avanzate della gamma del sistema Canon EOS R, con velocità e prestazioni più elevate.

Conclusione

Passare al full frame richiede una riflessione sul tipo di fotografia di cui ti occupi, sulle tue aspirazioni per il futuro e sulla fotocamera e gli obiettivi che fanno maggiormente al tuo caso. Molte persone decidono di fare questo salto per provare i vantaggi di cui ho parlato prima e per espandere le possibilità a loro disposizione, grazie alle fotocamere e agli obiettivi disponibili nella gamma full frame. Inoltre, questo potrebbe consentirti di avere due fotocamere distinte per scopi differenti, sfruttando così i vantaggi di ciascuna in diverse situazioni.

Scritto da John Maurice


Articoli correlati

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro