ARTICOLO

Canon XF705: Sébastien Devaud ci parla delle riprese effettuate con questa videocamera professionale compatta.

L'Ambassador Canon Sébastien Devaud è stato uno dei primi filmmaker a lavorare con la videocamera Canon XF705 4K UHD per le sue riprese del velocista francese e campione europeo dei 100 m Jimmy Vicaut. © Fabien Douillard

Quando si tratta di scegliere una videocamera professionale, i filmmaker avanzano spesso una serie di richieste per la realizzazione di documentari in stile cinematografico e una serie di requisiti per la produzione di broadcast, che richiedono due impostazioni della videocamera molto diverse. Tuttavia, il lancio della videocamera Canon XF705 4K UHD offre il meglio in entrambi questi ambiti, come ha scoperto il filmmaker professionista e Canon Ambassador Sébastien Devaud durante una delle prime riprese con la XF705.

"Quando ho provato per la prima volta Canon XF705, ho avuto le stesse sensazioni di quando ho usato la Canon EOS 5D Mark II, è una vera rivoluzione", afferma il filmmaker francese Sébastien, che effettua riprese per diverse emittenti, oltre a pubblicità e video musicali. Ha vissuto la transizione dall'SD al Full HD e successivamente il passaggio al 4K, processi che hanno letteralmente trasformato il cinema. Oggi, la videocamera XF705 rende la produzione in 4K molto più facile, afferma, è una vera e propria rivoluzione. Il nuovo codec raggiunge l'alta qualità richiesta per il cinema e le piccole dimensioni dei file richiesti per una trasmissione veloce ed efficiente.

Oggi, ci spiega in che modo questa fotocamera l'ha aiutato, in particolare per realizzare uno scatto del velocista francese e campione europeo dei 100 m Jimmy Vicaut, per il quale ha utilizzato la versatile fotocamera per immortalarlo durante l'azione, in un'intervista statica e anche al rallentatore.

Canon Professional Services

Disponi di un kit Canon?

Registra il tuo kit per accedere a consigli gratuiti degli esperti, assistenza per le attrezzature, eventi ricchi d'ispirazione e offerte speciali esclusive con Canon Professional Services

Se sei un filmmaker che lavora principalmente nei settori televisivo e broadcast, è fondamentale disporre di un'ampia escursione dello zoom, un obiettivo servo-controllato per zoom e messe a fuoco fluidi, oltre ad un audio di qualità superiore e filmati HD di alta qualità che possano essere utilizzati direttamente dalla videocamera. Il boom dello streaming live sui social media aumenta la domanda di filmati utilizzabili direttamente dalla videocamera. Allo stesso tempo, vi è anche una crescente richiesta di filmati UHD e HDR.

Tuttavia, per realizzare documentari in stile cinematografico, pubblicità o video musicali, è necessario ottenere risultati in 4K con un bitrate elevato, una profondità di campo cinematografica e filmati log ricchi di dettagli di luci e ombre con un colour grading specifico.

Canon XF705 è stata progettata per soddisfare le esigenze dei filmmaker che lavorano in entrambi gli ambiti di produzione. Ciò include la possibilità di ottenere i file in formato 4K di piccole dimensioni di cui i documentaristi impegnati o i fotografi di cronaca hanno bisogno per potere lavorare velocemente. L'efficiente codec XF-HEVC di Canon offre la più recente compressione H.265, il che significa che i file sono di altissima qualità in 4K UHD 10-bit 4:2:2 fino a 50p. Inoltre la dimensione gestibile di questi file consente di registrarli su una scheda SD standard inserita in uno dei due slot di memoria della fotocamera, o di fatto inserendo due schede nei rispettivi slot contemporaneamente.

"Con il codec XF-HEVC è facile passare facilmente all'UHD in quanto ora non è più necessario preoccuparsi costantemente della gestione della memoria", afferma Sébastien, un utente Canon di lunga data che effettua regolarmente riprese con una videocamera Cinema EOS C300 Mark II. "Inoltre, è possibile registrare su schede SD a basso costo, che si possono trovare ovunque. Il mio consiglio è che se dovete registrare lunghe sequenze di 10-bit 4:2:2 4K in HDR, allora è meglio usare schede SD ad alta velocità fino a 300MB/s per evitare qualsiasi effetto buffering.

"Io ormai realizzo quasi tutti i miei lavori in 4K. Se realizzo una produzione in HD, posso eseguire dei ritagli durante l'editing. Quindi, durante le interviste è come avere due videocamere in una".

Messa a fuoco di un soggetto che si muove a grande velocità

A close-up of a Canon EOS C700 FF

Video 4K: 3 cose per rendere il lavoro a prova di futuro

Si dovrebbe sempre filmare in 4K per rendere il proprio lavoro a prova di futuro? Un video specialist di Canon condivide i suoi migliori consigli.

Sébastien ha inoltre scoperto che il sensore CMOS tipo 1.0 della videocamera Canon XF705 risente davvero poco del rumore, e ciò gli ha consentito di limitare significativamente il suo lavoro di riduzione del rumore nella post-elaborazione dopo le riprese, "soprattutto mantenendo un guadagno di 12 o 18dB in termini di qualità finale. È molto meglio di una videocamera con sensore più piccolo".

L'uso di una fotocamera con un grande sensore rende la messa a fuoco un aspetto particolarmente critico, per questo Canon XF705 è dotata del rivoluzionario sistema Dual Pixel CMOS AF. Anche se Sébastien ammette di essere stato inizialmente riluttante ad utilizzare l'autofocus dopo una carriera all'insegna del manuale, questo sistema lo ha totalmente conquistato. "Stavo riprendendo Jimmy Vicaut, campione europeo dei 100 m di velocità, che correva verso di me, e grazie a questa videocamera ho potuto seguirlo molto meglio di chiunque altro che utilizzava la messa a fuoco manuale", afferma. "Mi ci è voluto un po' di tempo, ma passo dopo passo ho capito che potevo fidarmi dell'AF".

Questo sistema offre la funzione di AF Rilevamento del viso, rilevamento di oggetti e controllo della messa a fuoco tramite touch screen. "Molte persone non conoscono il vero potenziale della loro fotocamera, perché non si prendono il tempo di provare tutte le funzioni", continua. "Ho fatto molti esperimenti e ora capisco che la fotocamera è in grado di fare tante cose che prima non credevo possibili".

Anche quando Sébastien sceglie la messa a fuoco manuale, fa sempre riferimento alla Guida Dual Pixel Focus, che indica se la messa a fuoco è davanti o dietro al soggetto. "Una volta provato questo sistema", afferma, "non vorrete più rinunciarvi".

Filmmaker Sébastien Devaud holds a Canon XF705 camcorder to film French sprinter Jimmy Vicaut.
Sébastien ha scoperto che era in grado di realizzare scatti a mano libera per questo progetto, grazie alla stabilizzazione dell'immagine a cinque assi della fotocamera Canon XF705. © Fabien Douillard

Stabilizzazione dell'immagine e slow motion

Le riprese al campione di velocità hanno aperto gli occhi a Sébastien, che ha scoperto come la stabilizzazione avanzata dell'immagine a cinque assi gli permetta di liberarsi da ingombranti impianti e scattare a mano libera.

"Mi è sempre piaciuto lavorare con slider, gru e tutta l'attrezzatura necessaria. Ma dato che la stabilizzazione è così buona, non ne ho bisogno", afferma. "Ci sono diverse modalità di stabilizzazione che funzionano in situazioni diverse."

Le riprese effettuate al velocista sono state l'occasione ideale per utilizzare la funzione di slow motion della videocamera XF705, fino a 120 fps in NTSC o 100 fps in PAL in Full HD. "Offre una capacità di slow motion quattro o cinque volte superiore, ed è particolarmente utile per le riprese di azioni, in quanto consente di ottenere dei filmati con un risultato visivo unico", afferma Sébastien. "Ma non è pensato solo per le riprese sportive. Ad esempio, durante un'intervista consente di rallentare un sorriso ed esaltare le emozioni".

Un obiettivo versatile

Naturalmente, la realizzazione di belle riprese a qualsiasi velocità può essere migliorata solo utilizzando un obiettivo di alta qualità. Sébastien ammette di essere ossessionato dai risultati visivi che si possono ottenere con gli obiettivi di alta qualità. "Ho iniziato a 13 anni come fotografo, poi ho studiato le modalità Super 35 e Super 16 e mi sono innamorato dei risultati visivi offerti dagli obiettivi cinematografici", ricorda. "Adoro raccontare storie con obiettivi diversi. È la ragione per cui amo Canon, è un'azienda con una grande esperienza nell'ottica, e per questo mi fido molto. Faccio del mio meglio per cogliere l'emozione di ogni progetto gestendo la profondità di campo, questa è la mia vera competenza.

"L'obiettivo professionale serie L della videocamera XF705 mi aiuta a raggiungere questo obiettivo, grazie alla nitidezza e alla capacità di produrre bellissimi risultati cinematografici con una profondità di campo ridotta. La videocamera è dotata di filtri ND integrati che mi consentono di usare l'apertura desiderata in funzione della giusta profondità di campo".

L'obiettivo della XF705 è un 15x in 4K o 30x in HD. Equivale, dunque, ad un obiettivo da 25,5-382 mm, che può essere aperto per ottenere una larghezza fino a 20,4 mm o una lunghezza fino a 1147,5 mm utilizzando dei convertitori.

"La qualità ottica è eccellente, e anche i convertitori ottici sono prodotti da Canon, quindi la qualità dell'immagine che ho osservato non è in alcun modo compromessa", afferma Sébastien. "Si può riprendere qualunque cosa con un solo obiettivo! E se si utilizza l'ENG in una zona di conflitto, ad esempio, un giornalista può rimanere nascosto. C'è persino l'infrarosso, così si può vedere al buio!"

Filmmaker Sébastien Devaud stands behind a Canon XF705 on a tripod, on an indoor athletics track.
"Stavo riprendendo Jimmy Vicaut, campione europeo dei 100 m di velocità, che correva verso di me, e grazie a questa videocamera ho potuto seguirlo molto meglio di chiunque altro che utilizzava la messa a fuoco manuale", afferma Sébastien. "Mi ci è voluto un po' di tempo, ma passo dopo passo ho capito che potevo fidarmi dell'AF". © Fabien Douillard

Wide DR, PQ, HLG e Canon Log 3

Il vantaggio delle videocamere due-in-uno XF705 è particolarmente evidente nella scelta dei profili gamma, tra cui Wide DR, Canon Log 3 o le impostazioni HDR per PQ e HLG della fotocamera.

Per le trasmissioni dal vivo e lo streaming premium, l'HLG è ideale visti i requisiti HDR. Con l'aumento della diffusione dei televisori HDR, l'HLG viene utilizzato anche per le notizie in rapida evoluzione, mentre Wide DR è perfetto per le riprese standard in modalità Rec.709. "Wide DR è estremamente utile per l'ENG e per l'uso documentario, perché consente di evitare la sovraesposizione sui volti. Inoltre, non è necessario alcun colour grading, pertanto è ideale per l'uso delle immagini prese direttamente dalla fotocamera", afferma Sébastien.

Per flussi di lavoro più creativi, dove c'è tempo per l'editing e la post-elaborazione, la fotocamera offre PQ per riprese HDR e Canon Log 3, che è il preferito di Sébastien, specialmente in condizioni di scarsa illuminazione. Afferma: "Preferisco il Log 3 per eliminare il rumore e perché il dettaglio dell'immagine è straordinariamente buono.

"Inoltre, mi piace mixare i filmati delle videocamere EOS cinema con le videocamere professionali serie X, come ad esempio XF705, in quanto posso eseguire lo stesso profilo personalizzato su tutti i modelli per un risultato visivo coerente. Canon adotta gli stessi menu e gli stessi profili su entrambe le serie di videocamere, rendendo l'editing molto più semplice e coerente".

A proposito dell'audio

Le interviste sono una parte importante del lavoro di ogni filmmaker, e naturalmente la qualità dell'audio è fondamentale. Canon XF705 utilizza l'audio a quattro canali standard nell'ambito broadcast, che Sébastien ha utilizzato per le sue riprese in velocità e in altre occasioni.

"Utilizzo un microfono a fucile collegato tramite XLR, o microfoni wireless Lavalier e il mio microfono omnidirezionale nella mini presa jack, mentre sui canali tre e quattro uso i microfoni integrati per creare un'atmosfera di sottofondo", spiega. "Non devi fare altro che scegliere il microfono giusto per la produzione che vuoi realizzare, e la videocamera ti permetterà di ottenere esattamente quello che vuoi".

Sébastien riassume: "Canon ascolta davvero i suoi utenti, e la videocamera XF705 offre numerosi vantaggi, tra cui l'anello per treppiede di qualità professionale e la visualizzazione dello stato dell'audio sullo schermo. La distanza tra i tre diversi anelli dell'obiettivo, zoom, messa a fuoco e apertura, assicura una perfetta ergonomia e naturalezza d'uso. Piccole cose [come questa] fanno una grande differenza quando si eseguono molte riprese".

Scritto da Adam Duckworth


Il kit di Sébastien Devaud

Il kit perfetto per i filmmaker sempre in movimento

A close-up of the Canon XF705.

Videocamere

Canon XF705

Videocamera professionale compatta 4K UHD con il nuovo codec HEVC, che permette la registrazione interna o l'uscita UHD HDR per il settore broadcast e della produzione. "Questa videocamera è in grado di fare tante cose che prima non credevo possibili", afferma Sébastien.

Videocamere

Canon EOS C300 Mark II

Resistente, potente e facile da usare, EOS C300 Mark II consente di realizzare straordinari video in 4K/Full HD con un'incredibile gamma dinamica a 15 stop, l'uscita RAW esterna e Canon Log2 per concretizzare la tua visione creativa.

Videocamere

Canon ME200S-SH

Compatta e leggera, questa videocamera estremamente accessibile e versatile, con Dual Pixel CMOS AF su un sensore Super 35 mm, offre straordinarie riprese Full HD fino a 50p/59.94p con un'incredibile gamma dinamica di 12 stop e un ISO massimo equivalente di 204.800.

Articoli correlati

Visualizza tutto

Leggi la newsletter

Fai clic qui per scoprire le storie da cui trarre ispirazione e le notizie entusiasmanti di Canon Europe Pro

Registrati ora